26 Aprile 2019
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

REPUBBLICA POPULISTA E OLIGARCHICA

26 Aprile 2019

Giovanni Orsina, “Il governo reggerà. In caso di rottura ci sarà il voto” (intervista a Il Dubbio). Ferruccio De Bortoli, “La verità che serve al paese” (Corriere). Pier Carlo Padoan, “Nel Def del fallimento il copione di un disastro annunciato” (Foglio). Sabino Cassese, “Mai la Repubblica è stata tanto oligarchica come da quando è divenuta populista” (Foglio) e “Un Paese bloccato” (Corriere). Giuseppe De Rita, “Vince il ‘prima me’. Siamo tanti Dorian Gray” (intervista a Il Dubbio). Massimo Villone, “Autonomie. Vere intese e false promesse del governo” (Manifesto). Paolo Pombeni, “Ritrovare la capitale per non perdere la nazione” (Il Quotidiano). Gianfranco Viesti, “Chi fa male alla capitale fa male a tutto il Paese” (Messaggero). Stefano Ceccanti,Riduzione del numero dei parlamentari: tutti i controsensi del governo”. POLEMICA SALVINI-CARITAS: Daniela Fassini, “Salvini sprezzante con le reti di carità”. Francesco Riccardi, “Venga a vedere, signor ministro” (Avvenire). Nello Scavo, “I numeri di Salvini sono un caso” (Avvenire). Ugo De Siervo, “I voleri del ministro elevati a legge, così si mette in crisi lo stato di diritto” (intervista a La Stampa).

Leggi tutto →

1 Aprile 2019
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

CHI TOCCA BANKITALIA FA MALE AL PAESE

1 Aprile 2019

Salvatore Bragantini, “Chi tocca Bankitalia fa male al paese” (Corriere). Carlo Cottarelli, “Così il Colle protegge le banche” (La Stampa). Michele Ainis, “Sulle banche il Colle apre una nuova fase” (intervista a Il Fatto); Cesare Mirabelli, “L’indagine non può infrangere trattati Ue né sovrapporsi a magistratura e antitrust” (intervista al Messaggero). Ferruccio De Bortoli, “Consenso e stato di diritto” (Corriere). ECONOMIA E POLITICA: Francesco Giavazzi, “Il realismo che deve guidarci” (Corriere). Maurizio Molinari, “Un patto contro il disagio” (La Stampa). Fabrizio Barca, “Cari partiti, servono proposte radicali per lavoro e giovani” (intervista a Il Fatto). Pier Carlo Padoan, “Il vero problema è chi paga il conto della recessione” (intervista a Repubblica). Enrico Letta, “Soffia il vento, costruite mulini” (intervista a Milano Finanza). PARTITO DEMOCRATICO: Alessandro Di Matteo, “La delusione dei cattolici del Pd, ‘manca rispetto’” (La Stampa). Marianna Rizzini, “Variabile Bettini” (Foglio).  DOPOVERONA: Alberto Melloni, “L’insuccesso di Verona”. Gian Enrico Rusconi, “Se l’obiettivo è la chiesa di Francesco” (La Stampa).

Leggi tutto →

26 Dicembre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

MANOVRA. CHI CI GUADAGNA E CHI CI PERDE

26 Dicembre 2018

Sergio Fabbrini,Il populismo al governo, la recessione che avanza” (Sole 24 ore). Alberto Bisin, “La manovra senza futuro” (Repubblica). Francesco Daveri, “Famiglie: chi ci guadagna e chi ci perde con la manovra gialloverde” (Corriere della sera). Luca Ricolfi,La finanziaria elettorale che tradisce il futuro” (Messaggero). Alessandro Campi, “Non produce ricchezza e moltiplica gli assistiti” (Messaggero). Antonella Baccaro,Le riforme che dividono lo stivale” (Corriere della sera). Ferruccio De Bortoli, “I giovani e il futuro” (Corriere della sera), con una proposta interessante.

Leggi tutto →

4 Giugno 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

L’ITALIA GIALLOVERDE NON È LA MAGGIORANZA DEL PAESE

4 Giugno 2018

“Attenzione a distinguere maggioranza parlamentare da quella del paese, quando quasi 1/3 non vota”, scrive Carlo Carboni in un attento articolo sul Sole 24 ore (“Chi vince e chi perde, due Italie da ascoltare”).  Ieri sul Sole Sergio Fabbrini descriveva che succede “Se l’Italia diventa il laboratorio sovranista”. Un’Italia in cui che è ancora abbastanza europeista, scrivono Dario Di Vico (“Delusi in crescita, ma gli italiani vogliono restare con l’Ue e l’euro”) e Maurizio Ferrera (“L’Europa resta sola. Italiani spaccati a metà”). Su Repubblica due analisi severe: Ezio Mauro (“La destra realizzata”) e Andrea Bonanni (“Quei sospetti sull’asse russo”).  Sul Corriere della Sera il criterio di Ferruccio De Bortoli per giudicare il nuovo governo (“Tre dossier per capire la rotta”); quello di Maurizio Molinari su La Stampa (“Le ambiguità del governo gialloverde”); e quello di Luca Ricolfi sul Messaggero (“Per capire il governo evitare le etichette”). Su come fare opposizione scrivono Enrico Morando, che chiede Gentiloni segretario Pd e opposizione coerente (“Smantellare la Fornero crea allarme in Europa”, intervista a La Stampa), Paolo Mieli (“Oppositori in cerca di logica”, Corriere della sera), Paolo Pombeni (“Non esasperare la dialettica tra maggioranza e opposizione”, Sole 24 ore), Marco Minniti (“Non possiamo diventare l’Ungheria del Mediterraneo”, Corriere della sera), Roberta D’Angelo (“Il Pd alla ricerca di nuove energie”, Avvenire).

Leggi tutto →

20 Maggio 2018
by Forcesi
1 Commento

1 Commento

SE IL GOVERNO CHE È ALLE PORTE PIACE ALLA MAGGIORANZA…

20 Maggio 2018

Sul governo alle porte scrivono: Valerio Onida: “Supremazia impossibile sul diritto comunitario” (Sole 24 ore); Marco Olivetti,Un premier fa prima apprendistato” (Avvenire); Giovanni Maria Flick,Su vincolo di mandato e carcere criticità evidenti” (Sole 24 ore); Sergio Fabbrini, “Il contratto sovranista del nuovo governo” (Sole 24 ore); Biagio De Giovanni, “Con la democrazia e con l’Europa anche se imperfette” (Mattino); Ferruccio De Bortoli, “Contratti e responsabilità, il prezzo degli annunci” (Corriere della sera); Massimo Villone,E’ un programma di destra altro che coperture” (Manifesto); Susanna Camusso, “Questo governo allarma però parla anche alla nostra gente” (Il Fatto); Ilvo Diamanti, “Sei italiani su dieci dicono sì a un governo della ‘Lega a 5Stelle’” (Repubblica).

Leggi tutto →

12 Febbraio 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

QUEL VENTO CONTRARIO…

12 Febbraio 2018

Lo storico ed ex direttore del Corriere della Sera, Paolo Mieli, paragona le prossime elezioni a quelle del 1919 ed evoca la marcia su Roma (“La storia e il futuro che i partiti non vedono”). Grande preoccupazione anche in Sergio Fabbrini sul Sole 24 ore di domenica: “Il buio oltre la siepe elettorale”. Ancora sul Corriere, Antonio Polito guarda a Mezzogiorno: “Qui fronte del Sud: la partita decisiva”, Ferruccio De Bortoli accusa di passività le classi dirigenti: “In silenzio verso il voto. Dov’è la classe dirigente?”, e il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, lancia un appello: “Basta promesse, avanti le riforme”. Federico Geremicca, su Il Secolo XIX, racconta di “Quel vento contrario che spaventa l’ex rottamatore”. Roberto Perotti inizia una serie di articoli sul costo delle promesse dei partiti: “Le promesse del Pd costano 56 miliardi” (Repubblica). Le riflessioni del sindaco di Macerata, Romano Carancini, in un colloquio col Corriere della sera: “Io sindaco nemico del popolo?”. Claudio Tito, su Repubblica, scrive: “5 stelle al bivio: ‘se stiamo fuori, scompariamo’”. Mauro Calise: “La politica non si fa senza curriculum” (Mattino). LAVORO: L’esperto Enrico Morelli su Repubblica: “Il robot non ci toglie il lavoro. Ingenuo pensarlo”. ESTERI: Domenico Quirico è in Niger e scrive: “Nel Niger che attende gli italiani. ‘Fermare i migranti? Perdete tempo’” (La Stampa). Romano Prodi: “Le due Coree e l’illusione olimpica” (Messaggero). Sul petrolio nel Mediterraneo scrive Gianluca De Feo: “Se dall’abisso può sgorgare una strada per la pace” (Repubblica).

Leggi tutto →