25 Giugno 2019
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

PROFUGHI. SALARIO MINIMO. STATO DELL’ECONOMIA. CINQUE STELLE

25 Giugno 2019

SEA WATCH: Luigi Manconi, “Quei profughi dimenticati” (Repubblica); Nello Scavo, “Sea Watch, Nosiglia offre accoglienza ai 42” (Avvenire). SALARIO MINIMO: Tito Boeri, “Chi vuole davvero il salario minimo?” (Repubblica); Giuseppe Travaglino, “Tutti gli errori del salario minimo” (Repubblica). Pietro Ichino, “La nuova trovata del M5S: l’aumento delle paghe per legge” (blog). LO STATO DELL’ECONOMIA: Lucrezia Reichlin, “Il rallentamento dell’economia e i rischi per l’Europa” (Corriere della sera); Federico Fubini, “Il vero ritardo dell’Italia? Produciamo sempre meno” (Corriere). CINQUE STELLE: intervista di Luigi Di Maio al Corriere: “Chi vuole la crisi ci porta al governo tecnico”; Giovanni Sabbatucci, “5stelle al bivio tra ribelli e burocrati” (La Stampa).

Leggi tutto →

26 Maggio 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

“IL QUARTO PARTITO”

26 Maggio 2017

Carlo Carboni sintetizza le posizioni della Confindustria espresse dal suo presidente Vincenzo Boccia: “L’inclusione per risolvere le criticità sociali”; e Paolo Bricco indica “Il filo rosso che lega Draghi, Carli e Krugman” nell’analisi di Boccia; il commento di Giuseppe Berta: “Il patrimonio delle filiere” (Sole 24 ore). Dario Di Vico, sul Corriere, commenta l’intervento del ministro Carlo Calenda: “Ministri scomodi. Calenda attacca”. Massimo Giannini, su Repubblica, spiega come l’intervento di Calenda, vicino alle tesi di Boccia, indichi un progetto politico-economico alternativo a Renzi: “Calenda, Renzi e il mito Macron”. Il Foglio pubblica il discusso intervento di Carlo Calenda all’assemblea della Confindustria: “Agenda Calenda”. Sul Corriere Francesco Verderami racconta: “Dal Palazzo al mondo delle imprese ecco il partito trasversale che guarda ancora a Gentiloni”. Gianni Toniolo, “Se la produttività scompare dal discorso pubblico” (Sole 24 ore).

Leggi tutto →

12 Gennaio 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

LA DIFESA DEL LAVORO E LE SCELTE DELLA CGIL

12 Gennaio 2017

Donatella Stasio riferisce “La decisione della Consulta” sui tre referendum chiesti dalla Cgil (Sole 24 ore), e commenta che quello sull’art. 18 è “Un No che segna uno spartiacque sui referendum”. Massimo Villone sul Manifesto critica non tanto la decisione quanto la segretezza sulle ragioni pro e contro in seno alla Consulta (“Basta sussurri. I giudici decidano a carte scoperte”). Sul Manifesto Norma Rangeri dice che la sinistra ora deve battersi per i due referendum (“Il primo colpo della battaglia elettorale”) e Antonio Sciotto riferisce che “La Cgil lancia la campagna per i due Sì, e sull’art. 18 si appella alla Corte Ue”. Luigi Zanda, intervistato dall’Avvenire, dice però che “La Cgil sbaglia, così mina la democrazia”. Commenta Alberto Orioli sul Sole: “Ora si guardi al tema produttività”. Aveva scritto due giorni fa Carlo Dell’Aringa sul Sole: “Referendum sul lavoro. Ritorno al passato da evitare“. Giuseppe Berta sul Secolo XIX sconsiglia la Camusso dall’insistere sull’art. 18 (“La via maestra per un ruolo effettivo del sindacato”). Savino Pezzotta, su il Dubbio, offre una riflessione amara sul tema lavoro (“Il Jobs act è nato male”). In un’ampia intervista a Repubblica Tito Boeri dice tra l’altro che bisogna “Cambiare i voucher,  ma non abolirli”.

Leggi tutto →

31 Agosto 2016
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

TTIP. L’ITALIA VUOLE SALVARE L’ACCORDO SUL LIBERO SCAMBIO UE-USA

31 Agosto 2016

Dopo il parere contrario della Spd tedesca al trattato commerciale di libero scambio tra Usa ed Unione europea, in discussione ormai da tempo (Danilo Taino, “L’accordo commerciale che ormai non si farà”, Corriere della Sera), Carlo Calenda, ministro allo Sviluppo economico, in un’intervista al Corriere il 30 agosto, dice: “Ci vorrà più tempo ma per il nostro export è un accordo essenziale”; e il 31 replica: “Il TTIP si farà ma la Ue parli a una sola voce” (intervista all’Avvenire). Paolo Bricco sul Sole 24 Ore parla di una “Una miopia inaccettabile”. Sul Foglio David Carretta mette a confronto due sistemi di pensiero: “Eurosocialismo vs liberoscambismo”. Giorgio Barba Navaretti, sul Sole, osserva: “Sul Ttip troppi errori elettorali”. Anche Giulio Sapelli sul Messaggero scrive a favore del trattato: “Commercio mondiale, perché serve l’accordo”. Ma il caso delle sanzioni della Ue alla Apple indica un’ulteriore crisi nei rapporti Usa-Ue e nelle sorti della globalizzazione. Annota Giuseppe Berta: “Ue e Usa alzano i ponti levatoi” (Mattino); Alessandro Plateroti dice: “Le ambiguità americane non più tollerabili” (Sole 24 Ore); e dagli Usa Federico Rampini scrive: “Washington vede l’Unione sempre più lontana e chiusa” (Repubblica). Paolo Bricco parte dal caso Apple per criticare la troppo elevata imposizione fiscale sulle imprese italiane: “Quel macigno che pesa sulla produttività italiana” (Sole). Di tutt’altro segno l’articolo di Beppe Caccia sul Manifesto che dà conto dello stato di salute della sinistra in Europa: “Quo vadis Europa? Fuori, dentro, a sinistra”.

Leggi tutto →

27 Maggio 2016
by sammarco
0 commenti

0 commenti

LA CONFINDUSTRIA E LA SFIDA DELLA PRODUTTIVITÀ

27 Maggio 2016

Il discorso del neo-presidente Vincenzo Boccia. Su Repubblica: Fabio Bogo,I tre messaggi di Confindustria”; Ferdinando Giugliano, “La scarsa efficienza del paese”. Sul Sole 24 Ore: Roberto Napoletano, “Fare le cose difficili”; Alberto Orioli,La sfida della produttività”; Luca De Biase, “L’innovazione diventa l’elemento fondamentale”; Adriana Cerretelli, “L’Unione da ritrovare nel segno di Delors”. Sul Corriere della Sera: Dario Di Vico, “Piccolo non è più bello”; Federico Fubini,Italia-Spagna. Per una crescita sana non servono scorciatoie”. Sul Foglio: Claudio Cerasa,Confindustria: produttività o morte”. Sul Messaggero: Paola Severino, “Ecco come la buona giustizia aiuta lo sviluppo dell’impresa”. Sul Manifesto: Andrea Colombo, “Se la democrazia è incompatibile con il mercato”.  

Leggi tutto →