15 Gennaio 2019
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

Dialogo Pd-5Stelle. Replica a Sandro Campanini

15 Gennaio 2019
di Franco Monaco

 

Giorni fa abbiamo segnalato con una certa evidenza un articolo dell’autore, uscito su Il Fatto Quotidiano del 6 gennaio: “Il tabù del dialogo tra Pd e Movimento”. Sandro Campanini, coordinatore della rete c3dem, ha interloquito con lui nella nostra rubrica “30righe”: “Dialogo Pd-5Stelle? Non è questione di tabù ma di condizioni politiche (che adesso mancano)”.  Ora la replica dell’autore

Leggi tutto →

10 Gennaio 2019
by c3dem_admin
1 Commento

1 Commento

Dialogo Pd-5 stelle? Non è questione di tabù ma di condizioni politiche (che adesso mancano)

10 Gennaio 2019
di Sandro Campanini

 

In merito all’articolo “Il tabù del dialogo tra Pd e Movimento” di Franco Monaco

 

Il problema vero, per il Pd, non è tanto quello di chiedersi come “influenzare” gli attuali gruppi dirigenti del M5S, quanto di recuperare una proposta politica capace di rilanciarlo. E’ impossibile pensare che un domani Pd e M5S possano dialogare? No, non è impossibile, ma ciò richiederebbe condizioni minime che al momento non si vedono.

Leggi tutto →

6 Gennaio 2019
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

“IL TABÙ DEL DIALOGO TRA PD E MOVIMENTO”

6 Gennaio 2019

Franco Monaco torna sul tema dei rapporti Pd-M5S. Su Il Fatto del 6 gennaio scrive che prima o poi Pd e M5S saranno costretti ad avviare un dialogo. Monaco dice di capire perché, da parte del Pd, questo dialogo sia tuttora considerato un tabù. Ma osserva che tale posizione non si giustifica, perché comporta che il sistema politico del paese abbia solo due approdi possibili: l’egemonia di una forte destra nazionalista o l’attuale ambiguo contratto di governo tra due forze populiste e per di più conflittuali come Lega e 5stelle, con la sinistra sempre fuori gioco; e in più, dice Monaco, con l’anomalia di una polarità populisti-antipopulisti che sostituisce quella destra-sinistra. La proposta: non rassegnarsi alla propria irrilevanza e, considerando i 5stelle un movimento articolato e polimorfo e dunque condizionabile, interloquire con loro condizionandoli con la propria iniziativa politica, un po’ come in senso opposto ha sin qui fatto Salvini. (“Il tabù del dialogo tra Pd e Movimento”).

Leggi tutto →

31 Dicembre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

RIFLESSIONI POLITICHE DI FINE 2018

31 Dicembre 2018

Romano Prodi,Troppe chimere e poche risorse per un 2019 senza crescita” (Messaggero). Il giurista Glauco Giostra sulla manovra in Italia: “Ma è offensiva contro i deboli”. Così anche Furio Colombo su Il Fatto: “Il cambiamento: cosa porta e cosa toglie”. Sergio Fabbrini, “Mance date a pioggia, non c’entrano con il popolo” (Sole 24 ore). Luca Ricolfi, “Il paradosso del cambiamento: un futuro di tasse in più” (Messaggero). L’editoriale di Marco Damilano sull’Espresso: “La sottile linea rossa dell’attesa”. Maurizio Ambrosini, “Quattro motivi per sperare” (Avvenire). Giuliano Ferrara, “Un augurio malinconico per la coscienza italiana” (Foglio). Claudio Cerasa,Il 2018 ci ha insegnato che la ruspa populista è un guaio per la democrazia” (Foglio). Angelo Bagnasco, “L’Europa unita torni ad essere comunità” (Secolo XIX). Alessandro Campi, “A chi tocca costruire la rinascita dell’Europa” (Mattino). Ernesto Galli della Loggia, “Le elite devono tornare a fondarsi sul merito” (Corriere della sera). Marcello Sorgi, “Il tagliando gialloverde” (La Stampa). Piero Ignazi,La stella cadente di un movimento” (Repubblica). L’intervista di Steve Bannon al Corriere: “Come formerò agenti del populismo”. L’editoriale su La Stampa dello spagnolo Juan Luis Cebrian, “La democrazia degli indignati”. Amartya Sen sul Corriere: “Brexit, il potere tremendo delle cattive idee”. Sul Sole 24 ore due opinioni a confronto sull’euro a vent’anni dalla sua introduzione: Romano Prodi (a favore), “Sopravvivenza legata all’euro”, e Giulio Sapelli (contro), “La moneta unica che non unisce”. Su La Stampa ne scrive Mario Deaglio, “L’euro al test più difficile”.

Leggi tutto →

31 Dicembre 2018
by Forcesi
1 Commento

1 Commento

Il voto meridionale ai 5 stelle

31 Dicembre 2018
di Luigi Lochi

 

Il 4 marzo ha votato 5stelle un pezzo di società civile che non ne poteva più dei soliti politici candidati a tutto pur di conservare la loro fetta di micropotere, con il solito linguaggio inconcludente ma  presuntuosamente onnisciente che nascondeva pochezza progettuale e povertà spirituale… Adesso, disillusa di fronte alla pochezza pentastellata, questo pezzo di società civile come si orienterà?

Leggi tutto →

26 Dicembre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

PD. ASSESTAMENTI IN CORSO

26 Dicembre 2018

Giovanna Casadio, “Tutte le sfide del congresso Pd” (Repubblica). Luigi Zanda, “Un’alleanza Pd-5stelle sarebbe contro natura. Bugie le accuse a Zingaretti” (intervista a Repubblica). Piero Ignazi, “La sinistra che abita i 5stelle” (Repubblica). Stefano Ceccanti, “Noterella sul Congresso Pd” (blog). Claudio Petruccioli, “Se il Pd punta sull’alleanza con i 5 stelle allora è meglio che si sciolga” (intervista a Italia Oggi). Daniela Preziosi,Orlando paventa una scissione in atto” (Manifesto). Domenico De Masi,M5s può aiutare il Pd a ritrovare la sua identità” (intervista a Il Fatto). David Allegranti, “Che cosa sono e a che servono i Comitati civici di Renzi” (Foglio). Carlo Valentini, “Il Pd risorge nel Centro Italia” (Italia oggi). David Allegranti, “Il manifesto di Martina (per il quale Lega e 5stelle sono uguali” (Foglio). Il Manifesto degli amministratori locali del Pd. Antonio Funiciello, “Il mito del leader di ferro” (Foglio). Roberto Speranza (leader di Art.1-MDP), “Pd e M5s esploderanno. Poi si rifà la sinistra” (intervista a Il Fatto)

Leggi tutto →

19 Dicembre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

“DI MAIO PUÒ ESSERE L’ALTERNATIVA A DI MAIO?”

19 Dicembre 2018

Ezio Mauro spiega perché, secondo lui, il Pd non dovrebbe, anzitempo, guardare all’incontro con i 5stelle: “La sinistra tentata dal balcone” (Repubblica). Franco Monaco, invece, valorizza l’opzione dichiarata dal sindaco di Milano, Sala: “La lezione di Sala sul dialogo con il M5s” (Il Fatto). Opposto, su Sala, il parere di Claudio Cerasa: “Sala e l’opposizione sottomessa al populismo” (Foglio). Gianni Cuperlo, intervistato da Il Fatto: “Sto con Zingaretti perché il nuovo Pd affronti il nodo M5s”. L’intervista di qualche giorno fa di Pierluigi Bersani a Il Fatto: “Serve una sinistra nuova per dialogare con i 5stelle”. La Relazione di Roberto Speranza all’assemblea romana di Articolo 1-Mdp lo scorso 16 dicembre. Mario Giro, ex sottosegretario e membro di Sant’Egidio ragiona sull’impasse della sinistra sulle pagine de Il Mulino: “La sinistra ingolfata”. Nei giorni scorsi: Andrea Carugati, “Triangolo D’Alema, Zingaretti, M5stelle. Rivolta di Calenda e Martina” (La Stampa); Piero Ignazi, “L’ossessione di Renzi” (Repubblica); Maurizio Martina, “Apriamo il Pd al popolo delle piazze” (intervista a La Stampa); Nando Pagnoncelli, “Un patto tra Movimento e Pd? Tra i loro elettori prevale il no” (Corriere della sera); Fabrizio D’Esposito:Di Maio, il Pd e i due poli della terza repubblica” (Il Fatto). Emanuele Macaluso, “Basta con le primarie che scardinano il Pd!” (Il Dubbio). Marcello Sorgi, “Il convitato di pietra che agita il Congresso Pd” (La Stampa).

Leggi tutto →