9 Aprile 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

SOLITUDINE A CINQUE STELLE

9 Aprile 2018

Un’analisi che è divenuta più lucida, da parte di Piero Ignazi su Repubblica: “La solitudine sotto il cielo a cinque stelle”. Una critica ai 5 Stelle viene anche da Nadia Urbinati: “La democrazia del sorteggio” (Repubblica). Sui rapporti tra 5 Stelle e Sud del paese scrive Federico Fubini: “I 5 Stelle e l’assenza di una ricetta per non deludere gli elettori del Sud” (Corriere della sera). Sul presente e il futuro del Pd scrivono con buon senso Luciano Violante (“Il Pd di nuovo alla ricerca della sua ragion d’essere”, Corriere della Sera) e Tommaso Nannicini (“Il nostro riformismo ritrovi l’empatia”, Repubblica). Claudio Cerasa sul Foglio sostiene l’idea di dedicare la legislatura a trasformare l’Italia in una repubblica presidenziale come in Francia (“La Quinta Repubblica è il vero piano B, se falliscono Salvini e Di Maio”). La messa in guardia di Carlo Cottarelli: “Niente illusioni su un nuovo aiuto da parte di Draghi” (Repubblica Affari & Finanza).

Leggi tutto →

8 Maggio 2014
by c3dem_admin
0 commenti

0 commenti

“GRILLO E’ PRIMO TRA I GIOVANI”. POI FRANCO, CIVATI, POMBENI, TOCCI…

8 Maggio 2014

Ampio sondaggio di Nando Pagnoncelli sul Corriere della Sera con dati di notevole interesse: “Grillo è primo tra i giovani”. In un forum dell’Arel Romano Prodi e Enrico Letta guardano allo stato dell’Europa: ne scrive Massimo Franco, “Quei populismi destinati a vincere per poi spaccarsi” (Corriere della Sera). Roberto D’Alimonte sul Sole 24 Ore si sofferma su “L’ex cavaliere indebolito ma ancora indispensabile”. Pippo Civati, intervistato dal Manifesto, dice: “Guardiamo solo a destra. Non vado via, ma è il Pd che ora va da un’altra parte”. Paolo Pombeni, sul nuovo periodico on line che dirige (www.mentepolitica.it ), si sofferma sulle riforme istituzionali: “Presidenzialismo? Niente tabù, ma vari problemi”. Sul decreto lavoro il dissenso di Walter Tocci: “Il mio voto in Senato sul decreto lavoro”, e il commento di Alberto Orioli sul Sole: “La via difficile per un lavoro più moderno”. Dario Franceschini alla Fiera del Libro di Torino: “Mangiare con la cultura? La strada obbligata” (La Stampa).

Leggi tutto →

13 Marzo 2014
by c3dem_admin
2 Commenti

2 Commenti

Emendato il porcellum, si può ancora migliorare?

13 Marzo 2014
di Guido Formigoni

 

Abbiamo quindi una prima versione dell’Italicum, legge elettorale che sarebbe probabilmente più onesto chiamare «porcellum emendato». Ci sarà il tempo e il modo per correggerlo (ma temo solo marginalmente) al Senato. Come mi è capitato talvolta di scrivere in passato, non sono un fanatico di nessun modello di legge elettorale, vedendo di ciascuno pregi e difetti. Il mix ideale di rappresentanza e governabilità è molto, molto difficile da realizzare. Di ogni formula occorre essere consapevoli degli effetti collaterali negativi, per prendere le necessarie contromisure. Quindi non esprimo entusiasmo, né mi straccio le vesti.

Leggi tutto →

31 Dicembre 2013
by c3dem_admin
0 commenti

0 commenti

POLITICA ITALIANA. QUALCHE ANALISI DI FINE D’ANNO

31 Dicembre 2013

 “Matteo contro tutti” è il titolo dell’editoriale di Elisabetta Gualmini su La Stampa del 30 (dopo l’intervista del quotidiano a Renzi). Assai più prudente e critico l’editoriale di Antonio Polito sul Corriere della Sera del 31 (“L’impazienza di un leader”). Per Mauro Calise, sul Mattino, le strategie di Letta e Renzi sono molto diverse ma forse conciliabili; il punto è che Renzi deve darsi una squadra capace (“Rilancio del Paese, un leader non basta”). Intanto, dice l’Istat, “Più povera e precaria, l’Italia non decolla” (Unità). E in molti se la prendono con Napolitano (“Si tenta di destabilizzare il Quirinale”, Stefano Folli, Il Sole 24Ore). Ma tre italiani su quattro vorrebbero eleggere direttamente il presidente, dice Ilvo Diamanti (“Una società senza Stato”, Repubblica 30). Michele Ainis, giurista, denuncia, sul Corriere, che ci sono “Troppe leggi, poche regole”; Milena Gabanelli racconta con acume “Tutto quello che non ha fatto la politica del ‘noi faremo’”, tra cui favorire l’occupazione, e Enrico Marro spiega perché non si riesca a creare occupazione(“Apprendistato e collocamento, quelle riforme senza lavoro”). Al 2014 guarda, proponendo un’uscita da sinistra, Stefano Rodotà intervistato dal Manifesto (“Riforme, c’è chi tenta nuove forzature”).

Leggi tutto →

26 Giugno 2013
by c3dem_admin
0 commenti

0 commenti

Il capo dello Stato: un ruolo da ripensare?

26 Giugno 2013

Con questo titolo “il Mulino” pubblica, nel n, 3 del 2013, un articolo di grande chiarezza di Enzo Cheli, presidente emerito della Corte costituzionale e professore ordinario di diritto costituzionale presso l’Università di Firenze. “Alla luce dell’esperienza politica e istituzionale che il nostro Paese sta oggi attraversando – si chiede Cheli -, ci sono ragioni per ripensare e ridefinire il ruolo, le funzioni, i poteri del presidente della Repubblica?”. Per dare una risposta, che sarà negativa, egli offre una lucida valutazione critica del ruolo dei presidenti della Repubblica dalla Costituzione a oggi, con particolare riferimento all’ultimo settennato.

Leggi tutto →

24 Giugno 2013
by c3dem_admin
0 commenti

0 commenti

SUL PD E SULLE RIFORME

24 Giugno 2013

Sul Pd: Franco Monaco,Non si combatte Renzi cambiando le regole” (Europa 22/6); stessa posizione per Rosy Bindi sul Corriere della Sera: “E a sorpresa la Bindi dà ragione a Renzi. ‘Niente cambi di regole per bloccarlo’”; d’accordo anche Pierluigi Castagnetti sull’Unità che auspica che il Pd si riimmerga nella società per costruire nuovi canali di partecipazione “inventando insieme ad essa anche modalità originali di rappresentanza” (“Il congresso un’occasione. Non parliamo solo di nomi”); Scalfari vede inevitabile la vittoria di Renzi nel Pd, ma ne teme le conseguenze per il partito e il governo (“Quando Renzi vincerà, il gran ballo comincerà”, Repubblica 23/6); Fabrizio Barca rilascia una bella intervista a Left in cui tra l’altro rivela le sue cinque parole-chiave: “concorrenza, merito, lavoro, giustizia e persone, che sono per me – dice – riassuntive delle tre matrici confluite nel Pd” (“Alla ricerca del partito perduto”). Riforme: “Nasce il fronte antipresidenzialista” (Il Manifesto 22/6); Carlo Galli scrive sull’Unità che “L’Italia non è la Francia”; Sergio Fabbrini sul Sole 24Ore parla di un nesso tra riforme economiche e riforma costituzionale (“Larghe intese e opportunità nel puzzle delle riforme”).

Leggi tutto →

8 Giugno 2013
by c3dem_admin
1 Commento

1 Commento

Più che correggere la Costituzione servirebbe ritornare alle sue sorgenti

8 Giugno 2013
di Angelo Bertani

 

Si sta sviluppando un’ampia discussione su riforme istituzionali, costituzionali, elettorali… alla quale partecipano anche molti nomi amici e autorevoli della cosiddetta tradizione cattolico-democratica: da Prodi a Bindi, da Monaco a Ceccanti, da Pizzolato a Balboni, Allegretti, Castagnetti, Armillei…  Il dibattito, che coinvolge anche persone e idee di diversa matrice culturale e politica, è interessante; e la circostanza, pur nelle difficoltà del momento, è anche simpatica perché sembra un po’ d’essere tornati allo spirito della Costituente. C’è tuttavia il rischio che serpeggi uno spirito di contrapposizione e di precipitazione. Alcune posizioni, a mio avviso, vorrebbero imporsi con un eccesso di forza e di sicurezza. Alcune affermazioni, date per ovvie e condivise da tutti, non lo sono affatto; e talvolta sembra che alcune proposte siano poco motivate, se non da una pistola sul tavolo.

Leggi tutto →