24 settembre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

I VECCHI COMUNISTI CHE VOTANO LEGA. E LA RIEMERGENTE DESTRA CATTOLICA

24 settembre 2018

Emanuele Macaluso, “Né cattolico, né laico socialista, il Pd è arrivato al capolinea” (Il dubbio). Paolo Franchi, “Pd, il partito ‘doppio’ che non riesce a discutere” (Corriere della sera). Roberto d’Alimonte, “Il Pd è ormai un partito in via di estinzione” (intervista a La Verità). Massimo Adinolfi,Pd, i riformisti che almeno parlano chiaro” (Mattino). Marco Follini, “Contro i populisti non serve l’ammucchiata. Ridare senso all’essere liberali, cattolici o socialisti” (Espresso). Andrea Orlando, “Non è scontato che il Pd sia l’ultima casa della sinistra” (intervista al Corriere). Alessandro Giuli, “Bersani: i vecchi comunisti votano in massa Lega” (Libero). Francesco Damato,Ma se tornassimo al centralismo democratico?” (Il dubbio). Daniela Preziosi, “La festa di MDP è il funerale di Leu” (Manifesto). DESTRA CATTOLICA: Marco Damilano,La carica dei cristiani senza Dio” (Espresso). Flavia Perina,Sovranismo, rosari e santini: il nuovo cattolicesimo esibito” (La Stampa). La surreale intervista rilasciata all’Espresso dal padre spirituale del ministro Lorenzo Fontana, don Vilmar Pavesi: “Gerarchia, dipendenza, legame...”. Mario Adinolfi, a guida di un gruppo di cattolici tradizionalisti, spiega: “Perché ci ritroviamo a Camaldoli” (La Croce). “Cattolici liberali battete un colpo” (dibattito su Il Foglio).

Leggi tutto →

21 settembre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

SMARRIMENTO PD

21 settembre 2018

Roberto Esposito, “Pd, è meglio la separazione consensuale” (Repubblica). Tommaso Ciriaco, “Ormai due partiti in uno. I renziani senza candidato, si sfila anche Delrio” (Repubblica). Due partiti è anche l’idea di Franco Monaco (già espressa un anno fa): “I 5stelle e il Pd, due enigmi speculari” (Il Fatto).  Guido Crainz, “Pd, prove tecniche di scomparsa” (Repubblica). Matteo Orfini, “Martina fermi il congresso. Il Pd non deve continuare questa inutile rissa sui nomi” (intervista a La Stampa). Maurizio Martina, “Il Pd stia con i deboli. Non si estinguerà” (intervista al Corriere della sera). Giuseppe Provenzano, “Il congresso e un’idea di opposizione” (intervista al Manifesto). Roberto Giachetti, “L’ultimo digiuno. ‘O si fa il congresso o si muore’” (intervista a Il Tempo). Antonello Giacomelli (Pd), “Perché il Pd non deve avere fretta a fare il congresso” (Foglio). Antonio Polito, “La sinistra che ignora i deboli” (Corriere della sera). Mauro Calise, “Pd, i leader di un partito invisibile” (Mattino). Stefano Folli, “Pd prigioniero delle manovre di palazzo” (Repubblica). Roberto D’Alimonte, “Ecco perché la sinistra è in crisi” (Sole 24 ore). Claudio Cerasa, “La gran cialtronata di sciogliere il Pd” (Foglio). Franco Monaco, “Quando la politica sfida la logica” (Huffington post). Gianni Pittella, “Serve una grande lista da Macron a Tsipras” (intervista a Il Dubbio). Giovani del Pd, “Ma il Pd serve ancora? Rispondono i millennials della Direzione del Pd” (Foglio). Giulio Sapelli, “Il Pd è morto” (intervista a Italia oggi). Claudio Velardi, “Prendete uno come Marco Bentivogli e affidategli il Pd” (Italia Oggi).

Leggi tutto →

14 settembre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

RISCATTARE IL PD

14 settembre 2018

Il Foglio ha pubblicato un lungo articolo di Luigi Zanda: “Antidoti contro una democrazia plebiscitaria di stampo neoperonista”. Lo riprende Eugenio Scalfari:Al Pd serve un gruppo dirigente”. Su Il Dubbio un’intervista a Stefano Ceccanti: “Noi mai con i 5Stelle. Zingaretti e la Repubblica se ne facciano una ragione”; la replica di Goffredo Bettini: “Matteo stai sereno, non vogliamo ribaltoni. Ma non isoliamoci” (Il Dubbio); la risposta di Ceccanti sul suo blog. Antonio Macaluso, “Il Pd vuole rinascere? Trovi un leader duro che scaldi i cuori” (Corriere della sera). Marco Minniti, “Va bene discutere ma senza un vero leader la sinistra non ha futuro” (intervista a Repubblica). Stefano Zan, “Il paradosso/suicidio del Pd” (mente politica.it). Pier Luigi Battista, “L’eterno ritorno di Renzi senza autocritica” (Corriere della sera). Alessandro Giuli,Il Pd condannato alla cura Renzi” (Il Tempo). Emanuele Macaluso, “Nel Pd sarebbe il caso di chiudere il cabaret” (Il Dubbio). Daniela Preziosi,Zingaretti ingrana la marcia” (Manifesto). Goffredo De Marchis, “Renzi organizza la corrente, e per fermare Zingaretti punta al rinvio del congresso” (Repubblica). Massimo Cacciari, “Il Pd è colpevole ma può ancora salvarci” (intervista a Il Gazzettino). Paolo Gentiloni, “Superare la sberla” (Il Foglio). Claudio Cerasa, “La grande balla dell’opposizione che non c’è” (Foglio). Sabino Cassese, “Opposizione senza vere proposte” (Corriere della sera). Marco Damilano,Al Pd non basta la sopravvivenza” (Espresso). Luca Ricolfi, “L’autocritica che manca sull’eredità della sinistra” (Messaggero).

Leggi tutto →

3 settembre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

ANCHE IN SVEZIA?

3 settembre 2018

In Svezia si vota il 9 settembre: Andrea Tarquini, “Svezia, la crescita non basta. Welfare in bilico tra migranti e nazionalisti” (Repubblica). In Europa si vota tra sei mesi: Franco Venturini,L’Europa e le urne del destino” (Corriere della sera”). Le spiegazioni dello scontento diffuso e dei giudizi sommari si fatica a darle e a capirle; ad esempio: Matteo Pucciarelli,Perché noi operai siamo stati costretti a votare M5S” (Repubblica). Non ha torto Giovanni Belardelli, “Rifiutare la competenza, un’idea falsa di democrazia” (Corriere della sera); si veda Marco Demarco, “’Lo Stato siamo noi’. Il caso Bagnoli” (Corriere della sera). E poi, come dice Maurizio Molinari, “quando la ragione si offusca è l’intolleranza che si fa largo”: “L’Italia e il risveglio dei démoni” (la Stampa). E c’è dell’altro: Michele Ainis, “La solitudine genera i tiranni” Repubblica). Sull’Espresso Marco Damilano, presentando la sua rivista, ragiona su tutto ciò e scruta il futuro: “Per cambiare tutto cambiamo noi stessi”. Sulla legge di stabilità ormai alle porte scrivono Marcello Messori, Francesco Giavazzi, Carlo Cottarelli.

Leggi tutto →

2 settembre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

UMANITÀ, COMUNITÀ, TRIBÙ. E LA SINISTRA

2 settembre 2018

Andrea Riccardi, “Comunità non vuol dire tribù” (Corriere della sera). Nadia Urbinati, “Umanità contro tribù” (Repubblica). SINISTRA: Con fatica avanza il dibattito su come il Pd e la sinistra possono uscire dall’isolamento. Intervista al Fatto di Nicola Zingaretti: “Voglio un confronto con i 5stelle e il Pd può cambiare”; ma Stefano Ceccanti, sul suo blog è “Contro l’appeasement del Pd con i 5stelle”, e così il mitico Massimo Bordin su Il Foglio (“Quelli che nel Pd…”). Ancora sul Foglio Graziano Delrio parla di come far emergere una nuova classe dirigente dai territori e del rapporto di collaborazione, ma critica, con Macron (“Un Pd con Macron”, titola esagerando il Foglio). E al Foglio dice come la pensa anche Piero Fassino, facendo alcune puntuali autocritiche (titolo, un po’ fuorviante: “Una via sui migranti”). Sul Fatto le serrate critiche di Franco Monaco a Veltroni: “Veltroni e i suoi. Più renziani di Renzi” . Anche Angiolo Bandinelli, sul Corriere della sera, è dubbioso: “Caro Veltroni, basta con la storia che fu, così la sinistra non riparte”. Favorevole, soprattutto per il richiamo a guardare ai 5 stelle,  Piero Ignazi su Repubblica: “La sinistra contaminata dal nemico”. E su Repubblica Maurizio Martina parla dell’iniziativa del Pd a Roma il 29 settembre: “Milano insegna, è ora di tornare in piazza”. ITALIA: Intanto, su la Stampa, Mario Deaglio descrive “La grigia palude italiana” e sul Corriere Federico Fubini spiega “Quanto può costare l’antipatia per la Ue”. A chi anche a sinistra parla di “Aziende strategiche allo Stato” (Paolo Maddalona, Manifesto), Mariana Mazzucato avverte: “La strada storta dello Stato” (Repubblica).

Leggi tutto →

31 agosto 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

LEGA E M5S DESTINATI A DURARE?

31 agosto 2018

Un articolo di Alessandro Rosina sull’Avvenire: “Costruire dal basso una nuova idea di paese”. La Nota finale del Meic, dopo il convegno su “Democrazia e sinodalità”. Una discutibile ma assai interessante intervista di Giovanni Orsina a Italia Oggi: “Lega e M5s destinati a durare. Colpa di Fi e Pd se il populismo ha vinto”. Alberto Brambilla (leghista), “Previdenza. Con i piani M5s salterebbe tutto il sistema” (intervista al Corriere della sera). DIBATTITO PD. Lina Palmerini, “Cosa e chi spinge ad accelerare il Congresso Pd” (Sole 24 ore). Il lungo articolo di Walter Veltroni su Repubblica: “Non chiamiamoli populisti. Contro questa destra estrema è l’ora di una nuova sinistra”. Una ruvida replica dell’ex fucino Vittorino Ferla a Veltroni: “Veltroni, i grillini e la rimozione del populismo”. La critica, di segno opposto, di Antonio Padellaro su Il Fatto: “Caro Veltroni, ora ti svegli sui Cinquestelle?”. Nicola Zingaretti, “Il mio Pd non sta con le elite” (Repubblica). Marco Bentivogli, “Sinistra. Meno fighetti più operai” (intervista a Il venerdì). Andrea Marcucci (Pd), “Renziani per il congresso” (colloquio con il Foglio). Filippo Merli, “Pd, c’è chi rimpiange il no al M5s” (Italia Oggi). ANCORA DA SEGNALARE: Vladimiro Zagrebelsky, “La religione arma dei sovranisti per colpire le libertà individuali” (La Stampa). Sebastiano Maffettone, “Gli eredi del ’68 che contestano la conoscenza” (Mattino). Claudio Cerasa, “Una terza via sull’immigrazione” (Foglio); e la replica di Luigi Manconi: “No, non è stato l’accogliamoli tutti ad aver provocato l’estremismo di oggi” (Foglio).

Leggi tutto →

29 agosto 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

LEZIONI DA WEIMAR

29 agosto 2018

E’ da leggere l’articolo di Guido Tabellini sul Sole 24 ore “Lezioni da Weimar” in cui si indicano i non campati in aria elementi di raffronto tra l’Italia di oggi e la Germania degli anni trenta. Assai intenso anche l’articolo di Giuseppe Lupo, ancora sul Sole, “I cattolici alla sfida dei migranti”, con un giusto richiamo al nesso ineludibile tra fede cristiana e accoglienza dello straniero. Su questo tema anche la lettera di Franco Monaco all’Avvenire: “L’intervento della Cei. Sfida di cooperazione, rispetto e gratuità”. Su Salvini e la giustizia scrivono Ugo De Siervo (“Il Viminale alla sfida del diritto”, La Stampa) e Mario Chiavario (“Niente di buono dall’esasperato scontro”, Avvenire). Su Salvini e Orban scrive Sabino Cassese sul Corriere della sera: “La democrazia svanisce se diventa illiberale”. Ampio articolo di Walter Veltroni su Repubblica per dare una scossa alla sinistra: “Non chiamiamoli populisti. Contro questa destra estrema è l’ora di una nuova sinistra”. Valerio Castronovo sul dibattito post Genova: “Uno stato regolatore, non padrone”.

Leggi tutto →