24 settembre 2018
by c3dem_admin
0 commenti

0 commenti

IN GIOCO L’IDENTITÀ EUROPEA

24 settembre 2018

Romano Prodi, “L’Europa vaso di coccio nella guerra dei dazi” (Messaggero). Ilvo Diamanti, “Risale la fiducia nell’Europa per paura di perderla” (Repubblica). Eugenio Scalfari,Subito un movimento europeista o sarà la fine” (Repubblica). Angelo Panebianco, “L’Europa una terra di contesa” (Corriere della sera). Sebastiano Vassallo, “Popolari europei al bivio. In gioco l’identità” (La Nazione). L’intervista del ministro Lorenzo Fontana a Libero: “Orban sarà il nostro cavallo di Troia nella Ue”.

Leggi tutto →

14 settembre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

SOVRANISMI E POPULISMI IN ITALIA E IN EUROPA

14 settembre 2018

Beda Romano, “L’Europarlamento mette Orban sotto accusa” (Sole 24 ore). Roberto Esposito, “La tempesta sui valori dell’Europa” (Repubblica). Giovanni Orsina, “Il duello coi populisti sulle disuguaglianze” (La Stampa). Fabio Martini, “Europa. Lo scontro Lega-5Stelle mette in crisi la linea del premier Conte” (La Stampa). Massimo Villone, “Se la Lega punta sulla secessione dei ricchi” (Manifesto). Luciana Castellina, “Lo tsunami di un sovranismo che ci divide” (Manifesto). Robert Menasse, “L’Europa possibile” (Avvenire). Henri Schmit, “Il populismo in Italia arriva da lontano” (lavoce.info). Alfonso Berardinelli, “Le radici del governo populista” (Corriere della sera). Giovanni Orsina, “Sono populismi diversi. I grillini vogliono la democrazia diretta, la Lega è sovranista” (intervista a Repubblica). Riccardo Fraccaro, “Meno onorevoli, più referendum” (intervista a La Stampa). Tomaso Montanari,L’invenzione dell’identità italiana” (Il Fatto). Massimo Gaggi, “Lehman e la rottura del patto sociale” (Corriere della sera).

Leggi tutto →

11 settembre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

“QUESTO BARATRO INATTESO E VERO”

11 settembre 2018

Emanuele Felice avverte: “La libertà muore con calma” (Espresso). Non dissimili le considerazioni di Anna Foa: “Questo baratro inatteso e vero” (Avvenire). Nadia Urbinati riflette sul futuro dell’Europa: “Terra di conquista” (Repubblica). Monica Perosino riferisce: “Sull’Europa la scossa svedese” (La Stampa), e lo scrittore svedese Hakan Nesser commenta: “Non riconosco più il mio paese. Hanno vinto gli estremismi” (La Stampa). Andrea Bonanni fa il punto sul che fare: “Respingere o cooptare i populisti, il dilemma europeo dopo l’avanzata” (Repubblica). Intanto Steve Bannon spiega che “In Europa serve un unico gruppo populista” (Messaggero).  Sergio Fabbrini spiega “Che cosa significa allearsi con Orban” (Sole 24 ore). A fronte di queste analisi assai sconfortate, qualcuno sostiene che la sinistra deve cambiare schema di gioco se vuole evitare il baratro: Paolo Mieli, “Opporsi (male) ai populisti” (Corriere della sera);  Mauro Calise, “L’ultima sfida dei sovranisti è ai popolari” (Mattino). Ma spostare ora gli italiani dal loro orientamento prevalente è difficile anche per ragioni antropologiche, come sembrano dire Romano Prodi (“Riflessioni sui vizi degli italiani”, Il Gazzettino) e Leonardo Becchetti (“Tentazione Mugabe”, Avvenire). Massimo Villone, sul Manifesto, prova a discolpare l’attuale governo italiano: “Gialloverdi né nuovi né barbari” (Manifesto); non così Ezio Mauro, su Repubblica: “I giornali e i giallo verdi” (Repubblica). E ci sono ripensamenti sul tema immigrazione: Gian Enrico Rusconi, “La socialdemocrazia ha fallito sull’integrazione dei migranti” (La Nazione); Giovanni Cominelli, “Gli immigrati clandestini: il nostro fastidio, le nostre ragioni”.

Leggi tutto →

10 settembre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

CONVEGNO MEIC A MILANO IL 29 SETTEMBRE PER UNA NUOVA STAGIONE EUROPEISTA

10 settembre 2018

Il Movimento ecclesiale di impegno culturale (Meic) delle regioni del Nord Italia ha organizzato un convegno a Milano per il 29 settembre: “Europa, radici e futuro per cambiare prospettiva”. Il convegno, realizzato in collaborazione con l’Azione cattolica italiana e la Fuci, si terrà all’Università Cattolica del Sacro Cuore (cripta dell’aula magna). “Nel tempo dei populismi e delle prospettive nazionaliste e sovraniste – si legge nella locandina –  l’Europa sembra aver perso la sua centralità politica. Ma il processo di integrazione economica, culturale, sociale e in futuro politica è inevitabile in un mondo globale e interdipendente. Come contribuire all’inaugurazione di una nuova stagione europeista?”. Tra i relatori, Jean-Marc Ferry, professore di Filosofia dell’Europa all’Università di Nantes, mons. Giovanni Ambrosio, vescovo di Piacenza, Agostino Giovagnoli, docente di Storia contemporanea alla Cattolica, Michele Nicoletti, docente di Filosofia politica a Trento, Beatrice Covassi, rappresentante in Italia della Commissione europea, e Maurizio Ambrosini, docente di Sociologia all’Università degli Studi di Milano.

Leggi tutto →

8 settembre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

POPULISMI CRESCONO /2: EUROPA, MONDO

8 settembre 2018

EUROPA: Manfred Weber (candidato PPE alla guida della UE), “Un dialogo tra noi popolari e i sovranisti” (intervista a La Stampa). Stefano Folli, “Weber il tedesco che parla anche a Salvini”. David Carretta, “La mappa del PPE” (Foglio). Ian Buruma, “Il razzista sul fronte occidentale” (Repubblica). Nial Ferguson,  “Macron fallirà. Da voi vedo un’alleanza tra populisti e tecnocrati” (intervista al Corriere). Valerio Castronovo, “Il futuro della Ue e gli spettri del nazionalismo” (Sole 24 ore). MONDO: Noam Chomsky, “Il popolo contro l’elite non è populismo” (intervista al Manifesto). Robert Darnton, “Le opinioni hanno soffocato l’informazione” (intervista a Avvenire). Ian Bremmer sul Corriere della sera: “Dieci anni dopo il crac il mondo teme ancora”. Wlodek Goldkorn, “L’Occidente e l’Aventino di massa” (Repubblica).

Leggi tutto →

8 settembre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

POPULISMI CRESCONO /1: ITALIA, SVEZIA

8 settembre 2018

ITALIA: Mattia Feltri, “Il populismo va all’assalto dei giudici” (La Stampa). Massimo Giannini, “Una dottrina contro la democrazia” (Repubblica). Michele Prospero, “Gratta il giustizialista scopri l’ipocrita” (Manifesto). Luigi Guiso, “Sfiducia, protezione e populismo: le difficili eredità della crisi” (Sole 24 ore). Giovanni Orsina, Sergio Fabbrini,I padrini pentiti del populismo italiano” (colloquio sul Foglio). Giuseppe De Rita e Antonio Galdo, “La prigione del presente” (lettera a Repubblica). SVEZIA: Monica Perosino, “Gli ex neonazi puntano a prendersi la Svezia” (La Stampa). Nicola Pignatelli, “La destra populista rompe gli equilibri del modello svedese” (Sole 24 ore). Stefano Folli,Per chi suona la campana della Svezia” (Repubblica). Giorgio Ferrari,Quella faglia geopolitica che spinge gli europei verso il ‘prima tocca a noi’” (Avvenire). Nadia Urbinati, “La fragilità della Svezia è la nostra” (Repubblica).

Leggi tutto →

3 settembre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

ANCHE IN SVEZIA?

3 settembre 2018

In Svezia si vota il 9 settembre: Andrea Tarquini, “Svezia, la crescita non basta. Welfare in bilico tra migranti e nazionalisti” (Repubblica). In Europa si vota tra sei mesi: Franco Venturini,L’Europa e le urne del destino” (Corriere della sera”). Le spiegazioni dello scontento diffuso e dei giudizi sommari si fatica a darle e a capirle; ad esempio: Matteo Pucciarelli,Perché noi operai siamo stati costretti a votare M5S” (Repubblica). Non ha torto Giovanni Belardelli, “Rifiutare la competenza, un’idea falsa di democrazia” (Corriere della sera); si veda Marco Demarco, “’Lo Stato siamo noi’. Il caso Bagnoli” (Corriere della sera). E poi, come dice Maurizio Molinari, “quando la ragione si offusca è l’intolleranza che si fa largo”: “L’Italia e il risveglio dei démoni” (la Stampa). E c’è dell’altro: Michele Ainis, “La solitudine genera i tiranni” Repubblica). Sull’Espresso Marco Damilano, presentando la sua rivista, ragiona su tutto ciò e scruta il futuro: “Per cambiare tutto cambiamo noi stessi”. Sulla legge di stabilità ormai alle porte scrivono Marcello Messori, Francesco Giavazzi, Carlo Cottarelli.

Leggi tutto →