21 Febbraio 2024
by Fabio
1 Commento

1 Commento

Il giusto scopo dell’Europa nella guerra in Ucraina

21 Febbraio 2024

di Sandro Antoniazzi

L’Ucraina si trova in una situazione bellica sempre più difficile, per dati di fatto incontrovertibili. Più rapidamente si apriranno le trattative e minori saranno le perdite in ogni senso: di uomini, di strutture, di territori. Una riflessione a due anni dall’inizio dell’invasione russa.

Leggi tutto →

15 Febbraio 2024
by Fabio
0 commenti

0 commenti

Uscire dal sistema dei cappellani militari

15 Febbraio 2024
Cappellani sì, militari no.

Una lettera aperta sui cappellani militari. Anche la “guerra mondiale ” in cui siamo immersi, dentro il sistema gigantesco di ingiustizia e di complicità che la alimenta, ci spinge sempre più a valutare  gli strumenti bellici  “con una mentalità completamente nuova”.

Leggi tutto →

13 Febbraio 2024
by Fabio
2 Commenti

2 Commenti

Giampiero Forcesi, in punta di piedi verso Emmaus

13 Febbraio 2024

E’  trascorso un anno da quel 15 febbraio, quando una lunga malattia ci ha portato via Giampiero Forcesi. Una assenza, ma al tempo stesso una presenza che ritroviamo tra noi attraverso una testimonianza viva.

«Dobbiamo lavorare con passione per rendere bella questa terra, cercando la giustizia per gli ultimi, approfondendo la coscienza, liberando l’intelligenza. Dobbiamo lavorare con passione perché ogni uomo possa provare entusiasmo e felicità, e vivere la sofferenza nella comprensione di sé e di tutte le cose». (dal quaderno di Giampiero, agosto 1973)

Leggi tutto →

12 Febbraio 2024
by Fabio
1 Commento

1 Commento

Voci ebraiche per la pace

12 Febbraio 2024

“Dire no alle politiche di guerra di Netanyahu non significa essere antisemiti”

Siamo un gruppo di ebree ed ebrei italiani che, dopo la ricorrenza del Giorno della Memoria e nel vivere il tempo della guerra in Medio Oriente, si sono riuniti e hanno condiviso diversi sentimenti: angoscia, disagio, disperazione, senso d’isolamento. Il 7 ottobre, non solo gli israeliani ma anche noi che viviamo qui siamo stati scioccati dall’attacco terroristico di Hamas e abbiamo provato dolore, rabbia e sconcerto.

Leggi tutto →