12 dicembre 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

SCHULZ, SOCIALISTA RESPONSABILE. CENTENO, SOCIALISTA CONTRO CORRENTE

12 dicembre 2017

Andrea Bonanni dice bene e sinteticamente: “Da Schulz il messaggio per tutte le sinistre” (Repubblica Affari e finanza). E così Luca Ricolfi, “Lezione tedesca per i leader di casa nostra” (Messaggero) e Fernando D’Aniello, “Berlino, 11/12/2017” (il mulino online). Danilo Taino spiega chi è il nuovo leader dell’Eurozona: “Mario Centeno, un socialista contro corrente: l’austerità serve a crescere” (Corriere della sera Economia). Andrea Boitani, “Eurozona, cosa fare con il bilancio comune” (Repubblica Aff. E Fin.). Sergio Fabbrini è critico verso il programma europeo della Commissione Junker:  “La casa Europa ha bisogno di restauri” (Sole 24 ore). Alberto Quadro Curzio, “Da Bruxelles un progetto troppo fragile” (Sole 24 ore). Christoper Castaner, braccio destro di Macron, “Via i vecchi schemi, En Marche dialoga con tutti, compresi Berlusconi e Grillo” (intervista a Repubblica). Bernardo Valli, “Macron a Israele e Usa: la pace è in pericolo” (Repubblica); ma il macroniano Claudio Cerasa lancia un inusitato “Appello al governo italiano per una grande battaglia a favore di Israele” (Foglio). Furio Colombo, “I nemici di Israele ringraziano Trump” (Il Fatto). Romano Prodi,Così la mossa di Trump rafforzerà il ruolo di Putin” (Messaggero). Sergio Romano, “E se la Brexit fosse un’occasione?” (Corriere della sera),

Leggi tutto →

11 dicembre 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

L’ANTIFASCISMO A COMO. MA L’ANTIPOPULISMO?

11 dicembre 2017

La meglio gioventù sul palco di Como” scrive Guido Crainz su Repubblica. “Difendiamo i giornali dai neofascisti”, scrive Vladimiro Zagrebelsky su La Stampa. Critico verso un allarme che giudica eccessivo è Massimo Adinolfi: “La sinistra che cavalca l’onda nera” (Mattino). Su Il Fatto Franco Cassano dice: “Deve sapersi rinnovare anche l’antifascismo”.  L’intervista di Matteo Renzi a Repubblica, all’indomani della manifestazione di Como (“Renzi: mai con Berlusconi”). L’Intervista di Silvio Berlusconi a Il Tempo: “Tanto vinco io”. L’intervista di Graziano Delrio al Corriere della Sera: “Divisioni e distinguo non ci hanno aiutato, ma si può vincere”. Alessandro Trocino riferisce: “Grasso: non chiuderò al Pd dopo il voto” (Corriere della sera). Roberto D’Alimonte fa i calcoli e dice: “Berlusconi nodo obbligato negli scenari del dopo voto” (Sole 24 ore). Mauro Calise, “Se traballa la diga antipopulista” (Mattino). Angelo Panebianco,Quel bacino di ostilità per la democrazia liberale” (Corriere della sera). Si legge su Repubblica che “I prodiani vanno avanti per una lista ulivista a sostegno del Pd” (Silvia Bignami).  Monica Guerzoni, sul Corriere, scrive: “Dai ministri ai padri nobili: così si rafforza il ‘partito’ di Gentiloni”.

Leggi tutto →

7 dicembre 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

IL PD SOLO E SCOPERTO A SINISTRA

7 dicembre 2017

Pietro Saccò, su Avvenire, analizza i recenti dati Istat: “Rischio povertà per 18 milioni. Paese spaccato”. Intanto, sul piano politico interno, “La coalizione del Pd si svuota” (Giovanna Casadio, Repubblica); è “Rebus alleanze per il Pd”, come scrive Emilia Patta sul Sole 24 ore. Stefano Folli: “Il Pd solo e scoperto a sinistra” (Repubblica). Massimo Adinolfi sul Mattino spiega: “Pisapia, il progetto impossibile”. Davide Allegranti, su Il Foglio, racconta: “Per il Pd l’addio di Pisapia è un guaio più per la tattica che per i voti”. Poi c’è la Boschi: Piero Sansonetti, “S’indaga sul bisnonno della Boschi” (Il Dubbio). Ma il problema vero è il rapporto con l’Europa: così segnala l’intervento conclusivo di Enrico Morando all’assemblea di “Libertà eguale”; Federico Fubini scrive: “Europa e riforma: una partita senza l’Italia” (Corriere della sera). Luigi Di Maio, intervistato da La Stampa, dice: “C’è una guerra sociale in corso. Solo l’Europa può salvarci”. Ilario Lombardo annota: “I parlamentari M5S: meglio la sinistra della Lega di Salvini” (La Stampa); Andrea Carugati riferisce: “Bersani: Io ci sono se i grillini vogliono discutere”; così che Marcello Sorgi, sempre su La Stampa, individua “Prove di alleanza all’ombra del Colle”. Infine i discorsi di Piero Grasso e di Roberto Speranza alla manifestazione di lancio di “Liberi e uguali”.

 

Leggi tutto →

6 dicembre 2017
by Forcesi
1 Commento

1 Commento

SULLA SCELTA DI GRASSO, SU “LIBERI E UGUALI”, SUI 5 STELLE

6 dicembre 2017

Marcello Sorgi spiega la scelta di Grasso e avanza una previsione su cosa potrà accadere dopo il voto: “L’alternativa che nasce dalla fragilità” (La Stampa). L’intervista di Arturo Parisi a La Stampa: “Con Grasso i postcomunisti fanno una scelta rivolta al passato”. Emanuele Macaluso, su Il Dubbio: “Grasso, scelta sbagliata. Non dovevi accettare di fare il prestanome”. Stefano Folli: “La via di Renzi: dalla coalizione al Pd allargato” (Repubblica). Emilia Patta, “Centro-sinistra in cerca di un programma di coalizione” (Sole 24 ore). Pippo Civati: “Piero sarà garante delle candidature” (intervista al Manifesto). Nichi Vendola, “Da mediocri se ci uniamo solo per il voto” (intervista a Il Mattino”). Antonio Bassolino e Fabio Mussi, “Liberi, ma non così uguali” (colloquio con il Foglio). Claudio Cerasa: “Liberi e uguali a Grillo” (Il Foglio). Tommaso Montanari, “Le nuove battaglie di giustizia e libertà dopo il referendum” (Il Fatto). Biagio De Giovanni, su Il Mattino, torna a discutere di democrazia e 5 stelle (“Perché fermare la deriva illiberale”), replicando a Ernesto Galli Della Loggia (“Democrazia, eversione e 5 stelle”). E sui 5stelle Il Regno pubblica una recensione di Paolo Tommasone a un libro di Piergiorgio Corbetta: “Come cambia il partito di Grillo”.

Leggi tutto →

4 dicembre 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

NASCE “LIBERI E UGUALI”. A UN ANNO DAL REFERENDUM. RIFORME ANCORA POSSIBILI

4 dicembre 2017

“LIBERI E UGUALI”: Stefano Folli, “L’arcipelago della sinistra sulle orme della Germania” (Repubblica); Claudio Tito, “Cade il velo del grande inganno” (Repubblica), dove l’inganno è che ci siano davvero dei candidati, come Grasso, a capo del governo; Massimo Adinolfi, “Il moralismo come offerta” (Il Mattino); Federico Geremicca, “La sinistra si allontana dal governo” (la Stampa); Luciano Canfora, “Dopo i disastri del Pd c’è qualcosa di sinistra” (intervista a Il Fatto); l’editoriale de Il Regno, di Gianfranco Brunelli, “Italia – Politica: mancanza di politica. Verso le elezioni del 2018”; Roberto Speranza, “Sfideremo il Pd collegio per collegio. Siamo dalla parte giusta” (intervista al Corriere della Sera); Gianni Cuperlo, “Incollare i cocci non sarebbe servito, ora bisogna dialogare” (intervista a Repubblica). A UN ANNO DAL REFERENDUM: Gianfranco Pasquino, “Il No del 4 dicembre 2016, una delle nostre migliori giornate” (Il Fatto); Massimo Villone, “Un anno dopo la battaglia non è ancora finita” (Manifesto); Alessandro Pace, “Basta riforme monstre, tanto non passano” Il Fatto). Matteo Renzi, invece, si appella al 41% dei Sì al referendum per il voto alle elezioni  (Enews n. 502). IUS CULTURAE, BIOTESTAMENTO: Luigi Manconi, “Riparte la mobilitazione sullo ius culturae” (Manifesto). Mario Marazziti, lettera all’Avvenire sul biotestamento: “Una visione personalista e non solo individualista” (Avvenire). ILVA: Mons. Filippo Santoro, arcivescovo di Taranto: “Sull’Ilva l’ambiente viene prima. Emiliano e Calenda si siedano al tavolo” (intervista a Repubblica).

Leggi tutto →

3 dicembre 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

MIOPIE SINDACALI. E MIOPIE POLITICHE

3 dicembre 2017

Il ministro Carlo Calenda, intervistato dal Corriere della sera, critica il presidente della Puglia Emiliano sul caso Ilva e sul gasdotto: “I veti locali bloccano l’Italia”. Giuseppe Berta, sul Mattino, critica la Cgil: “Dal caso Ilva allo scontro pensioni, la Cgil tra realtà e vuoto di idee”. Goffredo Buccini, “Quando la miopia è più forte dell’acciaio” (Corriere della sera). Marco Bentivogli, segretario Fim-Cisl: “No alla campagna elettorale sui lavoratori” (intervista al Corriere della sera). Sul basso profilo del dibattito pre-elettorale scrivono Sergio Fabbrini  sul Sole 24 ore (“Quale ruolo dell’Italia nella Ue: la posta in gioco alle elezioni”), Ferruccio De Bortoli sul Corriere della sera (“Il vincolo di responsabilità che serve alla politica”), Alessandro Rosina su Repubblica (“I giovani scoraggiati a cui l’Italia deve un futuro”). Carlo De Benedetti, intervistato dal Corriere della Sera: “Renzi è una delusione. Su Berlusconi Scalfari sbaglia”. Dal canto suo, Eugenio Scalfari perde fiducia in Renzi (“Le elezioni e il fantasma del governo impossibile”, Repubblica). Su Il Mattino due voci critiche sul Movimento 5stelle: Biagio de Giovanni, “La menzogna violenta che scardina il sistema”; Luigi Covatta, “I cinque stelle e il populismo anomalo”.

Leggi tutto →