20 maggio 2018
by Forcesi
1 Commento

1 Commento

SE IL GOVERNO CHE È ALLE PORTE PIACE ALLA MAGGIORANZA…

20 maggio 2018

Sul governo alle porte scrivono: Valerio Onida: “Supremazia impossibile sul diritto comunitario” (Sole 24 ore); Marco Olivetti,Un premier fa prima apprendistato” (Avvenire); Giovanni Maria Flick,Su vincolo di mandato e carcere criticità evidenti” (Sole 24 ore); Sergio Fabbrini, “Il contratto sovranista del nuovo governo” (Sole 24 ore); Biagio De Giovanni, “Con la democrazia e con l’Europa anche se imperfette” (Mattino); Ferruccio De Bortoli, “Contratti e responsabilità, il prezzo degli annunci” (Corriere della sera); Massimo Villone,E’ un programma di destra altro che coperture” (Manifesto); Susanna Camusso, “Questo governo allarma però parla anche alla nostra gente” (Il Fatto); Ilvo Diamanti, “Sei italiani su dieci dicono sì a un governo della ‘Lega a 5Stelle’” (Repubblica).

Leggi tutto →

20 maggio 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

IL DISSENSO DI TONINI CON RENZI E ALTRE POLEMICHE A SINISTRA

20 maggio 2018

Giorgio Tonini, già senatore dem vicino a Renzi, ora (su Facebook) dissente: “Non aver dialogato con il M5S è stato un errore storico di Renzi”. La nota di Tonini nasce dopo lo scambio tra Claudio Petruccioli e il direttore del Mulino, Mario Ricciardi ( vedi qui). Replica a Tonini Stefano Ceccanti sul suo Diario, in cui presenta la sua rassegna stampa quotidiana: (qui). E c’è una replica anche all’appello dei 24 esponenti cattolico-democratici pubblicato ieri (qui): è di Giovanni Cominelli (“I professori cattolici e il ruolo del Pd”). Sul Pd scrivono anche Stefano Cappellini su Repubblica (“Il partito congelato”) e Carlo Trigilia su Il Fatto (“I dem e la loro base vanno in direzioni opposte”).

Leggi tutto →

19 maggio 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

NOTE SUL CONTRATTO DI GOVERNO

19 maggio 2018

Mario Chiavario (Avvenire) sulla questione giustizia nel contratto di governo gialloverde: “Mai armare le paure”.  Paolo Pombeni (Sole 24 ore): “Quell’elenco evanescente che non basta a rinnovare”.  Giorgio Vittadini (Italia Oggi): “Non c’è lo spirito di sviluppo di Calenda 4.0”. Maurizio Ferrera (Corriere della sera): “Perché il contratto non basta. Servono esperienza e competenza”. Giovanni Orsina (La Stampa): “L’accordo di governo ridotto a una lista della spesa”. Luca Ricolfi (Messaggero): “Quella scena stravolta dei partiti dopo il voto”.  Massimo Baldini (Secolo XIX): “I sogni che rischiano di lasciare il posto a un brusco risveglio”. Michele Partipilo (Gazzetta del Mezzogiorno): “Se l’Italia entra nella fase della post-Costituzione”. Invece Tonino Perna sul Manifesto dice: “La sovranità monetaria, battaglia giusta”. Claudio Petruccioli: “Pd al bivio. E i 5stelle non sono una scatola di Lego”.

Leggi tutto →

18 maggio 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

IL “CONTRATTO” LEGA-M5S: E’ ANCHE UNA QUESTIONE DI LIBERTÀ

18 maggio 2018

L’ultima versione del “Contratto per il governo del cambiamento”. Alessandro Trocino, sul Corriere, spiega “I punti in rosso: cosa è cambiato”. Una nota di Stefano Ceccanti, sul sito del Pd: “Quell’idea delle istituzioni confusa e pericolosa”. Il commento di Marco Bascetta sul Manifesto: “Una falsa idea di concretezza tra neoliberismo e sovranismo”. Mattia Feltri, su la Stampa, pone “Una questione di libertà”. Gianfranco Viesti, sul Messaggero, scrive: “Per il Sud manca il Piano, c’è solo il sussidio”. Alessandro Campi, sul Mattino, commenta la politica estera: “Nella Nato ma guardando a Putin”. Carlo Cottarelli, su La Stampa, fa i conti: “I veri rischi per i conti dello Stato”. Sul Foglio Veronica De Romanis: “Perché le idee economiche di Lega e M5s sono un pericolo per l’Italia”. Sul Corriere della Sera Ernesto Galli Della Loggia la mette giù dura, ripercorrendo gli aspetti inquietanti dell’intero dopoguerra: “Un Paese che va rifondato”.

Leggi tutto →

17 maggio 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

IL PROGRAMMA DI GOVERNO GIALLO-VERDE. REAZIONI

17 maggio 2018

Il testo del Programma di governo M5S-Lega (in rosso i punti ancora da chiarire). Claudio Tito, “Tante promesse senza visione né coperture” (Repubblica). Roberto Perotti, “L’economia nel regno di Fantasyland” (Repubblica). Marcello Sorgi, “Scherzare con il fuoco dei mercati” (la Stampa). Sabino Cassese, “Un percorso, quattro debolezze” (Corriere della sera). Valerio Valentini, “De Siervo & Co. contro il Comitato di conciliazione grillo leghista” (Foglio). Giovanni Maria Flick, “Sarà un governo decostituzionalizzato” (a Il Fatto). Claudio Cerasa, “Il dovere di dire ‘no’ a un contratto che fa saltare l’Italia” (Foglio). Marco Olivetti,Un premier diminuito” (Avvenire). Antonio Polito, “Il premier non conta più nulla?” (Corriere della sera). Emanuele Macaluso, “E’ vero, sono i nuovi barbari” (Il Dubbio). Armando Siri, economista della Lega, “Il primo provvedimento sarà la pace fiscale. Noi barbari? Vogliamo crescita e benessere” (al Messaggero).  Stefano Fassina, “Il debito? Anche la Bce si chiede se sterilizzarlo” (al Manifesto). Michele Prospero, “I barbari contro le sentinelle del sistema” (Manifesto). Luigi Pandolfi, “Non si deve lasciare alla Lega la lotta all’austerità” (Manifesto). Intanto, però Andrea Bonanni  spiega:  “Bruxelles al limite della pazienza” (Repubblica).

Leggi tutto →

14 maggio 2018
by Forcesi
1 Commento

1 Commento

LA POLITICA CHE FU E IL POPULISMO DALL’ALTO

14 maggio 2018

Sergio Fabbrini, sul Sole 24 ore, stigmatizza un certo “populismo dall’alto” e si chiede: se andiamo incontro a “Un governo nuovo o un Paese diverso?”. Nadia Urbinati, su Repubblica, prova a dire “Come capire il populismo per batterlo”. Sul tema anche Ugo Intini: “La politica che fu e la generazione dell’antipolitica” (Mattino). Angelo Bolaffi polemizza con l’ideologismo della sinistra negli scorsi decenni: “L’europeismo senz’anima” (Repubblica). L’ironia di Claudio Cerasa: “La sinistra che farà una ridicola opposizione allo sfascismo” (Foglio). Da Beppe Elia, del Meic, un tentativo di ottimismo e la proposta di un “Esame di coscienza. E’ il momento di pensare al bene comune”. Sulle critiche a Mattarella si sofferma Stefano Ceccanti (“Le tensioni sul ruolo presidenziale”). La ricostruzione di Stefano Feltri su Il Fatto di un supposto tentativo di accordo tra Renzi e il M5S: “Il duello tra Quirinale e Renzi. Così è fallita l’intesa con i Cinque stelle”. Le intenzioni di Maurizio Martina: “Io candidato leader. Un anno di lavoro per ricostruire il Pd e riunire la sinistra” (a Repubblica).

Leggi tutto →