20 maggio 2018
by Forcesi
1 Commento

1 Commento

SE IL GOVERNO CHE È ALLE PORTE PIACE ALLA MAGGIORANZA…

20 maggio 2018

Sul governo alle porte scrivono: Valerio Onida: “Supremazia impossibile sul diritto comunitario” (Sole 24 ore); Marco Olivetti,Un premier fa prima apprendistato” (Avvenire); Giovanni Maria Flick,Su vincolo di mandato e carcere criticità evidenti” (Sole 24 ore); Sergio Fabbrini, “Il contratto sovranista del nuovo governo” (Sole 24 ore); Biagio De Giovanni, “Con la democrazia e con l’Europa anche se imperfette” (Mattino); Ferruccio De Bortoli, “Contratti e responsabilità, il prezzo degli annunci” (Corriere della sera); Massimo Villone,E’ un programma di destra altro che coperture” (Manifesto); Susanna Camusso, “Questo governo allarma però parla anche alla nostra gente” (Il Fatto); Ilvo Diamanti, “Sei italiani su dieci dicono sì a un governo della ‘Lega a 5Stelle’” (Repubblica).

Leggi tutto →

19 maggio 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

NOTE SUL CONTRATTO DI GOVERNO

19 maggio 2018

Mario Chiavario (Avvenire) sulla questione giustizia nel contratto di governo gialloverde: “Mai armare le paure”.  Paolo Pombeni (Sole 24 ore): “Quell’elenco evanescente che non basta a rinnovare”.  Giorgio Vittadini (Italia Oggi): “Non c’è lo spirito di sviluppo di Calenda 4.0”. Maurizio Ferrera (Corriere della sera): “Perché il contratto non basta. Servono esperienza e competenza”. Giovanni Orsina (La Stampa): “L’accordo di governo ridotto a una lista della spesa”. Luca Ricolfi (Messaggero): “Quella scena stravolta dei partiti dopo il voto”.  Massimo Baldini (Secolo XIX): “I sogni che rischiano di lasciare il posto a un brusco risveglio”. Michele Partipilo (Gazzetta del Mezzogiorno): “Se l’Italia entra nella fase della post-Costituzione”. Invece Tonino Perna sul Manifesto dice: “La sovranità monetaria, battaglia giusta”. Claudio Petruccioli: “Pd al bivio. E i 5stelle non sono una scatola di Lego”.

Leggi tutto →

19 maggio 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

LINO PRENNA: “TORNARE AL POPOLO PER UN NEOPOPOLARISMO”

19 maggio 2018

Dopo i 24 esponenti cattolico-democratici  (molti dei quali legati alla rete c3dem) che hanno firmato un appello ai militanti del Pd criticando l’indirizzo seguito dal partito negli ultimi anni e invitandoli a non rassegnarsi “a un partito irrisolto e dunque inutile”, interviene, con una lettera al direttore dell’Avvenire, un altro esponente dei cattolici democratici (e della rete c3dem), il quale mostra una diversa interpretazione del risultato elettorale: anche qui c’è una critica al Pd (senza metterlo in discussione), ma soprattutto c’è la sottolineatura dell’immaturità che il popolo italiano avrebbe dimostrato nel cedere alle lusinghe del populismo (Lino Prenna, “Tornare al popolo per un neopopolarismo”). Considerazioni sul voto, sulla sottovalutazione della gravità del governo che si profila e sulla scarsa consapevolezza del voto dei cattolici sono presenti sul giornale on line milanese “il Sicomoro”, a firma di Paolo Danuvola (pag. 8): “Accordo di governo: non basta fare dell’ironia”.

Leggi tutto →

18 maggio 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

IL “CONTRATTO” LEGA-M5S: E’ ANCHE UNA QUESTIONE DI LIBERTÀ

18 maggio 2018

L’ultima versione del “Contratto per il governo del cambiamento”. Alessandro Trocino, sul Corriere, spiega “I punti in rosso: cosa è cambiato”. Una nota di Stefano Ceccanti, sul sito del Pd: “Quell’idea delle istituzioni confusa e pericolosa”. Il commento di Marco Bascetta sul Manifesto: “Una falsa idea di concretezza tra neoliberismo e sovranismo”. Mattia Feltri, su la Stampa, pone “Una questione di libertà”. Gianfranco Viesti, sul Messaggero, scrive: “Per il Sud manca il Piano, c’è solo il sussidio”. Alessandro Campi, sul Mattino, commenta la politica estera: “Nella Nato ma guardando a Putin”. Carlo Cottarelli, su La Stampa, fa i conti: “I veri rischi per i conti dello Stato”. Sul Foglio Veronica De Romanis: “Perché le idee economiche di Lega e M5s sono un pericolo per l’Italia”. Sul Corriere della Sera Ernesto Galli Della Loggia la mette giù dura, ripercorrendo gli aspetti inquietanti dell’intero dopoguerra: “Un Paese che va rifondato”.

Leggi tutto →

12 maggio 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

POPULISMO E COSTITUZIONE

12 maggio 2018

RIFLESSIONI SULL’ORA PRESENTE – Ezio Mauro, “L’anno zero” (Repubblica); Mauro Magatti,Una nuova relazione tra integrazione e crescita” (Corriere della sera); Giorgio Campanini,Da dove ripartire. La vera crisi della politica” (Avvenire). IL QUIRINALE – Marzio Breda, sul Corriere: “Mattarella avverte: sovranismo inattuabile” e “Il vaglio scrupoloso di Mattarella”. Concorda Cesare Mirabelli:Il Colle non sarà inerte su i nomi e sulle leggi” (Avvenire). Così anche Paolo Pombeni:Nelle istituzioni ci sono i contrappesi agli estremismi programmatici” (Sole 24 ore); Stefano Ceccanti: “Il presidente avvisa i naviganti” (dal blog). E concorda Franco Monaco: “Benedetta Costituzione!” (Huffington post). I DIOSCURI GIALLOVERDI – Sui nodi del governo in formazione: Marcello Sorgi, “I tre nodi superabili per far partire il governo” (La Stampa); Bruno Vespa, “Avanti con giudizio!” (Qn); Stefano Folli,Cercasi classe dirigente” (Repubblica). La posizione del Pd spiegata da Graziano Delrio a La Stampa: “I 5 stelle come la destra sovranista e antieuropea. Cambiarli è un’illusione. Ora opposizione radicale”. CASO ILVA: Marco Bentivogli,Il masochismo anti industriale” (Il Mattino); Carlo Calenda,Un altro caso di populismo dei sindacati” (Secolo XIX).; Paolo Bricco,Ora un test di realismo” (Sole 24 ore).

Leggi tutto →

10 maggio 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

IL LABORATORIO POPULISTA

10 maggio 2018

Franco Monaco, “L’identità irrisolta del Pd (senza Renzi)” (Il Fatto). Stefano Ceccanti, “La necessità degli scandali” (dal blog). Un bell’articolo di Maurizio Ferrera, sul Corriere della sera, sui programmi di governo che si vanno delineando e l’economia del paese (“Pensare il futuro”). Roberto Gualtieri, parlamentare europeo del Pd, “Con i giochi di Salvini e Di Maio i conti italiani rischiano grosso” (Il Foglio). Alessandro Campi, “Il rompicapo dei programmi per i dioscuri (Matteo e Luigi)” (Il Messaggero). Mario Deaglio, “Al crocevia tra promesse e realtà” (La Stampa). Stefano Folli, “Il prezzo da pagare ad Arcore” (Repubblica). Claudio Tito, “Il laboratorio populista” (Repubblica). MONDO: Adriana Cerretelli, “E se fosse finita l’idea stessa di Occidente?” (Sole 24 ore).

Leggi tutto →