18 novembre 2017
by sammarco
0 commenti

0 commenti

IL MESSAGGIO SUL FINE VITA DI PAPA FRANCESCO

18 novembre 2017

Il messaggio di papa Francesco sulla questione del fine vita. Alcuni commenti: Andrea Tornielli, “Fine-vita. L’apertura di papa Francesco” (La Stampa); Paolo Rodari, “La svolta di Francesco: ‘Non è eutanasia lo stop a cure inutili’” (Repubblica); Eleonora Martini, “Libera scelta in libera chiesa. Il papa ridefinisce il fine vita” (Manifesto); Lucetta Scaraffia, “Il papa ha messo i malati al centro” (Huffington post); Franco Garelli, “La coscienza laica fa breccia nella chiesa” (Messaggero); Alberto Melloni,La dimensione della saggezza” (Repubblica); Stefano Ceccanti, “Commento al Messaggio” (dal blog). Giovanna Casadio, su Repubblica, registra le posizioni dei politici in merito alla proposta di legge sul testamento biologico, dopo il messaggio del papa: “Adesso sul fine vita facciamo presto”. Sull’Avvenire un editoriale di Giuseppe Anzani che mostra consenso al disegno di legge sul testamento biologico pur sollecitandone alcune modifiche (“Per amore e per giustizia”); ma un po’ più severa è la posizione di Marco Tarquinio, intervistato da Il Dubbio ( “Nessuna apertura, per la chiesa l’eutanasia è sempre illecita”). Sul Corriere della Sera Margherita de Bac spiega “Qual è la differenza rispetto all’eutanasia e cosa significa sedazione profonda”. Mons. Vincenzo Paglia, “La morte va accettata. Il caso Welby? Il celebrerò i funerali a tutti” (intervista al Corriere della sera). Alberto Maggi, “Il sacerdote e teologo: ‘Così lasciai detto di staccarmi la spina’” (intervista a Repubblica).

Leggi tutto →

14 novembre 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

I DEMOCRATICI E LA SINISTRA. SE LA RIVALITÀ SI TRASFORMA IN TRAPPOLA

14 novembre 2017

Eugenio Scalfari, dopo la Direzione del Pd, prova credere in una possibile riunificazione a sinistra, e critica Grasso e Boldrini: “I democratici e la sinistra” (Repubblica). Ma è quasi l’unico. Meno ottimista è Stefano Folli: “A chi resta in mano il cerino del Nazareno” (Repubblica). Franco Monaco, oggi, sul Manifesto, chiede a Veltroni (autore ieri di un’amara intervista a Libero: “Siamo allo sbando”) di riconoscere i suoi errori: “Caro Veltroni, facciamo autocritica”; e, ieri, sull’Huffington Post, si mostra scettico sull’intesa con il Pd di Renzi, e commenta l’assemblea di domenica di Campo Progressista: “Boldrini e Pisapia non sono in contraddizione”. A Monica Guerzoni sul Corriere la contraddizione era invece parsa evidente: “Pisapia: unire. Ma Boldrini: non con il Pd”. Critico con la Boldrini Paolo Pombeni sul Sole 24 ore: “Se la bandiera identitaria vanifica le riforme”. Francesco Bei scrive su La Stampa un lucido articolo: “La rivalità si trasforma in trappola”. Lucido anche Antonio Polito sul Corriere della sera: “L’apertura di Renzi e il gioco del cerino”. Mauro Calise, politologo da sempre ammiratore di Renzi, ne interpreta l’animo e dubita dei risultati: “Buon viso a cattivo gioco” (Mattino). Giuliano Ferrara chiede a Renzi di essere se stesso fino in fondo: “Meglio l’uomo forte” (Il Foglio). Goffredo De Marchis riferisce che “Il leader del Pd stringe il patto con Bonino ma difende Minniti” (Repubblica), Ma Emilia Patta osserva che “Renzi apre ma non convince” (Sole 24 ore). E Marcello Sorgi prevede una debacle e spiega il calcolo delle convenienze per la sinistra MDP: “Ma nei collegi la sconfitta è vicina” (La Stampa). Alessandro Campi, sul Mattino, avanza una spiegazione della strategia anti Visco (e anti Draghi) di Renzi: “Un azzardo e sei ragioni fondate” (sul calcolo elettorale). Sergio Fabbrini, ieri, ha spiegato bene l’impasse: “Le elezioni e il dilemma della grande coalizione” (Sole 24 ore) e Mauro Magatti ha offerto la sua interpretazione del perché “Questa politica è lontana dai problemi del Paese” (Corriere della sera).

Leggi tutto →

11 novembre 2017
by c3dem_admin
0 commenti

0 commenti

IL PD E LA SINDROME DI SANSONE

11 novembre 2017

Franco Monaco interpreta Pietro Grasso e la rottura col Pd: “La mutazione genetica del Pd in tre profili” (Il Fatto), mentre Nando Pagnoncelli offre i dati sul Corriere della Sera: “Sondaggio: il Pd cala, sale M5S, al Centro destra quasi la metà dei seggi”. Ma sono alcuni altri articoli che a preoccupare di più, in particolare sul ruolo del Pd nella questione banche: Stefano Folli, “Il tempio di Draghi e i nuovi  Sansone” (Repubblica); Francesco Verderami, “Giochi pericolosi sulle banche” (Corriere); Alessandro Barbera, “Draghi e l’allarme ignorato: ‘Fatto quel che andava fatto’” (La Stampa); Marcello Sorgi, “Banca Etruria dietro la rottura Visco-Renzi” (La Stampa). E Renzi? Stefano Cappellini, “Renzi cerca nuovi alleati: ‘Una coalizione ci sarà e varrà almeno il 30%” (Repubblica). E a sinistra del Pd? Giovanna Casadio, “Da Bersani a Pisapia a Boldrini: al via la lista di sinistra” (Repubblica); Piero Bevilacqua, “Partiti autoreferenziali a caccia di leader. E l’Italia che nessuno vede” (Manifesto). E Emma Bonino? “Nessun accordo col Pd se non cambia linea sui migranti” (intervista a Repubblica). E sui migranti Nello Scavo su Avvenire racconta: “Libia, la salvezza in mare è diventata una lotteria”. Stefano Ceccanti, intervistato da Rai News, propone “Una coalizione europeista per il centro sinistra”. Su Appunti Alessandrini (area c3dem) Agostino Pietrasanta è sconsolato: “Progetto cadavere (se Prodi rinuncia e Berlusconi risorge)”. Il dem Giorgio Merlo dice: “Pd, valida lezione di Martinazzoli: recuperiamo la ‘cultura delle alleanze” (Il Dubbio).

Leggi tutto →

6 novembre 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

NAZIONALISMI E POPULISMI. E IL VOTO IN SICILIA

6 novembre 2017

Un articolo di Sergio Fabbrini fa il punto sulla situazione europea e invita le forze europeiste italiane a dichiarare il loro sostegno alla Ue e il loro impegno a riformarla senza alcuna concessione al populismo degli anti-europeisti (“Forza e debolezza dei nazionalismi”, Sole 24 ore). Ugo Magri sul ruolo di Mattarella e l’imperizia di Renzi e 5Stelle: “L’argine al populismo istituzionale” (La Stampa). Gustavo Zagrebelsky, invece, critica Mattarella, e non solo (“Anche il Rosatellum è incostituzionale. E’ la stagione dell’impolitica. Grasso sarà un buon leader”, intervista a La Stampa). SICILIA: Marcello Sorgi, “L’urna premia Berlusconi antipopulista” (La Stampa); Fabio Martini, “Pd, una doppia sconfitta che viene da lontano” (La Stampa); Stefano Folli,Il Pd e il rischio dell’irrilevanza”; Massimo Adinolfi, “Se la partita del paese si gioca a due” (Mattino); Mauro Calise, “Renzi, un leader alla prova dell’assedio” (Mattino); Pierluigi Bersani, “Non credo alla svolta dentro i democratici” (intervista a Repubblica). Massimo Villone, “Renzi al capolinea. La sinistra e l’occasione di ritrovare un ruolo” (Manifesto). Claudio Cerasa, “Storia di una non notizia: Renzi non è più il candidato del centrosinistra” (Foglio).

Leggi tutto →

3 novembre 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

LA SINISTRA POPULISTA DI MELENCHON

3 novembre 2017

“La nuova contrapposizione non è più tra destra e sinistra ma tra oligarchia e popolo”: così Jean-Luc Melenchon intervistato da Repubblica (“Modello Melenchon. ‘Illusa da Macron la Francia lotterà’”). Michael Walzer a La Stampa: “La grande disillusione: il bolscevismo ha corrotto la sinistra”. L’intervista di Luigi Di Maio all’Avvenire: “Sbagliato temerci. Via il fiscal compact”. Antonio Bassolino: “Bene Grasso, anche io me ne vado” (intervista al Corriere della Sera); la replica di Biagio De Giovanni: “Bassolino sbaglia. Solo il Pd può governare” (Il Mattino). Gianni Cuperlo, “Riuniamo la sinistra o nessuno ce lo perdonerà” (intervista a Il Dubbio). Carlo Calenda, “Pensioni, un errore il rinvio” (intervista al Corriere). Giorgio Tonini,Pensioni, no a scelte irresponsabili” (intervista a Repubblica). Claudio Cerasa, “Sicilia, succederà di tutto, ma non succederà nulla” e “Il voto inutile e pericoloso” (Foglio). Stefano Ceccanti spiega il prossimo convegno di LibertàEguale: “Riformisti a rapporto” (Foglio).

Leggi tutto →

1 novembre 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

ELEZIONI. SINISTRA. LEGGE ELETTORALE. PARTITI. IUS SOLI. SICILIA. BERLUSCONI

1 novembre 2017

Giuseppe De Rita,Unire visione e coesione nei programmi elettorali” (Corriere della sera). Giuseppe Alberto Falci, “Bonino apre al Pd. ‘Ma non siamo in svendita’” (Corriere della sera). David Allegranti, “Gotor spiega perché non ci sarà dialogo con il Pd” (Il Foglio). Giorgio Merlo, “La questione settentrionale è la vera palla al piede del Pd” (Il Dubbio). Sul Rosatellum: Massimo Luciani, “Nessun presupposto per bloccare la promulgazione” (intervista al Sole 24 ore); Cesare Mirabelli, “Norme costituzionali. Lo sbarramento è l’unico punto critico” (intervista al Corriere della sera). Un saggio di Oreste Massari, “Il futuro dei partiti“. Luigi Manconi, “Ius soli, lo spiraglio aperto dai cittadini” (Manifesto). Nunzio Galantino, “Basta rinvii sullo ius soli, non è un regalo” (intervista a La Stampa). Attilio Bolzoni, “Sicilia, per chi vota la mafia” (Repubblica). Salvatore Vassallo, “Sicilia, cosa dicono i numeri” (dal blog).  Massimo Adinolfi su Berlusconi: “Il processo senza difesa” (Il Mattino).

 

Leggi tutto →