27 Febbraio 2019
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

IN USCITA DALL’INCANTESIMO POPULISTA?

27 Febbraio 2019

Dopo il voto in Sardegna, i favorevoli al dialogo del Pd con i 5 stelle: Piero Ignazi, “Chi avrà i voti perduti dai 5stelle?” (Repubblica); Franco Monaco, “Pd, se non ora quando con il M5S?” (Il Fatto); Massimo Cacciari, “Ora il Pd si apra ai temi grillini per separare Di Maio e Salvini” (Il Fatto); Goffredo Bettini,Nel Pd stop agli insulti ai 5stelle” (intervista a Il Fatto); Domenico De Masi, “I Dem facciano il primo passo, poi il M5S molli il capitano” Il Fatto); Miguel Gotor, “Di Maio ha fallito, e i grillini non aspettino le europee” (Il Fatto). Per altri è la sinistra radicale a poter e dover dialogare con il M5S: Enzo Scandurra, “Non è il Pd il possibile rubavoti dei 5 stelle” (Manifesto). Una voce diversa: Ezio Mauro, “La sinistra nonostante” (Repubblica), che scrive: “Possibile che a sinistra ci sia ancora chi crede che il futuro possa essere illuminato da cinque stelle…”. LA DISCUSSIONE INTERNA AL PD: Monica Guerzoni,Il Pd e la carta Pisapia” (Corriere), e il commento di Franco Monaco, “Una vittoria e mezzo per Pisapia” (Huffington post); Nicola Zingaretti, “Il Pd non sarà più il partito della boria” (a Repubblica); Maurizio Martina, “Ma alle Europee non possiamo andar da soli” (a Repubblica) e “Recuperiamo voti ai 5stelle su ambiente e lavoro” (a La Stampa); Peppino Calderola, “C’è ancora vita a sinistra. Zingaretti è l’uomo giusto” (intervista alla Gazzetta del Mezzogiorno); Fabio Martini, “Il suo popolo chiede a Renzi un nuovo partito” (La Stampa); Enrico Letta, “Primarie oscurate. Io ci sarò” (al Corriere). E ANCORA:  Achille Occhetto, “Il renzismo finito perché subalterno al neoliberismo” (intervista a Italia Oggi); Paolo Mieli, “I rapporti di forza a sinistra” (Corriere).

Leggi tutto →

1 Febbraio 2019
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

CALENDA SÌ CALENDA NO. NOTE SUL PD

1 Febbraio 2019

Roberto Esposito,La marcia immobile del Pd” (Repubblica). Gianni Cuperlo, “Pd, cambiare forte o il paese resta alle destre” (Manifesto). Carlo Calenda, “Unirò moderati e Pd, il leader arriverà” (Qn). Mimmo Lucà, “Manifesto Calenda. Un buon punto di partenza se…” (Adista). Enrico Letta, “Servono nuovi partiti con al centro l’idea di un’Italia europeista” (Corriere della sera). Lorenzo Giarelli,Bersani contro il fronte Calenda-Macron” (Il Fatto). Goffredo Bettini,Bene Calenda, ma sarà il nuovo segretario a indicare il futuro del Pd” (Il Dubbio). Massimo D’Alema, “La sinistra può rinascere in Europa, ma no alle ammucchiate antisovraniste” (La Stampa). Franco Monaco, “Calenda e il miracolo dell’accozzaglia” (Il Fatto). Giovanni Orsina, “Il tentativo di Calenda” (La Stampa).

Leggi tutto →

14 Settembre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

RISCATTARE IL PD

14 Settembre 2018

Il Foglio ha pubblicato un lungo articolo di Luigi Zanda: “Antidoti contro una democrazia plebiscitaria di stampo neoperonista”. Lo riprende Eugenio Scalfari:Al Pd serve un gruppo dirigente”. Su Il Dubbio un’intervista a Stefano Ceccanti: “Noi mai con i 5Stelle. Zingaretti e la Repubblica se ne facciano una ragione”; la replica di Goffredo Bettini: “Matteo stai sereno, non vogliamo ribaltoni. Ma non isoliamoci” (Il Dubbio); la risposta di Ceccanti sul suo blog. Antonio Macaluso, “Il Pd vuole rinascere? Trovi un leader duro che scaldi i cuori” (Corriere della sera). Marco Minniti, “Va bene discutere ma senza un vero leader la sinistra non ha futuro” (intervista a Repubblica). Stefano Zan, “Il paradosso/suicidio del Pd” (mente politica.it). Pier Luigi Battista, “L’eterno ritorno di Renzi senza autocritica” (Corriere della sera). Alessandro Giuli,Il Pd condannato alla cura Renzi” (Il Tempo). Emanuele Macaluso, “Nel Pd sarebbe il caso di chiudere il cabaret” (Il Dubbio). Daniela Preziosi,Zingaretti ingrana la marcia” (Manifesto). Goffredo De Marchis, “Renzi organizza la corrente, e per fermare Zingaretti punta al rinvio del congresso” (Repubblica). Massimo Cacciari, “Il Pd è colpevole ma può ancora salvarci” (intervista a Il Gazzettino). Paolo Gentiloni, “Superare la sberla” (Il Foglio). Claudio Cerasa, “La grande balla dell’opposizione che non c’è” (Foglio). Sabino Cassese, “Opposizione senza vere proposte” (Corriere della sera). Marco Damilano,Al Pd non basta la sopravvivenza” (Espresso). Luca Ricolfi, “L’autocritica che manca sull’eredità della sinistra” (Messaggero).

Leggi tutto →

1 Luglio 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

DA DOVE IL PD PUÒ RIPARTIRE?

1 Luglio 2018

“Invece di rituffarsi nel rito ormai stanco delle primarie al Pd servono luoghi d’incontro per discutere e per ritrovare una autentica ragione d’essere”. Lo scrive Piero Ignazi su Repubblica (“Da dove il Pd può ripartire”). Scrive Marianna Rizzini sul Foglio che nel Pd: “S’avanza Zingaretti”; il quale Nicola Zingaretti ha rilasciato oggi al Corriere della Sera un’intervista: “Farò un Pd diverso. I Cinquestelle si divideranno, dovremo confrontarci”.  Sul Mattino Mario Adinolfi scrive: “Calenda-Zingaretti, due mondi paralleli”. Per Graziano DelrioMartina segretario, poi lotta alla povertà” (intervista a Repubblica). Sul Corriere della Sera Giovanni Belardelli rileva “La strada sbagliata del gruppo dirigente Pd”. Goffredo Bettini, intervistato dal Manifesto: “Il nostro riformismo ha fallito. Senza congresso, Pd a rischio”. Sul suo blog Giovanni Cominelli fa una puntuta analisi: “Il Pd al tappeto”. Gianni Cuperlo, sull’Espresso, va a Tor Bella Monica e scrive: “La periferia del nostro scontento”. Marco Damilano fa il quadro: “Quella sinistra senza terra né cielo” (Espresso). Sul Manifesto Roberto Morassut propone: “Oltre il Pd per diventare Movimento”. L’anziano Giorgio Galli (90 anni) dice a Il Fatto: “La sinistra torni se stessa. Deve criticare il capitalismo”. Massimo Villone, sul Manifesto: “Le liste civiche, falsa ancora di salvezza per il Pd”. Su mentepolitica.it Michele Iscra scrive che “c’è una strana nostalgia che gira almeno per certi ambienti dell’Italia: il rimpianto della DC. Non esattamente come partito cattolico, bensì come partito capace di fare sintesi, di coltivare e trasmettere una qualche forma di identità nazionale, capace in definitiva di parlare a tutti, anche agli avversari” (“Nostalgia della Dc”).

Leggi tutto →

6 Giugno 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

QUALE OPPOSIZIONE? IL CONTRIBUTO DI GOFFREDO BETTINI

6 Giugno 2018

Sul Manifesto di ieri un bell’articolo di Goffredo Bettini, già ispiratore delle giunte Rutelli e Veltroni, che indica alcuni criteri per il cammino dell’opposizione a sinistra: “Una linea saggia per spostare orientamenti e svelare illusioni”. Le interessanti slide con cui Giorgio Tonini ha introdotto a Roma un seminario sul populismo.  L’intervista di Andrea Orlando al Manifesto sul governo e sull’opposizione: “Se Conte fa flop attaccherà i migranti”. Emanuele Macaluso: “Il Conte del paese di Bengodi” (Il Dubbio). L’editoriale di Francesco Riccardi su Avvenire sottolinea i “pochi ideali” nella relazione di Conte: “La visione povera”. Sul Corriere della sera Federico Fubini e W. Munchau: “L’egoismo che in Europa alimenta i nazionalismi”. Andrea Tarquini:La democrazia illiberale di Orban” (Repubblica). La lettura ambivalente del nuovo governo data da Raniero La Valle sul sito lachiesadeipoveri: “Tutti stranieri, nessuno straniero”. La difesa dei Rom nell’intervento in Senato di Liliana Segre: “Ricordo quei rom morti nel mio lager” (Repubblica).  L’idea di democrazia diretta del ministro R. Fraccaro: “Sì ai referendum senza quorum” (intervista al Corriere della sera); una nota di Stefano Ceccanti: “Una certa idea della democrazia diretta”.

Leggi tutto →

16 Aprile 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

IN QUESTO PAESE SPAESATO

16 Aprile 2018

In  “Questo paese spaesato” (Ilvo Diamanti, Repubblica), Franco Monaco enumera “I misteri dolorosi del Pd” (Huffigton post); Sandra Zampa lamenta che “Non si doveva spostare l’assemblea dem” (intervista a Repubblica); Fabio Martini annota: “Con l’UE senza ambiguità. Il Pd punta sulle larghe intese” (La Stampa). Goffredo Bettini non dà scampo: “Il Pd ha fallito e va rifatto” (intervista a Il Fatto); Stefano Feltri racconta che Jeffrey Sachs la vede così: “Asse Pd-M5s per una nuova Europa” (Il Fatto); Marco Damilano racconta il fatto da cui tutto il caos nacque: “I 101 traditori di Prodi” (Repubblica); Ernesto Galli Della Loggia lamenta “Lo sterile silenzio della politica”; e Salvatore Vassallo spiega quale è adesso il “Percorso obbligato” (Quotidiano nazionale).

Leggi tutto →

5 Giugno 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

PER VALERIO ONIDA LA RIFORMA ELETTORALE ORA VA BENE

5 Giugno 2017

Dopo le ultime modifiche della legge elettorale, per Valerio OnidaOra il testo è ok, rispecchia la nostra realtà politica” (intervista a Repubblica). Massimo Villone spiega sul Manifesto “Perché alla sinistra conviene il proporzionale”. Ma, sempre su Repubblica, Rosy Bindi dice: “Il Pd si fermi su questa legge o non sarà più il mio partito”. Romano Prodi in un’intervista a Il Fatto dice “La mia tenda è vicina al Pd, ma se Renzi si mette con B. io vado altrove”; e sul Messaggero di domenica: “Senza stabilità questo Paese non aggancia la ripresa”. Silvio Berlusconi, intervistato da Il Giornale, dice: “Mai con Renzi. Il centrodestra diviso alle urne tornerà unito al governo”. Su Repubblica Eugenio Scalfari contesta alla legge elettorale che renderebbe inutile il Senato, ma soprattutto invita Renzi a cercare l’alleanza con la sinistra e con il centro di Alfano e Parisi e a non andare a elezioni anticipate (“La riforma che mette la camicia di forza al Senato”). Francesca Schianchi riferisce: “Pisapia inaugura la competizione: ‘complicata un’alleanza con il Pd’” (La Stampa). Goffredo Bettini, della minoranza dem, scrive a Pisapia sul Manifesto e fa una proposta: “Caro Pisapia, pratichiamo ora il futuro centrosinistra”. Claudio Cerasa lancia di nuovo il suo allarme: “L’establishment che non si oppone al grillismo” (Il Foglio). Da Luigi Di Maio, intervistato dal Sole 24 ore, il programma economico di governo: “Sì al taglio del cuneo, più investimenti e calo dell’iva”. E sul Mattino G.A. Falci informa: “Napoli, De Mita prova a rifare la balena bianca”. Biagio De Giovanni sul Mattino: “L’Italia debole nel caos globale”.

Leggi tutto →