11 ottobre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

FERMENTI CATTOLICO-DEMOCRATICI

11 ottobre 2018

Così l’Avvenire del 7 ottobre: “E’ tempo di fermenti cattolico-democratici”. Dino Martirano, “Gentiloni in campo per l’asse antipopulisti” (Corriere della sera). E sulla nascita di “Democrazia solidale” ne ha scritto per lo più di nuovo l’Avvenire: Angelo Picariello, “Nasce Democrazia solidale. Obiettivo amministrative” (6 ottobre) e  “Popolari non populisti, scende in campo Demos” (7 ottobre). Sul sito di Demos sono pubblicati i discorsi di Andrea Riccardi, Paolo Ciani e Mario Giro (tutti della Comunità di S. Egidio) tenuti all’incontro del 6 ottobre al Seraphicum di Roma. Un articolo di Franco Grassini sul Piccolo (“Democrazia solidale, nuova speranza”). Su Secolo Trentino il tentativo di una spiegazione dell’origine di questo partito: “Gentiloni fonda Demos contro i populisti. Ma Demos esiste già”. Così anche Marco Conti, “Nasce Demos, il partito dei cattolici popolari ed europeisti” (Messaggero).

Leggi tutto →

3 ottobre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

LA RANA ITALIA

3 ottobre 2018

Guido Tabellini, “L’Italia è una rana a cui serve uno choc” (Sole 24 ore). Maurizio Ambrosini, “Reddito di cittadinanza: se esclude, si affossa” (Avvenire). Antonio Polito, “Debutta lo Stato-bancomat” (Corriere della sera).  Francesco Daveri, “L’azzardo dei conti del governo Lega-M5s” (lavoce.info). Marco Bentivogli, “La manovra è un ‘vaffa’ a chi produce” (a Libero). Roberto Perotti,L’errore di Mattarella” (lavoce.info). Linda Laura Sabbadini,La ferita dei giovani inattivi” (La Stampa). Francesco Bei, “Il vittimismo che alimenta il consenso” (La Stampa). Stefano Folli,Lega e M5s, la crisi svela le differenze” (Repubblica). PD E SINISTRA: Giovanna Casadio, “Cattolici, movimenti e sindaci: la rete della nuova opposizione” – nasce il partito “Democrazia solidale” (Repubblica). Antonio Floridia,Alla sinistra del Pd, ma ciascuno a casa propria” (Manifesto). Alessandro Campi, “La crisi della sinistra e le tre strade per riformare i democratici” (Mattino). Nadia Urbinati,La grande illusione dei partiti leggeri” (Repubblica). Ezio Mauro, “Chi ha lasciato senza difese la democrazia” (Repubblica).

Leggi tutto →

26 settembre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

“ARGOMENTI 2000” VERSO LA SUA “COSTITUENTE DELLE IDEE”

26 settembre 2018

Come aveva preannunciato nell’ampia e ragionata newsletter di agosto Ernesto Preziosi (“Verso una Costituente delle idee”), sabato 27 ottobre l’associazione Argomenti 2000 terrà a Roma la sua “Costituente delle idee”. Il programma dell’incontro è ancora in formazione, e così pure il documento con le parole chiave (lavoro, fisco, famiglia, salute, educazione, Europa). Vale la pena riprendere quanto scriveva in agosto Preziosi: “La prospettiva delle elezioni europee 2019 ci offre la possibilità di essere una realtà propositiva che lavora per rimettere al centro della discussione politica idee e progettualità, uscendo da meccanismi comunicativi forse efficaci ma vuoti e incapaci di offrire ai cittadini reali strumenti di valutazione e soluzioni percorribili. Proprio in vista delle elezioni del prossimo anno la Costituente delle idee ci permette di…

 

Leggi tutto →

15 settembre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

SE PREVALGONO I CATTOLICI “SENZA CONCILIO”

15 settembre 2018

Su “Appunti alessandrini”, Carlo Baviera riprende un articolo pubblicato qualche tempo fa da Luca Diotallevi sul giornale diocesano di Terni “La Voce” in merito al voto “cattolico” alle recenti amministrative della cittadina umbra (“Alle elezioni comunali di Terni hanno vinto i cattolici… ma si tratta degli ‘altri’ cattolici”), e lo commenta, riproponendone il nocciolo. E cioè il seguente interrogativo: perché i cattolici“giusti” (come vengono individuati nell’articolo di Diotallevi), quelli impegnati nelle strutture e negli organismi ecclesiali, quelli provenienti dall’associazionismo, coloro che si dedicano quotidianamente alle opere caritative e catechistico/formative, non hanno avuto il risultato sperato, mentre un cattolicesimo senza Concilio, senza riunioni, senza programmi, tutto umori e nostalgie, ha avuto un ruolo politico importante e ha trovato spazio nella coalizione vincente? La riflessione su Terni può riguardare molte altre parti d’Italia. Carlo Baviera dice che bisogna, prima di tutto, cambiare “la qualità dell’annuncio” (“Gli ‘altri cattolici’: serve il discernimento per sgonfiarli”).

Leggi tutto →

18 luglio 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

LA “STRANA CRISI” DEL PD (E DEI CATTOLICI IN POLITICA) VISTA DA POMBENI, MONACO, CECCANTI, ELIA ED ALTRI

18 luglio 2018

Paolo Pombeni prova a descrivere “La strana crisi del Pd”, con esito scarso (mentepolitica.net). Franco Monaco avanza molte critiche e abbozza tre proposte: “Il Pd e la commedia delle assurdità” (Il Fatto). Dice la sua Giorgio Merlo su Il Dubbio: “Il ruolo fondamentale dei cattolici per tenere unite le due anime del Pd”. Così pure la dicono Agostino Pietrasanta, su “Appunti alessandrini”: “Per una possibile ricomposizione di una presenza di cattolici in politica”; Beppe Elia, del Meic: “Navigare controcorrente per salvare la democrazia”, e Paolo Cova: “Il tempo propizio delle idee” (blog Pensieri democratici). E poi: Stefano Ceccanti,Il Pd va ricostruito, non snaturato. Sì a primarie e vocazione maggioritaria” (intervista a Il dubbio). Goffredo De Marchis, “La condanna del Pd sospeso tra immobilismo e guerra civile” (Repubblica). Fabrizio Barca, “Perché dialogare con i grillini” (Il Dubbio, in risposta a E. Macaluso).  Gianni Cuperlo, “Cambiare i dirigenti del Pd. Renzi è il passato” (a Il Fatto). Renato Soru, “Sono tra i fondatori di un partito mai nato” (a Libero). Marco Follini,Morta la dc nasce l’antipolitica” (Espresso). Maurizio Martina, “Possiamo fermare l’onda sovranista unendo i socialisti nel Mediterraneo” (a Repubblica).

Leggi tutto →

4 luglio 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

Riflessioni di un cattolico inquieto

4 luglio 2018
di Luigi Lochi

 

Non si può non fare i conti con il Pd, in quanto una parte rilevante del cattolicesimo democratico ha concorso alla sua fondazione. Ma con un Pd ridotto ad una “monade senza porte e senza finestre”, al cui interno si combattono guerre di posizione tra capi-tribù, e da cui si emettono voci tanto ripetitive quanto prive di credibilità, è quasi impossibile dialogare. È mai possibile che non si avverta sui territori la necessità ormai vitale di una apertura di dialogo con quei pezzi di società di mezzo che, con fatica, sono ancora capaci di aggregare interessi e aspirazioni?

Leggi tutto →

27 giugno 2018
by Forcesi
1 Commento

1 Commento

LA POLITICA ITALIANA DOPO IL TERREMOTO ELETTORALE. L’ANALISI DI MARCO OLIVETTI

27 giugno 2018

Riportiamo l’interessante analisi che Marco Olivetti, professore ordinario di Diritto costituzionale alla Lumsa di Roma ha tenuto lo scorso 23 giugno al Consiglio Nazionale del MEIC (“La politica italiana dopo il terremoto elettorale“). Si intende, qui, il voto del 4 marzo. Premesso che “il voto è sempre più spesso la confessione di un malessere personale che l’espressione di una scelta per una visione del bene comune”, Olivetti ha detto che questo voto può essere forse non spiegato ma almeno in parte compreso attorno a tre parole-chiave: cambiamento, protezione, comunicazione. Cambiamento, tenendo conto che…

Leggi tutto →