25 Settembre 2020
by Giampiero Forcesi
1 Commento

1 Commento

PD E CINQUESTELLE DOPO IL VOTO. LA “POLITICA CON LE SCARPE”

25 Settembre 2020

PRIMA una bella intervista di Alessandro De Angelis a Giuseppe Provenzano: “’Il tempo dell’anti-politica è finito” (Huffpost). POI: Franco Monaco, “Ora il Pd deve decidere quale partito essere” (Il Fatto); Stefano Feltri, “Il gran travaso di voti tra Pd e Cinquestelle” (Domani); Gianfranco Pasquino,Separati in casa. Cinque stelle e Pd dopo il voto” (Domani); Antonio Floridia,Toscana, un voto di paura ha riportato i 5stelle al centrosinistra” (Manifesto); Marcello Sorgi, “Il vuoto strategico del M5s dopo l’era delle battaglie” (La Stampa); Giuseppe Brescia (5s), “Il m5s va rifondato” (intervista al Manifesto); Fabio Martini,Il patto segreto per le comunali 2021 tra Pd e M5s” (La Stampa). LA POLITICA CON LE SCARPE: Eugenio Giani, “Per una nuova rottamazione”, dialogo con David Allegranti (Foglio). Paolo Armaroli, “Giani, simbolo di mitezza che ha scalato la politica e il consenso con le scarpe” (Il Dubbio).

Leggi tutto →

30 Aprile 2018
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

DALLE MONETINE A CRAXI ALL’ANTIPOLITICA DI OGGI

30 Aprile 2018

Il pensiero, a volte criptico, di Arturo Parisi: “Inutile e pericoloso rivotare con la vecchia legge elettorale” (intervista al Messaggero). L’opinione del liberal Michele Salvati: “Un percorso riformista che non deve interrompersi” (Corriere della sera). Il giudizio di Gian Franco Pasquino sul no di Renzi ai Cinque stelle: “Preferisce l’Italia giù nel baratro. Contento lui…” (intervista a Il Fatto). Un’aperture parziale quella di Carlo Rognoni sul Secolo XIX: “Dem, giusto il tavolo anche se non funzionerà”. Il Foglio raccoglie opinioni sull’ipotesi di accordo Pd-M5s: “Un governo da incubo”. Marco Conti su Renzi: “Il sostegno esterno del Pd a un governo per le riforme” (Messaggero). Francesco Pacifico, “Governo del presidente: costituzionalisti divisi” (Mattino). Ugo Magri, “Berlusconi tentato dall’offerta dem, ma insiste per Salvini premier” (La Stampa). Per Claudio Cerasa si potrebbe fare un governo tra centrodestra e Pd: “Perché il Pd con il M5S sì, e il Pd con il centrodestra no?” (Foglio). E sui 25 anni dalle monetine a Craxi Giovanni Orsina offre una saggia riflessione: “Non basta una monetina per cambiare” (La Stampa). Intanto, ecco “Trump il lunatico, che sta cambiando il mondo” (Danilo Taino, Corriere della sera) e “Europa contro i dazi ma l’Italia è fuori dalla partita” (Marco Zatterin, Secolo XIX).

Leggi tutto →

12 Febbraio 2018
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

MILANO: L’ELOGIO DELLA POLITICA DELL’ARCIVESCOVO

12 Febbraio 2018

Può essere utile, in prossimità delle elezioni, nel mezzo di un clima piuttosto avvelenato, dove le voci anti-sistema, il rancore verso la politica, la disistima verso le istituzioni sembrano gonfiarsi pericolosamente, leggere il discorso che l’arcivescovo di Milano, Mario Delpini, ha tenuto per la vigilia di Sant’Ambrogio lo scorso 6 dicembre, che porta il titolo “Per un’arte di buon vicinato” (Il Regno 1/2018): “Voglio fare l’elogio  – dice l’arcivescovo – delle istituzioni che oggi si fanno carico del bene comune … Voglio fare l’elogio degli onesti e dei competenti…”. E ai cittadini, ai giovani in particolare, dice: “Fateci avanti! Prendetevi qualche responsabilità! Dedicate tempo! Le istituzioni hanno bisogno di voi!”.

Leggi tutto →

5 Gennaio 2018
by c3dem_admin
0 commenti

0 commenti

La Costituzione al tempo dei populismi

5 Gennaio 2018
di Guido Bodrato

 

L’autore, classe 1933, è stato deputato al Parlamento italiano dal 1968 al 1994 e a quello europeo dal 1999 al 2004. Più volte ministro, direttore del quotidiano “Il Popolo”, è  stato, insieme a Donat Cattin, il leader della corrente democristiana Forze Nuove e poi collaboratore di Zaccagnini e fondatore (insieme a Martinazzoli, Galloni, Granelli, Elia e altri) dell’Area Zac.

 

Il populismo è ciò che rimane della politica dopo il tramonto dei partiti di massa, partiti che avevano perduto credibilità e radicamento sociale ed avevano lasciato il campo all’indifferenza e all’antipolitica. Può vivere la democrazia senza partiti?

Leggi tutto →

24 Novembre 2017
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

MDP, L’ALBERO DEGLI IDEALI, ANTIPOLITICA, DON STURZO, SOCIAL NETWORK, BALCANI, PENSIONI

24 Novembre 2017

La Lettera aperta di R. Speranza, P. Civati e N. Fratoianni per invitare alla assemblea popolare che si terrà a Roma il 3 dicembre per avviare la costruzione di una nuova proposta politica. Una riflessione di Luigino Bruni sull’Avvenire di una decina di giorni fa: “Capitali narrativi /1. Far vivere l’albero degli ideali”. Gustavo Zagrebelsky, su Repubblica, ragiona sulla crisi della democrazia causata dalla rinuncia di tanta gente a votare: “Il vestito buono della politica”. Sul Corriere della Sera Antonio Polito cerca idee per superare l’antipolitica: “Il potere del popolo e i suoi mali”. Antonio Padellaro commenta Scalfari: “Carattere Eugenio: è B. il male minore” (Il Fatto). Alberto Mingardi, su La Stampa, commenta un primo passo verso la beatificazione del fondatore del Partito popolare: “Don Sturzo, l’economia libera trova il suo ‘santo’ patrono”. Su Repubblica Alessandra Longo racconta: “La Cosa rosè degli ex Dc: ‘Noi a sinistra’”. L’ipotesi interpretativa di Massimo Adinolfi su Il Mattino a riguardo di Mdp: “Il piano B: fare da stampella al M5s”. Giuseppe Berta scrive sul capitalismo delle grandi piattaforme tecnologiche: “Le opportunità e i rischi di una rivoluzione” (Il Mattino). Alberto Negri all’indomani della condanna di Mladic: “Sirene russe nei Balcani ancora orfani dell’Europa” (Sole 24 ore). Il ministro Carlo Padoan difende la politica economica del governo in un’intervista a Repubblica: “Prima i giovani poi le pensioni”. Carlo Cottarelli, in un colloquio col Foglio, fa lo stesso: “Le pensioni impresentabili”.

Leggi tutto →

2 Ottobre 2017
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

Riflessioni sul populismo

2 Ottobre 2017
di Nino Labate

 

Possibile che quando sbaglia uno sbagliano tutti? Interrogarsi sulla diffusione del populismo potrebbe  significare (anche) interrogarsi sul perché si è portati a semplificare gli avvenimenti e a generalizzare.

Leggi tutto →

27 Aprile 2017
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

NON DATE AL M5S I VOTI DEL CIELO

27 Aprile 2017

Sergio Mattarella insiste: “Subito la legge elettorale” (Marzio Breda, Corriere della Sera). Ma Mauro Calise non crede che si farà nulla: “Il gioco delle parti non fa un’intesa” (Mattino); e Lina Palmerini vi legge “La spinta per il voto anticipato” (Sole 24 Ore). Stefano Ceccanti replica a Andrea Orlando sull’alleanza del Pd con Pisapia: “In queste ore si discute di alleanze” (dal blog). Giorgio Tonini spiega il voto favorevole al DEF: il suo intervento in Senato. Marco Follini in un’intervista al Quotidiano nazionale: “Non date a M5S i voti del cielo”. Massimo Adinolfi, “Francia, i cattolici tentati dal tanto peggio” (Mattino). Matteo Truffelli, presidente dell’Azione cattolica: “Aiutiamo a ricucire il paese lacerato” (intervista ad Avvenire). L’intervista a Marina Berlusconi sul Corriere della sera: “Il vero pericolo è l’antipolitica”. Enrico Morando, “Chi ha ucciso davvero Alitalia?” (intervista all’Unità). Pietro Ichino, “Alitalia, l’origine del peccato” (Foglio). Leonardo Becchetti, sull’Avvenire, propone: “Un sussidio europeo per costruire fiducia e l’inclusione attiva”.

Leggi tutto →

8 Gennaio 2017
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

ITALIA. FOTOGRAFIA DEL DISAGIO E ATTESE DI FUTURO

8 Gennaio 2017

Un sondaggio SWG-Messaggero rivela preoccupazioni, attese e contraddizioni degli italiani: Mario Ajello, “Che 2017 sarà”; Enzo Risso, “La crisi della rappresentanza”. Nell’indagine Demos-Repubblica emergono dati simili: Ilvo Diamanti, “Gli italiani e lo Stato”; Stefano Folli, “La ricerca continua di un padre ideale”; Fabio Bordignon, “Vuole le riforme anche chi votò No al referendum”. Sull’inserto La lettura del Corriere ci si interroga sulle possibilità di un futuro diversi nei vari campi; Maurizio Ferrera risponde per la politica, analizzando le utopie del Novecento e le derive tecnocratiche, e parlando di un’utopia gentile che dovrebbe essere perseguita: l’integrazione europea (“E’ possibile oggi”). Aldo Carra sul Manifesto parla delle speranze della sinistra-sinistra: “Un anno difficile a sinistra. E che serva di transizione”. Gian Maria Gros-Pietro, su La Stampa, invita a “Battere il disagio con la qualità dei beni pubblici”. Alberto Quadrio Curzio, sul Sole 24 ore, dice della “Equazione impossibile tra debito e crescita”. Giuseppe Berta, sul Mattino, teme il ritorno al protezionismo: “Da Trump a Melfi, il neoprotezionismo che minaccia il Sud”. Michele Ainis torna sul tema del burocratismo: “Comma” (Repubblica). Riccardo Petrella, sul Manifesto, lancia un manifesto 2017 per la dignità universale: “In piedi esseri umani, la povertà è un furto”.

Leggi tutto →

14 Novembre 2016
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

COME NASCE L’ANTIPOLITICA. UN SAGGIO DI GIOVANNI ORSINA

14 Novembre 2016

L’insoddisfazione degli elettori per le mediocri performance della elite politica italiana negli anni 1992-93, e similmente nel tempo presente, non è ingiustificata – scrive Giovanni Orsina in un saggio per la rivista “Ventunesimo secolo”, anticipato da Il Foglio (“Come nasce l’antipolitica“)-, ma, in primo luogo, “una componente almeno di quella insoddisfazione è dipesa dalle richieste eccessive che sono state fatte alla politica” e, in secondo luogo, “l’insoddisfazione ha ostacolato l’azione di governo, contribuendo cos’ – in una profezia che si auto avvera – a renderla insoddisfacente”. Nel suo saggio, Orsina ripercorre le riflessioni di Elias Canetti nel suo celebre libro “Massa e potere”.

Leggi tutto →

3 Novembre 2016
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

ANGELO PANEBIANCO SU COME COMBATTERE L’ANTIPOLITICA. FABRIZIO BARCA SU COME RICOSTRUIRE IL PD

3 Novembre 2016

Angelo Panebianco firma un duro editoriale in cui incolpa la politica odierna di essere subalterna all’antipolitica, non avendo il coraggio di difendere le virtù della democrazia rappresentativa (“Il suicidio della politica”). Sull’Unità Fabrizio Barca prende sul serio un documento della segreteria del Pd incentrato su come “ricostruire” il partito ed esorta simpatizzanti e iscritti a darsi da fare: “Se il Pd ricomincia da 6”. Luigi Zanda replica sul Corriere a un precedente intervento di Mario Monti (“Le ragioni del mio No”) sostenendo che “Il nuovo bicameralismo differenziato semplifica il sistema legislativo”. Luciano Violante, sempre sul Corriere, scrive: “La proposta del Sì è realistica. Il No ha solo critiche”. Sul Manifesto un drastico articolo di Alberto Burgio: “Renzi perde comunque, anche se a vincere sarà il Sì”. ELEZIONI USA: Mario Del Pero sul Messaggero: “Gli Usa, Trump, Clinto e le divisioni all’italiana”.

Leggi tutto →