10 Febbraio 2019
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

LA PIAZZA ANTIPOPULISTA

10 Febbraio 2019

Dario Di Vico,La piazza antipopulista” (Corriere della sera). Enrico Letta sul governo gialloverde e Bankitalia: “Vogliono comprarsi l’arbitro e cancellare la democrazia” (Repubblica). Angelo De Mattia, “Un attacco all’autonomia” (Avvenire). Appello di Ada Colau, sindaco di Barcellona e dei sindaci di Madrid, Milano, Napoli, Bologna…: “Salviamo l’Europa da se stessa” (Manifesto). Romano Prodi, “Allarme economia. Invertire la rotta prima che sia troppo tardi” (Messaggero). Giuseppe De Rita, “Le energie da ritrovare nelle politiche anticrisi” (Corriere). Nicola Zingaretti, “Un Pd rinnovato e una lista aperta per rifondare la Ue” (Manifesto). Carlo Calenda al Corriere della sera: “Ai partiti dico: basta tattiche, se l’ostacolo sono io cederò il passo a Gentiloni”; il commento di Franco Monaco: “Calenda, perché confinare l’europeismo in una lista elettorale?” (Huffington post). Alberto Orioli recensisce il libro di p. Francesco Occhetta: “Ricostruiamo la politica. Orientarsi nel tempo dei populismi” (Sole 24 ore). Sergio Fabbrini, “La politica può salvare l’economia europea” (Sole 24 ore). Reportage dal Venezuela: Lucia Capuzzi,La trincea di Maduro” (Avvenire).

Leggi tutto →

7 Febbraio 2019
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

PRODI: AL PD SERVE UN PADRE

7 Febbraio 2019

Romano Prodi: “Al Pd serve un padre. Zingaretti può diventarlo. Decisivo votare alle primarie” (intervista a Repubblica). Franco Monaco:Obiezioni a Calenda, l’europeista confuso” (Il Fatto). Sul Manifesto un estratto del nuovo libro di Mario Tronti: “La mappa del disorientamento” e su Repubblica un’intervista a Tronti: “La sinistra dei benestanti ha perduto il suo popolo”. Silvia Truzzi, “Perché sinistra è diventata una parola sinistra” (Il Fatto). REDDITO: Editoriale di Leonardo Becchetti sull’Avvenire: “Luci e ombre del Reddito”. Nicola Pini (Avvenire): “Reddito, i timori della Caritas”. Chiara Saraceno, “Le forti criticità sulla povertà minorile” (Welforum). Alberto Orioli,La questione salariale, sfida aperta alle parti sociali” (Sole 24 ore). COSTITUZIONE: Andrea Fabozzi sulla riforma costituzionale (a pezzi) avviata dal governo: “Taglio dei parlamentari, in arrivo il primo sì” (Manifesto). Riccardo Fraccaro, “Ecco perché il referendum non sarà contro la Costituzione” (lettera a Repubblica). Luca Zaia, “L’autonomia aiuta a spendere meglio” (intervista al Mattino). VENEZUELA: Juan Guaidò, “Non sono il fantoccio di Trump” (intervista all’Avvenire);  Luciana Castellina, “No, Mattarella stavolta sbaglia” (Manifesto).

Leggi tutto →

1 Febbraio 2019
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

CALENDA SÌ CALENDA NO. NOTE SUL PD

1 Febbraio 2019

Roberto Esposito,La marcia immobile del Pd” (Repubblica). Gianni Cuperlo, “Pd, cambiare forte o il paese resta alle destre” (Manifesto). Carlo Calenda, “Unirò moderati e Pd, il leader arriverà” (Qn). Mimmo Lucà, “Manifesto Calenda. Un buon punto di partenza se…” (Adista). Enrico Letta, “Servono nuovi partiti con al centro l’idea di un’Italia europeista” (Corriere della sera). Lorenzo Giarelli,Bersani contro il fronte Calenda-Macron” (Il Fatto). Goffredo Bettini,Bene Calenda, ma sarà il nuovo segretario a indicare il futuro del Pd” (Il Dubbio). Massimo D’Alema, “La sinistra può rinascere in Europa, ma no alle ammucchiate antisovraniste” (La Stampa). Franco Monaco, “Calenda e il miracolo dell’accozzaglia” (Il Fatto). Giovanni Orsina, “Il tentativo di Calenda” (La Stampa).

Leggi tutto →

15 Gennaio 2019
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

Dialogo Pd-5Stelle. Replica a Sandro Campanini

15 Gennaio 2019
di Franco Monaco

 

Giorni fa abbiamo segnalato con una certa evidenza un articolo dell’autore, uscito su Il Fatto Quotidiano del 6 gennaio: “Il tabù del dialogo tra Pd e Movimento”. Sandro Campanini, coordinatore della rete c3dem, ha interloquito con lui nella nostra rubrica “30righe”: “Dialogo Pd-5Stelle? Non è questione di tabù ma di condizioni politiche (che adesso mancano)”.  Ora la replica dell’autore

Leggi tutto →

10 Gennaio 2019
by c3dem_admin
1 Commento

1 Commento

Dialogo Pd-5 stelle? Non è questione di tabù ma di condizioni politiche (che adesso mancano)

10 Gennaio 2019
di Sandro Campanini

 

In merito all’articolo “Il tabù del dialogo tra Pd e Movimento” di Franco Monaco

 

Il problema vero, per il Pd, non è tanto quello di chiedersi come “influenzare” gli attuali gruppi dirigenti del M5S, quanto di recuperare una proposta politica capace di rilanciarlo. E’ impossibile pensare che un domani Pd e M5S possano dialogare? No, non è impossibile, ma ciò richiederebbe condizioni minime che al momento non si vedono.

Leggi tutto →

10 Gennaio 2019
by c3dem_admin
0 commenti

0 commenti

LA “CROCIATA” DELLA CHIESA. L’OBIEZIONE DI COSCIENZA DEI SINDACI

10 Gennaio 2019

Il discorso di papa Francesco al Corpo diplomatico: “Migranti e rifugiati, deboli da difendere” (Avvenire). Stefania Falasca, “Il papa: ascoltare il popolo ma cercando la solidarietà” (Avvenire). Franco Garelli, “Che cosa c’è dietro la crociata cattolica” (La Stampa). Il direttore de La Civiltà cattolica Antonio Spadaro: “La chiesa tutela l’umanità. Chi specula non è cristiano” (intervista a Il Fatto). Giuseppe Savagnone, “La sfida religiosa della Lega” (settimana news). Marco Tarquinio, direttore di Avvenire, in polemica con Matteo Salvini: “La povertà e la miseria” (Avvenire). Franco Monaco, “L’obiezione di coscienza dei sindaci” (Huffington post). Donatella Di Cesare, “Democrazia e disobbedienza, una sfida su cui riflettere” (Corriere della sera). INOLTRE: Juan Carron, “Il sovranismo è un fallimento” (intervista al Corriere della sera). Alessandro Campi, “Da don Sturzo all’Europa di oggi: quando il popolo non era populismo” (Messaggero).

Leggi tutto →

6 Gennaio 2019
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

“IL TABÙ DEL DIALOGO TRA PD E MOVIMENTO”

6 Gennaio 2019

Franco Monaco torna sul tema dei rapporti Pd-M5S. Su Il Fatto del 6 gennaio scrive che prima o poi Pd e M5S saranno costretti ad avviare un dialogo. Monaco dice di capire perché, da parte del Pd, questo dialogo sia tuttora considerato un tabù. Ma osserva che tale posizione non si giustifica, perché comporta che il sistema politico del paese abbia solo due approdi possibili: l’egemonia di una forte destra nazionalista o l’attuale ambiguo contratto di governo tra due forze populiste e per di più conflittuali come Lega e 5stelle, con la sinistra sempre fuori gioco; e in più, dice Monaco, con l’anomalia di una polarità populisti-antipopulisti che sostituisce quella destra-sinistra. La proposta: non rassegnarsi alla propria irrilevanza e, considerando i 5stelle un movimento articolato e polimorfo e dunque condizionabile, interloquire con loro condizionandoli con la propria iniziativa politica, un po’ come in senso opposto ha sin qui fatto Salvini. (“Il tabù del dialogo tra Pd e Movimento”).

Leggi tutto →