21 settembre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

SMARRIMENTO PD

21 settembre 2018

Roberto Esposito, “Pd, è meglio la separazione consensuale” (Repubblica). Tommaso Ciriaco, “Ormai due partiti in uno. I renziani senza candidato, si sfila anche Delrio” (Repubblica). Due partiti è anche l’idea di Franco Monaco (già espressa un anno fa): “I 5stelle e il Pd, due enigmi speculari” (Il Fatto).  Guido Crainz, “Pd, prove tecniche di scomparsa” (Repubblica). Matteo Orfini, “Martina fermi il congresso. Il Pd non deve continuare questa inutile rissa sui nomi” (intervista a La Stampa). Maurizio Martina, “Il Pd stia con i deboli. Non si estinguerà” (intervista al Corriere della sera). Giuseppe Provenzano, “Il congresso e un’idea di opposizione” (intervista al Manifesto). Roberto Giachetti, “L’ultimo digiuno. ‘O si fa il congresso o si muore’” (intervista a Il Tempo). Antonello Giacomelli (Pd), “Perché il Pd non deve avere fretta a fare il congresso” (Foglio). Antonio Polito, “La sinistra che ignora i deboli” (Corriere della sera). Mauro Calise, “Pd, i leader di un partito invisibile” (Mattino). Stefano Folli, “Pd prigioniero delle manovre di palazzo” (Repubblica). Roberto D’Alimonte, “Ecco perché la sinistra è in crisi” (Sole 24 ore). Claudio Cerasa, “La gran cialtronata di sciogliere il Pd” (Foglio). Franco Monaco, “Quando la politica sfida la logica” (Huffington post). Gianni Pittella, “Serve una grande lista da Macron a Tsipras” (intervista a Il Dubbio). Giovani del Pd, “Ma il Pd serve ancora? Rispondono i millennials della Direzione del Pd” (Foglio). Giulio Sapelli, “Il Pd è morto” (intervista a Italia oggi). Claudio Velardi, “Prendete uno come Marco Bentivogli e affidategli il Pd” (Italia Oggi).

Leggi tutto →

2 settembre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

UMANITÀ, COMUNITÀ, TRIBÙ. E LA SINISTRA

2 settembre 2018

Andrea Riccardi, “Comunità non vuol dire tribù” (Corriere della sera). Nadia Urbinati, “Umanità contro tribù” (Repubblica). SINISTRA: Con fatica avanza il dibattito su come il Pd e la sinistra possono uscire dall’isolamento. Intervista al Fatto di Nicola Zingaretti: “Voglio un confronto con i 5stelle e il Pd può cambiare”; ma Stefano Ceccanti, sul suo blog è “Contro l’appeasement del Pd con i 5stelle”, e così il mitico Massimo Bordin su Il Foglio (“Quelli che nel Pd…”). Ancora sul Foglio Graziano Delrio parla di come far emergere una nuova classe dirigente dai territori e del rapporto di collaborazione, ma critica, con Macron (“Un Pd con Macron”, titola esagerando il Foglio). E al Foglio dice come la pensa anche Piero Fassino, facendo alcune puntuali autocritiche (titolo, un po’ fuorviante: “Una via sui migranti”). Sul Fatto le serrate critiche di Franco Monaco a Veltroni: “Veltroni e i suoi. Più renziani di Renzi” . Anche Angiolo Bandinelli, sul Corriere della sera, è dubbioso: “Caro Veltroni, basta con la storia che fu, così la sinistra non riparte”. Favorevole, soprattutto per il richiamo a guardare ai 5 stelle,  Piero Ignazi su Repubblica: “La sinistra contaminata dal nemico”. E su Repubblica Maurizio Martina parla dell’iniziativa del Pd a Roma il 29 settembre: “Milano insegna, è ora di tornare in piazza”. ITALIA: Intanto, su la Stampa, Mario Deaglio descrive “La grigia palude italiana” e sul Corriere Federico Fubini spiega “Quanto può costare l’antipatia per la Ue”. A chi anche a sinistra parla di “Aziende strategiche allo Stato” (Paolo Maddalona, Manifesto), Mariana Mazzucato avverte: “La strada storta dello Stato” (Repubblica).

Leggi tutto →

29 agosto 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

LEZIONI DA WEIMAR

29 agosto 2018

E’ da leggere l’articolo di Guido Tabellini sul Sole 24 ore “Lezioni da Weimar” in cui si indicano i non campati in aria elementi di raffronto tra l’Italia di oggi e la Germania degli anni trenta. Assai intenso anche l’articolo di Giuseppe Lupo, ancora sul Sole, “I cattolici alla sfida dei migranti”, con un giusto richiamo al nesso ineludibile tra fede cristiana e accoglienza dello straniero. Su questo tema anche la lettera di Franco Monaco all’Avvenire: “L’intervento della Cei. Sfida di cooperazione, rispetto e gratuità”. Su Salvini e la giustizia scrivono Ugo De Siervo (“Il Viminale alla sfida del diritto”, La Stampa) e Mario Chiavario (“Niente di buono dall’esasperato scontro”, Avvenire). Su Salvini e Orban scrive Sabino Cassese sul Corriere della sera: “La democrazia svanisce se diventa illiberale”. Ampio articolo di Walter Veltroni su Repubblica per dare una scossa alla sinistra: “Non chiamiamoli populisti. Contro questa destra estrema è l’ora di una nuova sinistra”. Valerio Castronovo sul dibattito post Genova: “Uno stato regolatore, non padrone”.

Leggi tutto →

25 agosto 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

L’OSTENTATA MEDIETÀ

25 agosto 2018

“Perfetti nella loro ostentata medietà, liberi da complessi e dal desiderio di piacere in Europa, i due sollevano l’elettore dal senso di inferiorità…”: così Federico Fubini su Salvini e Di Maio (“I populisti senza più complessi”, Corriere della sera). “Quale combinazione di cinismo e autolesionismo. Si fa fatica a trovare paragoni nella storia della democrazia italiana. Eppure, e questo è ancora più grave forse, il consenso per il governo continua a essere molto forte”: così Emanuele Felice (“La macchina del consenso gialloverde”, Repubblica). Come scrive Andrea Bonanni, su Repubblica, l’Italia appare “Un Paese trascinato nel ridicolo”. Di taglio diverso, meno critico, il commento di Giovanni Orsina su La Stampa che riconosce efficacia, e anche qualcosa di più, al governo gialloverde: “Il conflitto fra legge e consenso”. Si segnalano anche Paolo Pombeni (“I rischi di politiche esasperate”, Sole 24 ore), Danilo Taino (“L’inattesa sfida di Merkel all’ondata nazionalista”, Corriere della sera), Nello Scavo (“’Accolti ovunque’. Lo status ignorato degli eritrei”, Avvenire), Marco Bentivogli (“Di Maio vuole chiudere l’Ilva e cerca qualcuno che lo faccia al posto suo”, Il Dubbio), Franco Monaco (“Da prodiano non pentito faccio autocritica”, Manifesto), Jenner Meletti (“Indagine sul Pd. La rabbia dell’Emilia nell’anno zero”, Repubblica), Gianfranco Pasquino (“Per cambiare i dem non basta l’iscrizione di tanti filosofi”, in risposta a Roberto Esposito, Il Fatto).

Leggi tutto →

23 agosto 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

SCENARI. PD E SINISTRA. IL MEETING DI CL

23 agosto 2018

ALCUNI SCENARI. Mauro Magatti, “Il passaggio storico delle elezioni europee” (Corriere della sera). Paolo Mieli, “L’autodifesa preventiva della Lega” (Corriere della sera). Carlo Cottarelli,Se lo spread minaccia le banche” (La Stampa). PD E SINISTRA. Maurizio Martina, “Ripartiamo dai fischi. Tanti sentono il Pd distante. Ma battere Lega e M5S si può” (intervista a Repubblica). Piero Ignazi, “La finzione della purezza immacolata” (Repubblica). Nadia Urbinati, “Quel popolo a sinistra che aspetta solo di essere ascoltato” (Repubblica). Gad Lerner, “La sinistra deve liberarsi di noi, amici dei potenti” (intervista a Il Fatto). Gianfranco Pasquino, “E se fosse questo il Pd che vogliono?” (Il Fatto). MEETING DI CL. Dario Di Vico, “Il Meeting fa il ‘passista’ e snobba il populismo” (Corriere della sera). Franco Monaco, “Politica e affari. La sussidiarietà dei soliti inciuci” (Il Fatto). Angelo Scola, “Non si può accogliere tutti. Il M5S così non va lontano” (intervista al Messaggero).

Leggi tutto →

21 agosto 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

CHE COSA DEVE ESPIARE LA SINISTRA?

21 agosto 2018

Franco Monaco, in una riflessione sui funerali di Genova, vede nella mancanza di umiltà la ragione principale dell’avversione verso il Pd (non solo Renzi): “Pd dopo Genova. Umiltà vo’ cercando” (Huffington post). Un’analisi analoga la fa Nadia Urbinati su Repubblica, che stigmatizza la mancanza di umiltà, la saccenteria, la supponenza degli uomini del Pd: “I peccati della sinistra senza popolo”. Sul Corriere della Paolo Franchi evoca: “La marcia nel deserto che attende l’opposizione”. Ma Giuseppe De Rita, in un’intervista a Repubblica, la mette così: “La sinistra i fischi se li merita, ma 5stelle e Lega non saranno eterni”. Severo sul Pd, e non invece su Lega e 5stelle, il politologo Mauro Calise, già sostenitore di Renzi: “Il Pd sotto le macerie del passato” (Mattino). Ilvo Diamanti dice che la colpa della sinistra è stata di abbandonare le piazze, la società, il territorio: “Che cosa deve espiare la sinistra” (Repubblica). Federico Geremicca su la Stampa consiglia il Pd il coraggio e la pazienza di rifare tutto da capo: “Se per il Pd il nome è un peso”. Alessandro Campi allarga la visuale: “Quel senso di Stato da recuperare nella faida” (Messaggero). A Rimini Giancarlo Giorgetti si è confrontato con Graziano Delrio; così Cesare Zapperi sul Corriere: “’Il Parlamento non conta più. Duello Lega-Pd sul populismo”. L’intervista di Matteo Renzi a Repubblica: “Un boomerang il giacobinismo anti Pd. Chi dice il falso pagherà”. Scrive Alessandro Barbano sul Foglio: “Salvarsi dalla ‘consensite’, malattia mortale della democrazia”. E Federico Fubini indica i rischi per il governo: “La politica nell’epoca delle false promesse” (Corriere della sera).

Leggi tutto →

10 agosto 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

SUL PD, LA SINISTRA, IL GOVERNO

10 agosto 2018

Franco Monaco, “L’errore di spingere i 5stelle in braccio alla Lega di Salvini” (Manifesto), e si veda Roberto Fico, “Siamo diversi dalla Lega” (intervista a Repubblica); Anonimo,La partita difficile di Renzi per trovare un’alternativa a Zingaretti” (Foglio); Daniele Borioli (senatore Pd nella scorsa legislatura), “Una sinistra per il nuovo millennio” (Appunti Alessandrini); Salvatore Carrubba, “Contro il populismo una vera politica riformista”(Sole 24 ore); Michele Prospero, “Solo una prova di intransigenza ideale può rigenerare la sinistra” (Left). Tommaso Nencioni, “La crisi dell’epoca neoliberale trascina anche la sinistra” (Manifesto). SUL DECRETO DIGNITÀ: un documento del Pd; Dario Di Vico, “La politica che ignora le imprese” (Corriere della sera); Mario Deaglio, “Non basta una legge per la dignità” (La Stampa); Massimo Giannini,Il decreto della decrescita” (Repubblica). SULLA MANOVRA DI BILANCIO: Daniele Manca, “La legge di bilancio. Una rotta incerta” (Corriere della sera); Alesina e Giavazzi, “Ambiguità pericolose sui conti” (Corriere della sera); Gustavo Piga, “Il governo e la politica economica. Già perso molto tempo” (Sole 24 ore); Claudio Tito, “La nuova sfida all’Europa” (Repubblica); Giovanni Tria, “Reddito di cittadinanza e flat tax, primi passi di una riforma generale” (intervista al Sole 24 ore); Stefano Fassina, “Manovra regressiva. Savona isolato” (intervista al Manifesto); Leonardo Becchetti, “Il potere di cambiare” (Avvenire). Paolo Pombeni,Lega-M5S come Dc-Psi” (Sole 24 ore).

Leggi tutto →