28 Maggio 2022
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

SCONFIGGERE L’UOMO FORTE

28 Maggio 2022

Paolo Lepri, “Noi e la guerra. Una battaglia ideale per la difesa dei diritti” (Corriere della sera). Frans Timmermans, “Basta mettere i soldi in tasca a Mosca. La resistenza inizia nelle nostre case” (intervista a La Stampa). Siegmund Ginzberg, “Cent’anni di antiamericanismo” (Foglio). Rony Hamaui,Sconfiggere l’uomo forte è il primo obiettivo” (lavoce.info). UCRAINA/RUSSIAVittorio E. Parsi, “La Ue non reggerà all’infinito. Bisogna farlo capire a Kiev” (intervista a Qn). Paola Peduzzi, “L’impatto dei negoziati prematuri, mentre Mosca ribalta il conflitto” (Foglio). Micol Flammini, “Le domande a Kiev” (Foglio). Gianandrea Gaiani, “Donbass, la tenaglia russa. A Mosca il 25% dell’Ucraina” (Mattino). Cecilia Sala, “I russi arrivano a Severodonetsk prima dei razzi americani” (Foglio). Paolo Mastrolilli, “Gli Usa si interrogano sui nuovi obiettivi” (Repubblica). Massimo Gaggi, “Perché Biden rischia di essere isolato” (Corriere della sera). Mattia Diletti,Biden ha ereditato un paese polarizzato e paralizzato” (Scenari/Domani). Tommaso Ciriaco, “Il negoziato di Draghi per liberare il grano” (Repubblica). Vittorio Da Rold, “Quello che non torna nella strategia di Draghi sull’Ucraina” (Domani). Francesca Basso, “Le vie del grano: i treni o il Bosforo” (La Stampa). Marco Bresolin, “Per salvare l’embargo Ue sul petrolio, si va verso l’esenzione all’Ungheria” (La Stampa). David Carretta,L’Europa è divisa su come deve finire la guerra” (Foglio). Barbara Spinelli, “Sulla guerra la Russia ha due linee diverse, e anche l’Europa” (Il Fatto). Franco Monaco, “Per la pace servono concessioni reciproche, non soltanto a Kiev” (Il Fatto). Carlo Galli, “Un abbaglio chiamato Putin” (Repubblica). Salvatore Bragantini, “Le contorsioni intellettuali dei ‘realisti’ e ‘complessisti’ sulle mosse di Putin” (Domani). Nadia Urbinati, “La guerra in Ucraina sta cambiando l’Occidente” (Domani). INOLTRE: Jeffrey Sachs, “Finalmente abbiamo capito che crescita e sviluppo non sono la stessa cosa” (Sole 24 ore).

Leggi tutto →

10 Maggio 2022
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

LE LIBERTA’ CI RENDONO PIU’ FORTI. I CRISTIANI E LA GUERRA

10 Maggio 2022

Angelo Panebianco, “Le libertà ci rendono più forti” (Corriere della sera). Franco Monaco, “I cristiani e la guerra” (Settimana news). Dacia Maraini, “I toni guerreschi di chi vuole la pace” (Corriere della sera). I DISCORSI DI PUTIN E MACRON DEL 9 MAGGIO: sul discorso di Putin: Mark Galeotti, “La retorica dello zar prepara il paese a una lunga guerra” (intervista a Repubblica); Ian Bremmer, “Dal leader russo nessuno spiraglio alla diplomazia” (intervista a Repubblica). Emanuel Macrontesto del discorso a Strasburgo (Foglio). Marco Bresolin, “Macron: non umiliare lo Zar. ‘Ma ora cambiamo i trattati’” (La Stampa); Paolo Galimberti, “Le due visioni del mondo” (Repubblica). Beda Romano, “Von der Leyen e Macron: l’Unione europea del futuro sarà a più velocità” (Sole 24 ore). Claudio Cerasa, “Solo i leader europei possono proteggere l’interesse nazionale” (Foglio). Vittorio E. Parsi, “Sulla risposta dell’Unione europea alla guerra” (Messaggero). Adriana Cerretelli, “Pace, democrazia, prosperità: quanto vale l’unità europea” (Sole 24 ore). Nathalie Tocci, “Il ruolo dell’Occidente e la polemica sulla guerra per procura” (La Stampa). DRAGHI IN USA:  Alessandro Barbera, “Draghi, missione per la Ue. ‘Ci aiuti a frenare gli Usa’” (La Stampa). Mario Platero, “Le radici americane di Draghi” (Sole 24 ore).  Marta Dassù, “Biden-Draghi, convergenze necessarie” (Repubblica). ITALIA: La chiara intervista di Enrico Letta al Corriere della sera: “L’Ucraina è Europa, tocca a noi costringere il Cremlino alla pace”. Stefano Folli, “Letta, quale destino per il campo largo” (Repubblica). Lina Palmerini, “Draghi-Biden e le coalizioni troppo diverse per governare” (Sole 24 ore). ANCORA SU RUSSIA E UCRAINA: Marta Ottaviani, “Il Cremlino disinforma. Mosca vuole condizionarci con l’uso di hacker e troll” (intervista al Secolo XIX). Maria Ressa, “L’inizio fu la Crimea. La disinformazione social uccide la democrazia” (intervista al Corriere). Linda Laura Sabbadini, “La popolarità della paura in Russia” (Repubblica). Cristiana Mangani, “Grano ucraino bloccato, prime rivolte in Africa” (Messaggero). Ezio Mauro, “Le tre guerre dello Zar” (Repubblica). Barbara Spinelli, “Gli orrori neonazisti in Ucraina e la guerra senza fine della Nato” (Il Fatto). Kostantin Nemichev, capo militare di una brigata ucraina di estrema destra, “Con le armi occidentali vinciamo, ma non servirà entrare nella Nato” (intervista a La Stampa).

Leggi tutto →

12 Aprile 2022
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

E’ POPULISMO QUELLO DELLA FRANCIA?

12 Aprile 2022

Mauro Magatti, “Disarmare Putin si può, ma l’Occidente da solo non ci riuscirà” (Avvenire). Angelo Bolaffi,L’attacco all’Ucraina è la risposta russa alla caduta del Muro di Berlino” (intervista a Il Riformista).  Gen. Vincenzo Camporini, “Mosca cambia tattica. La guerra non potrà durare ancora a lungo” (intervista a Libero). Massimo Cacciari, “Putin scava un altro fossato e impedisce di aprici ad Est” (La Stampa). Alexander Stubb, “Lo Zar ci fa paura, la Finlandia entri nella Nato” (intervista a Repubblica). Le critiche da sinistra alla posizione del Pd sulla guerra in Ucraina: Donatella Di Cesare, “La sinistra italiana è giunta al capolinea” (Il Riformista); Luciana Castellina, “Il papa è il solo politico lucido. Che stupido questo Pd di Letta” (intervista a Il Fatto). MELENCHON POPULISTA?: Giovanni Orsina, “Se a Parigi riparte l’onda populista” (La Stampa). Yves Meny,Metà elettorato populista. Il 24 sarà battaglia feroce” (intervista a La Stampa). Gad Lerner, “Melenchon, le mele, le pere e l’ossessione rosso bruna” (il Fatto). Barbara Spinelli, “Quel sacro terrore per Melenchon” (Il Fatto). Manon Aubry, “La gauche con Macron? Dovremo turarci il naso” (intervista a Qn). Paola Peduzzi, “Da insoumis a macroniano si può?” (Foglio). Claudio Cerasa, “Con Putin o con l’Europa? La Francia è l’acceleratore delle vere decisioni da prendere” (Foglio). Stefano Folli, “Roma e Parigi non si somigliano” (Repubblica). Isabelle De Gaulmyn, “I cattolici e il voto in Francia” (La Croix). GOVERNO E PARTITI: Annalisa Chirico, “Il Manifesto di Letta commentato da Fabbrini e Panebianco” (Foglio). Lina Palmerini, “La corsa della Le Pen accende la sfida di Salvini sul fisco” (Sole 24 ore). Franco Monaco e Massimo Cacciari, “Fisco. Draghi reticente, sinistra non pervenuta” (Il Fatto). Paolo Pombeni, “Quanto conta il consenso del mondo del lavoro” (Messaggero). Daniele Manca, “Le (nostre) scelte sull’energia” (Corriere della sera).

Leggi tutto →

22 Marzo 2022
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

DRAGHI: “L’UCRAINA NELLA UE”

22 Marzo 2022

Il Fatto intervista mons. Giovanni Ricchiuti, presidente di Pax Christi, il quale sostiene: “Nella guerra ucraina la Nato ha colpe gravi” (tema su cui torna la sera a La7 nel talk show “Di Martedì”, dove sembra mettere sullo stesso piano Putin e Zelensky). Sul Corriere della sera il generale Vincenzo Camporini afferma: “Sui nuovi membri la Nato rispetta i patti”. Così pure ieri Federico Fubini sul Corriere: “Perché il conflitto non può essere colpa della Nato”. Stefano Feltri, su Domani, avanza una proposta netta: “L’Ucraina nella Ue” (la stessa sostenuta questa mattina da Draghi dopo l’Intervento di Zelensky al Parlamento italiano).  Luigi Manconi, “La sovranità è costitutiva dei diritti umani” (intervista al Manifesto). Ieri su Il Fatto un intervento accesamente anti-Nato di Barbara Spinelli: “Ucraina, l’Ue ignora i nostri interessi”. La Verità intervista Alexander Dugin, il filosofo ortodosso che ispira Putin: “Vi spiego la guerra russa alle oligarchie mondiali”.  Ezio Mauro analizza “La controdemocrazia del Cremlino” (Repubblica). Daniele Raineri, “La fascinazione perversa per Putin” (Foglio). Nathalie Tocci, “I media, la guerra e la democrazia” (La Stampa). Marta Dassù, “Uscire dall’ambiguità” (La Stampa). Umberto Gentiloni prova a spiegare “Cosa vuol dire resistenza” (Repubblica). Massimiliano Smeriglio riprende una proposta: “Casarini va ascoltato. Andare a Kiev è solidarietà concreta” (intervista a Il Riformista). L’analisi critica di Marco Buscetta sul Manifesto: “In Ucraina tra Russia e Europa si scava un fossato invalicabile”. Una sofferta intervista di Graziano Delrio a Repubblica sulla scelta europea ed italiana di aumentare la spesa militare: “Folle fare a gara a chi compra più missili. L’Europa decida insieme”. Angelo Panebianco, “La nuova difesa e i vecchi pacifismi” (Corriere della sera). L’Ufficio studi della Camera dei deputati pubblica un dossier: “Il conflitto russo-ucraino, cronologia degli avvenimenti, analisi e documenti”.

Leggi tutto →

23 Febbraio 2022
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

UCRAINA E RUSSIA, IL PESO DELLA STORIA, IL DIRITTO A UN NUOVO FUTURO

23 Febbraio 2022

Anna Zafesova prova a spiegare l’intreccio complesso del Donbass: “Putin, la sfida delle frontiere” (La Stampa). Per Agostino Giovagnoli, “L’approccio imperiale di Putin ha alle spalle una lunga storia” (Avvenire); ma quale storia? Il Foglio pubblica ampi stralci del discorso di Vladimir Putin, in cui il leader russo ne dà la sua versione: “Putin riscrive la storia così”; Fabrizio Dragosei, sul Corriere della sera, ne fa una sintesi: “Le parole di Putin che cancellano l’Ucraina”; qui il commento dello storico Massimiliano Di Pasquale: “Discorso orwelliano in tv per stravolgere la storia” (intervista a Il Giornale); Ugo Tramballi, sul Sole 24 ore, parla di “Putin e il mondo del XIX secolo”, e Paolo Valentino, sul Corriere della sera, prova a entrare “Nella testa dello Zar”. Problematico Romano Prodi nella conversazione con Claudio Cerasa sul Foglio: “I sogni di Putin, i vizi dell’Europa”. Netto il giudizio di Gianni Vernetti su Repubblica: “Il destino europeo di Kiev”. Diversa l’opinione di Sergio Romano, che dice la sua in due interviste: “Altro che Nato! L’Ucraina deve essere neutrale come la Svizzera” (al Riformista); “Nato obsoleta. Ucraina, nuova Svizzera” (al Fatto Quotidiano). E, sul Fatto, scrivono Barbara Spinelli, filo Putin, che mette insieme le consuete critiche a Draghi e quelle alla politica del Pd (“L’atlantismo di Draghi impotente in Ucraina”), e Gad Lerner, non filo Putin ma poco chiaro nell’analisi (“Putin sa fare la guerra, abbatterlo è una pazzia”). Interessanti considerazioni di Antonio Padoa Schioppa sul Sole 24 ore: “Multilateralismo, una storia che finisce con le mire di Mosca”. Sulle reazioni occidentali scrivono Nathalie Tocci su La Stampa (“La risposta unita dell’Occidente”), Paolo Mastrolilli su Repubblica (“Biden e la Ue puniscono Putin”) e Federico Fubini sul Corriere (“L’equilibrio del terrore sulle forniture di gas”). Stefano Folli si sofferma su “La rete filo-russa dentro il governo” (Repubblica). CASO OPEN/RENZI: Alessandro Di Matteo, “Open, il Senato dice di sì a Renzi, ma il centrosinistra si spacca” (La Stampa). Stefano Ceccanti, “Il punto non è difendere Renzi ma le prerogative del Parlamento dalle esondazioni dei magistrati” (intervista al Foglio). Il testo del discorso di Matteo Renzi in Senato: “Fare politica non è reato” (Foglio). INOLTRE: Enrico Morando, “Draghi e la trappola per il Pd” (Foglio). Dialogo Goffredo Bettini – Claudio Cerasa, “La grande coalizione che si può fare ma non si dice” (Foglio). Valerio Valentini, “Enrico, occhi di tigre” (Foglio). Montesquieu, “Se la Consulta decide di parlare con tutti gli italiani” (La Stampa), con una replica ai luoghi comuni su Giuliano Amato.

Leggi tutto →

29 Gennaio 2022
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

MATTARELLA, I GIORNI PRIMA DEL BIS. LA NATO E LA RUSSIA. DISUGUAGLIANZE

29 Gennaio 2022

Infiniti gli articoli dei giorni scorsi sulle votazioni per il Quirinale. Ne ricordiamo solo alcuni: Alberto Melloni, “La Chiesa alla finestra” (Repubblica); Barbara Spinelli, “Se non sei atlantista al Colle non ci vai” (Il Fatto). Claudia Mancina,Ritorno della politica? Fidatevi, tutta scena” (Il Riformista). Roberto D’Alimonte, “SuperMario, l’unica soluzione, oppure c’è il bis del presidente” (Sole 24 ore). Claudio Cerasa, “Draghicidio, il suicidio della politica” (Foglio). Antonio Polito, “Il casting dei candidati che svela le faide interne dei partiti” (Corriere della sera). Claudio Tito, “Quel movimento sotterraneo che sogna il secondo mandato” (Repubblica). Giovanni Guzzetta, “Una proposta: il presidente eletto dal popolo” (Il Riformista). Giovanni Orsina, “La catastrofe del Capitano” (La Stampa). Ilario Lombardo, “Lo stupore di Draghi” (La Stampa). Norma Rangeri, “Mattarella for president” (Manifesto). Lisa Di Giuseppe, “Le poche idee ma confuse dei leader fanno spazio al bis” (Domani). Ugo Magri, “Le condizioni di Mattarella” (La Stampa). UCRAINA: Carlo Jean, “Ucraina, Putin ha esagerato” (Formiche.net). Joseph La Palombara, “Ucraina, come evitare una guerra inutile”. Jens Stoltenberg, segretario generale Nato, “Reagiremo alle aggressioni” (intervista a La Stampa). Paolo Magri, direttore Ispi, “Mosca gioca contro la Nato, ma i soldati sono un bluff” (intervista a Qn). Monica Perosino, “Così Kiev esorcizza Putin: ‘Ha paura, non attaccherà’” (La Stampa). Alexander Stille, “Le sfide di Joe Biden” (Repubblica). “Un’altra difesa è possibile. Venga data una casa istituzionale alla difesa nonviolenta”, la campagna promossa da Rete Italiana Pace e Disarmo, Tavolo interventi civili di pace, Conferenza nazionale degli Enti di Servizio Civile, Forum Nazionale Servizio Civile (sbilanciamoci.info). DISUGUAGLIANZE: Mauro Magatti, “Premiare chi crea valore contro le disuguaglianze” (Corriere della sera). Emiliano Manfredonia, presidente Acli, “La battaglia contro le disuguaglianze non può attendere” (Sole 24 ore). Maurizio Franco, “Un lavoratore su tre ha uno stipendio sotto la soglia di povertà” (L’essenziale).

Leggi tutto →

9 Gennaio 2022
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

LE SFIDE DI PUTIN

9 Gennaio 2022

Beda Romano, “Nato, rischio elevato di una guerra al confine tra Russia e Ucraina” (Sole 24 ore). Franco Venturini, “Le sfide di Putin all’Europa” (Corriere della sera). Maurizio Molinari, “Quale ruolo dell’Italia tra Occidente e Russia” (Repubblica). Lucio Caracciolo, “Il fronte orientale che spaventa Putin” (La Stampa).  Il discorso del giornalista russo Dmitry Muratov nel ritirare il premio Nobel per la pace (Foglio). UNIONE EUROPEA: Gianni Cuperlo, “Nella tragedia ignorata dei migranti c’è l’abdicazione dell’Occidente” (Domani). Sergio Fabbrini,Due paradigmi per la riforma fiscale dell’Unione” (Sole 24 ore). Romano Prodi, “La scommessa che Londra non accetta di aver perso” (Messaggero). QUIRINALE: Marco Bresolin, “Spinta della Ue: se Draghi lascia serve Gentiloni a Palazzo Chigi” (La Stampa). Paolo Mieli, “Vi spiego perché Draghi non sarà eletto al Colle” (intervista a Libero). Stefano Folli, “Il gioco dell’oca del Quirinale” (Repubblica). Stefano Ceccanti, “Mattarella bis contro la crisi? Ora non vedo alternative” (intervista a Il Dubbio). Matteo Renzi, “Nuovo presidente solo dal quarto voto” (intervista all’Avvenire). Annalisa Cuzzocrea, “Il Centrodestra prova a giocare la carta Frattini” (La Stampa). Su Il Fatto i pareri di Nadia Urbinati, Piero Ignazi, Alessandro Campi. GOVERNO: Vittorio Colao e Roberto Speranza, “Così funzionerà la sanità digitale” (Corriere della sera). Sabino Cassese, “La lingua oscura delle leggi” (Corriere). Ferruccio De Bortoli, “I fondi Ue, il Piano e il destino (vero) del Paese” (Corriere). Gianfranco Viesti, “La chiarezza che serve sull’attuazione del Recovery plan” (Messaggero). Chiara Saraceno, “Due anni buttati tra Dad e ritardi” (La Stampa). Due (tra i molti) interventi de Il Fatto anti-Draghi: Barbara Spinelli, “Sono i migliori per sordità”, e Marco Travaglio, “Nel nome del nonno”. SINISTRA: Antonio Floridia, “Per rifare la sinistra non bastano le agorà, ci vorrebbe un congresso” (Manifesto). Arturo Scotto (Art. 1), “Caro Morando, a fallire è stata tutta la sinistra, ora può rinascere” (intervista a Il Riformista). INOLTRE: Furio Colombo sugli Usa: “Irrimediabile spaccatura con la Chiesa e con lo Stato” (Il Fatto).

Leggi tutto →

5 Novembre 2021
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

COME SALVARE IL SOLDATO ZAN. COME BATTERE LA CLIMATOCRAZIA. IL NODO CONCORRENZA.

5 Novembre 2021

Fabio Albanese, “Uomini in mare” (La Stampa). DDL ZAN: I ripensamenti di Gianni Cuperlo e Luigi Manconi: “Salviamo il soldato Zan” (Repubblica). Emanuele Calò, “Non solo Zan” (Foglio). Il teologo Giuseppe Lorizio, “Lotta all’omotransfobia, il conflitto ideologico fa perdere tutti” (Famiglia cristiana). AGENDA DI GOVERNO: Stefano Lepri, “La concorrenza si ferma a metà”(La Stampa). Valerio Valentini, “Concorrenza, ahi Draghi!” (Foglio). Barbara Fiammeri, “Draghi: non ci fermiamo qui. Trasparenza sulle concessioni” (Sole 24 ore). Marco D’Alberti (consulente di Draghi), “Tutelati valori e crescita. Ora ambulanti e balneari” (intervista al Corriere della sera). Cristiano Gori, “Per risolvere le criticità del Reddito di cittadinanza punire gli abusi non basta” (Sole 24 ore). Tommaso Nannicini, “Serve un finanziamento di formazione per creare più opportunità di lavoro” (intervista al Mattino). Cristina Messa (min. Università), “Così riformiamo il CNR” (intervista al Corriere). L’allarme di Chiara Saraceno: “Cresce solo il lavoro peggiore” (Repubblica). L’accusa di Fabrizio Barca, “Il Pnrr di Draghi è un flop” (intervista a The post International). TRANSIZIONE ECOLOGICA: Enrico Giovannini,Sostenibilità integrale: quello che abbiamo fatto sin qui” (Lettera a Avvenire). Grammenos Mastrojeni,Come sconfiggere la climatocrazia” (intervista a The post international). Alessandro Montebugnoli, “Il problema del Climate Change oltre la categoria dell’utile” (Centro riforma dello Stato). Lucrezia Reichlin, “Sostenibilità, servono i soldi dei privati” (intervista al Corriere della sera). Posizioni contrapposte: Leonardo Boff,Ma il problema del pianeta resta il capitalismo” (intervista al Manifesto) e Angelo Panebianco, “La fatica di salvare il mondo” (Corriere della sera). Così pure: Barbara Spinelli, “Clima, i fallimenti che Draghi nasconde” (Il Fatto) e Alessandro Campi, “Gli isterismi ecologisti e i politici che restano lucidi” (Messaggero). E Giuliano Ferrara, la vede così: “Piantare alberi per il Millennio” (Foglio).

Leggi tutto →

10 Ottobre 2021
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

ANCORA MURI IN EUROPA. ANCORA NOSTALGICI DEL DUCE. ULIVO E/O NUOVO CENTRO

10 Ottobre 2021

Beda Romano, “Allarme profughi. 12 Paesi europei chiedono un muro ai confini” (Sole 24 ore). Nello Scavo, “Profughi sfruttati e muri d’Europa” (Avvenire). Andrea Bonanni, “Il momento della verità” (Repubblica). Furio Colombo, “In quel brutto giorno l’Europa scappò di casa” (Il Fatto). Adriana Castagnoli, “Irrisolti tormenti del modello europeo” (Sole 24 ore). Emma Bonino, “Muri contro i migranti? Assurdo e disumano” (intervista a Il Riformista). David Sassoli, “Democrazia a rischio. Misure drastiche contro i populisti” (intervista a Repubblica). Wolfgang Thierse,E’ il frutto della disunione. Più politica comune contro le paure dell’Est” (intervista al Corriere). ASSALTO AI SINDACATI: Roberto Mania, “Perché attaccano il sindacato” (Repubblica). Sebastiano Maffettone: “Fascismo e comunismo ancora qui. L’Italia è nostalgica delle ideologie” (intervista a Qn). Giorgia Meloni, “I nostalgici del fascismo sono utili idioti della sinistra” (intervista al Corriere). POST VOTO: Romano Prodi,Il voto nelle città che rafforza il governo” (Messaggero). Sergio Fabbrini, “Il grande fossato tra governo e mondo politico” (Sole 24 ore). Antonio Polito, “Il non voto che non è solo protesta” (Corriere della sera). Barbara Spinelli, “I miopi signori della necessità” (Il Fatto). Carmelo Caruso, “L’agenda del conciliatore Letta: ‘Non montiamoci la testa’” (Foglio). Marco Tarchi, “Salvini e Meloni sono vittime del proprio successo” (Domani). Gianni Cuperlo, “Il Pd vince, l’antipolitica è finita, il M5S deve capire chi è e cosa vuole” (intervista a Il Riformista). Roberto Gressi, “Strategie e contatti segreti. L’incognita Quirinale” (Corriere). ULIVO O NUOVO CENTRO? Arturo Parisi, “Troppo facile parlare di Ulivo” (intervista a Italia Oggi). Matteo Renzi,Non si rifà l’Ulivo con M5S. La partita è al centro” (intervista al Mattino). Mario Ajello, “Conte sempre più solo e Grillo teme il big bang” (Messaggero). Claudio Cerasa, “Sinistre, occhio al suicidio” (Foglio). Nicola Imberti,E’ tornata la splendida ossessione del ‘centro’” (Domani).

Leggi tutto →

28 Settembre 2021
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

LA GERMANIA E NOI. LA “TRATTATIVA”. NOTE SUL NOSTRO PRESENTE

28 Settembre 2021

Lucio Caracciolo,Un futuro incerto” (Repubblica). Angelo Bolaffi, “Germania, il futuro a tre” (Repubblica). Romano Prodi, “Grande coalizione a guida SPD, i liberali un problema per l’Italia” (intervista al Messaggero). Daniel Gros, “Torna la Berlino del rigore” (intervista a Qn). Marco Bascetta, “Un cambiamento che appare senza bussola” (Manifesto). Adriana Cerretelli, “L’Unione europea ha bisogno di una Germania stabile per le nuove sfide globali” (Sole 24 ore). Claudio Cerasa, “La sinistra vince con la destra” (Foglio). LA “TRATTATIVA”: Damiano Aliprandi, “Quei problemi di Travaglio a comprendere la sentenza” (Il Dubbio). Barbara Spinelli, “L’oscena resa dei conti ai danni dell’antimafia” (Il Fatto). Giancarlo Caselli, “Perché difendo i Pm di Palermo” (La Stampa). IDEE: Francesco Pallante,‘Mi piace’ e click lontani dall’impegno politico” (Manifesto). Mariangela Mianiti, “Non più donne, ‘persone con vagina’” (Manifesto). Remì Brague, “Il paradosso della cultura contemporanea” (Foglio). Davide Tabarelli (Nomisma Energia), “Solo con il nucleare salveremo il clima” (intervista a Libero). Luigi Manconi, “Cacciari, diritto alle libere idee” (La Stampa).

Leggi tutto →