17 Giugno 2021
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

DRAGHI, LE ROSE E LE SPINE

17 Giugno 2021

Maurizio Ferraris,La fabbrica del valore” (Repubblica). Tommaso Nannicini, “La questione generazionale è lo specchio dell’Italia” (Domani). GOVERNO: Paolo Pombeni, “Draghi tra Pnrr e Quirinale” e”Draghi, dopo le rose internazionali, le spine italiane” (Il Quotidiano). Claudio Cerasa, “Si rafforza il fronte di chi vuole a lungo Draghi a Palazzo Chigi” (Foglio). Tommaso Montanari, “Draghi, l’ideologia dello status quo” (Il Fatto). Francesco Verderami, “Lavoro, Rai, giustizia: l’agenda Draghi per i dossier più caldi” (Corriere). Alessandro Barbera, “Lavoro e immigrazione, i tornanti di Draghi. Intese ancora lontane” (La Stampa). Giovanna De Minico,Ma su donne, giovani e Sud il Pnrr non dà risposte sufficienti” (Sole 24 ore). Marco Rogari, “Attuazione dei decreti. Missione Garofoli per evitare i ritardi” (Sole 24 ore). PARTITI: Sabino Cassese, “A che punto è la democrazia” (Foglio). Federico Geremicca, “Da Berlusconi a Letta metamorfosi dei leader” (La Stampa). Franco Monaco, “Se Salvini si annette il Cavaliere” (Settimana news). Enrico Letta, “Stare al governo ci fa bene…” (intervista al Corriere). Franco Monaco,Letta non si faccia intimidire dai renziani” (Il Fatto). Irene Tinagli, “I gazebo restano la via per dare la parola alla base. E’ ora di riunire tutti i riformisti” (intervista a Repubblica). Salvatore Vassallo,Primarie locali. La necessaria cessione di sovranità dai dirigenti agli elettori” (Domani). Giovanna Vitale, “Ecco le agorà digitali di Letta per rifondare dal basso il Pd” (Repubblica). Luigi Di Maio, “Ecco il nuovo M5S: forza del ceto medio” (intervista a La Stampa). Gianfranco Pasquino,Il limite dei due mandati,. Che ne sarà dell’ultimo pilastro dei grillini?” (Domani). Renato Mannheimer, “5Stelle di sinistra o di centro? Neanche Conte lo sa” (Il Riformista). Carmelo Caruso,Conte chi?” (Foglio). Carlo Fusi,Pd e M5S, la crisi d’identità li confonde” (Il Quotidiano). Marco Follini,Cina o Usa? Quale geopolitica per l’alleanza Pd-M5s” (formiche.net).

Leggi tutto →

17 Aprile 2021
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

L’IDEA DI POPOLO COME ANTIDOTO AI TOTALITARISMI. L’ITALIA CHE RIAPRE

17 Aprile 2021

Piergiorgio Grassi,L’idea di popolo come antidoto ai totalitarismi” (Avvenire). L’ITALIA CHE RIAPRE: Alessandro Barbera, “Draghi riapre l’Italia dal 26 aprile” (La Stampa). Roberto Mania, “La svolta del premier colpito dal disagio sociale” (Repubblica). Francesco Bei,Riaperture, il rischio di Draghi e il dovere di noi italiani” (Repubblica). Marcello Sorgi,Nuova stagione, nuovi doveri” (La Stampa). Paolo Pombeni, “Riaperture, Draghi si prende il rischio, Salvini (con una scorrettezza) i meriti” (Il Quotidiano). AGENDA DRAGHI: Approvato il DEF, la strategia per uscire dalla crisi e tornare a crescere (qui il testo). Carlo Fusi, “L’Italia ora ha il chiavistello della crescita. I partiti al bivio tra futuro e vecchi poteri” (Il Quotidiano). Enrico Giovannini, “Grandi opere. Il piano sui tempi per i cantieri” (intervista al Corriere della sera). La critica di Fabrizio Barca: “Recovery: poca trasparenza e scarsa visione” (intervista a Il Fatto).  LA CADUTA DI CONTE FU UN “COMPLOTTO”? Franco Monaco, “E’ chiaro per chi e perché Conte non è più premier” (Il Fatto). Maurizio Ferraris,Ma c’è davvero tutta questa voglia di interferire? Pensarlo, come fa Bettini, è sopravalutare l’Italia” (intervista a La Stampa). MIGRANTI: Giovanni Tizian, “Così la Guardia costiera libica lascia affogare i migranti” (Domani). Nello Scavo, “Strage in mare, più di 40 morti. Grandi (Onu): Basta egoismi” (Avvenire). Maurizio Ambrosini,Respingere e basta costa” (Avvenire). INOLTRE: Daniele Raineri, “La campagna per Zaki è un rischio da correre” (Foglio). Roberta De Monticelli, “Una sovranità sovranazionale per coniugare ideale e reale” (Domani). Enrico Peyretti, “Solo il disarmo è razionale” (Rocca).

Leggi tutto →

1 Febbraio 2020
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

NOTE SUL TEMPO PRESENTE (MAGATTI, FERRARIS, FUSARO, STIGLITZ…)

1 Febbraio 2020

Mauro Magatti, sulla necessità di riportare il lavoro e il territorio al centro dell’attenzione: “Il ‘populismo industriale’ e i suoi effetti negativi” (Corriere della sera). Maurizio Ferraris,Si fa presto a dire educazione” (Repubblica). Domenico Melidoro,Quale liberalismo per la sinistra?” (il Mulino). Carlo Fusaro, “Appunti su ‘L’apocalisse della democrazia italiana’” (Libertà eguale). Aurelien Barrau, “Questo insensato consumismo fa vergognare” (intervista all’Avvenire). Miguel Benasayag, “Sono i nostri ‘io’ i nemici del pianeta” (Repubblica). Joseph Stiglitz, “Con gli investimenti verdi finisce la lunga austerity” (intervista a La Stampa). Paola Peduzzi,Uno sguardo alla generazione Europa” (Foglio). Paul Krugman, “Vi prego fatemi pagare più tasse” (Repubblica). Roberta De Monticelli, “Intorno a un’eterna lezione. Severino” (il Mulino).

Leggi tutto →

7 Novembre 2016
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

RISCHIO DI UNA DERIVA DEMAGOGICA E DI UN’ALTERNATIVA INESISTENTE

7 Novembre 2016

“E’ evidente che la sinistra ha fallito. Il problema è che, dopo aver ucciso la ‘vecchia’, nessuna Leopolda ci ha ancora spiegato quale sia, e soprattutto se debba esistere, una ‘nuova’ sinistra”. Così Massimo Giannini conclude su Repubblica la requisitoria della settima Leopolda renziana (“Il capolinea della sinistra”). Giovanni Orsina, su La Stampa, critica Renzi per la sua politica da spaccone e da gigione e per aver agito finora ‘a credito’ in quanto privo di un passato che giustificasse la sua presenza al vertice del paese, e però conclude con queste parole: “Se il gigione spaccone debitore dovesse fallire, quali alternative ci propone una politica debole, divisa, e assediata dall’antipolitica?” (“La trappola del calendario”). Così pure Massimo Adinolfi sul Mattino (“Il nuovo Pantheon e l’ambizione di cambiare il Paese”), ma più propenso a sostenere Renzi. Marco Follini, sul Corriere, dice cose non dissimili da quelle di Orsina nell’articolo “La riforma costituzionale e la sua deriva demagogica”. Sergio Fabbrini, nel difendere la riforma costituzionale, arriva però a dire che “è discutibile la pretesa che i cittadini possano risolvere questioni di tecnica istituzionale”, e quindi sostiene che il referendum in questo caso è un’opzione sbagliata (“La sfida di istituzioni efficaci”, Sole 24 ore). Maurizio Ferraris si interroga sui rapporti tra democrazia e verità (“Tutto l’umanesimo che serve per salvare la democrazia”, Repubblica). Gianni Cuperlo spiega il suo Sì dopo l’accordo sulla riforma dell’Italicum: “Voglio essere coerente. A Matteo chiedo lealtà” (Intervista al Corriere). La delusione di Roberto D’Alimonte: “Il nuovo Italicum dem? Luci e ombre. Se vince il No ritorna il proporzionale” (intervista al Messaggero). Mauro Calise fotografa “Il premier al rush finale” (Mattino).

Leggi tutto →