25 Marzo 2019
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

L’EUROPA PUÒ IMPLODERE?

25 Marzo 2019

Donald Sassoon, “L’Europa può implodere” (Mattino). Wolfgang Streeck, “Addio capitalismo, anche l’Europa affonda. Vincerà il disordine” (intervista al Corriere). Maurizio Ferrera, “La Terza via serve ancora. Senza Europa non c’è sinistra” e “L’Europa amica esiste e va rafforzata” (Corriere). Sergio Fabbrini, “Ue, grande mercato ma piccolo governo” (Sole 24 ore).  Manfred Weber, “Il Ppe non farà mai alleanze con Salvini e i sovranisti” (intervista a Repubblica). Massimo Riva, “Il Ppe, Berlino e i due forni” (Repubblica). Marine Le Pen, “L’Europa che farò con il vostro Matteo” (intervista a Libero). Micol Flammini,Agnes Heller racconta Orban” (Foglio).Paola Del Vecchio, “Anche la Spagna si scopre razzista” (Avvenire). Donatella Di Cesare, “Il nuovo terrore globale nel nome della patria bianca” (Espresso).

Leggi tutto →

24 Settembre 2018
by c3dem_admin
0 commenti

0 commenti

IN GIOCO L’IDENTITÀ EUROPEA

24 Settembre 2018

Romano Prodi, “L’Europa vaso di coccio nella guerra dei dazi” (Messaggero). Ilvo Diamanti, “Risale la fiducia nell’Europa per paura di perderla” (Repubblica). Eugenio Scalfari,Subito un movimento europeista o sarà la fine” (Repubblica). Angelo Panebianco, “L’Europa una terra di contesa” (Corriere della sera). Sebastiano Vassallo, “Popolari europei al bivio. In gioco l’identità” (La Nazione). L’intervista del ministro Lorenzo Fontana a Libero: “Orban sarà il nostro cavallo di Troia nella Ue”.

Leggi tutto →

11 Settembre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

“QUESTO BARATRO INATTESO E VERO”

11 Settembre 2018

Emanuele Felice avverte: “La libertà muore con calma” (Espresso). Non dissimili le considerazioni di Anna Foa: “Questo baratro inatteso e vero” (Avvenire). Nadia Urbinati riflette sul futuro dell’Europa: “Terra di conquista” (Repubblica). Monica Perosino riferisce: “Sull’Europa la scossa svedese” (La Stampa), e lo scrittore svedese Hakan Nesser commenta: “Non riconosco più il mio paese. Hanno vinto gli estremismi” (La Stampa). Andrea Bonanni fa il punto sul che fare: “Respingere o cooptare i populisti, il dilemma europeo dopo l’avanzata” (Repubblica). Intanto Steve Bannon spiega che “In Europa serve un unico gruppo populista” (Messaggero).  Sergio Fabbrini spiega “Che cosa significa allearsi con Orban” (Sole 24 ore). A fronte di queste analisi assai sconfortate, qualcuno sostiene che la sinistra deve cambiare schema di gioco se vuole evitare il baratro: Paolo Mieli, “Opporsi (male) ai populisti” (Corriere della sera);  Mauro Calise, “L’ultima sfida dei sovranisti è ai popolari” (Mattino). Ma spostare ora gli italiani dal loro orientamento prevalente è difficile anche per ragioni antropologiche, come sembrano dire Romano Prodi (“Riflessioni sui vizi degli italiani”, Il Gazzettino) e Leonardo Becchetti (“Tentazione Mugabe”, Avvenire). Massimo Villone, sul Manifesto, prova a discolpare l’attuale governo italiano: “Gialloverdi né nuovi né barbari” (Manifesto); non così Ezio Mauro, su Repubblica: “I giornali e i giallo verdi” (Repubblica). E ci sono ripensamenti sul tema immigrazione: Gian Enrico Rusconi, “La socialdemocrazia ha fallito sull’integrazione dei migranti” (La Nazione); Giovanni Cominelli, “Gli immigrati clandestini: il nostro fastidio, le nostre ragioni”.

Leggi tutto →

8 Settembre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

POPULISMI CRESCONO /2: EUROPA, MONDO

8 Settembre 2018

EUROPA: Manfred Weber (candidato PPE alla guida della UE), “Un dialogo tra noi popolari e i sovranisti” (intervista a La Stampa). Stefano Folli, “Weber il tedesco che parla anche a Salvini”. David Carretta, “La mappa del PPE” (Foglio). Ian Buruma, “Il razzista sul fronte occidentale” (Repubblica). Nial Ferguson,  “Macron fallirà. Da voi vedo un’alleanza tra populisti e tecnocrati” (intervista al Corriere). Valerio Castronovo, “Il futuro della Ue e gli spettri del nazionalismo” (Sole 24 ore). MONDO: Noam Chomsky, “Il popolo contro l’elite non è populismo” (intervista al Manifesto). Robert Darnton, “Le opinioni hanno soffocato l’informazione” (intervista a Avvenire). Ian Bremmer sul Corriere della sera: “Dieci anni dopo il crac il mondo teme ancora”. Wlodek Goldkorn, “L’Occidente e l’Aventino di massa” (Repubblica).

Leggi tutto →

21 Novembre 2013
by c3dem_admin
0 commenti

0 commenti

Il vecchio e il nuovo… a partire dalla Lega Democratica per arrivare agli interlocutori europei

21 Novembre 2013
di Stefano Ceccanti

 

L’autore, trent’anni fa presidente fucino, già senatore del Pd nella passata legislatura, è docente di Diritto pubblico comparato all’Università La Sapienza ed è membro della Commissione per le Riforme Costituzionali

 

Leggo con attenzione le riflessioni relative al prossimo convegno di Bologna. Avendo finito da poco di leggere il libro di Lorenzo Biondi sulla Lega Democratica (“Dalla Democrazia Cristiana all’Ulivo: una nuova classe dirigente cattolica”, Viella, Roma, 2013), vorrei proporre qualche riflessione a partire da lì, da quella che è stata la più feconda aggregazione cattolico democratica in termini di elaborazione di idee.

A me sembra che la parte di eredità più feconda sia quella sul ruolo parziale della legge nella società democratica e pluralistica in materia di diritti, affermato (soffertamente e senza volontà ribellistiche) col No al referendum sul divorzio e con un certo tipo di atteggiamento in quello sull’aborto, distinto rispetto ai filoni più intransigenti, già allora sostenitori di principi non negoziabili ante litteram

Leggi tutto →