5 Novembre 2019
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

L’ILVA E QUATTRO POPULISMI

5 Novembre 2019

Marco Bentivogli, “La demagogia ha affossato l’Ilva” (Il Riformista). Davide Tabarelli, “Il paradigma di un paese che non vuole lo sviluppo” (Mattino). Paolo Bricco, “Il conto della demagogia” (Sole 24 ore). Dario Di Vico, “Dai Riva al M5s, il declino di una fabbrica” (Corriere della sera). Mario Ajello, “Somma zero di quattro populismi” (Messaggero). Federico Fubini, “La politica industriale ha perso la bussola” (Corriere della sera). Andrea Orlando, “L’Ilva funesta del Pd” (dialogo col Foglio). Gian Franco Viesti, “Che succede se l’Ilva chiude? Tre miliardi di Pil e 50mila posti di lavoro” (Mattino). Paolo Pombeni,Così il Sud paga la dissennata retorica dei ministri populisti” (Il Quotidiano). Lorenzo Caselli, “All’Italia serve il Mezzogiorno” (Avvenire).

Leggi tutto →

24 Luglio 2018
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

LO STRABISMO ETICO SUI MIGRANTI

24 Luglio 2018

Michele Ainis spiega la Costituzione italiana in fatto di migranti: “Lo strabismo etico sui migranti” (Repubblica). Matteo Marcelli, “Meno navi, più morti” (Avvenire). Mario Ricciardi, “Noi” (il mulino online). Luigi Manconi, “Contro i nuovi mainstream” (Foglio). Il candidato alla presidenza dell’Istat, il demografo Gian Carlo Blangiardo, rilascia due interviste: “Porte chiuse ed espulsioni. Per i migranti non c’è più posto” (a La Stampa) e “Gli immigrati servono, ma non sono la soluzione” (al Messaggero). Gabriella Cotta, “Solo la cooperazione tra Europa e Africa ci salva dal tramonto” (Avvenire). Marco Minniti,Tripoli non può tutelare da sola le vite in mare” (intervista a Il Fatto). Renato Mannheimer presenta un’indagine che rivelerebbe: “Italiani sempre più ostili verso gli immigrati” (Il Giornale); ma Federico Fubini interpreta un po’ diversamente la stessa indagine: “Gli sbarchi lacerano l’Italia, ma lo ‘stato debole’ spaventa più degli stranieri” (Corriere della sera). Il bell’articolo di Paolo Bricco sul Sole 24 ore: “La silenziosa lotta alla schiavitù nelle strade di suor Rita, sorella Africa”.

Leggi tutto →

17 Febbraio 2018
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

LA SPINTA DI GENTILONI E PRODI. L’IPOTESI LARGHE INTESE. LE IMPRESE E IL VOTO

17 Febbraio 2018

Il cambio di passo del premier, l’asse con Calenda e il sostegno di Prodi” (Monica Guerzoni, Corriere della sera). Graziano Delrio, “Un errore dividerci, ma ora possiamo recuperare” (intervista a Il Resto del Carlino). “Mediaset, Bonino, Maroni: il partito delle larghe intese” (Andrea Carugati, La Stampa). Mario Ajello, “La tela di Minniti” (Messaggero). Marco Panarari, “Le larghe intese non sono un tabù” (La Stampa). Francesco Verderami, “Il ritorno alle urne non conviene a nessuno” (Corriere della sera). Bruno Vespa, “L’orizzonte dell’unità” (Quotidiano nazionale). Antonio Polito spiega perché un governo pur si farà: “L’attesa del 5 marzo”.  Luciano Fontana, direttore del Corriere, intervistato da Il Fatto: “Il primo compito del post voto è una nuova legge elettorale”. IL DIBATTITO A SINISTRA: Enzo Scandurra, “Contro la destra è necessario unire la sinistra” (Manifesto). Gianni Ferrara, “Come costruire un nuovo patto tra stato e mercato” (Manifesto). LE IMPRESE E IL VOTO: Dario Di Vico, “La Confindustria e il voto”; Paolo Bricco, “Quella passione civile del fare impresa”; Gianni Trovati, “Da Confindustria il piano per l’Italia” (Sole 24 Ore). Mauro Magatti, “Piccole e medie imprese, il Paese che ce la fa” (Corriere della sera). Anna Maria Furlan, “Un ‘patto della fabbrica’ per dare futuro al Paese” (Avvenire).

Leggi tutto →

17 Gennaio 2018
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

UN PIANO PER L’ITALIA DELLE COMPETENZE

17 Gennaio 2018

Il contributo pubblicato sul Sole 24 Ore qualche giorno fa dal ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda e dal segretario della Fim-Cisl Marco Bentivogli (“Un Piano industriale per l’Italia delle competenze”) ha suscitato un interessante dibattito (Carlo Fotina, “Coro di consensi al piano per l’Italia di Calenda e Bentivogli”), finora con scarse ricadute sul dibattito preelettorale. Sono intervenuti, tra gli altri, il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan (“Il potenziale di un paese che sa guardare al futuro”), Franco Debenedetti (“Le tracce dei totem della sinistra”), Leonardo Becchetti (“Giusto risalto alla variabile ambientale”), Claudio de Vincenti (“Il fattore umano rimette in moto la macchina”), Michele Tiraboschi (“Un nuovo welfare per Industria 4.0”), Paolo Bricco (“Produttività e territori, le amnesie della politica”).

Leggi tutto →

26 Maggio 2017
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

“IL QUARTO PARTITO”

26 Maggio 2017

Carlo Carboni sintetizza le posizioni della Confindustria espresse dal suo presidente Vincenzo Boccia: “L’inclusione per risolvere le criticità sociali”; e Paolo Bricco indica “Il filo rosso che lega Draghi, Carli e Krugman” nell’analisi di Boccia; il commento di Giuseppe Berta: “Il patrimonio delle filiere” (Sole 24 ore). Dario Di Vico, sul Corriere, commenta l’intervento del ministro Carlo Calenda: “Ministri scomodi. Calenda attacca”. Massimo Giannini, su Repubblica, spiega come l’intervento di Calenda, vicino alle tesi di Boccia, indichi un progetto politico-economico alternativo a Renzi: “Calenda, Renzi e il mito Macron”. Il Foglio pubblica il discusso intervento di Carlo Calenda all’assemblea della Confindustria: “Agenda Calenda”. Sul Corriere Francesco Verderami racconta: “Dal Palazzo al mondo delle imprese ecco il partito trasversale che guarda ancora a Gentiloni”. Gianni Toniolo, “Se la produttività scompare dal discorso pubblico” (Sole 24 ore).

Leggi tutto →

31 Agosto 2016
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

TTIP. L’ITALIA VUOLE SALVARE L’ACCORDO SUL LIBERO SCAMBIO UE-USA

31 Agosto 2016

Dopo il parere contrario della Spd tedesca al trattato commerciale di libero scambio tra Usa ed Unione europea, in discussione ormai da tempo (Danilo Taino, “L’accordo commerciale che ormai non si farà”, Corriere della Sera), Carlo Calenda, ministro allo Sviluppo economico, in un’intervista al Corriere il 30 agosto, dice: “Ci vorrà più tempo ma per il nostro export è un accordo essenziale”; e il 31 replica: “Il TTIP si farà ma la Ue parli a una sola voce” (intervista all’Avvenire). Paolo Bricco sul Sole 24 Ore parla di una “Una miopia inaccettabile”. Sul Foglio David Carretta mette a confronto due sistemi di pensiero: “Eurosocialismo vs liberoscambismo”. Giorgio Barba Navaretti, sul Sole, osserva: “Sul Ttip troppi errori elettorali”. Anche Giulio Sapelli sul Messaggero scrive a favore del trattato: “Commercio mondiale, perché serve l’accordo”. Ma il caso delle sanzioni della Ue alla Apple indica un’ulteriore crisi nei rapporti Usa-Ue e nelle sorti della globalizzazione. Annota Giuseppe Berta: “Ue e Usa alzano i ponti levatoi” (Mattino); Alessandro Plateroti dice: “Le ambiguità americane non più tollerabili” (Sole 24 Ore); e dagli Usa Federico Rampini scrive: “Washington vede l’Unione sempre più lontana e chiusa” (Repubblica). Paolo Bricco parte dal caso Apple per criticare la troppo elevata imposizione fiscale sulle imprese italiane: “Quel macigno che pesa sulla produttività italiana” (Sole). Di tutt’altro segno l’articolo di Beppe Caccia sul Manifesto che dà conto dello stato di salute della sinistra in Europa: “Quo vadis Europa? Fuori, dentro, a sinistra”.

Leggi tutto →

28 Febbraio 2016
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

IL PAPA E GLI INDUSTRIALI  ITALIANI

28 Febbraio 2016

Cercare “una concreta alternativa al modello consumistico del profitto a tutti i costi”, il che “significa dare a ciascuno il suo, strappando madri e padri di famiglia dall’angoscia di non poter dare un futuro e nemmeno un presente ai propri figli”: il discorso di papa Francesco ai settemila imprenditori della Confindustria riuniti nell’aula Nervi il 27 febbraio. Articoli del Sole 24 Ore: Gianfranco Brunelli,La vocazione di creare ricchezza e migliorare il mondo”; Paolo Bricco, “Francesco parla agli industriali”; Carlo Marroni, “Il papa agli industriali: mettere al centro l’uomo”; M. Bartoloni, “Dove l’azienda concilia lavoro e etica”; il discorso del presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, “Un bene prezioso: le nostre imprese”. Sul Corriere della Sera un commento di Dario Di Vico: “Francesco leader globale”. L’intervista di Fausto Bertinotti a La Stampa: “A parlare di valori e lavoro è rimasto solo Francesco”.

Leggi tutto →

18 Agosto 2015
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

ANALISI GEOPOLITICHE

18 Agosto 2015

Francesco Grillo sul Messaggero propone un’analisi a tutto campo: “L’economia globale e i primi segni del tramonto”. Carlo Bastasin sul Sole 24 Ore getta luce su “Il capitalismo Usa alla ricerca di nuovi modelli”. Sempre sul Sole Paolo Bricco illustra “Il nostro capitalismo bipolare”. Da Roberto Toscano un’analisi su La Stampa sul dopo patto dell’Occidente con l’Iran: “Medio Oriente, ecco cosa sta cambiando”. Adriana Cerretelli sul Sole spiega “I paradossi democratici sulla strada dell’Euro”. Mauro Calise si interroga: “Se Trump si compra la Casa bianca” (Mattino). Da Paolo Gentiloni un’intervista a La Stampa: “Libia, un accordo subito o dovremo affrontare un’altra Somalia”. Romano Prodi: “La svalutazione della Cina è un allarme per Berlino” (Messaggero). Sul Corriere della Sera Federico Fubini racconta “L’Europa anemica”. E un’analisi di Pietro Reichlin dice: “Bruxelles sta imparando a usare la flessibilità” (Sole 24 Ore).

Leggi tutto →