16 Giugno 2022
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

L’ABBAIARE DELLA NATO E I MORSI DI PUTIN

16 Giugno 2022

Dopo il colloquio di Bergoglio con le rivista di gesuiti (“Io, la Nato, Putin..”), ancora commenti: Adriano Sofri, “Troppa complessità, santo padre. In Ucraina servono le armi” (Foglio). Stefano Stefanini, “L’abbaiare della Nato non è la causa dei morsi di Putin” (La Stampa). Marco Revelli, “Un grido di pace contro l’incantesimo dei buoni contro i cattivi” (La Stampa). Marco Travaglio, “I vice-papi” (Il Fatto). Silvia Truzzi, “Un illustre putiniano parla di complessità” (Il Fatto). SULLA GUERRA: Lucio Caracciolo, “Solo Putin e Biden possono fare la pace” (La Stampa). Andriy Sadoviy (sindaco di Leopoli), “Senza l’argine ucraino la guerra dilagherà” (intervista al Corriere della sera). Micol Flammini, “Il piano russo per dividere l’Ucraina in quattro distretti” (Foglio). Nathalie Tocci,Anche se prende il Donbass, Putin ha perso” (La Stampa). Domenico Quirico, “Se la trappola degli istruttori trascina l’Occidente in guerra” (La Stampa). Gen. Giuseppe Cucchi, “La Nato andava sciolta dopo la caduta del Muro” (Il Riformista). Lorenzo Gerini, “No, l’Occidente non si farà umiliare da Putin” (colloquio con Claudio Cerasa – Foglio). Andrea Bonanni,Il prezzo della pace e quello della guerra” (Repubblica). Amb. Stefano Pontecorvo,L’Occidente non può ripetere in Ucraina gli stessi errori commessi in Afghanistan” (intervista a Domani). Robert Kaplan, “Il ritorno del regime comunista” (La Stampa). Ezio Mauro, “Putin e la guerra del destino” (Repubblica). Ernesto Galli della Loggia, “Noi e la Russia, il grande equivoco” (Corriere della sera). Riccardo Michelucci,Nuova mobilitazione a Firenze contro la guerra” (Avvenire).

Leggi tutto →

4 Giugno 2022
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

LA VIOLENZA CONTRO L’INFANZIA UCRAINA. LA “REALTA’ PARALLELA” IN RUSSIA

4 Giugno 2022

Raffaele K. Salinari, “Nella guerra la violenza dei crimini contro l’infanzia ucraina” (Manifesto). Gianfranco Pasquino, “La gradualità delle sanzioni è la strada giusta su cui continuare” (Domani). Massimo Villone, “Mattarella sul 2 giugno: parole nette sulla Costituzione e sulla pace” (Manifesto). UCRAINA/RUSSIA: Andrej Gromyko, “La base di un negoziato? Ucraina neutrale” (intervista al Corriere della sera). Marta Ottaviani, “’Nessuna guerra, tutto va bene’. 100 giorni nella realtà parallela” (Avvenire). Oleg Brindak, vice sindaco di Odessa, “Le navi devono salpare entro 20 giorni o i cereali marciranno” (intervista a Repubblica). Vittorio Da Rold, “La crisi del grano estende la guerra al resto del mondo” (Domani). Daniele Raineri, “Le prime critiche, le epurazioni, s’incrina il fronte del leader ucraino che però resta insostituibile” (Repubblica). Lucio Caracciolo, “Guerra senza vincitori” (La Stampa). Marek Halter (scrittore), “Caro Vladimir, sorprenda i suoi nemici: accolga a Mosca la carovana della pace” (La Stampa). Rosalba Castelletti, “Il filo rosso tra Putin e Kirill” (Repubblica).  Graziella Melina, “La migrazione per fame preoccupa anche l’Italia. Flussi aumentati del 30%” (Messaggero). Sergio Ventura, “Il nuovo cristianesimo dell’Ucraina” (La Lettura). EUROPA: Beda Romano, “L’Unione cede a Budapest. Al via le sanzioni senza Kirill” (Sole 24 ore). IDEE: Enrico Morando, “La terza via tra socialismo reale e socialdemocrazia? Non esiste” (intervista a Il Riformista).  Sigmund Ginzberg, “I nazionalismi, sempre necessari ma spesso letali” (Foglio). Dani Rodrik, “E’ ora che l’economia globale torni al servizio di prosperità, equità e piena occupazione” (Sole 24 ore).

Leggi tutto →

15 Maggio 2022
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

CAMBIA LA GEOPOLITICA DELL’EUROPA

15 Maggio 2022

Paolo Mastrolilli, “L’offerta Usa al Cremlino prima delle armi pesanti” (Repubblica). Lorenzo Cremonesi, “Il capo degli 007 dell’Ucraina: ‘Vinceremo entro fine anno’” (Corriere della sera). Anna Zafesova, “La fabbrica degli eroi” (La Stampa). Le analisi: Vittorio E. Parsi, “Il dialogo con la Cina per parlare alla Russia” (Messaggero); Sergio Fabbrini, “Quale ordine può nascere dal disordine mondiale” (Sole 24 ore); Lucio Caracciolo, “Il conflitto ridisegna la geopolitica dell’Europa” (Espresso); Maurizio Molinari, “La trincea della nuova Europa” (Repubblica); Ugo Tramballi, “Putin ha ridato significato a un club in crisi di identità (la Nato)” (Sole 24 ore). Lorenzo Bini Smaghi, “La contraddizione apparente delle sanzioni alla Russia” (Corriere della sera). Due interviste: Vali Nasr, “Non prevedo negoziati seri. Mosca tratterà solo se abbatte la resistenza” (intervista al Corriere della sera); Bernard Guetta, “Ma la colpa è tutta di Mosca, si sta danneggiando da sola” (intervista a La Stampa). I commenti di Marco Revelli, “La verità si fa strada ma la lingua della guerra è biforcuta” (Manifesto) e Eraldo Affinati, “Come si fa a non capirlo?” (Avvenire). IDEE: Vlodek Goldkorn (e altri), “L’Occidente, quali valori identifica?” (Espresso).

Leggi tutto →

8 Maggio 2022
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

L’OSSESSIONE DI PUTIN. L’UE E LA TRAPPOLA DELL’UNANIMITÀ. IL “FATTORE Z” NELLA POLITICA ITALIANA

8 Maggio 2022

Maurizio Molinari,Biden-Draghi, un’agenda contro le autocrazie” (Repubblica). IL PUNTO SULLA GUERRA: Lucio Caracciolo mette a fuoco la sua analisi: “L’ossessione imperiale di Putin: evitare alla Russia la fine dell’Urss” (La Stampa). Ferdinando Nelli Feroci, “Putin ha fallito ed è più minaccioso. Ora potrebbe allargare il conflitto” (intervista a Qn). Francesca Mannocchi, “Controffensiva ucraina” (La Stampa). Il punto in due articoli di Giuseppe Sarcina: “Mosca: gli Usa sono in guerra” e “Fin dove si spingerà l’aiuto a Zelensky?” (Corriere della sera). Igor Volobuev (già dirigente di Gazprom): “Così fabbricavamo fake news agli ordini del Cremlino” (intervista a Repubblica). Jens  Stoltenberg spiega perché “Gli alleati non accetteranno mai di dare la Crimea ai russi” (intervista tradotta da Repubblica). Sigmund Ginzberg, “Perché alla Cina non conviene la guerra di Putin” (Foglio). Nello Scavo, “La guerra affama il mondo. L’Onu: riaprite i porti. Putin risponde coi razzi su Odessa” (Avvenire). Andres Fogh Rasmussen (ex segretario Nato): “L’embargo al petrolio non basta. E’ il momento di colpire il gas” (intervista a La Stampa). Sergio Romano, “La neutralità mancata di Kiev e i troppi che sfruttano il conflitto” (Corriere della sera). L’utopia di Raniero La Valle: “Liberarci dal ‘warshow’ per poi salvare noi stessi” (Il Fatto). Alberto Melloni, “La pace prima della vittoria” (Repubblica) UNIONE EUROPEA: Romano Prodi,Questa Europa indebolita dal sistema dell’unanimità” (Messaggero). Sergio Fabbrini, “Come uscire dalla trappola dell’unanimità” (Sole 24 ore). Enzo Moavero Milanesi, “L’Europa ritrovi lo slancio e la concretezza di Schuman” (Corriere della sera). Ferdinando Adornato, “Che cosa significa il 9 maggio per l’Europa” (Messaggero). ITALIA: Antonio Polito, “Il ‘fattore Z’ nella politica italiana(Corriere della sera). Marcello Sorgi,Gli sgambetti dell’avvocato del popolo (La Stampa). Non così la pensano Eugenio Fatigante, Il dibattito da non rinviare (Avvenire) e Giovanni Valentini, “Conte, leader laico. 5 punti per vincere” (Il Fatto). Stefano Lepri, “Lo spread oltre quota 200 e il nodo dello scostamento” (La Stampa). INOLTRE: Giuliano Battiston, “Guerra talebana alle donne: burka o restate a casa” (Manifesto). Enrico Franceschini, “L’Irlanda riunita è più vicina ” (Repubblica).

Leggi tutto →

11 Aprile 2022
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

GLI ERRORI DEI NOSTALGICI DELLA GUERRA FREDDA

11 Aprile 2022

Si liquida la condanna dell’invasore in una riga, per poi rovesciare dubbi, riserve e critiche sul Paese invaso  e sull’Occidente che lo sostiene, usando la libertà che la democrazia ci garantisce solo per dileggiarla a senso unico, come se fosse la sede degli inganni, peggio della dittatura che ha deciso la guerra. Politicamente è una menzogna. Eticamente, ancor peggio: un’inversione morale”. Così Ezio Mauro conclude il suo editoriale sulla Repubblica dedicato a certi “professori della pace” (“L’inversione morale”). Claudio Cerasa, “L’intolleranza sulle libertà da difendere” (Foglio). Enrico Letta sviluppa il suo pensiero sulla guerra in Ucraina e sullo scenario internazionale: “Un nuovo ordine europeo” (Foglio); e viene intervistato dalla Repubblica: “La destra si batte dando risposte al disagio. Con i populisti all’Eliseo l’Europa va in frantumi”. Video del Convegno di Libertà EgualeL’Agenda riformista nel nuovo mondo post invasione dell’Ucraina” (relazione iniziale di Enrico Morando). Sergio Romano, “Il Grande Gioco delle tre Potenze e l’Europa muta perché disarmata” (Corriere della sera). Lucio Caracciolo, “Così cambiano gli equilibri planetari. Biden spinge Mosca verso la Cina” (La Stampa). Diverso il punto di vista di Antonio Polito: “Gli errori dei nostalgici della guerra fredda” (Corriere della sera). Domenico Quirico, “Con l’attacco Putin ha creato il mito fondatore dell’Ucraina” (La Stampa). Lucia Annunziata, “Quando parlano soltanto le armi” (La Stampa). Paolo Valentino, “Svolta della Finlandia: addio neutralità, ora bussa alla Nato” (Corriere). ELEZIONI IN FRANCIA: Cesare Martinetti, “Valanga dei voti contro il sistema” (La Stampa). Marc Lazar, “La destra non è mai stata così forte” (intervista a Repubblica). Giuliano Ferrara, “Il voto francese e la truffa antisistema” (Foglio). Jacques Attali, “Sovranisti al 30%. C’è spazio a sinistra” (intervista a La Stampa). Stefano Folli, “Da Parigi la tentazione del voto (in Italia)” (Repubblica). INOLTRE: Chiara Saraceno, “Family Act, il momento giusto è adesso” (La Stampa). Edoardo Zanchini, “Serve un decreto contro la povertà energetica” (Domani). Maurizio Del Conte, “Allarme inflazione e salari. Serve un nuovo patto sociale” (Corriere della sera). Stefano Fassina,Sul catasto c’è un nodo politico” (intervista a La Verità). Giuseppe Cotturri, “Una mappa della cittadinanza” (Centro Riforma dello Stato).

Leggi tutto →

29 Marzo 2022
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

LE ARMI, FRANCESCO E LE SCELTE DEL GOVERNO

29 Marzo 2022

Il discorso di Sergio Mattarella all’Università di Trieste (28 marzo). Ugo Magri, “Il grido di pace di Mattarella: ‘Fermiamo la carneficina’” (La Stampa). QUESTIONE RIARMO: Lorenzo Guerini, ministro della Difesa, “Perché ci servono più spese militari” (La Stampa). Vito Mancuso,Se abolire le armi è solo un’utopia” (La Stampa). Paolo Pombeni,La nostra credibilità e la posizione sulle armi” (Messaggero). Giuseppe Conte, “No fermo alle armi, fondi alle famiglie. Nato, ora ridiscuterne le cifre e i tempi” (intervista a Avvenire). Marcello Sorgi, “Il capo dello Stato vuole unità sulle spese militari” (La Stampa). Monica Guerzoni, “Il premier pronto a mettere la fiducia” (Corriere della sera). Roberto Mannheimer, “Il M5s è ai minimi termini, il no alle armi è una mossa disperata” (Il Riformista). Paolo Mieli, “L’Ucraina, la guerra, le armi e una rischiosa commedia” (Corriere della sera). Domenico De Masi, “La corsa al riarmo è una follia. I 5S vadano fino in fondo” (intervista a La Notizia). Un articolo problematico di Luca Ricolfi: “Le due sinistre della guerra” (Repubblica). Tre posizioni vicine alla condanna del riarmo da parte del papa: Enzo Bianchi,La barbarie regna tra noi” (Repubblica); Riccardo Cristiano, “Le armi e Francesco” (Settimana news); Antonio Cecconi, “Una mentalità nuova per la pace” (Settimana news). Una nota di Sandro Magister, “L’Ucraina combatte, ma per Francesco nessuna guerra è giusta” (Espresso.it). CRONACHE: Gianluca Di Feo, “La ritirata tattica di Mosca per limitare le perdite e rafforzarsi nel Dombass” (Repubblica). Due serie critiche all’Ucraina: Salvatore Settis,Sanzioni culturali contro Mosca. Il mio No a una scelta inaudita” (La Stampa); Domenico Quirico, “Se i buoni sparano ai loro prigionieri” (La Stampa). Nello Scavo racconta la città martire: “Bombe sugli ospedali, stupri di massa. La Croce Rossa non riesce a entrare in città” (Avvenire). Anna Zafesova,Mosca, chiude la Novaya Gazeta, muore la libertà di stampa” (La Stampa). Charles Kupchan, “La società civile russa è sotto choc, ma il dopo Putin resta un’incognita” (intervista a La Stampa). Anais Ginori, “La svolta europea sui profughi” (Repubblica). Moises Naim, “Biden ha detto ad alta voce quello che pensa l’America” (intervista a La Stampa). ANALISI E PROSPETTIVE: Ian Bremmer,Il dividendo della pace degli ultimi tre quarti di secolo è finito” (intervista al Corriere). Lucio Caracciolo, “Dividere la Russia dall’Europa, che gran favore Putin fa all’America” (intervista a Il Riformista). Paolo Armaroli, “Putin non vince la guerra e adesso perderà la pace” (beemagazine). Angelo Panebianco, “Perché l’Italia è l’anello debole” (Corriere della sera).

Leggi tutto →

16 Febbraio 2022
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

FINLANDIZZARE L’UCRAINA? I PARTITI E LA DEMOCRAZIA. LA SANITA’ PUBBLICA

16 Febbraio 2022

Fabrizio Dragosei, “Missili, Nato, Crimea: cosa chiede lo ‘Zar’ e le risposte degli Usa” (Corriere della sera). Uski Audino, “Sfida globale per evitare la guerra” (La Stampa). Lucio Caracciolo, “Putin non attaccherà perché ha già vinto” (intervista a Libero) e “Neutralizzare Kiev l’obiettivo di Putin” (La Stampa). James Woolsey, ex capo della Cia, “Per evitare la guerra si deve aiutare Putin a salvare la faccia” (intervista a Repubblica). Emma Bonino, “La Casa Bianca limita l’azione della Ue” (intervista a La Stampa). Franco Frattini,Kiev diventi neutrale. Serve il modello Finlandia” (intervista al Messaggero). David Carretta, “Finlandizzato a chi?” (Foglio). Bernard Guetta, “Putin ha calcolato male. Si trova contro il muro” (La Stampa). PARTITI: Sabino Cassese, “La politica ha bisogno di regole” (Corriere della sera) e “I partiti? Solo piccole aggregazioni intorno al leader” (intervista a Il Riformista). Paolo Mieli, “Le scarse ambizioni della destra e della sinistra” (Corriere della sera). Luca Gori e Emanuele Rossi, “Il discorso della dignità e il compito dei partiti” (Corriere della sera – Buone notizie). Sergio Mattarella, “La nostra democrazia, un lungo cammino scritto nella Carta” (prefazione a un libro di Ernesto Maria Ruffini – Corriere della sera). Dario Franceschini, “Non vedo il ritorno al centro. Ma una Lega moderata può essere la svolta” (intervista a Repubblica). Elly Schlein, “Stare al governo non è l’unico fine. La sinistra si organizzi” (intervista al Corriere) e “Perché il clima colpisce i più deboli” (da un suo libro – Repubblica). GOVERNO: Antonio Floridia e Marco Geddes, “La salute pubblica e la grande opera della case di Comunità” (Manifesto). Tommaso Langiano, “Lo stato di salute della sanità italiana” (etica economia). Francesco Grillo, “L’assenza di strategie che rallenta il Green deal” (Messaggero). Claudio Cerasa, “L’agenda Tafazzi dell’ambientalismo tossico” (Foglio). Stefano Ceccanti, “Il referendum e il dibattito sul fine vita” (articolo uscito nell’ottobre 2021). Gaetano Silvestri, “Il diritto di decidere sulla propria vita” (La Stampa). Michele Colucci, Stefano Gallo, Mohamed Tailmoun, “Cittadinanza, un percorso da ricominciare” (rivista il Mulino).

Leggi tutto →

8 Febbraio 2022
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

CRISI UCRAINA. PNRR, CARO ENERGIA E TENTAZIONI POPULISTE. CAOS 5 STELLE, APPELLO “NO AL PROPORZIONALE”

8 Febbraio 2022

Lucio Caracciolo, “Sulla crisi ucraina Biden ha un piano?” (La Stampa). Marta Dassù, “Il sentiero dell’Europa” (Repubblica). David Carretta, “Macron a Mosca” (Foglio). Aldo Ferrari (docente di Storia della Russia a Venezia), “Ucraina, scenario di una crisi infinita” (circoli Dossetti). PANDEMIA: Massimo Florio e Giuseppe Remuzzi, “Covid, subito un fondo di solidarietà per l’Africa” (Corriere della sera). GOVERNO: Carlo Bastasin, “Una prova di maturità contro le tentazioni populiste”. Mauro Calise, “L’implosione dei partiti mina sul Pnrr” (Mattino). Federico Fubini, “Caro-energia, possibili nuovi interventi ma senza toccare il bilancio” (Corriere). Emanuele Lauria, “Giovannini e Cingolani, i ministri più in difficoltà” (Repubblica). Roberto Cingolani, “I costi di un anno di caro-energia superano gli incassi del Recovery plan” (intervista a La Stampa). Dario Di Vico, “L’inflazione farà paura, ma la rincorsa dei salari anche di più” (Corriere della sera). CAOS CINQUE STELLE: Emilia Patta, “M5S, il Tribunale di Napoli sospende lo statuto e la nomina di Conte” (Sole 24 ore). Marcello Sorgi, “Il paradosso giuridico dei grillini” (La Stampa). Stefano Folli,Rese dei conti e grandi rischi” (Repubblica). Gianni Cuperlo, “La nemesi dei grillini divisi nel gioco delle correnti” (Domani). Stefano Feltri, “Soltanto il Pd può salvare i Cinque stelle dal disastro” (Domani). Francesco Verderami, “Nel Pd la preoccupazione sul M5S e il proporzionale per svincolarsi” (Corriere della sera). IL CENTRO: Antonella Coppari, “Il grande centro per ora non decolla” (Qn). Mario Ajello, “Renzi, operazione centro: ora una Costituente partendo dal garantismo” (Messaggero). Emma Bonino, “Il centro che sbanda a destra non è la nostra strada. Teniamoci stretto Draghi anche oltre il ‘23” (intervista a Domani). LEGGE ELETTORALE: P. Ichino, C. Fusaro, F. Mancina, E, Morando, G. Tonini, “Proporzionale no grazie” (appello pubblicato su Il Riformista). Giovanni Cominelli, “Proporzionale, così i partiti progettano l’instabilità permanente” (Libertà eguale). MATTARELLA: Andrea Manzella, “Il senso di una rielezione” (Repubblica).

Leggi tutto →

24 Gennaio 2022
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

LE ROSE BIANCHE. I PARTITI E IL FATTORE “D”. LE DUE ITALIE DELLA SCUOLA

24 Gennaio 2022

Vincenzo Passerini,Dove nascono le rose bianche per David Sassoli” (itlodeo.info). QUIRINALE: Marco Valbruzzi, “Sul presidente i partiti hanno solo tre mosse” (L’essenziale – da il Mulino). Francesco Clementi, “Il presidente delle tre legislature” (Sole 24 ore). Sabino Cassese, “Quirinale, non è solo politica” (Corriere della sera). Marzio Breda, “Sulla strada del Quirinale ci sono troppi dilettanti” (intervista a Domani). Sergio Fabbrini,La corsa al Quirinale e il fattore debito” (Sole 24 ore). Carlo Fusi, “Il salva Italia c’è: Draghi al Colle e avanti con le larghe intese” (Il Quotidiano). Matteo Renzi,Draghi non può fare la riserva” (intervista a La Stampa). Salvatore Vassallo, “Cosa manca per arrivare all’elezione di Draghi” (Domani). Massimo Villone, “Un trasloco che può fare bene” (Manifesto). Giuliano Ferrara, “Il peccato di rinunciare al candidato più autorevole” (Foglio). Marcello Sorgi, “Verso tre votazioni a vuoto” (La Stampa). Antonio Polito, “E’ necessaria una prova di serietà” (Corriere della sera). Renato Mannheimer, “Sull’Eliseo e sul Quirinale soffia il vento dell’incertezza” (Il Riformista). Marco Bentivogli,Il premier meglio se resta dov’è” (intervista a Il Riformista). Alessandra Ghisleri,Tentazione presidenzialismo” (La Stampa). Luciano Canfora, “Se eleggono Draghi presidenzialismo contro la Costituzione” (intervista a Il Fatto). IL GOVERNO E IL PAESE: Francesco Drago, Lucrezia Reichlin, “Le due Italie della scuola. Quanti danni ai ragazzi del Sud” (Corriere della sera). Marco Rossi Doria,Ragazzi, Sud, scuola. Il Pnrr è un’occasione, attenti a non perderla” (Espresso). Gianni Cuperlo, “Sulla lotta alle disuguaglianze la sinistra si gioca il suo futuro” (Domani). Elisabetta Camussi, “Disuguaglianze. Se dimentichiamo le persone” (Repubblica). Pierluigi Ciocca, “Come riscrivere le regole del bilancio” (Manifesto). Francesco Saraceno, “Un’Agenzia europea del debito potrebbe soddisfare anche le esigenze dei Paesi frugali” (Domani). Franco Bernabé, “L’inflazione è destinata a durare. L’Occidente ha sottovalutato la Cina” (intervista a La Stampa). Romano Prodi,La strategia di Stellantis che punta ad altri paesi” (Messaggero). Lucio Caracciolo, “All’Italia serve una classe dirigente giovane per rientrare nella Storia” (intervista a Repubblica). Angelo Panebianco, “Cosa distingue la buona politica” (Corriere della sera).

 

Leggi tutto →

9 Gennaio 2022
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

LE SFIDE DI PUTIN

9 Gennaio 2022

Beda Romano, “Nato, rischio elevato di una guerra al confine tra Russia e Ucraina” (Sole 24 ore). Franco Venturini, “Le sfide di Putin all’Europa” (Corriere della sera). Maurizio Molinari, “Quale ruolo dell’Italia tra Occidente e Russia” (Repubblica). Lucio Caracciolo, “Il fronte orientale che spaventa Putin” (La Stampa).  Il discorso del giornalista russo Dmitry Muratov nel ritirare il premio Nobel per la pace (Foglio). UNIONE EUROPEA: Gianni Cuperlo, “Nella tragedia ignorata dei migranti c’è l’abdicazione dell’Occidente” (Domani). Sergio Fabbrini,Due paradigmi per la riforma fiscale dell’Unione” (Sole 24 ore). Romano Prodi, “La scommessa che Londra non accetta di aver perso” (Messaggero). QUIRINALE: Marco Bresolin, “Spinta della Ue: se Draghi lascia serve Gentiloni a Palazzo Chigi” (La Stampa). Paolo Mieli, “Vi spiego perché Draghi non sarà eletto al Colle” (intervista a Libero). Stefano Folli, “Il gioco dell’oca del Quirinale” (Repubblica). Stefano Ceccanti, “Mattarella bis contro la crisi? Ora non vedo alternative” (intervista a Il Dubbio). Matteo Renzi, “Nuovo presidente solo dal quarto voto” (intervista all’Avvenire). Annalisa Cuzzocrea, “Il Centrodestra prova a giocare la carta Frattini” (La Stampa). Su Il Fatto i pareri di Nadia Urbinati, Piero Ignazi, Alessandro Campi. GOVERNO: Vittorio Colao e Roberto Speranza, “Così funzionerà la sanità digitale” (Corriere della sera). Sabino Cassese, “La lingua oscura delle leggi” (Corriere). Ferruccio De Bortoli, “I fondi Ue, il Piano e il destino (vero) del Paese” (Corriere). Gianfranco Viesti, “La chiarezza che serve sull’attuazione del Recovery plan” (Messaggero). Chiara Saraceno, “Due anni buttati tra Dad e ritardi” (La Stampa). Due (tra i molti) interventi de Il Fatto anti-Draghi: Barbara Spinelli, “Sono i migliori per sordità”, e Marco Travaglio, “Nel nome del nonno”. SINISTRA: Antonio Floridia, “Per rifare la sinistra non bastano le agorà, ci vorrebbe un congresso” (Manifesto). Arturo Scotto (Art. 1), “Caro Morando, a fallire è stata tutta la sinistra, ora può rinascere” (intervista a Il Riformista). INOLTRE: Furio Colombo sugli Usa: “Irrimediabile spaccatura con la Chiesa e con lo Stato” (Il Fatto).

Leggi tutto →