5 Maggio 2019
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

EUROPA, UNITI O SCOMPARSI

5 Maggio 2019

Caute e fragili le risposte di Enzo Moavero Milanesi a un’intervista riportata dal Corriere della sera: “Sovranisti e popolari uniti in Europa, è possibile”. Maurizio Ferrera, sul Corriere, mostra realismo e saggezza: “Conversioni sovraniste”. Attenta l’analisi di Sergio Fabbrini; “Limiti dei sovranisti e debolezze dell’Europa” (Sole 24 ore). Dai senatori a vita Cattaneo, Monti, Segre, Piano, Rubbia un appello: “Un nuovo impegno per la nostra Europa”, e così pure G.Napolitano: “Un’Unione più assertiva” (Corriere). Romano Prodi: “Il populismo presto si esaurirà. Il Pd si apra e potrà approfittarne” (intervista a La Stampa). Maria Teresa Pontara Pederiva, “Voto europeo e priorità dei cattolici” (Settimana news). Alessandro Rosina, su Avvenire: “I volti (e i voti) dei giovani”. Bernard Guetta, “Uniti o scomparsi” (Espresso), e una recensione a un suo libro di Maurizio Molinari su La Stampa: “Sono figli dell’Austria-Ungheria i nuovi sovranismi europei”. Tonia Mastrobuoni, “Austria e Germania dicono addio al fronte sovranista” (Repubblica). Paolo Pombeni, “La locomotiva d’Europa sta cambiando identità” (Sole 24 ore). Roberto Sommella, “La lingua italiana e l’identità dell’Europa” (Corriere). Sull’Avvenire l’Appello per l’Europa lanciato dalle università cattoliche di tutta la Ue, e l’articolo “La Fuci a lezione di buona Europa”. Giorni fa su la Stampa l’intervista a Victor Orban: “Patto con Salvini per una nuova Europa”, e l’editoriale di Ernesto Galli della Loggia sul Corriere: “Le radici dell’Europa riscoperte (tardi)”.

Leggi tutto →

8 Novembre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

USA, PD, POPULISMO. LE VOCI DI PRODI, SALVATI, AMATO, RUSCONI, INGLEHART, CHOMSKY…

8 Novembre 2018

Romano Prodi intervistato da La Stampa dice: “Dai Democratici Usa viene un esempio per le sinistre europee”. Molto meno ottimista è Stefano Folli che titola un suo commento su Repubblica: “Il risultato Usa e il conclave stanco dei dem”. Non è fiducioso neppure Emanuele Macaluso: “Lezioni americane… al Pd” (Il dubbio). Su Avvenire Vittorio E. Parsi commenta il voto americano: “In cerca di un nuovo centro di gravità”. Michele Salvati, sul sito di libertà eguale, non perde la fiducia nel Pd e scrive: “Un Pd europeo e liberale, e la coerenza sarà premiata”. Giuliano Amato abbozza un’analisi del tempo presente: “Una fragile democrazia” (corriere della sera”. Gian Enrico Rusconi su La Stampa scrive: “Weimar. Cent’anni dopo la sindrome tedesca torna d’attualità”; e sulla Merkel  scrive Veronica De Romanis sul Foglio: “Perché ci metteremo poco a rimpiangere Angela Merkel”. Ronald Inglehart, intervistato da Giancarlo Boselli su Repubblica: “La teoria darwiniana di ogni populismo”. Noam Chomsky al Corriere della sera: “Il sovranismo è la cura sbagliata a un problema reale”.  Maurizio Ambrosini,Decreto Salvini, come cambia l’immigrazione”; le proteste delle associazioni laiche e cattoliche in Nello Scavo, “Più insicurezza e illegalità” (Avvenire).

Leggi tutto →

4 Marzo 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

VENTOTENE O VISEGRAD?

4 Marzo 2018

In questo interrogativo Sergio Fabbrini sul Sole 24 Ore riassume il nocciolo del voto (“Il voto di oggi e l’Agenda di domani”). Eugenio Scalfari, su Repubblica, immagina lo scenario post 4 marzo con un po’ di fiduciosa inventiva (“La sinistra per battere i populismi”). Sul Corriere della Sera Dario Di Vico indica, con nettezza e senza retorica, “il doppio compito” a cui siamo chiamati: “tenere alta la bandiera dell’apertura delle frontiere, dei mercati e delle menti e, al tempo stesso, ridurre le distanze con le periferie dello scontento” (“Reinventare la nostra democrazia”). Anche Mauro Magatti, sempre sul Corriere, prova a indicare la strada che si dovrebbe percorrere: “Ricostruire insieme l’idea di futuro”. Ma, per realismo (o scaramanzia?), il Corriere pubblica anche un’intervista a Steve Bannon, l’ideologo trumpiano presente in questi giorni in Italia, che dichiara: “Sento lo stesso clima pre-Trump”. Nel suo editoriale su L Stampa, Maurizio Molinari invita a non lasciar cadere le cose positive del governo uscente (“La staffetta dell’interesse nazionale”). Non è dissimile il senso dell’editoriale di Marco Tarquinio su Avvenire (“Prendeteci sul serio”). Sul Manifesto Norma Rangeri chiede, invece, il cambiamento (“Un voto a sinistra per cambiare questo Paese”). Intanto, anche in Germania, tra gli iscritti della SPD, c’è un voto importante. Lo spiega Jurgen Habermas su Repubblica: “Perché l’SPD deve essere più coraggiosa”.

Leggi tutto →

8 Febbraio 2018
by Forcesi
2 Commenti

2 Commenti

ELEZIONI, GERMANIA, MIGRANTI, LAVORO

8 Febbraio 2018

ELEZIONI: L’analisi delle proposte politiche curata dall’Istituto Cattaneo. Mauro Calese, “La campagna dei leader bifronte” (Mattino); Stefano Folli, “Che cosa nasconde la maschera del voto bis” (Repubblica). GERMANIA E NOI: Andrea Bonanni, “La Germania più vicina a Bruxelles” (Repubblica); Massimo Adinolfi, “Il sottile filo rosso tra Berlino e Roma” (Mattino). MIGRANTI: sulla paura di andare al capezzale dei meri feriti, scrive Marina Corradi,‘Non uomini’ e caporali” (Avvenire); Alessandro Portelli, “Aperta la diga dell’antifascismo, dilaga l’odio razziale”;  Ignazio Masulli, “Migranti, gli inganni della propaganda”; Enrico Calamai, “Perché i migranti sono i nuovi desaparecidos” (Manifesto).  Maurizio Ambrosini,Così percepiamo l’invasione” (intervista a Il Giornale). LAVORO: Milena Gabanelli, “Ecco quali mestieri saranno più richiesti” (Corriere della sera). A proposito della riduzione sperimentale dell’orario di lavoro in Germania: Giuseppe Berta, “28 ore a settimana, il caso Germania” (Messaggero); Andrea Bassi: “Welfare e orari flessibili, gli accordi pilota in Italia” (Messaggero); Piergiovanni Alleva: “Lavorare meno (e meglio) si può anche da noi” (Manifesto).  SUL PIANO CALENDA-BENTIVOGLI: A. Mingardi e A. Miglietta, “Una nuova struttura degli incentivi” e Pierluigi Bersani, “Innovare senza contesto è un’illusione”  (Sole 24 ore).

Leggi tutto →

29 Novembre 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

LA GERMANIA E NOI. LA LEOPOLDA E LA SINISTRA. DE RITA E MAGATTI

29 Novembre 2017

Romano Prodi, “Germania, crolla il mito. E’ un paese normale” (Messaggero). Sergio Fabbrini,La Germania, il caso Italia e l’incertezza” (Sole 24 ore). Francesco Giavazzi,Priorità, non mance” (Corriere della sera). Il consiglio di Massimo Recalcati su Repubblica: “Cara sinistra, per guarire rileggi Turati”. Della sinistra-sinistra Giovanna Casadio scrive: “Sinistra, nel simbolo il nome di Grasso e la rosa del Labour” (Repubblica). Marco Revelli: “Se la sinistra vuol vincere lasci il Pd al suo destino” (intervista a Il Fatto). Emilia Patta, “’Noi siamo quelli dell’Europa’. La svolta macroniana e antipopulista di Renzi”. Mauro Calise, “La Leopolda di Renzi resta in bilico tra dem e macronismo” (intervista alla Gazzetta del mezzogiorno). Giuseppe De Rita,La politica deve riscoprire il dialogo con i gruppi sociali” (Corriere della Sera). Mauro Magatti,Finito l’individualismo, si chiede di essere guidati” (Corriere della sera). Graziano Delrio, “Scegliere bene i candidati. Ci serve più società civile” (intervista a La Stampa). Sabino Cassese, “Perché Internet non è la nuova agorà” (colloquio con il Foglio). Carlo Brunelli, “Il grillo leghista che gestisce 19 siti di propaganda” (Repubblica).

Leggi tutto →

22 Novembre 2017
by sammarco
0 commenti

0 commenti

HABERMAS: “ORA LA SPD GOVERNI CON LA MERKEL”

22 Novembre 2017

La Repubblica inaugura il nuovo format del giornale con due interviste: a Jurgen Habermas sulla Germania: “Niente elezioni. Ora la Spd governi con la cancelliera”, e a Mariano Rajoy sulla Spagna: “Ho salvato la Spagna, ora bisogna chiudere le ferite”. Sulle difficoltà delle democrazie in Europa scrive Giovanni Sabbatucci su La Stampa: “Il populismo che azzoppa i parlamenti”. Sandro Gozi, intervistato dal Corriere della Sera sulla visita con Renzi a Macron, dice: “Con Parigi un’alleanza per un’Europa diversa e partiti transazionali”. Sul crescente ruolo di Macron scrive Claudio Cerasa sul Foglio: “No, la Francia non è un miracolo”. Dopo i sorteggi europei sulle agenzie, David Carretta, sul Foglio, scrive: “Due segnali in Europa: la frattura est-ovest e l’egemonia macroniana”.

Leggi tutto →

21 Novembre 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

MERKEL E IL PREZZO DEL CORAGGIO

21 Novembre 2017

Tonia Mastrobuono, “Germania. La crisi di Merkel” (Repubblica). Angelo Bolaffi, “Merkel e il prezzo del coraggio” (Repubblica). Danilo Taino, “I cinque errori della cancelliera” (Corriere della Sera). Ferruccio De Bortoli, “I dolori dei tedeschi (e dei nostri)” (Corriere della Sera). Gian Enrico Rusconi, “L’instabilità tedesca è più dannosa della Brexit” (La Stampa). Adriana Cerretelli, “Il futuro delle riforme Ue in ostaggio a Berlino” (Sole 24 ore). Giuliano Ferrara, “Giamaica, Italia”.

Leggi tutto →