26 Aprile 2022
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

IL 25 APRILE CHE CI LEGA A KIEV E LA DISCUSSA SVOLTA USA

26 Aprile 2022

Il discorso di Sergio Mattarella ad Acerra. Venanzio Postiglione, “Il 25 aprile che ci lega a Kiev” (Corriere della sera). Lina Palmerini,Mattarella: ‘Resistenza è opporsi a un’invasione. Contestato Letta” (Sole 24 ore). Marcello Sorgi, “La Resistenza delle eterne divisioni” (La Stampa). DOPO LA MARCIA: Emanuele Giordana, “Dopo Assisi i pacifisti a Kiev (e a Mosca)” (Manifesto). Luca Liverani,Oltre la Marcia, strategia di pace” (proposta in 5 punti da parte di 160 associazioni – Avvenire). Carlin Petrini,Ora basta offese ai pacifisti. Nessuno di noi è filo Putin” (intervista a Il Fatto). Enzo Bianchi, “La solitudine del cristiano” (Repubblica).  SULLA GUERRA: Giuseppe Sarcina, “La svolta Usa: indebolire Mosca” (Corriere della sera”). La dura reazione a questa svolta di Domenico Quirico: “L’Ucraina contro Guterres e quella lezione di Kissinger” (La Stampa). Il “problema Germania” analizzato severamente da Francesca Sforza: “Se Berlino tentenna tra debolezza a malafede” (La Stampa). Vitalba Azzollini, “Diritto internazionale e guerra in Ucraina. Si può parlare di genocidio?” (Domani). Mauro Magatti,Il totalitarismo della guerra” (Avvenire). Achille Occhetto, “La lotta al riarmo non deve iniziare dal disarmo  di chi resiste al sopruso dello Zar” (intervista a Il Riformista). Gianni Cuperlo, “Schierarsi con l’aggredito è la premessa necessaria per costruire il futuro” (Domani). L’EUROPA E LA GUERRA: Enzo Moavero Milanesi, “Ma come si difende la Ue?” (Corriere della sera). Paolo Gentiloni, “Energia, entro il 2027 autonomi da Mosca” (intervista al Messaggero). José Emanuel Albares, “L’unità degli europei, l’arma migliore per fermare Putin” (intervista a Repubblica). Monica Perosino, “Finlandia e Svezia entreranno insieme all’Alleanza” (La Stampa). Marco Onado, “Saranno gli emergenti e l’Europa a pagare il conto della guerra” (Sole 24 ore). SUL VOTO IN FRANCIA: Giovanni Orsina, “La rabbia francese che nutre le destre” (La Stampa). Alessandro Campi,La ‘questione sociale’ che Macron deve azzerare” (Messaggero). Giuliano Ferrara, “Convergere, liberare, proteggere” (Foglio). Nicolas Bavarez, “Il nuovo patto di Macron” (a colloquio con Marina Valensise – Foglio). Ilvo Diamanti,La Francia verso la Sesta Repubblica” (Repubblica).

Leggi tutto →

18 Marzo 2021
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

LA LEADERSHIP DI LETTA FA DISCUTERE

18 Marzo 2021

Franco Monaco, “Pd, quattro grane per Letta” (Il Fatto).  Carlo Bertini, “Pd, Letta nomina da solo i due vice e congela le candidature nelle città” (la Stampa). Emilia Patta, “Irene Tinagli e Beppe Provenzano, ali estreme del partito” (Sole 24 ore). Fabio Martini, “La leadership di Letta potrebbe cambiare il corso della politica italiana” (intervista a Pierluigi Mele per il blog Confini di rai News). Pierluigi Bersani, “Caro Letta, nel Pd non torno, facciamo una nuova Casa” (intervista a Repubblica). Achille Occhetto, “Nelle parole di Letta ho sentito l’eco dell’Ulivo. E’ ora di aprire il Pd” (intervista a Il Riformista). Paolo Flores D’Arcais, “Tra Pd e Forza Italia non vedo differenze. Ci manca la sinistra” (intervista a Il Fatto). Sergio Belardinelli, “Scuola e lavoro, la svolta di Letta passa di qui, ma il Pd lo seguirà?” (Foglio). Tre voci dalla “base”: Elisa Veronese, “Io, iscritta al Pd, delusa da Letta” (lettera al Fatto); Giuliano Della Foglia,Letta, premesse pessime” (lettera al Manifesto); Sergio Nottoli, “Fedele al partito da 75 anni. Il Covid è come una guerra. Ora la sinistra ritrovi l’unità” (intervista a La Stampa). Piero Bevilacqua, “Gli appuntamenti con la storia che il Pd rischia di perdere” (Manifesto). LETTA E LA LEGGE ELETTORALEGianfranco Pasquino, “Nel ritorno al Mattarellum c’è il futuro di Conte e Letta” (Domani). Giacomo Salvini, “L’ideona del Mattarellum (di Letta) che dà ‘pieni poteri’. E vince sempre la destra” (Il Fatto). Roberto D’Alimonte, “Serve una legge elettorale per garantire governabilità senza tradire chi vota” (intervista a Il Sole).

Leggi tutto →

17 Febbraio 2021
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

GOVERNO DEL PRESIDENTE E INTERGRUPPO PD-M5S-LEU

17 Febbraio 2021

Michele Salvati, “Draghi e la casa in fiamme” (Foglio). Miguel Gotor, “Sorpresa, la politica esiste” (Repubblica). Mauro Zampini, “Italia, un laboratorio in perenne funzione” (Alto Adife).  Paolo Pombeni, “Una ciurma irrequieta” (Il Quotidiano). Goffredo Buccini,Come sminare l’agenda di governo” (Corriere della sera). Alessandro Campi,L’occasione per i partiti: rivitalizzare la politica” (Messaggero). Gianluca Passarelli,Riecco il vento del Nord. Il Sud rischia grosso” (Il Riformista). Ettore Maria Colombo, “Gli staff del governo Draghi” (blog). PARTITO DEMOCRATICO: Nicola Zingaretti lancia l’intergruppo Pd-M5S-Leu: “La politica c’è. Noi alternativi alla Lega” (Repubblica). L’idea non convince tutti… Federico Geremicca, “Quell’argine contro la Lega” (La Stampa); Christian Rocca, “Il Pd insiste con Conte. Cari riformisti, se ci siete battete un colpo” (linkiesta); Andrea Romano, “Il nuovo governo costringe il Pd a una svolta per rilanciare la vocazione maggioritaria” (Foglio); Achille Occhetto, “Né vincitori né vinti. Per tutti suona la campana del nuovo inizio” (Il Riformista). E a sinistra-sinistra Paolo Favilli la vede così: “Il gioco tattico dei partiti e quello strategico di Draghi” (Manifesto); mentre Domenico De Masi su Il Fatto avanza una proposta: “Conte-Di Maio-Dibba per il nuovo M5S”. DIBATTITO CELLA: Domenico Cella, dell’Istituto De Gasperi di Bologna, non ha condiviso la scelta di Mattarella e ha aperto un ampio dibattito. MARTA CARTABIALucandrea Massaro, “Chi è la giurista cattolica Marta Cartabia?” (Aleteia.org)

Leggi tutto →

4 Gennaio 2021
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

I MORSI DI RENZI

4 Gennaio 2021

Franco Monaco e Gad Lerner, su Il Fatto, dicono: “Se crisi, meglio le elezioni”. Diceva così ieri anche Salvatore Vassallo: “Le elezioni anticipate convengono ormai a tutti” (Domani). Dice invece Matteo Renzi, intervistato dal Corriere: “Le elezioni? Tutti sanno che non ci saranno”. Su Renzi e la possibile crisi scrivono in molti: Mauro Calise, “Matteo Renzi tra risiko e cul de sac” (Mattino); Claudio Cerasa, “Più renzismo, meno grillismo. Come seguire con ottimismo la crisi di governo” (Foglio); in ottica opposta Ezio Mauro, “Il prezzo di una crisi al buio” (Repubblica); Luigi Zanda, “Il premier non può sottrarsi a un chiarimento vero” (intervista al Corriere). Giuliano Ferrara, “Ipotesi sulla ferocia dei morsi di Renzi” (Foglio); Achille Occhetto, intervistato da Il Fatto, “Renzi? Una bolla sgonfiata. Conte chieda i voti in parlamento”. Ilvo Diamanti analizza “La base del partito di Conte” (Repubblica). Mariotto Segni dice a Libero che “Il governo va cambiato, ci sta portando al disastro”. Carlo Galli si interroga su “Il paradosso di un premier e di una crisi” (Repubblica). Marco Bentivogli guarda avanti: “Lasciamo spazio ai costruttori” (Repubblica). Marzio Breda recensisce un libro: “Tra Palazzo Chigi e il Quirinale, gli stili diversi di due presidenti” (Corriere). INOLTRE: Stefano Lepri, “Per un buon uso dei fondi europei” (La Stampa). Chiara Saraceno, “Gli studenti senza bussola” (La Stampa). Adolfo Scotto Di Luzio, “Questa è una generazione perduta. Soltanto chi ha i soldi andrà avanti” (intervista a La Verità). Mauro Magatti, “Le coordinate dei tempi nuovi” (Avvenire). Francesco Giavazzi,Il ruolo di uno Stato” (Corriere). Veronica De Romanis, “I nostri obblighi verso l’Europa” (La Stampa). Federico Fubini, “Nostalgie pubbliche” (Corriere). Maurizio Ferrera, “Utopia, pandemia e storia” (La Lettura).

Leggi tutto →

29 Novembre 2020
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

REGIA DEL RECOVERY PLAN, RIFORME DI SISTEMA, MES: IL GOVERNO A UN BIVIO

29 Novembre 2020

Marco Galluzzo, “Conte vara la squadra per i fondi Ue. E con i 5 Stelle dice no al rimpasto”. Lina Palmerini,Mes, governo sul filo. I dubbi del Quirinale sul rimpasto” (Sole 24 ore). Sebbene Goffredo Bettini ieri avesse detto: “Sì a una ripartenza, ma il premier non si tocca. Serve un passo avanti dei leader” (a Repubblica) e Francesco Verderami avesse segnalato “Il colloquio di Renzi per convincere il premier a fare subito il rimpasto” (Corriere). Ma il fatto è che  L’ITALIA E’ A UN BIVIO: Federico Fubini, “Ora l’Italia è a un bivio” (Corriere della sera). Daniele Manca, “Lo Stato va rimesso in moto” (Corriere). Andrea Bonanni, “Le riforme rimosse” (Repubblica). Stefano Micossi e Innocenzo Cipolletta, “Recovery plan: sistema decisionale da sbloccare” (Sole 24 ore). Claudio Descalzi, “Recovery plan, gioco di squadra” (intervista al Corriere). Mario Calderini, “Tenere unite economia e società” (Repubblica). Gianmario Verona, “Il coraggio di innovare è la chiave per ripartire” (Corriere). INOLTREMaurizio Molinari, “Difesa cyber e interesse nazionale” (Repubblica). Nicola Fratoianni, “E’ l’ora di una patrimoniale” (intervista al Manifesto). Gaetano Azzariti, “Fallite le Regioni, basta con l’autonomia” (intervista a Il Fatto). Achille Occhetto, “Il populismo si combatte con l’educazione del popolo” (intervista a Domani). CARCERI E COVID: l’iniziativa di digiuno a favore dei detenuti condotta dai Radicali con il sostegno di Luigi Manconi (La Stampa), Roberto Saviano (Repubblica) e Sandro Veronesi (Corriere della sera)

Leggi tutto →

27 Febbraio 2019
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

IN USCITA DALL’INCANTESIMO POPULISTA?

27 Febbraio 2019

Dopo il voto in Sardegna, i favorevoli al dialogo del Pd con i 5 stelle: Piero Ignazi, “Chi avrà i voti perduti dai 5stelle?” (Repubblica); Franco Monaco, “Pd, se non ora quando con il M5S?” (Il Fatto); Massimo Cacciari, “Ora il Pd si apra ai temi grillini per separare Di Maio e Salvini” (Il Fatto); Goffredo Bettini,Nel Pd stop agli insulti ai 5stelle” (intervista a Il Fatto); Domenico De Masi, “I Dem facciano il primo passo, poi il M5S molli il capitano” Il Fatto); Miguel Gotor, “Di Maio ha fallito, e i grillini non aspettino le europee” (Il Fatto). Per altri è la sinistra radicale a poter e dover dialogare con il M5S: Enzo Scandurra, “Non è il Pd il possibile rubavoti dei 5 stelle” (Manifesto). Una voce diversa: Ezio Mauro, “La sinistra nonostante” (Repubblica), che scrive: “Possibile che a sinistra ci sia ancora chi crede che il futuro possa essere illuminato da cinque stelle…”. LA DISCUSSIONE INTERNA AL PD: Monica Guerzoni,Il Pd e la carta Pisapia” (Corriere), e il commento di Franco Monaco, “Una vittoria e mezzo per Pisapia” (Huffington post); Nicola Zingaretti, “Il Pd non sarà più il partito della boria” (a Repubblica); Maurizio Martina, “Ma alle Europee non possiamo andar da soli” (a Repubblica) e “Recuperiamo voti ai 5stelle su ambiente e lavoro” (a La Stampa); Peppino Calderola, “C’è ancora vita a sinistra. Zingaretti è l’uomo giusto” (intervista alla Gazzetta del Mezzogiorno); Fabio Martini, “Il suo popolo chiede a Renzi un nuovo partito” (La Stampa); Enrico Letta, “Primarie oscurate. Io ci sarò” (al Corriere). E ANCORA:  Achille Occhetto, “Il renzismo finito perché subalterno al neoliberismo” (intervista a Italia Oggi); Paolo Mieli, “I rapporti di forza a sinistra” (Corriere).

Leggi tutto →

23 Marzo 2018
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

PD E SINISTRA: SI RIFLETTE

23 Marzo 2018

Piero Ignazi delinea “I tre scenari per il gioco del potere” (Repubblica), privilegiando quello M5S-Pd. L’intervista di Luigi Zanda: “Impossibile governare con il M5s” (Corriere della Sera). Anche Andrea Orlando, minoranza dem, favorevole a incidere nel votare le presidenze ma contrario ad un’alleanza Pd-M5s (“Non si può restare a guardare”). Michele Serra, “Perché bisogna parlare con i 5 stelle” (Venerdì di Repubblica). Achille Occhetto, in un’intervista a Sette: “La sinistra non è populista”. Sul Foglio V. Valentini scrive: “Nasce il modello Zingaretti: Pd e M5s insieme”. A sinistra un’analisi ragionata di Aldo Garzia sul Manifesto: “Riorganizzare l’opposizione con una coalizione plurale”. Adriana Pollice: “La marea gialla sale dalle periferie” (Manifesto).

Leggi tutto →

11 Febbraio 2017
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

L’ORA DELL’UNITÀ POLITICA DELL’EUROPA

11 Febbraio 2017

L’Unità ha pubblicato un lungo e impegnativo articolo di Achille Occhetto, nel quale l’ex leader del Pci e dei Ds lamenta che le forze riformiste, di fronte alla crisi della globalizzazione finanziaria, non stiano lavorando a trovare le risposte adeguate, cioè non stiano battendosi insieme per un’Europa politica, per una globalizzazione democratica (“E’ l’ora dell’unità politica dell’Europa. Le forze di sinistra ripartano da qui”). Carlo Bastasin, sul Sole 24 ore, scrive che forse Trump, e con lui Putin, si stanno rivelando un fattore decisivo per la maturazione dell’Unione europea (“Se Trump e Putin riescono a compattare l’Europa”). Anche Bill Emmott su La Stampa vede dei segnali positivi nella crescita dei consensi a Macron in Francia e nella candidatura di Schulz in Germania (“Se cambia il vento in Europa”). Tonia Mastrobuoni scrive sul leader socialista tedesco: “La corsa record di Schulz. ‘Vi spiego io i rischi dell’Europa a due velocità’” (Repubblica). Su Schulz scrive anche Angelo Bolaffi: “Il vento tedesco del cambiamento” (Repubblica). Giorgio Napolitano scrive anch’egli che la vittoria di Trump e la Brexit spingono i paesi membri dell’Unione ad accettare nuovi  trasferimenti di sovranità dal livello nazionale al livello europeo (“L’opportunità dell’Italia nell’Unione”). Il Foglio pubblica un ampio intervento di  Stefano Ceccanti ad una tavola rotonda de La Civiltà cattolica: “L’Europa davanti al bivio tra la doppia velocità e la deriva sovranista”. Sul Corriere Ernesto Galli Della Loggia critica l’Europa per la sua rinuncia ai propri valori culturali (“Perché l’Europa è senza identità”).

Leggi tutto →

12 Novembre 2014
by c3dem_admin
0 commenti

0 commenti

SUL COLLE. IN CASA PD. ALL’OPPOSIZIONE

12 Novembre 2014

IL COLLE: Stefano Folli, “Il Colle, l’Italicum e il fattore tempo” (Sole 24 Ore); Fabrizio d’Esposito, “Veltroni al Colle, l’uomo che piace a Renzi ma anche a B.” (Il Fatto); Vittorio Feltri, “Il furbo Veltroni meglio di Prodi” (Il Giornale). AREA PD: Stefano Fassina, “La manovra di Renzi porterà l’Italia sul Titanic” (Il Foglio); Carlo Dell’Aringa, “Jobs act, perché uno sciopero così non conviene” (Europa); Stefano Menichini, “Come sbanda l’opposizione di sinistra” (Europa); Achille Occhetto, “Ecco perché ho brindato alla rottamazione renziana” (intervista al Messaggero); Fausto Bertinotti, “Comunismo finito, ora c’è solo la chiesa”  (Il Tempo); Nadia Urbinati, “Se l’astensionismo conquista persino l’Emilia Romagna” (Repubblica); Massimo Villone, “Il comando populista a volte non basta” (Manifesto). ALTRO: Roberto d’Alimonte, “L’interesse del Cavaliere” (Sole 24 Ore); Elisabetta Gualmini, “Il voto di protesta lascia Grillo” (La Stampa); Thomas Picketty, “Il regime plutocomunista” (Repubblica).

Leggi tutto →