1 Dicembre 2020
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

UNA PATRIMONIALE? CASO REGENI. DIVORZIO 50 ANNI DOPO

1 Dicembre 2020

Alessandro Di Matteo, “Patrimoniale per i super ricchi. La proposta spacca la maggioranza” (La Stampa). Alessandro De Nicola,Le mani dello Stato sui nostri portafogli” (La Stampa). Lisa Di Giuseppe, “Tassare i ricchi è possibile. La Spagna colpisce i redditi e i patrimoni più elevati” (Domani). Andrea Roventini,Solo in Italia non si discute di tassare i ricchi” (intervista al Manifesto). Daniele Manca, “Falsi miti e danni della patrimoniale” (Corriere). REGENI: Grazia Longo,Egitto: sono insufficienti le prove raccolte dall’Italia” (La Stampa). Carlo Bonini, “Compromesso in stile bizantino” (Repubblica). Claudio e Paola Regeni, “Cinque anni di schiaffi. Si richiami l’ambasciatore” (La Stampa). DIVORZIO: Sul blog di Stefano Ceccanti una sua intervista a Radio radicale e alcuni link. Elena Stancanelli, “Il divorzio ha cambiato per sempre la Repubblica” (Repubblica). Anna Maria Bernardini De Pace, “I primi 50 anni della legge sul divorzio” (La Stampa). Eliana Versace, “Cinquant’anni fa il divorzio. L’inizio della secolarizzazione” (Avvenire). Alberto Melloni, “Anche la cultura cattolica ha contribuito a introdurre il divorzio” (Domani).

Leggi tutto →

1 Marzo 2018
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

“VOTI DEL CIELO IN ORDINE SPARSO”

1 Marzo 2018

Così il Manifesto titola un articolo di Luca Kocci, “Voti del cielo in ordine sparso. I cattolici arrivano divisi alle urne”. Ma dopo le urne, secondo Giorgio Merlo, i cattolici democratici e popolari dovranno per forza prendere l’iniziativa: “Dopo le elezioni gli schieramenti si scomporranno. Il ruolo dei cattolici” (Il Dubbio). Si vedano anche le posizioni di Noi Siamo Chiesa (“4 marzo. Per un nuovo corso nella società e nella chiesa”) e di Raniero La Valle (“Verso dove”). Un editoriale di Antonio Polito, sul Corriere della Sera, mette in guardia dalle forze populiste ma denuncia gli errori degli altri: “Il senso della democrazia nelle urne del 4 marzo”. Massimo Adinolfi, sul Mattino, è sconsolato e evidenzia “La deriva ingovernabile del rancore che avanza”.  SULLE ULTIME SCELTE DEL M5S: Claudio Cerasa, “Giù la maschera: il 4 marzo è un referendum su Di Maio” (Il Foglio); Mauro Calise, “Se Di Maio calpesta la Carta” (Mattino); Gaetano Azzariti, “Una mossa propagandistica e ingenua” (Manifesto); Michele Prospero, “Svolta governi sta. Di Maio pagherà un prezzo” (Manifesto); Emanuele Macaluso, “Il Corriere si è accorto degli imbrogli di Di Maio” (Il Dubbio); Renzo Rosati, “Fioramonti, mr. Sottosviluppo” (Foglio). Ma ecco Andrea Roventini, candidato M5S all’Economia, “Piano Cottarelli, tax expenditure, più crescita: così ridurrò il debito” (intervista al Sole 24 ore). CHE FARÀ MATTARELLA? Claudio Tito, “Governo, le regole di Mattarella” (Repubblica); David Allegranti, “Nella testa di Mattarella” (Foglio).

Leggi tutto →