15 Febbraio 2019
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

SE LE AUTONOMIE DIFFERENZIATE AUMENTANO LE DIFFERENZE

15 Febbraio 2019

Non è facile districarsi nel pasticcio della questione dell’autonomia regionale. Non drammatizza ma chiede che se ne parli in Parlamento Valerio Onida, in un’intervista a Repubblica (“La coesione sociale non è messa in discussione”) e in una al Mattino (“Sbagliato non aprire la discussione in Parlamento”). Cauto anche il punto di vista di Marco Olivetti sull’Avvenire (“Un’occasione da usare bene”), affiancato da un articolo più critico, di Francesco Gesualdi (“Un boccone avvelenato”). Critici altri giuristi: Michele Ainis su Repubblica (“La fiera degli egoismi”) e Massimo Villone sul Manifesto (“Non solo questione di soldi, in ballo c’è molto di più”). Soppesa il giudizio un altro giurista, Francesco Clementi, sul Sole 24 ore (“L’aumento delle differenze e i contrappesi da prevedere”). Tra gli economisti sono critici Massimo Bordignon, su lavoce.info (“La posta in gioco con l’autonomia del Nord”), Gianfranco Viesti, il principale accusatore del regionalismo differenziato (“Lo spacca-Italia fa pagare al Sud la quota del fisco che resta al Nord”, Il Messaggero, e “Sono solo Zaia e soci a guadagnarci, e dopo non si torna indietro”, Il Fatto), e Adriano Giannola, presidente della Svimez (“Bloccare tutto o la secessione verrà fatta dal Sud d’Italia”, La Stampa). Quanto al Pd, Stefano Ceccanti e Luigi Marattin parlano di un grande equivoco (“Dieci punti sull’autonomia regionale”), Enrico Letta sembra assai critico (“E’ una secessione mascherata”, Quotidiano nazionale), alcuni presidenti di regione sono a favore: Sergio Chiamparino (“Io dico sì, il Nord non toglie risorse al Sud”, Il Sole 24 ore, e “Io favorevole ma nessuna regione può tenersi le tasse”, Repubblica), Stefano Bonaccini (“L’Emilia non minaccia l’unità del Paese”, Corriere della sera); altri meno: Enrico Rossi, “Si sfascia il paese per fondare staterelli egoisti”, Repubblica).

Leggi tutto →

26 Dicembre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

MANOVRA. IL VOTO AL BUIO

26 Dicembre 2018

Massimo Villone, “Voto al buio, sul Parlamento cala il sipario” (Manifesto). Mario Monti,Bivacco in aula” (Corriere della sera). Ugo De Siervo, “Votata senza regole la manovra è un mostro giuridico” (intervista a Repubblica). Cesare Mirabelli, “La vittoria delle clientele nel Parlamento fantasma” (Messaggero). Michele Ainis, “Imposto il bavaglio, la Consulta interverrà” (Repubblica).

Leggi tutto →

3 Settembre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

ANCHE IN SVEZIA?

3 Settembre 2018

In Svezia si vota il 9 settembre: Andrea Tarquini, “Svezia, la crescita non basta. Welfare in bilico tra migranti e nazionalisti” (Repubblica). In Europa si vota tra sei mesi: Franco Venturini,L’Europa e le urne del destino” (Corriere della sera”). Le spiegazioni dello scontento diffuso e dei giudizi sommari si fatica a darle e a capirle; ad esempio: Matteo Pucciarelli,Perché noi operai siamo stati costretti a votare M5S” (Repubblica). Non ha torto Giovanni Belardelli, “Rifiutare la competenza, un’idea falsa di democrazia” (Corriere della sera); si veda Marco Demarco, “’Lo Stato siamo noi’. Il caso Bagnoli” (Corriere della sera). E poi, come dice Maurizio Molinari, “quando la ragione si offusca è l’intolleranza che si fa largo”: “L’Italia e il risveglio dei démoni” (la Stampa). E c’è dell’altro: Michele Ainis, “La solitudine genera i tiranni” Repubblica). Sull’Espresso Marco Damilano, presentando la sua rivista, ragiona su tutto ciò e scruta il futuro: “Per cambiare tutto cambiamo noi stessi”. Sulla legge di stabilità ormai alle porte scrivono Marcello Messori, Francesco Giavazzi, Carlo Cottarelli.

Leggi tutto →

4 Agosto 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

NOMINE. RAZZISMO. I RUSSI SUL WEB. IL CENTRO-DESTRA. IL PD. E ALTRO

4 Agosto 2018

Sabino Cassese, “Nomine. Il potere e il senso del limite” (Corriere della sera). Michele Ainis (sulla richiesta di cancellare la legge sul razzismo), “Il diritto al rovescio” (Repubblica).  Federico Fubini, “Le manovre dei russi sul web e l’attacco a Mattarella” (Corriere della sera). Maurizio Ferrera, “Le fabbriche del falso” (Corriere della sera). Antonio Tajani, “Ma ora Matteo deve fare qualcosa di centro destra” (intervista al Corriere della sera). Giancarlo Giorgetti, “Tasse e reddito di cittadinanza, insieme o niente” (intervista a La Stampa). Stefano Folli, “A Salvini serve l’altra anima della destra” (Repubblica). Michele Prospero, “Governo, la maggioranza ha consenso e governerà a lungo” (Manifesto). Nicola Zingaretti, “Il nuovo Pd e i due nemici del riformismo” (Repubblica). Giovanni Orsina, “Se il 2018 è la replica del 1994” (La Stampa). Leonardo Becchetti, “La dignità del lavoro non si ingessa” (Avvenire). Vittorio Possenti,Parlamento e dittatura mediatica” (lettera all’Avvenire). Raniero La Valle sull’uso delle armi per difesa personale: “I cittadini, prima della caduta” (chiesa di tutti chiesa dei poveri). Franco Monaco, “Questo Stato meritava Borsellino?” (Il Fatto).

Leggi tutto →

28 Giugno 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

“LA SINISTRA FUORI DAL MERCATO”

28 Giugno 2018

Indichiamo alcuni dei commenti degli ultimi giorni dopo il voto delle amministrative (vedi le analisi dell’Istituto Cattaneo e del Cise) e alla crisi di Pd e sinistra. Stefano Folli, “Il buio a sinistra” (Repubblica). Ezio Mauro, “Come ritrovare la sinistra” (Repubblica). Marco Revelli, “Il voto come un’antica festa crudele” (Manifesto). Paolo Pombeni, “Pd, una disfatta neppure tanto strana” (mentepolitica.it). Andrea Orlando, “In certe città credevamo di essere eterni. Ora Zingaretti” (a Repubblica). Gianfranco Pasquino, “Il crollo di un progetto velleitario” (Il Mulino). Mario Ricciardi, “Errori e vie d’uscita del centrosinistra italiano” (Il Mulino). Matteo Orfini, “La linea Minniti ha sdoganato la destra” (intervista al Manifesto). Luca Ricolfi,Il Pd non può più cambiare” (intervista a La verità). Massimo Adinolfi, “La sinistra senza orizzonte” (Mattino). Luciano Canfora, “Via tutto il vertice del Pd” (Il Fatto). Piero Sansonetti, “La corsa al funerale del Pd, ma il Pd non è morto” (Il Dubbio). Emanuele Macaluso, “Senza lottare si va al 3%. Facciano un congresso vero” (intervista a La Stampa). Ernesto Galli Della Loggia, “La sinistra vada oltre la sinistra” (Corriere della sera). Michele Ainis, “Governo ombra per ridare voce all’opposizione” (Repubblica). Paolo Franchi, “L’opposizione alla ricerca di un progetto che manca” (Corriere della sera). Norma Rangeri, “Un nuovo cammino a sinistra” (Manifesto). Aldo Carra, “Non servono formule da mercato politico” (Manifesto). Michele Prospero, “Una coalizione unitaria. Il tempo stringe” (Manifesto). Pietro Paganini, “La minaccia di un Paese senza opposizione” (Sole 24 ore). Paolo Armaroli, “I dem imitano don Chisciotte e Salvini ringrazia (Sole 24 ore).

Leggi tutto →

18 Marzo 2018
by Forcesi
3 Commenti

3 Commenti

L’ITALIA. I CATTOLICI. L’EUROPA. MORO

18 Marzo 2018

L’intervista di Walter Veltroni l Corriere della sera: “La sinistra ritrovi se stessa. Torni dove c’è il popolo”. Massimo Adinolfi sul Mattino: “La sfida del Pd: vincere la crisi di rigetto”. Su i cattolici e il voto, dice Andrea Riccardi: “Sì, anche noi abbiamo perso” (Espresso). Susanna Turco: “E il cattolico si scopre in Movimento” (Espresso). Dario Di Vico analizza il Nord: “Non solo i dimenticati. Anche i vincenti della globalizzazione hanno scelto la Lega” (Corriere della sera). Il commento al voto degli amici milanesi de Il Sicomoro. Stefano Passigli sul Corriere: “Le coalizioni atipiche esistono anche in Europa”. Alesina e Giavazzi, sul Corriere, si appellano alla società civile: “L’Italia che fatica a farsi ascoltare”.  Emanuele Felice, su Repubblica, esorta il Pd a un cambio profondo: “Se la sinistra perde la sfida riformista”. Michele Ainis, “Che illusione la democrazia digitale!” (Repubblica). LEGGERE IL VOTO IN ITALIA IN OTTICA EUROPEA: Romano Prodi, “L’Italia conti di più in Europa o è destinata all’irrilevanza” (Messaggero); Sergio Fabbrini, “Le tre ‘transizioni’ che pesano sull’Italia” (Sole 24 ore); Enrico Letta, Pascal Lamy e altri: “Europa: è ora di scelte coraggiose” (Repubblica). E ANCORA ALDO MORO: Francesco Casavola, “Moro, la complessità dell’uomo oltre la politica”, e Sabino Cassese, “La sua lezione: ascoltare dialogare” (Mattino).

Leggi tutto →

30 Ottobre 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

LA SINISTRA NELLA STAGIONE DELLA NON POLITICA

30 Ottobre 2017

Pronti al dialogo su scuola e lavoro” dice Maurizio Martina sul Corriere della Sera, Replica per MDP Enrico Rossi su La Stampa: “Non vedo le condizioni per allearsi con Matteo”. Il senatore dem Massimo Mucchetti è ancora più duro: “Questo Pd è pericoloso, serve un nuovo segretario” (intervista a Il Fatto). Anche il politologo amico Mauro Calise appare scoraggiato e a Renzi consiglia di fare (meglio) il segretario ma non il premier: “Pd, il doppio volto di Matteo” (Mattino). E i giovani che dicono? Da un sondaggio Ilvo Diamanti scatta questa fotografia: “No a politica e religione, per i giovani è l’era delle passioni tiepide” (Repubblica). Ma non solo i giovani, dice Michele Ainis: “La stagione della non politica” (Repubblica). Su Pietro Grasso, sul quale forse punta la sinistra, quel castigamatti di Giuliano Ferrara spara a zero: “Cavour, Dillinger e l’opportunità percepita” (Il Foglio). Claudio Cerasa dice “Cosa significa la salita in cattedra di Mattarella” (Il Foglio). Marcello Sorgi indica “Il paradosso dell’alternativa a cinque stelle” (La Stampa). E Marco Damilano apre lo scenario del “Voto finale” (Espresso).

Leggi tutto →