28 Settembre 2020
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

DECLINO DEGLI ANTI-CASTA E RESPONSABILITÀ DEI CETI PRIVILEGIATI

28 Settembre 2020

Interessante iniziativa raccontata da Massimo Rebotti sul Corriere: “La sfida di Bentivogli e Floridi per la buona politica”. Interessante anche l’editoriale di Dario Di Vico, sempre sul Corriere: “La società dei confini e i privilegi da superare”. Un tentativo di interpretare Giuseppe Conte da parte di Massimiliano Panarari su la Stampa: “Conte, il doroteo della post-politica”. L’entusiasmo di Claudio Cerasa sul Foglio: “Perché è possibile un vaffa day contro il popolo anti-casta”. La voce di Banca d’Italia nell’articolo di Marco Conti sul Messaggero: “Visco sferza palazzo Chigi: sul Mes troppi pregiudizi, ci sono solo vantaggi”. Barbara Spinelli, grande protettrice del M5s, denuncia: “Sacra alleanza contro i 5stelle” (Il Fatto). Mauro Calise, però, ricorda: “Alleanza Pd-5stelle, il giallo si è stinto” (Mattino). RECOVERY FUND (O MEGLIO NEXT GENERATION EU): Spiega il perché dell’altra dizione Francesco Giavazzi sul Corriere: “Riforme di lungo periodo per costruire il futuro”. Denso ma utile da leggere l’articolo del ministro Enzo Amendola sui piani del governo: “L’Europa ci sostiene. Adesso le riforme non sono un’utopia” (Il Riformista). Un bell’articolo del prof. Amedeo Lepore sul Mattino: “Infrastrutture, la via sociale che porta allo sviluppo”. EUROPA: Romano Prodi, “Come il virus può favorire l’integrazione tra i paesi Ue” (Messaggero). Sergio Fabbrini,La tirannia delle minoranze soffoca la Ue” (Sole 24 ore).

Leggi tutto →

3 Giugno 2020
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

IL SOCIALISMO DEL SINDACO DI MILANO

3 Giugno 2020

Esce un libro del sindaco di Milano: Beppe Sala, “Manifesto per la nuova sinistra” (La Stampa – estratto dal libro). Beppe Sala intervistato da Aldo Cazzullo per il Corriere della sera: “E’ il momento di cambiare, serve un nuovo socialismo”. Enrico Letta ne scrive su Repubblica: “La sinistra può vincere solo se batte l’indifferenza”. Paolo Pombeni analizza le risposte dei partiti all’appello all’unità di Mattarella: “Partiti senza lungimiranza e futuro” (Il Quotidiano del Sud). Lettera di Silvio Berlusconi al Corriere: “Ora concordia per risollevarci tutti insieme”. Il costituzionalista Francesco Clementi dice che per rispondere a Mattarella “Ora serve un’Assemblea costituente” (intervista a Il Dubbio). Guido Tonelli, sul Corriere, scrive: “Per una nuova classe dirigente. Bisogna saper pensare in grande”. Marco Revelli e Marco Tarchi dialogano sulle manifestazioni di piazza del 2 giugno: “Negazionismo e populismo” (Repubblica). Claudio Cerasa propone “Quattro punti per una riconciliazione nazionale” (Foglio). Salvatore Sechi: “L’oplà di Franceschini e i rischi politici e identitari per il Pd nell’alleanza organica con i Cinquestelle” (Il Dubbio). Dice Serge Latouche, teorico della decrescita, a Il Fatto: “Il virus a Milano vi ha restituito il cielo azzurro”. Giulio Napolitano: “Come snellire la pubblica amministrazione” (Repubblica). Carlo Cottarelli, “Non so se serve un commissario… L’importante è che l’Italia prenda i fondi del Mes” (intervista al Corriere). Ora Ernesto Galli Della Loggia interviene sul nuovo Avanti: “Dove sono finiti i cattolici?”.

Leggi tutto →

25 Maggio 2020
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

ANCORA SU GALLI DELLA LOGGIA VS FRANCESCO. E CRESCE IL DIBATTITO SULLA CLASSE DIRIGENTE

25 Maggio 2020

Pierluigi Mele, “‘Galli Della Loggia e Ruini nostalgici della Chiesa d’ordine’. Intervista a Guido Formigoni” (Rainews.it); Giovanni Cominelli,Galli Della Loggia accusa papa Francesco. A sproposito” (Libertà eguale). QUALE CLASSE DIRIGENTE? Lo scorso 16 maggio Ferruccio De Bortoli ha scritto sul Corriere della sera un editoriale intitolato: “La classe dirigente che serve al Paese”. Sono poi intervenuti Silvio Berlusconi e Valeria Fedeli. Oggi l’editoriale di Galli Della Loggia: “Formare una classe dirigente”.

Leggi tutto →

31 Dicembre 2019
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

IL PREMIER. LA SINISTRA. IL CENTRO. LA CLASSE DIRIGENTE. LA POVERTÀ. IL LAVORO

31 Dicembre 2019

Claudio Tito, “Non sarò un altro Cincinnato” (Repubblica). Goffredo Bettini,Il premier carta importante. Una sua lista elettorale sarebbe un bene” (intervista a Repubblica). Marco Revelli, “Il premier è diventato un argine che evita il peggio” (intervista al Corriere della sera). Fabio Martini, “La nuova agenda di Conte” (La Stampa). Francesco Merlo, “La nascita del contismo” (Repubblica). RIFLESSIONI SULLA SINISTRA: Fabrizio Barca, “Se i neoliberisti si alleano con i sovranisti” (Espresso). Massimo Adinolfi, “Tramontata la terza via sinistra senza rotta” (Mattino). SUL CENTRO: Luca Ricolfi,Due idee spartiacque per il centro che verrà” (Messaggero). SULLA CLASSE DIRIGENTE: Tito Boeri, “Taglio dei parlamentari. Non è solo questione di numeri” (Repubblica). Giovanni Cominelli,Italia 2020. La storia cambia quando vogliamo cambiare noi stessi” (Libertàeguale.it). SUL REDDITO: Giuseppe Provenzano, “Puntiamo 100 miliardi sul Sud, ma dobbiamo rivedere il reddito di cittadinanza” (Repubblica). Chiara Saraceno, “Quel reddito da riformare” (Repubblica). Matteo Renzi, “Il reddito va cancellato” (intervista a La Stampa). SUL LAVORO: Marco Bentivogli, “Benvenuti robot!” (Foglio).

Leggi tutto →

19 Dicembre 2019
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

CLASSI DIRIGENTI. SCENARI DEL GOVERNO. SARDINE…

19 Dicembre 2019

Sabino Cassese,Il bisogno di una nuova classe dirigente” (Foglio). Danilo Paolini,Oltre il vuoto della politica” (Avvenire). Antonio Polito, “Il Sud mobile delle classi dirigenti” (Corriere). GOVERNO: Stefano Folli, “La finta tregua di Natale” (Repubblica). Manuela Perrone, “Il calvario del governo: 15 marce indietro in ottanta giorni” (Sole 24 ore). Giovanni Orsina, “Il triplice segnale del capitano” (La Stampa). Fabio Martini,Renzi getta l’esca a Salvini” (Secolo XIX). Matteo Renzi, “Ho fondato un partito perché mi hanno costretto” (intervista a G. Minoli su Il Riformista).  Sabino Cassese,Bilancio. Una legge confusa” (Corriere della sera). Giuseppe De Rita, “Se la legge di bilancio decide solo l’ordinario” (Corriere). SARDINE: Enzo Scandurra, “La saggezza delle sardine e quei consigli non richiesti” (Manifesto). Marianna Rizzini, “Internazionale sardine” (Foglio).

Leggi tutto →

17 Dicembre 2019
by Giampiero Forcesi
1 Commento

1 Commento

I nuovi animatori di comunità

17 Dicembre 2019
di Luigi Lochi

 

Essere linfa vitale della democrazia e strumento per la ricostruzione dei legami comunitari è una grande sfida che le sardine vogliono affrontare. Per l’attuale classe dirigente è l’annuncio – come scrive il professor Magatti – che ha già consumato le proprie chance.

Leggi tutto →

26 Gennaio 2018
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

RECUPERARE LA CREDIBILITÀ PERDUTA

26 Gennaio 2018

Stefano Folli sostiene che il Pd, almeno, una classe dirigente decente de l’ha; non così, per ora, gli altri (“Pd e destra, quale classe dirigente”). Però Federico Geremicca, su La Stampa, ragionando sulla tesi di D’Alema a favore di un governo del Presidente, si chiede chi mai potrà assumere questo incarico: “Se il governo del presidente è un miraggio”. Luca Bergamo, già collaboratore delle giunte Rutelli e Veltroni e oggi vicesindaco con Virginia Raggi, ha rilasciato ieri un’intervista a Il Fatto (“Il M5S ha valori di sinistra, non può andare con la Lega”); oggi Emanuele Macaluso s’arrabbia: “La sapete l’ultima? Di Maio erede di Parri” (Il Dubbio). Claudio Cerasa sul Il Foglio spiega “Perché Grillo e Gentiloni hanno ragione a vedere lontana la vittoria di Di Maio”. Sempre su Il Foglio David Allegranti racconta le liti in casa Leu: “Il favoloso romanzo della scissione annunciata di Liberi e Uguali”. Intanto, “Sorpresa: Leoluca Orlando entra nel Pd”(su Italia Oggi). Una ricerca sui giovani dell’Istituto Toniolo ci conferma: “I giovani lontani dai partiti”; Alessandro Rosina commenta: “Recuperare la credibilità perduta” (Repubblica).

Leggi tutto →

5 Maggio 2017
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

DEMOCRAZIA IN CERCA DI NUOVE FORME

5 Maggio 2017

Per capire la prospettiva sperata dall’ala libera dei sostenitori di Renzi si veda il lungo articolo del viceministro dell’economia Enrico Morando su il Foglio: “Agenda per la nuova sinistra”. Giuseppe De Rita avverte la carenza di personalità di spessore tecnico e insieme di visione politica, e rimpiange la generazione dei Paronetto e dei Sebregondi: “La sintesi necessaria tra tecnici e politici” (Corriere della sera). Claudio Cerasa, su Il Foglio, riprende l’editoriale del giorno prima di Ezio Mauro su Repubblica: “Quel diavolo borghese della sinistra di Francia che non vota Macron”) e attacca i “banalizzatori dei populismo”: “La responsabilità delle elite nella proliferazione del qualunquismo populista”. Salvatore Vassallo sull’Unità: “Ecco perché il popolo dem si è identificato nel (nuovo) vecchio segretario”. Franco Monaco, “L’Ulivo riviva nel Campo progressista di Pisapia” (Huffington post). Il deputato pd Giorgio Merlo: “Il Pd deve scegliere: partito plurale o personale?” (Il Dubbio). Luca Diotallevi, su Avvenire: “In crisi di valori la politica riscopra l’arte di convenire”. Giovanni Orsina, “Democrazia in cerca di nuove forme” (La Stampa). Nadia Urbinati, “La visione di Di Maio alla prova di Harvard” (Repubblica). In un’intervista all’Avvenire una proposta di Michele Nicoletti dopo l’ennesima fumata nera: “Consulta, manca ancora un giudice. Ora tempi certi per l’elezione”. Carlo Calenda in un’intervista al Sole 24 ore: “Liberalizzazioni e industria 4.0, fase due per rilanciare la crescita”.

Leggi tutto →