25 Giugno 2019
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

Il socialismo torna a vincere con nuove politiche anti diseguaglianze

25 Giugno 2019
di Nicola Cacace

 

I partiti socialdemocratici europei, che negli anni 2000-2014 avevano perso molti milioni di voti, dal 2015 sono in netta ripresa.  Lo sono perché hanno cominciato a inserire alcuni temi  socialmente “avanzati” nei propri programmi politici: orari di lavoro, fisco progressivo, contributo di solidarietà dei super-ricchi, accoglienza immigrati  ma con un numero crescente di doveri e obbligazioni…

Leggi tutto →

13 Febbraio 2018
by sammarco
0 commenti

0 commenti

Riflessioni sui diari di Bruno Trentin

13 Febbraio 2018
di Sandro Antoniazzi

 

Nel giugno dello scorso anno, a dieci anni dalla morte, sono stati pubblicati i diari di Bruno Trentin, segretario generale della Cgil dal 1988 al 1994 (Bruno Trentin, Diari 1988-1994,a cura di Igino Ariemma, Ediesse, pp. 520). I diari sono relativi proprio al periodo in cui Trentin è stato segretario della Cgil, periodo nel quale si è assistito a un passaggio d’epoca (il crollo del comunismo, la fine dei partiti di massa, l’avvio della rivoluzione digitale…). In quegli anni Trentin si interroga con grande libertà e acutezza sui cambiamenti in atto e cerca di dare al sindacato un nuovo ruolo, meno ideologico, incentrato sui diritti, sulla partecipazione, sulla soggettività operaia.

Quella che pubblichiamo è una riflessione sul contenuto di questi diari, comparsa sul sito della Casa della Cultura di Milano ( le frasi riportare in corsivo nel testo sono tratte dai Diari di Trentin).

 

Leggi tutto →

30 Maggio 2015
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

Karl Polanyi, “Una società umana, un’umanità sociale. Scritti 1918-1963”

30 Maggio 2015

Salvatore Vento

 

La recensione è apparsa nel supplemento Via Po del settimanale della Cisl “Conquiste del lavoro”

 

Karl Polanyi  nacque a Vienna nel 1886, visse in un ambiente socio culturale stimolante (il fratello era un noto filosofo) e fin da giovane studente partecipò e fu promotore di dibattiti culturali, come quelli che si svolgevano nel “Circolo Galilei” di Budapest che sfidavano il vecchio ordine monarchico (compresa la Chiesa). Vi partecipavano giovani che poi sarebbero diventati famosi intellettuali come György Lukács e Karl Mannheim, lo psicanalista Sándor Ferenczi e il musicista Béla Bartók.

Leggi tutto →

14 Febbraio 2015
by c3dem_admin
0 commenti

0 commenti

Sinistra, libertà, storia e persona

14 Febbraio 2015
di Claudio Bazzocchi

 

Pubblichiamo, per gentile concessione dell’autore, il testo dell’intervento da lui tenuto lo scorso 22 gennaio nel corso del seminario dei Cristiano-sociali “La radicalità cristiana interroga la sinistra”. L’autore, dottore di ricerca in Filosofie e teorie sociali contemporanee, si interroga sulla questione della libertà a partire dalla tradizione social-comunista. Tra i suoi libri: L’umanità ovunque. Sinistra, mediazione e connessione sentimentale, Ediesse 2014; Virtù e fortuna. In difesa del partito politico, Il Ponte Editore, 2012; Hölderlin e la rivoluzione. Il socialismo oggi tra libertà e destino, ETS, 2011.

 Clicca qui il testo.

Leggi tutto →

21 Novembre 2012
by sammarco
0 commenti

0 commenti

I cristiano sociali tra socialdemocrazia e Terza via. Le tesi di Fassina, Borioni e Ceccanti

21 Novembre 2012

In un articolo su “l’Unità” del 13 novembre, Stefano Fassina aveva discusso dell’apporto del cristianesimo sociale alla sinistra italiana e della crescente differenziazione del Pd dalla socialdemocrazia europea (“I cattolici e il dna democratico”). Paolo Borioni, ricercatore all’Università La Sapienza a Roma e al Center for Nordic Studies dell’Università di Helsinki,

Leggi tutto →

14 Novembre 2012
by sammarco
0 commenti

0 commenti

La tradizione cattolico-democratica e il Pd. Un articolo di Massimo D’Antoni

14 Novembre 2012

“Proprio l’apporto di un certo cattolicesimo democratico, con la solida cultura parlamentarista, la visione pluralista del corpo sociale, l’idea di persona irriducibile ai rapporti economici, potrebbe consentire l’emergere di una sinistra più adeguata al Paese di quanto non sia ad esempio un mero richiamo al socialismo europeo, che da noi rischia di suonare fuori contesto. E non è

Leggi tutto →