21 Ottobre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

NUBI SULL’ITALIA. MA FORSE C’È UN RISVEGLIO

21 Ottobre 2018

Sul Messaggero Romano Prodi fa una carrellata sulle prospettive dell’economia mondiale e teme per l’Italia una debacle sulle pensioni (“Conto salato per l’abolizione della Fornero”). L’editoriale di Ferruccio De Bortoli sul Corriere della sera s’intitola “La fiducia perduta”. Ieri l’editoriale di Antonio Polito diceva: “Non si governa con il rancore”, e Davide Bellasio su Repubblica indicava “L’errore dei sovranisti”. Oggi Lucrezia Reichlin, sul Corriere, ricorda che nel piano del governo “Il Sud resta una cenerentola”. E sull’Avvenire Carla Collicelli, a proposito dei 5Stelle, si chiede: “Né destra né sinistra, ma dov’è il futuro?”. E L’OPPOSIZIONE? Michele Salvati, sul Corriere, ha un timore: “Appello a Forza Italia e Pd: non cedete al populismo”, e chiede al Pd di mantenere il suo profilo riformista anche se impopolare; mentre Federico Geremicca, su La Stampa, dice che il Pd deve dire a quali alleanze guarda per il futuro (“Lo choc che serve al Pd“). Ilvo Diamanti, su Repubblica, sembra guardare con qualche fiducia alla scelta di Renzi di pensare a persone nuove e a comitati civici, oltre il partito (“Se la Leopolda ritorna al passato”); scettico invece Riccardo Chiari sul Manifesto (“Una Leopolda per non sparire”). Da Riace a Lodi, scrive Marco Damilano sull’Espresso, sembra che stia nascendo una nuova opposizione civile (“Risvegli”). Lo aveva notato anche Enzo Scandurra sul Manifesto (“Dal vagone di coda le periferie inviano segnali”). Intanto Nicola Zingaretti propone un suo manifesto su Repubblica: “Ecco il mio piano per un’economia senza ingiustizie”. Anche Art. 1-MDP prova a dire come la pensa, con un suo documento. E in Cgil si torna a discutere: Paolo Griseri, “Cgil, riformisti contro massimalisti” (Repubblica).

Leggi tutto →

18 Ottobre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

IL PD. LEU. LA CGIL. IL DEF GIALLOVERDE

18 Ottobre 2018

Franco Monaco,Primarie Pd. Renzi, convitato di pietra” (Il Fatto). Matteo Renzi, “Il partito da solo non basta. Presenteremo comitati civici” (intervista al Corriere della sera). Carlo Calenda, “Non vado alla Leopolda. Pronto a candidarmi con il Fronte” (intervista a La Stampa). Michele Salvati, “Come salvare il Pd dalla ZTL” (Foglio). Giuseppe Sala, “Milano città aperta” (colloquio con Marco Damilano, sull’Espresso). Tommaso Cerno, “Il Pd non sa neanche dove vive” (intervista a Il Fatto). Cesare Damiano, “Mi candido alla segreteria dem, ma a Zingaretti dico…” (intervista a Il Dubbio). Pietro Ichino, “Il crinale della candidatura Zingaretti sostenuta da Gentiloni” (blog). Giovanna Casadio, “Zingaretti oltre il renzismo”. Goffredo De Marchis, “Minniti, la voglia di provarci, ma marcando l’autonomia da Renzi”. Andrea Marcucci, “Minniti candidato autorevole. Convergiamo tutti su di lui” (intervista a La Stampa). ALTRO: Roberto Speranza intervistato sulla crisi di Leu: “I dem hanno fallito. Avanti con Leu, ora o mai più” (Huffington post). Dario Di Vico, “Il dopo Camusso e il populismo” (Corriere della sera). Piero Ignazi, “M5s, l’anima smarrita” (Repubblica).  SUL GOVERNO E LA MANOVRA: Stefano Folli, “L’ancora di Draghi” (Repubblica); Vincenzo Visco, “E’ la tipica manovra di destra” (intervista al Manifesto); Pelto Pekka, “Manovra generica, brindano solo gli evasori” (Sbilanciamoci.org). Enzo Marro, “Così la manovra è un atto di fede” (Corriere della sera); Massimo Cacciari, “L’Ue non esiste più. La bocciatura arriverà dai mercati e sarà il caos” (intervista a Il dubbio); Sergio Fabbrini, “Governo diviso su economia e politica per l’Europa”; Giulio Sapelli, “La voce strozzata della Ue” (Messaggero); Massimo Villone, “Serve una Corte più forte contro le pressioni della Ue” (intervista a Il Fatto). Sabino Cassese, “Il governo è lo Stato?” (Foglio).

Leggi tutto →

3 Dicembre 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

MIOPIE SINDACALI. E MIOPIE POLITICHE

3 Dicembre 2017

Il ministro Carlo Calenda, intervistato dal Corriere della sera, critica il presidente della Puglia Emiliano sul caso Ilva e sul gasdotto: “I veti locali bloccano l’Italia”. Giuseppe Berta, sul Mattino, critica la Cgil: “Dal caso Ilva allo scontro pensioni, la Cgil tra realtà e vuoto di idee”. Goffredo Buccini, “Quando la miopia è più forte dell’acciaio” (Corriere della sera). Marco Bentivogli, segretario Fim-Cisl: “No alla campagna elettorale sui lavoratori” (intervista al Corriere della sera). Sul basso profilo del dibattito pre-elettorale scrivono Sergio Fabbrini  sul Sole 24 ore (“Quale ruolo dell’Italia nella Ue: la posta in gioco alle elezioni”), Ferruccio De Bortoli sul Corriere della sera (“Il vincolo di responsabilità che serve alla politica”), Alessandro Rosina su Repubblica (“I giovani scoraggiati a cui l’Italia deve un futuro”). Carlo De Benedetti, intervistato dal Corriere della Sera: “Renzi è una delusione. Su Berlusconi Scalfari sbaglia”. Dal canto suo, Eugenio Scalfari perde fiducia in Renzi (“Le elezioni e il fantasma del governo impossibile”, Repubblica). Su Il Mattino due voci critiche sul Movimento 5stelle: Biagio de Giovanni, “La menzogna violenta che scardina il sistema”; Luigi Covatta, “I cinque stelle e il populismo anomalo”.

Leggi tutto →

22 Novembre 2017
by Forcesi
1 Commento

1 Commento

LAVORO E PENSIONI. GIOVANI E ANZIANI. DISUGUAGLIANZE E FISCO

22 Novembre 2017

Stefano Folli  analizza “Le due sinistre e il dilemma delle pensioni” (Repubblica). Più netto il giudizio di Marcello Sorgi su La Stampa: “Camusso e la lezione sbagliata di Berlinguer”. Il Mattino pubblica un commento critico sulla Cgil del vicedirettore dell’Istituto Bruno Leoni, Serena Sileoni: “Quelli che non sanno che cosa è il confronto”. In un’intervista al Manifesto Chiara Saraceno si chiede: “Come garantire una pensione ai giovani che entrano tardi nel mercato del lavoro?”. Su Avvenire Michele Tirabochi scrive su: “La formazione, chiave per il nuovo lavoro”. Ancora su Avvenire, Alessia Guerrieri: “Caritas: la povertà oggi è dei giovani”. Federico Fubini invita a sostenere gli italiani imprenditori: “L’Italia degli ottimisti che non va trascurata” (Corriere della sera). Nicola Rossi, “L’Italia può riprendere a correre solo se riesce a riformare il sistema fiscale” (Secolo XIX). Laura Pennacchi, “La disuguaglianza non si batte solo con la leva fiscale” (Manifesto). Joseph Stiglitz, “Quei monopoli che insidiano la democrazia” (Repubblica).

Leggi tutto →

23 Luglio 2016
by Forcesi
3 Commenti

3 Commenti

L’enfasi costituzionalista nuoce alla Costituzione

23 Luglio 2016
di Sandro Antoniazzi

 

Negli anni ’90, lasciato momentaneamente il suo ritiro monacale, Dossetti, preoccupato della situazione italiana e da ipotesi che circolavano inerenti modifiche costituzionali, prese con autorevolezza la parola in pubblico. In quell’occasione lanciò la proposta di costituire Comitati per la difesa della Costituzione e intervenne poi più volte per affermare i valori della stessa, sia nei suoi contenuti, sia nel suo significato più profondo per l’unità del paese.

Dossetti spiegò che la Costituzione non era nata dalla Resistenza (tanto meno in una visione di parte, diciamo di sinistra), ma dalla presa di coscienza di cosa avevano voluto dire sei anni di guerra e dalla volontà comune di superare quella tragedia, aprendo una diversa prospettiva umana e democratica. Insieme richiamava che la Costituzione aveva per così dire costituito il patto fondamentale tra le grandi tradizioni ideali e politiche del paese (la cattolica, la comunista, la socialista e quella laica), garantendo la possibilità di sviluppo della società italiana, pur nelle grandi differenze politiche.

Leggi tutto →

1 Aprile 2015
by c3dem_admin
0 commenti

0 commenti

Landini, coalizione o agitazione sociale ?

1 Aprile 2015
di Sandro Antoniazzi

 

Se per un momento ci liberiamo dalla sovraesposizione e  quotidiana  visibilità mediatica del segretario della FIOM, Maurizio Landini, si può tentare di sviluppare una riflessione  pacata sul fenomeno, entrando un po’ nel merito di ciò che rappresenta.

Trattandosi di un sindacalista sembra opportuno partire dal suo campo proprio che è quello del lavoro. Qui i risultati della politica di Landini lasciano pochi dubbi, in senso decisamente negativo.

Leggi tutto →

3 Novembre 2014
by c3dem_admin
0 commenti

0 commenti

RENZI, SINDACATI, ELEZIONI, CASO CUCCHI, SERVIZIO CIVILE

3 Novembre 2014

RENZI: Eugenio Scalfari (“La storia non si fa con un uomo solo al comando”), Gustavo Zagrebelsky (“Quello di Renzi è decisionismo andreottiano”, intervista alla Stampa), Michele Salvati (“Un leader liberale per la sinistra”, Corriere della Sera), Pippo Civati (“A sinistra si è aperto un grande spazio”, intervista al Messaggero), Mauro Calise (“Populismo, istruzioni per il buon uso”, Mattino). SINDACATI: l’indagine di Ilvo Diamanti, “La Cgil abbandonata dagli elettori” (Repubblica); un articolo di Giovanni Bianchi, “La piazza e la stazione” (sito dei Circoli Dossetti), e un’analisi di Dario Di Vico, “I due volti del sindacato” (Corriere della Sera). E ANCORA: Roberto d’Alimonte, “Legge elettorale nel porto delle nebbie” (Sole 24 Ore); Domenico Rosati, “Cambia verso o cambia vento?” (Adista Segni Nuovi n. 39). CASO CUCCHI: Giovanni Bianconi, “Tutti gli errori dall’arresto alla morte” (Corriere della Sera); Luigi Manconi, “Cucchi, le colpe delle istituzioni” (Manifesto). SERVIZIO CIVILE: Mauro Magatti ripropone l’idea di un servizio civile per tutti i giovani d’Europa (“Cittadini d’Europa col servizio civile”, Corriere della Sera).

 

Leggi tutto →