7 Aprile 2019
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

POCHI OCCUPATI. POCHE NASCITE. POCA SOLIDARIETÀ

7 Aprile 2019

Romano Prodi, “Pensioni e reddito, due macigni su un paese che ha già pochi occupati” (Messaggero). Luigi Manconi,Così abbiamo cancellato gli altri” (Corriere). Emanuele Felice, “Il valore dei migranti” (Repubblica). Marco Revelli, “Quest’Italia ha sdoganato la sua ferocia”.  Francesco Merlo, “Riace abolita dai giudici” (Repubblica).  Stefano Molina, “I nuovi italiani” (Foglio). Roberto Perotti,Chi sta facendo un favore a Salvini” (Repubblica).  Marco Minniti,Il Pd deve capire le paure degli italiani” (intervista al Foglio). Furio Colombo,La marcia su Roma fermata da Simone” (Il Fatto). Giuseppe Brescia (M5S), “Il decreto sicurezza non funziona” (intervista all’Avvenire). Flavia Amabile, “Si svuotano le scuole, mancano 70mila alunni” (La Stampa). Andrea Gavosto, “Il sistema bloccato. Quelle leve che non adoperiamo” (La Stampa).

Leggi tutto →

3 Ottobre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

LA RANA ITALIA

3 Ottobre 2018

Guido Tabellini, “L’Italia è una rana a cui serve uno choc” (Sole 24 ore). Maurizio Ambrosini, “Reddito di cittadinanza: se esclude, si affossa” (Avvenire). Antonio Polito, “Debutta lo Stato-bancomat” (Corriere della sera).  Francesco Daveri, “L’azzardo dei conti del governo Lega-M5s” (lavoce.info). Marco Bentivogli, “La manovra è un ‘vaffa’ a chi produce” (a Libero). Roberto Perotti,L’errore di Mattarella” (lavoce.info). Linda Laura Sabbadini,La ferita dei giovani inattivi” (La Stampa). Francesco Bei, “Il vittimismo che alimenta il consenso” (La Stampa). Stefano Folli,Lega e M5s, la crisi svela le differenze” (Repubblica). PD E SINISTRA: Giovanna Casadio, “Cattolici, movimenti e sindaci: la rete della nuova opposizione” – nasce il partito “Democrazia solidale” (Repubblica). Antonio Floridia,Alla sinistra del Pd, ma ciascuno a casa propria” (Manifesto). Alessandro Campi, “La crisi della sinistra e le tre strade per riformare i democratici” (Mattino). Nadia Urbinati,La grande illusione dei partiti leggeri” (Repubblica). Ezio Mauro, “Chi ha lasciato senza difese la democrazia” (Repubblica).

Leggi tutto →

29 Settembre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

L’ABOLIZIONE DELLA POVERTÀ

29 Settembre 2018

Il commento di Romano Prodi sul Messaggero alla manovra economica del governo: “Il consenso per l’oggi e le necessità di domani”. La reazione del Pd: Graziano Delrio a Repubblica: “Pd in piazza contro il governo nemico del popolo”; Matteo Renzi al Corriere della sera: “Ora resistenza civile”.  Ma c’è anche “La sinistra che applaude alla manovra espansiva” (Marco Palombi, Il Fatto) o che avanza una diversa critica, come Piero Bevilacqua: “I confini e le sovranità necessarie alla retorica del capitalismo” (Manifesto). Sull’Avvenire: Leonardo Becchetti, “I conti sbagliati”; Massimo Bordignon, “Ora è aumentato il rischio di una nuova crisi”. Sul Corriere della sera: Alesina e Giavazzi, “Se nessuno pensa più a chi lavora e produce”. Su La Stampa: Carlo Cottarelli, “Tre ragioni di allarme sul deficit”. Su Repubblica: Chiara Saraceno, “Se la povertà non scompare ma raddoppia”; l’allarme di Roberto Perotti, “Il progetto nascosto della Lega: ‘uscire dall’euro’”; allarme condiviso da Andrea Bonanni, “Il cigno nero che nessuno vuole vedere”; Stefano Folli, “Italia-Europa, la posta in gioco dopo la manovra”. Sul Sole 24 ore: Adriana Cerretelli, “Italia e Europa fra pace armata e guerra aperta” . NEI GIORNI SCORSI: Dino Pesole, “Deficit. Legittimo salire ma per crescere” (Sole 24 ore). Lorenzo Bini Smaghi, “Con più debito non si fa più crescita” (Sole 24 ore). Paolo Onofri, “Pensioni, tutte le incognite di quota 100” (Repubblica). Massimo Calvi, “Ma le scorciatoie in economia non possono esserci” (Avvenire). Giuseppe Anzani, “Non tutto sia comizio” (Avvenire). Veronica De Romanis, “Ecco che cosa blocca l’economia” (Foglio). Una proposta di Francesco Gesualdi, “Come creare occupazione senza fare nuovo debito” (Avvenire).

Leggi tutto →

21 Luglio 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

PD, NOMINE, DECRETO DIGNITÀ, MAFIA, ILVA

21 Luglio 2018

Franco Monaco torna a fare il punto sul Pd che tutt’oggi non vedrebbe le forti differenze tra Lega e M5S: “Sui 5 stelle il catastrofico errore di Renzi” (Manifesto). Opposto il parere di Claudio Cerasa sul Pd e sull’eventuale suo avvicinamento ai 5 stelle: “La pazza tentazione dell’estate”. Su Pd e sinistra è lapidario Andrea Scanzi su Il Fatto: “L’apocalisse ambulante della sinistra”. Si è chiuso giorni il convegno dei dem di Libertàeguale: si veda la relazione di Alessandro Maran e le conclusioni di Enrico Morando. Su Il Fatto Giuseppe Conte si presenta: “Ecco chi sono e cosa faccio”. NOMINE:  il punto dello scontro a tre (Tria, Di Maio, Salvini) negli articoli di Francesco Verderami, Ugo Magri, Dino Pesole, Federico Fubini. DECRETO DIGNITA’: Maurizio Ferrera, “La miopia sul lavoro precario” (Corriere della sera); Roberto Perotti, “Di Maio e il prezzo delle mele” (Repubblica);  MAFIA: Piero Sansonetti, “Fango a volontà su tutti gli amici di Falcone” (Il Dubbio); Fabrizio Cicchitto, “Non possiamo ammettere che Riina sia stato un cretino” (Italia Oggi); Luciano Violante, “Su Mori nessun ritardo. Non pensai a una trattativa” (Repubblica). ILVA: Alberto Mingardi, “Il bisogno di essere affidabili” (La Stampa); Carlo Calenda, “Se il ministro ha coraggio annulli la gara” (Messaggero); Marco Bentivogli, “L’ennesimo scaricabarile” (Avvenire).

Leggi tutto →

17 Maggio 2018
by Forcesi
1 Commento

1 Commento

IL PROGRAMMA DI GOVERNO GIALLO-VERDE. REAZIONI

17 Maggio 2018

Il testo del Programma di governo M5S-Lega (in rosso i punti ancora da chiarire). Claudio Tito, “Tante promesse senza visione né coperture” (Repubblica). Roberto Perotti, “L’economia nel regno di Fantasyland” (Repubblica). Marcello Sorgi, “Scherzare con il fuoco dei mercati” (la Stampa). Sabino Cassese, “Un percorso, quattro debolezze” (Corriere della sera). Valerio Valentini, “De Siervo & Co. contro il Comitato di conciliazione grillo leghista” (Foglio). Giovanni Maria Flick, “Sarà un governo decostituzionalizzato” (a Il Fatto). Claudio Cerasa, “Il dovere di dire ‘no’ a un contratto che fa saltare l’Italia” (Foglio). Marco Olivetti,Un premier diminuito” (Avvenire). Antonio Polito, “Il premier non conta più nulla?” (Corriere della sera). Emanuele Macaluso, “E’ vero, sono i nuovi barbari” (Il Dubbio). Armando Siri, economista della Lega, “Il primo provvedimento sarà la pace fiscale. Noi barbari? Vogliamo crescita e benessere” (al Messaggero).  Stefano Fassina, “Il debito? Anche la Bce si chiede se sterilizzarlo” (al Manifesto). Michele Prospero, “I barbari contro le sentinelle del sistema” (Manifesto). Luigi Pandolfi, “Non si deve lasciare alla Lega la lotta all’austerità” (Manifesto). Intanto, però Andrea Bonanni  spiega:  “Bruxelles al limite della pazienza” (Repubblica).

Leggi tutto →

19 Febbraio 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

IL RITORNO DI PRODI. E DELLE “PARTI SOCIALI”

19 Febbraio 2018

Romano Prodi: “Il mio ritorno da pensionato dopo nove anni. Ho fatto quello che dovevo fare” (intervista al Corriere della Sera), e il suo appello: “Primo impegno del dopo voto è cambiare la legge elettorale” (Messaggero). Il commento di Alessandro Campi all’appello di Prodi: “Lo scettro perduto della sovranità elettorale” (Messaggero). G.A. Falci racconta: “I delusi dal Nazareno tra Bonino e prodiani” (Corriere della sera). Paolo Gentiloni sul Sole 24 Ore: “Guai a tornare indietro, guai a restare fermi”. Sergio Fabbrini commenta positivamente le proposte politico-economiche avanzate dalla Confindustria (e dalla Cisl) e si sofferma su tre nodi: Europa, mercato, democrazia (“Organizzazioni sociali a sostegno della politica”, Sole 24 ore). Sulle proposte della Confindustria Anna Maria Furlan, leader della Cisl, dice: “Molte affinità con la nostra visione” (Sole 24 ore). Lucrezia Reichlin, sul Corriere della sera, indica “La spirale negativa da evitare”, invitando a tutelare le fasce sociali che il progresso tecnologico inevitabilmente emargina. Il saggio ammonimento di Marc Lazar, su la Repubblica: “Cari partiti, ricordate i problemi seri”. Emanuele Felice spiega perché al Sud il Pd perde: “Se il Sud tradisce il Pd” (Repubblica). Su La Stampa Luigi Di Maio, intervistato, dice: “Avrò l’incarico di premier”. Sul Foglio, Andrea Minuz, “L’algoritmo Di Maio”.  Vincenzo Visco e Maria Cecilia Guerra replicano a Roberto Perotti sui costi del programma di Leu (Perotti: “Leu, 30 miliardi allo scoperto“; Visco e Guerra: “Non sogni con Leu, la crescita sarà realtà”; Perotti: “Un elenco smisurato di proposte senza cifre”, Repubblica). Giudizi sui programmi anche in Enrico Marro,Tante promesse, quali realizzabili?” (Corriere della sera) e Carlo Cottarelli, “Programmi vaghi e pieni di omissioni” (la Stampa). Maurizio Ferrera sui partiti e l’immigrazione: “La domanda più difficile per chi governa” (Corriere della sera). Il botta e risposta di Stefano Ceccanti con i giovani dell’associazione La Rosa bianca in un incontro elettorale a Pisa. Massimo Giannini vede nero: “La sinistra da salvare” (Repubblica). Vede rosa Lidia Menapace: “Un altro 4 dicembre è possibile” (Manifesto).

Leggi tutto →

12 Febbraio 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

QUEL VENTO CONTRARIO…

12 Febbraio 2018

Lo storico ed ex direttore del Corriere della Sera, Paolo Mieli, paragona le prossime elezioni a quelle del 1919 ed evoca la marcia su Roma (“La storia e il futuro che i partiti non vedono”). Grande preoccupazione anche in Sergio Fabbrini sul Sole 24 ore di domenica: “Il buio oltre la siepe elettorale”. Ancora sul Corriere, Antonio Polito guarda a Mezzogiorno: “Qui fronte del Sud: la partita decisiva”, Ferruccio De Bortoli accusa di passività le classi dirigenti: “In silenzio verso il voto. Dov’è la classe dirigente?”, e il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, lancia un appello: “Basta promesse, avanti le riforme”. Federico Geremicca, su Il Secolo XIX, racconta di “Quel vento contrario che spaventa l’ex rottamatore”. Roberto Perotti inizia una serie di articoli sul costo delle promesse dei partiti: “Le promesse del Pd costano 56 miliardi” (Repubblica). Le riflessioni del sindaco di Macerata, Romano Carancini, in un colloquio col Corriere della sera: “Io sindaco nemico del popolo?”. Claudio Tito, su Repubblica, scrive: “5 stelle al bivio: ‘se stiamo fuori, scompariamo’”. Mauro Calise: “La politica non si fa senza curriculum” (Mattino). LAVORO: L’esperto Enrico Morelli su Repubblica: “Il robot non ci toglie il lavoro. Ingenuo pensarlo”. ESTERI: Domenico Quirico è in Niger e scrive: “Nel Niger che attende gli italiani. ‘Fermare i migranti? Perdete tempo’” (La Stampa). Romano Prodi: “Le due Coree e l’illusione olimpica” (Messaggero). Sul petrolio nel Mediterraneo scrive Gianluca De Feo: “Se dall’abisso può sgorgare una strada per la pace” (Repubblica).

Leggi tutto →