14 agosto 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

“CIÒ CHE VEDIAMO MENO IN MARE…”

14 agosto 2017

Ieri l’Avvenire ha pubblicato un servizio di Nello Scavo intitolato “Così Guardia costiera e milizie lucrano sul traffico d’uomini”, e una bella lettera di Lorenzo Dellai al direttore di Avvenire (“Ciò che vediamo meno in mare e che già accade e ci ferisce tutti”), a commento dell’editoriale di sabato di Marco Tarquinio (“L’incontro possibile”). Oggi Repubblica ha un servizio di Vincenzo Nigro, intitolato “I capi della Marina di Tripoli: ‘I soccorritori aiutano i trafficanti’”, in cui si mostra invece un volto pulito della Guardia costiera libica; ma poi Repubblica ha un duro editoriale di Massimo Giannini: “La resa della civiltà” (sebbene Eugenio Scalfari inserisca il ministro Minniti tra le risorse per il futuro del paese: “Ma Renzi si sente un uomo di sinistra?”). Su La Stampa Francesca Paci racconta: “Le Ong in fuga dal Mediterraneo”, e Francesca Schianchi aggiunge: “Il governo non arretra: così meno sbarchi in Italia”. Ieri Angelino Alfano, ministro degli esteri, aveva rilasciato un’intervista a La Stampa intitolata: “Ora Tripoli controlla le acque, e c’è più equilibrio nel Mediterraneo”; e il viceministro Filippo Bubbico aveva detto al Corriere: “Non ci risultano minacce. Sul Codice nessuna retromarcia”. Testimonianze sulla situazione in Libia vengono da Umberto De Giovannangeli (“I libici impongono il pizzo sui salvataggi”, Huffington post), da Fabrizio Gatti (“Chi e perchè vuol fermare i volontari“, Espresso) e da Domenico Quirico in un servizio su La Stampa (“Nelle celle dove finiscono  i migranti respinti”). Guido Rampoldi, su Il Fatto, annota: “E ora l’Italia non vede i 150.000 migranti intrappolati in Libia”. Le ragioni di Minniti le ha sostenute, a suo modo con lucidità, Luciano Violante ieri sul Corriere della Sera: “Il nostro nemico comune è il traffico di esseri umani”. Ma Alberto Bisin su Repubblica, sempre ieri, ha portato la riflessione su un altro piano: “I migranti e la sfida dell’integrazione”. Un punto forse positivo lo evidenzia Sara Menafra sul Messaggero: “Progetto Onu per due campi in Libia”. Sulla posizione della Cei Luigi Accattoli sul Corsera racconta “L’incontro segreto tra Gentiloni e papa Francesco” e Stefano Ceccanti scrive un suo commento sul Quotidiano nazionale (“La chiesa responsabile”). Ma si legga sopra anche Dellai…

Leggi tutto →

11 agosto 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

“I MIGRANTI E IL DOVERE DI RESTARE UMANI”

11 agosto 2017

Dopo “La svolta della Chiesa” (Andrea Tornielli, La Stampa), e cioè le parole del card. Gualtiero Bassetti, presidente della Cei (“I vescovi alle Ong: rispettate le leggi contro gli scafisti”, Luigi Accattoli, Corriere della Sera), e dopo i primi frutti della politica perseguita dall’Italia (Dino Martirano, “Stretta libica sulle Ong per tenerle più lontane”, Corriere della sera; “L’Unhcr: migranti riportati nei centri di detenzione”, Manifesto), si levano le voci di Vladimiro Zagrebelsky (“Le regole del diritto in mare”, La Stampa), di Enzo Bianchi (“I migranti e il dovere di restare umani”, Repubblica), del rappresentante dell’Unhcr, Barbara Molisano (“La nostra priorità è togliere i rifugiati dai centri di detenzione libici”, intervista al Manifesto), di p. Camillo Ripamonti, del Centro Astalli di Roma (“Ripartiamo dall’ovvio: i migranti sono persone”), di alcune delle grandi Ong (“L’azione delle Ong rispetta le norme umanitarie globali”, lettera al Corriere) e di Peppino Ortoleva sul Secolo XIX (“Bloccare i popoli in fuga rischia di scatenare guerre”) e Alfio Mastropaolo sul Manifesto (“Campagna con vista sull’abisso”).  Riflessioni in merito anche di Paolo Pombeni, “Controlli, flussi, accoglienza, integrazione: urge dibattito serio” (Sole 24 ore) e Piero Ignazi, “Come aiutarli a a casa nostra” (Repubblica).

Leggi tutto →

24 aprile 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

LA RIABILITAZIONE DI DON MILANI

24 aprile 2017

In occasione della presentazione dell’opera omnia di don Lorenzo Milani pubblicata nei Meridiani Mondadori, papa Francesco ha inviato un video-messaggio: “Il mio don Milani” (su Repubblica). Franco Garelli, “La riabilitazione di don Milani 50 anni dopo” (Mattino). Luigi Accattoli, “Bergoglio e don Milani, le stesse parole: ‘sporcarsi le mani’” (Corriere della Sera”. Silvia Ronchey, pochi giorni fa, aveva presentato su Repubblica (“Le vere parole di don Milani”) l’opera del sacerdote fiorentino facendo cenno alle polemiche scatenate dal libro di Walter Siti, inopinatamente dedicato a don Milani (vedi Michela Marzano, “La pedofilia come salvezza: il romanzo inaccettabile di Walter Siti”, Repubblica 15 aprile, che ha aperto le polemiche). Il papa sarà in pellegrinaggio sulle tombe di don Milani e don Mazzolari, a Barbiana e a Bozzolo, il 20 giugno.

Leggi tutto →

30 luglio 2016
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

NOTE SU FRANCESCO

30 luglio 2016

Sul Corriere della Sera Massimo Franco tocca il tema delle critiche che dall’interno della chiesa vengono mosse a papa Francesco:  “I tradizionalisti contro Francesco” . Sul suo blog Sandro Magister, che della critica costante a Bergoglio fa uno dei suoi attuali obiettivi professionali, riprende un articolo di Luigi Accattoli (già qui segnalato) per farne materia di un ennesimo attacco: “Cosa dicono i vescovi italiani del Papa? Anche i più bendisposti lo bocciano”. Gianfranco Brunelli, sul Sole 24 Ore, prende le mosse dal viaggio in Polonia per soffermarsi sull’approccio misurato di Bergoglio nei confronti dell’islamismo radicale: “Come svelare le maschere del male” (Sole 24 ore). Su Avvenire Fulvio De Giorgi interviene sul rapporto tra Bergoglio e Ratzinger, il papa emerito: “La ‘rivoluzione’ nel mistero petrino”. Infine, sul Corriere della Sera, Luigi Accattoli racconta “Il successo globale delle Giornate che rafforza la chiesa”.

Leggi tutto →