26 Maggio 2019
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

PERCHÉ NON SI DEVE PRECIPITARE INDIETRO

26 Maggio 2019

EUROPA: Romano Prodi,Cosa insegna all’Europa la parabola della Brexit” (Messaggero). J.A Robinson e D. Acemoglu, “La vera colpa delle elites” (Repubblica). Sergio Fabbrini, “Ue, nemici esteri, avversari interni” (Sole 24 ore). Fulvio Lanchester,Attenti alla notte della democrazia” (intervista a Repubblica). Antonio Polito, “Due rischi seri per l’Italia” (Corriere della sera). ELEZIONI COMUNALI: Istituto Cattaneo, “Guida alle elezioni amministrative”. Francesco Grignetti, “Assalto ai feudi rossi” (La Stampa). Franco Monaco, “Pd-M5s, Un dialogo per disarmare Salvini” (Il Fatto). Daniela Preziosi, “Pd, la scommessa è sul flop dei 5stelle” (Manifesto). Paolo Favilli, “Revisionismi elettorali. Piombino” (Manifesto). RADIO RADICALE: Marco Tarquinio, “A proposito di Radio Radicale e libertà: perché non si deve precipitare indietro” (Avvenire).

Leggi tutto →

1 Febbraio 2019
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

IL DEGRADO DELLA NOSTRA DEMOCRAZIA

1 Febbraio 2019

Gianfranco Brunelli,Politica in Italia: prima noi, poi gli italiani. Il degrado della nostra democrazia” (Il Regno). Andrea Riccardi, “Ripensare le comunità per sconfiggere le paure” (Corriere della sera).  Gustavo Zagrebelsky, “Né elite né gente, democrazia è unire la società” (Repubblica).  Giorgio Lattanzi (presidente della Consulta), “La nostra Costituzione, scudo per i più deboli, italiani e stranieri” (Repubblica). Armando Spataro, “I diritti e l’alibi della sicurezza” (Repubblica). Ugo De Siervo, “Il caso Diciotti evidenzia i limiti del potere” (La Stampa). Matteo Salvini, “E’ interesse pubblico” (lettera al Corriere della sera). Massimo Villone, “Caso Salvini. 5 stelle in un vicolo cieco” (Manifesto). Luciano Violante, “Non è il solito conflitto tra giustizia e politica” (Huffington post). Ilvo Diamanti,Gli italiani vogliono il leader forte. Piace la democrazia senza partiti” (Repubblica). Alessandro Campi, “I nuovi leader non s’illudano: hanno bisogno di partiti” (Messaggero). Marzio Breda, “Mattarella, cambio di passo” (Corriere della sera).

Leggi tutto →

9 Giugno 2018
by Giampiero Forcesi
1 Commento

1 Commento

PER UNA LETTURA NON MORALISTICA DELLA SCONFITTA DELLA SINISTRA

9 Giugno 2018

Romano Prodi ha ribadito ieri a Bologna le sue idee sul nuovo governo e sulla difficoltà di un’opposizione efficace: “Un governo di destra basato su idee inconciliabili. Un’alternativa? Non la vedo” (Repubblica). Una lettura interessante, controcorrente, sulle ragioni della sconfitta della sinistra la offre oggi sul Manifesto Antonio Gibelli (in realtà non dissimile da quella di Prodi): “Questa sconfitta viene … non dal tradimento dei sacri principi ma dalla difficoltà di elaborare un pensiero e una prassi adeguata al mutamento radicale della storia…” (“Il nanismo della sinistra e il gigante populista”). In parte diversi, invece, i giudizi di Nadia Urbinati su Repubblica (“Se la sinistra dimentica il socialismo”), come anche quelli di Piero Bevilacqua (“L’equivoco Pd: un freno alla costituente della sinistra”) e di Massimo Villone (“Perché senza Renzi il Pd può aiutare la sinistra”) sul Manifesto. Sul Manifesto la meritata replica di Alessandro Dal Lago (“Le elites che Freccero non vede”) a un articolo di qualche giorno fa di Carlo Freccero (“La sinistra ridotta a pensiero unico delle elites”). Salvatore Settis, su Il Fatto, pubblica una “Lettera a Conte sulla Costituzione”.

Leggi tutto →

22 Dicembre 2016
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

PERCHÉ C’È BISOGNO DELLE ELITE

22 Dicembre 2016

Giovanni Orsina, opportunamente, spiega (al M5S e non solo) “Perché la politica ha bisogno di una elite” (La Stampa). Anche Alberto Negri, sul Sole 24 Ore, scrive su “Le paure europee e la crisi delle elite”.  Romano Prodi sostiene che “Se Bruxelles non cambia direzione, addio ripresa” (Messaggero). Enzo Bianchi, su Avvenire, commenta la tragedia di Berlino: “La risposta al contagio”; e Timothy Garton Ash esalta “La resistenza della Germania”. Sul versante italiano, Roberto D’Alimonte esamina “Chi vincerebbe col Mattarellum” (la destra), mentre Salvatore Vassallo spiega “Perché il Mattarellum resta la soluzione migliore” (Unità). Andrea Manzella spiega a Renzi su Repubblica i suoi errori (“Le trappole del referendum”); Emilia Patta illustra “La strategia di Renzi per votare entro l’estate” (Sole 24 ore); e Giorgio Napolitano dice al Messaggero: “Col No ho perso anch’io, mi dedicherò agli studi”. Su sbilanciamoci.org Luigi Ferrajoli valuta l’esito del referendum e propone legge proporzionale e riforma dei partiti (“Referendum, due antidoti alla crisi della rappresentanza”). Ferdinando Giugliano, su Repubblica, parla della gaffe di Poletti: “Perché quelle parole ci hanno fatto male”. Filippo Taddei sull’Unità racconta “La vera storia dei voucher”.

Leggi tutto →

6 Luglio 2016
by Vittorio Sammarco
0 commenti

0 commenti

PAOLO POMBENI: “UNA POLITICA IN PANNE”

6 Luglio 2016

Da qualche settimana è attivo on line il periodico “Mente politica”, diretto da Paolo Pombeni, già professore di Storia dei sistemi politici all’università di Bologna, attualmente direttore dell’Istituto Storico Italo-Germanico di Trento e editorialista de Il Sole 24 Ore. Per ora è bisettimanale (www.mentepolitica.it). Nell’ultimo numero Paolo Pombeni pubblica l’editoriale “Una politica in panne”, in cui commenta la Direzione del Pd di lunedì 5 luglio. Scrive tra l’altro: “Anziché chiedersi se sia bene mantenere in una persona il doppio ruolo segretario-premier e se debba essere un congresso o un colpo di mano a decidere sulla questione, i membri della direzione PD farebbero meglio a interrogarsi su come fare a rompere il cerchio del professionismo politico, su come presentarsi al paese come una forza interessata a fare sintesi con i gruppi dirigenti della società, su quali strategie proporre per aggregare il consenso di chi non è disposto ad arrendersi al declino che ci incombe addosso”.

Leggi tutto →

3 Luglio 2016
by Vittorio Sammarco
0 commenti

0 commenti

LE ELITE, IL POPOLO E I SINDACI NEOBORGHESI

3 Luglio 2016

Roberto D’Alimonte sul Sole 24 Ore torna dire: “Premio alla coalizione: leva politica per far saltare la coerenza dell’Italicum”; e Gianfranco Pasquino sul Fatto polemizza con lui: “L’Italicum e i cavoli a merenda”. Dario Di Vico sul Corriere della Sera riflette sull’opzione di Confindustria per il sì al referendum: “Quando a dare l’allarme sono proprio le elite”. Contro le elite scrive invece Nadia Urbinati su Repubblica (a proposito dei commenti al Brexit): “Gli intellettuali contro la democrazia”. Giuseppe De Rita interpreta con ottimismo la vittoria di molti grillini alle elezioni amministrative: “La sfida alle corporazioni dei sindaci neoborghesi” (Corriere della Sera); più cauto Paolo Macry, sempre sul Corriere: “Gli elettori senza patria, volto nuovo della politica“. Sull’Unità un’intervista a Andrea Riccardi: “Fase difficile per Roma. L’incontro con il papa? Non è un’incoronazione”.

Leggi tutto →

30 Dicembre 2015
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

CRISI DELLE CLASSI DIRIGENTI, DELLE ELITE, DELLE UNIVERSITÀ

30 Dicembre 2015

“Stiamo vivendo una fase di grande distanza tra il mondo delle professioni e del sapere e il mondo della politica. Ma se non si combinano i due fattori (…) la politica rischia di inaridirsi”. In un’intervista al Mattino del 29 dicembre (“Non solo primarie per creare classe dirigente”) il ministro Andrea Orlando pone il problema della mancata formazione della classe dirigente, ovunque, ma soprattutto nel Meridione, dove – dice – al Pd, che è oggi alla guida di tutte le regioni, spetta dimostrare che “c’è stato un cambio di marcia”. Riprende il filo del discorso Alessandro Campi, sempre sul Mattino: “Il lungo divorzio tra partiti e società civile”. Sul Corriere della Sera Mauro Magatti scrive che “ancora dominate da un’etica individualistica e consumistica, le elite sembrano non saper riconoscere – e ancor meno interpretare – il bisogno diffuso di più legame sociale” (“Il neo-liberismo è in crisi di risultati e di idee”). Ancora sul Corriere Ernesto Galli Della Loggia, riprendendo i dati di un rapporto della Fondazione Res (“Nuovi divari. Un’indagine sulle università del Nord e del Sud”), descrive la situazione di impoverimento delle università italiane, soprattutto meridionali, e si appella a Renzi perché rivolga la sua attenzione a una questione che è cruciale per il Paese (“Università, il declino da fermare”).

Leggi tutto →

1 Luglio 2014
by c3dem_admin
0 commenti

0 commenti

ROTTAMARE, MA CON GIUDIZIO

1 Luglio 2014

Renzi – scrive Mauro Calise sul Mattino – “nella parte destruens è stato bravissimo. In quella costruenda, deve imparare a discernere chi rema contro il paese da chi, invece, è indispensabile per tenerlo a galla” (“Smantellare le corporazioni, salvare le elite”). Mauro Magatti commenta sul Corriere della Sera l’esito non brillante del recente vertice europeo: “Costruire un’Europa più solidale ispirandosi alla ‘teoria dei giochi’”. Tito Boeri su Repubblica: “Ma quella flessibilità è troppo rigida”. L’economista Alberto Quadrio Curzio in un’intervista sul Mattino osserva: “Flessibilità, per sciogliere il nodo occorre la nuova Commissione Ue”.

Leggi tutto →