9 Maggio 2020
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

RENZI, NOVELLO LA MALFA (DICE PAOLO POMBENI)

9 Maggio 2020

Paolo Pombeni, “Un Renzi in versione La Malfa” (Il Quotidiano). Ettore Rosato, “A Conte dico: la nostra pazienza è finita” (intervista a Il Riformista). Valentina Conte, “I lavoratori scartati” (Repubblica). Dario Nardella, “I cittadini non sono stati aiutati” (intervista all’Avvenire). Francesco Manacorda, “Chi rischia di non farcela” (Repubblica). Emma Bonino,Migranti, l’idea di regolarizzarli per un mese è ridicola” (intervista a Il Riformista). Marco Bresolin, “Mes senza condizioni e il governo si spacca” (La Stampa). Pietro Saccò, “Mes. Buttare i soldi dalla finestra?” (Avvenire). Francesco Clementi, “Bonafede rispetti il diritto alla salute e la separazione dei poteri” (intervista a Il Dubbio). Valerio Onida,La salute prevale sulle altre libertà” (stralcio di un suo nuovo libro – Il Fatto). Pier Carlo Padoan, “La ripresa nasce dagli imprenditori” (Foglio). Tommaso Nannicini, “Stato rompiballe? No, grazie” (colloquio sul Foglio). Chiara Saraceno, “Ma in Italia c’è bisogno di più stato” (La Stampa).

Leggi tutto →

8 Gennaio 2020
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

SUL BUON GOVERNO, SUL PD, SU SALVINI, SULLA PRESCRIZIONE

8 Gennaio 2020

Michele Salvati,La ricerca delle condizioni per un buon governo” (Corriere della sera). SUL PD: Marcello Sorgi, “Il think-tank del Pd in cerca disperata di programma” (La Stampa). Ettore Rosato, “Il Pd vuole federarsi con i 5Stelle, progetto che non ci riguarda” (intervista a La Stampa). Gianni Cuperlo, “Quota 100 e reddito, misure da migliorare” (intervista al Mattino). SU SALVINI: Stefano Ceccanti, “Guai se la ragion di Stato si stabilisce con i risultati elettorali” (Il Dubbio). Giuliano Ferrara, “Un ministro italiano non è un caudillo” (Foglio). SULLA PRESCRIZIONE: Stefano Folli, “Il Pd al bivio della prescrizione” (Repubblica). Giuliano Pisapia, “E’ uno scempio, il Pd fermi la legge sulla prescrizione” (intervista a Repubblica). Giovanna Casadio, “Il gelo del Pd sulle critiche di Pisapia” (Repubblica).  E nei giorni scorsi: Gerardo Villanacci, “La nuova prescrizione e i principi costituzionali” (Corriere della sera). Luigi Manconi, “Il populismo penale” (Repubblica); Francesco Bei, “Bonafede ha prevalso per tre motivi” (La Stampa).

Leggi tutto →

16 Settembre 2019
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

LA SCISSIONE IN VISTA. E L’INTRIGO DEL PROPORZIONALE

16 Settembre 2019

Pier Luigi Castagnetti, “Diamo tempo ai 5 stelle. Nessuna abiura” (intervista al Corriere). Ivan Scalfarotto, “Difficile restare e una separazione consensuale può aiutare a evitare liti”  (intervista al Corriere). Ettore Rosato, “Decideremo alla Leopolda e sarà una decisione consensuale” (intervista a Repubblica). Claudio Bozza, “Pronti i nuovi gruppi renziani” (Corriere). Carlo Bertini, “I renziani realisti restano nel Pd e chiedono la presidenza per Delrio” (La Stampa). Luigi Zanda, “Chi se ne va non pretenda l’assenso di chi resta” (intervista a Repubblica). Enrico Letta,Scissione? Non c’è spazio” (intervista a Repubblica). Le note di Stefano Ceccanti del 15 sett. e del 16 sett. Roberto D’Alimonte,Il via al governo avvicina gli elettori di pd e 5 stelle” (Sole 24 ore). Mauro Calise, “I tre nodi del partito di Renzi” (Mattino). Gianni Cuperlo, “E ora di rifare il Pd ” (Espresso). UMBRIA:  Federico Geremicca, “Umbria, equazione a doppia incognita”  (La Stampa). Walter Verini, “Se c’è un’intesa sui contenuti il candidato non sarà un problema” (La Stampa). LEGGE ELETTORALE: Stefano Folli, “Il grande intrigo del proporzionale” (Repubblica). Matteo Salvini, “Alle urne per il maggioritario” (intervista al Corriere). Roberto Calderoli,Maggioritario puro, idea mia. Mi ispiro a Pannella” (intervista a La Stampa). Marco Damilano, “No al ritorno al sistema proporzionale” (Espresso).

Leggi tutto →

24 Aprile 2018
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

IL PD E IL CONTRATTO M5S

24 Aprile 2018

Roberto D’Alimonte, “Lezioni molisane per M5S e Lega” (Sole 24 ore). Emilia Patta, “Martina: sì al confronto. Alt di Renzi. Pd spaccato” (Sole 24 ore). Dario Franceschini, “Non possiamo dire soltanto no” (a Repubblica). Gianni Cuperlo, “Adesso il Pd esca dall’angolo” (a La Stampa). Piero Colaprico, “Sala rompe gli indugi: il Pd apra al M5S” (Repubblica). Ettore Rosato, “Possiamo sederci al tavolo con M5S solo se chiudono il forno con la Lega” (al Messaggero). Piero Ignazi, “Di Maio si è mosso, ma l’intesa con il Pd è quasi impossibile” (a Il Fatto). Emanuele Buzzi, “Ecco i 10 punti del contratto M5S” (Corriere della sera). Sabino Cassese, “Sì al contratto modello tedesco” (a Qn). Virginio Rognoni, “La voce del Pd e il nuovo M5S” (Repubblica). Natalino Irti,M5S affascinato dalla tecnica. Lega ancorata al territorio. Sono due partiti incompatibili” (a La Stampa).  Marzio Breda, “Il piano del Colle per il dopo” (Corriere della sera). Stefano Folli, “La via stretta del Quirinale” (Repubblica). Salvatore Merlo, “Senza Di Maio?” (Foglio). Marco Damilano, “Quei due vincitori già invecchiati” (Espresso).

Leggi tutto →

2 Aprile 2018
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

“TROPPI DIRITTI”. UN’ANALISI CONTROCORRENTE

2 Aprile 2018

Un libro del direttore de Il Mattino, Alessandro Barbano desta interesse; ne scrivono Biagio De Giovanni sul Mattino(“Se troppi diritti fanno un paese malato”) e Carlo Bordoni sul Corriere della Sera (“Troppi diritti fanno male all’Italia”). Desta interesse (e qualche perplessità) l’editoriale di Maurizio Molinari su La Stampa: “Una donna la governo del Paese”.  Due articoli su Repubblica sul Pd: Gianni Cuperlo, “Al partito occorre una rifondazione democratica”; Nadia Urbinati, “L’opposizione sia responsabile”. La posizione di Ettore Rosato: “Chi vuole trattare è ingenuo: hanno già un’intesa senza Pd” (intervista al Messaggero). Per Sabino CasseseL’Italia non regge a lungo senza un governo”  (intervista al Mattino). Sergio Fabbrini discute del superamento, con il 4 marzo anche in Italia, delle polarità destra-sinistra e dell’avvento di una nuova polarità, il sovranismo (che in Italia unisce M5S e Lega), da cui dovrebbe, per opposizione, nascere una polarità europeista (Pd-FI), capace però di promuovere l’interdipendenza senza accettare l’invasività della governante europea sulle politiche nazionali (“La nuova divisione che s’aggira per l’Europa”). Eliana Di Caro, sul Sole 24 ore, si sofferma sulla figura di Giglia Tedesco, parlamentare comunista e cattolica (“La politica arte della mediazione”).

Leggi tutto →

3 Gennaio 2018
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

LA SINISTRA TRA GLI ORTI IMPAURITI E LA SVOLTA DEI DOVERI

3 Gennaio 2018

Stefano Folli prova a spiegare su Repubblica il perché il Pd di Renzi tiene poco all’accordo con la Bonino e cosa ne potrebbe derivare (“I radicali e il pasticcio del Rosatellum”). Emma Bonino dà la sua versione: Alessandra Arachi, “Lo sfogo di Emma: ‘Ho salito e sceso tutte le scale. Non si è risolto nulla’” (Corriere della sera). Lina Palmerini indica “I costi di una rottura tra Bonino e Renzi” (Sole 24 ore). Ma dal Pd si levano le voci di Piero Fassino (“Siamo pronti ad aiutarli, ma i radicali decidano se vogliono essere alleati”, a La Stampa) e di Ettore Rosato (“Con i Radicali tanto in comune”, al Messaggero). C’è poi un retroscena di Tommaso Ciriaco: “Letta e la cena della discordia” (Repubblica). Ieri Sandra Zampa aveva detto (a Repubblica): “Con Emma l’intesa ci sarà”. SINISTRA: Claudio Cerasa, direttore del Foglio, riprende coraggio e scrive che “E’ nata la sinistra dei doveri e non solo dei diritti” (quella di Renzi con Minniti Calenda Orlando e Gentiloni, anche se il Pd dovesse perdere…); viceversa Ezio Mauro su Repubblica scrive che la sinistra non riesce più a elaborare una sua lettura del tempo presente e, senza cultura, perde così anche l’anima (“Gli orti impauriti della sinistra“). CINQUE STELLE: Piero Ignazi prevede una lenta perdita di consensi dopo il cambio di passo del nuovo statuto (“M5s, l’angoscia di farsi partito” (Repubblica); Paolo Macry, su Il Mattino, vede il M5S forte soprattutto dove c’è impoverimento culturale (“I Cinque stelle e il pensiero della debolezza”; Ilario Lombardo, “I dubbi di Fico: finiti in mano a un’azienda” (La Stampa). TEMI: Enrico Giovannini, “Sviluppo sostenibile nella Costituzione” (Intervista ad Avvenire). Alesina e Giavazzi, “La verità malcelata sulle nostre pensioni” (Corriere della sera). Tommaso Nannicini,Giovani e lavoro. Le proposte del Pd” (Avvenire). Maurizio Molinari, “Iran, la rivolta che può cambiare il medio Oriente” (La Stampa). Francesco Damato,La lezione di giornalismo di Moro: ecco perché il bene non fa notizia” (Il Dubbio).

Leggi tutto →

19 Agosto 2017
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

NOTE POLITICO-ECONOMICHE A CAVALLO DI FERRAGOSTO

19 Agosto 2017

Enrico Letta, “Preoccupato per il Pd, serve un nuovo centrosinistra” (intervista a La Stampa). Luigi Berlinguer, “Io credo in questo Pd” (intervista a Il Dubbio). Replica di Gianfranco Pasquino, “Caro Berlinguer, il Pd è fallito perché non ha cultura”. Michele Ainis, “L’inquietudine che ci riporta a Berlusconi” (Repubblica). Ettore Rosato, “Dopo la legge di bilancio si deve andare dritti alle urne” (intervista a La Stampa). Stefano Folli, “Le nozze difficili tra Renzi e Alfano” (Repubblica). Claudio Cerasa, “Guida breve alle nuove riserve della Repubblica antipopulista” (Foglio). Mauro Magatti, “La rete e il capo politico: i miti vincenti del M5s” (Corriere della Sera). Alberto Orioli, “La ripresa reale e i rischi della politica” (Sole 24 ore). Franco Bruni, “Il tempo di accelerare le riforme” (La Stampa). Leonardo Becchetti, “Strumenti per la ripresa” (Avvenire). Nunzio Galantino, “Dignità, valori e il ruolo dell’industria 4.0” (Sole 24 ore). Luca de Biase, “Il lavoro del futuro” (Sole 24 ore). Silvano Petrosino, “Il lavoro è diverso dalla professione. E’ un atto co-creativo” (Avvenire).

Leggi tutto →

22 Maggio 2017
by Giampiero Forcesi
1 Commento

1 Commento

RENZI, PENSACI BENE…

22 Maggio 2017

Giovanna Casadio riferisce: “’Legge elettorale e poi voto’: via al dialogo Pd-Berlusconi. Ma i renziani si dividono” (Repubblica). Ettore Rosato, capogruppo Pd alla Camera: “Andare al voto non è un tabù. E se ora tutti fanno sul serio si può chiudere entro l’estate” (intervista a La Stampa). Mauro Calise non sa cosa consigliare a Renzi: se andare avanti con la proposta di legge elettorale metà uninominale e metà proporzionale oppure accordarsi con Berlusconi su un proporzionalismo paratedesco (“L’inquieto bivio di Renzi: osare ancora o trattare”, Mattino). Ma Roberto D’Alimonte dice chiaro: “La soluzione è l’uninominale. Solo così si garantisce la governabilità” (intervista al Mattino). Stefano Folli prevede che si vada all’accordo Pd-Berlusconi: “Un mezzo accordo che porta tra le nebbie al proporzionale” (Repubblica). La proposta di Luciano Violante: “Renzi faccia il generoso: candidi Gentiloni premier” (intervista a Libero). L’atteso intervento di Giuliano Pisapia all’assemblea di Articolo 1-MDPn nelle cronache di Maurizio Giannattasio: “Pisapia a MDP: dobbiamo diluirci. Un’unica casa dopo le Comunali”;  e la reazione: “Platea tra gelo e applausi. D’Alema: alleanze? Al voto ci vanno le liste” (Corriere della Sera). Si leggano, dei giorni scorsi: Silvio Berlusconi, “Sistema tedesco e si può votare in autunno” (intervista al Messaggero). Massimo Adinolfi, “Silvio e Matteo: l’intesa avanza con discrezione” (Mattino). Michele Salvati, “Gli opposti moderatismi di Renzi e Berlusconi” (Corriere della sera). Romano Prodi, “Italia sotto attacco” (intervista di Marco Damilano sull’Espresso).

Leggi tutto →