25 Novembre 2018
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

CATTOLICI E POLITICA. SILVIA ROMANO. ONG E MIGRANTI. DONNE E VIOLENZA

25 Novembre 2018

L’Avvenire pubblica due interventi su cattolici e politica: Mario Giro, “Dalla piazza all’ascolto”; Giorgio Merlo, “La politica tra i partiti e un nuovo civismo”. Salvatore Cernuzio, “Il papa: in politica mancano statisti di alto spessore umano. Riscoprire La Pira” (la Stampa). L’editoriale di Mario Calabresi sul rapimento di Silvia Romano e le polemiche suscitate: “Gli ultimi idealisti” (Repubblica). Ginsandro Merli racconta che nel Mediterraneo “Nasce la flotta solidale europea” (Manifesto). Appello sul Manifesto in difesa delle Ong: “La piega autoritaria dei paesi  che mettono sotto accusa le Ong”. Editoriale di Norma Rangeri sulle manifestazioni contro la violenza sulle donne: “La marea che la politica non vede” (Manifesto).

Leggi tutto →

2 Giugno 2018
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

IL PD NEL NUOVO MONDO POPULISTA

2 Giugno 2018

Come la sinistra si pone di fronte al nuovo governo? Ieri ne aveva parlato Walter Veltroni a Scalfari (“Gentiloni per ricostruire il Pd”). Oggi il direttore di Repubblica, Mario Calabresi, sembra dare la linea (“Allacciate le cinture”), mentre Piero Ignazi prova a dire quale è “Il leader che serve al futuro Pd”, e Nadia Urbinati mette in guardia da un’opposizione pregiudiziale e a sua volta populista: “Ci vuole un altro stile per fare opposizione”. Elementi di realismo nell’intervista di Claudio Petruccioli a Italia Oggi: “Un governo possibile e coerente”. La proposta del dem Roberto Morassut: “Il Pd faccia opposizione e diventi un movimento” (Il Dubbio). Su Il Fatto Marco Travaglio irride il Pd: “Bella ciaone”, e pubblica una nota di Salvatore Settis critico con Mattarella (“Quel ‘contratto’ e i pirati della Carta”) e un commento di Marco Tarchi (“Sorpresa: ‘Salvimaio’ non è populista”).  Sulla visione economica del nuovo governo scrive su Avvenire Leonardo Becchetti:Tria, dialogo con Bruxelles ma facendo i conti con la realtà”.  Sul Sole 24 ore Nunzio Galantino torna a Moro: “Gli obiettivi di Moro. Una lezione di politica”.

Leggi tutto →

5 Maggio 2018
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

E ADESSO, PRESIDENTE?

5 Maggio 2018

Il parere di due quirinalisti: Marzio Breda, “Lo schema del premier di tregua e i ministri di tutte le aree politiche” (Corriere della sera); Ugo Magri, “Mattarella farà un appello al paese e per l’esecutivo cerca nomi pop” (La Stampa). Il parere di Massimo Villone sul Manifesto: “Il capo dello Stato con le spalle al muro”. La proposta di Carlo Rognoni sul Secolo XIX: “L’ipotesi più convincente è affidare l’incarico a Tajani”. Lo spericolato editoriale di Mario Calabresi su Repubblica: “Un governo politico o meglio il voto”. Le analisi politiche di Stefano Folli (“La linea rossa della crisi istituzionale”, Repubblica), di Francesco Verderami (“La mediazione di Giorgetti e il piano inclinato verso le elezioni” (Corriere della sera) e di Bruno Vespa (“Appello al buon senso”, Il Mattino). A PROPOSITO DI PD: Fabio Martini, “L’allarme di Veltroni: il Pd è arrivato a un punto limite” (La Stampa); Emanuele Macaluso, “Ma adesso Renzi non è più padrone assoluto del Pd” (Il Dubbio). A PROPOSITO DI M5S: Alessandro Campi, “Gridare al golpe significa tradire il Sud” (Messaggero); Giovanni Orsina, “M5S, cade la maschera moderata” (La Stampa); Marcello Sorgi, “Ora il comico apre la successione a Di Maio. ‘Dibba’ è pronto” (La Stampa). INOLTRE: Liliana Segre, “Il razzismo e la lezione di Vico” (Repubblica). Savino Pezzotta, “Non ero marxista ma grazie a lui ho capito il lavoro” (Il Dubbio). Enrico De Mita, “Politica e nostalgia dei professionisti” (Sole 24 ore). Maurizio Molinari, “Il peggior nemico della democrazia? La ribellione della gente comune” (in dialogo con Yascha Mounk, La Stampa).

Leggi tutto →

31 Marzo 2018
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

PD, MINORANZA SILENZIOSA

31 Marzo 2018

Mario Calabresi, direttore di Repubblica, getta l’allarme: “Se il Pd diventa la minoranza silenziosa”; e sullo stesso giornale Stefano Folli spiega qual è “Quel dilemma che minaccia il futuro del Pd”. Per capire l’acutezza della crisi del Pd, al di là del dilemma sul che fare oggi per il governo, si può leggere sul Mattino l’analisi di Umberto Ranieri (già dirigente “migliorista” del Pd), riferita a Napoli ma non solo: “Crollo Pd, perché serve una Costituente”. Similmente, assai bene, due giorni fa aveva scritto Guido Crainz: “Una sinistra da rifondare” (Repubblica). Intanto Graziano Delrio prova a fare il punto in un’intervista al Corriere della sera: “Tra Pd e 5 stelle la distanza è sostanziale”. Piero Ignazi prende di petto la questione Renzi: “Matteo Renzi e la bufala delle dimissioni” (Repubblica). Così anche Emanuele Macaluso: “Il Pd dica se Renzi è il capo” (Il Dubbiio). Gianrico Carofiglio prova a dire: “Il Pd è immaturo e non ascolta…” (a Il Fatto). Su Il Foglio Mauro Calise e Michele Salvati ragionano su “Il Pd e l’opposizione”. Guarda oltre Mauro Magatti, sul Corriere, e dice: “Nuovi partiti, vecchi temi. Ora si deve pensare ai fatti”. E Stefano Feltri, su Il Fatto, elenca alcuni fatti: “Redditi bassi, pensioni minime, poveri: ecco l’Italia senza ripresa”. Sui tempi che corrono avverte giustamente Mario Morcellini: “Odio ergo voto” (Il Foglio). Sul Manifesto scrivono Aldo Carra (“I 5 stelle e le speranza della sinistra”) e Alberto Olivetti (“Consapevolezza storica e iniziativa politica”).

Leggi tutto →

10 Marzo 2018
by Giampiero Forcesi
1 Commento

1 Commento

CHI VUOLE CHE IL PD DIALOGHI CON IL M5S?

10 Marzo 2018

MEGLIO DI SÌ: Franco Monaco, “Pd tra Aventino e confronto con m5s” (Huffington post). Massimo D’Alema, “Populisti? No, li votano a sinistra. E il Pd si confronti con i 5 stelle” (intervista al Corriere). Massimo Cacciari, “Il Pd si salva solo se fa fuori Renzi e appoggia Di Maio” (intervista a Il Fatto). Piero Ignazi, “Ma ora m5s ha cambiato pelle” (Repubblica). Gustavo Zagrebelsky, “E’ una rivolta contro gli oligarchi. La strada è 5 stelle-centrosinistra” (intervista a Il Fatto).

MEGLIO DI NO: Mario Calabresi, “La sinistra e l’inganno di un’alleanza” (Repubblica). Emanuele Macaluso, “Chi vuole l’asse Pd-Movimento vuole la morte del Pd” (Il Dubbio). Roberto Esposito, “Il Pd non ceda, rischia la fine” (Repubblica). Giuliano Ferrara, “Il governo chiapparino” (Foglio). Claudio Cerasa, “Salvini-Di Maio, la ricerca del nuovo bipolarismo” (Foglio). Massimo Giannini, “Il cantiere della sinistra” (Repubblica). Stefano Folli, “I due vincitori e l’impossibile analogia con il 1976” e “Se Renzi destabilizza il sistema” (Repubblica).

UNA PROPOSTA: Francesco Saraceno, “Per un governo di scopo europeo” (Sole 24 ore).

Leggi tutto →

3 Marzo 2018
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

RIDATECI LA CASTA?

3 Marzo 2018

Domina il pessimismo sull’esito delle elezioni. L’editoriale di Mario Calabresi, direttore di Repubblica, dice che l’Italia è davanti a un bivio, da una parte il ritorno al passato con Berlusconi e Salvini, dall’altra il salto nel buio con Di Maio (“Il falso bivio del Paese”). Sul Corriere della Sera l’editoriale è di Ernesto Galli Della Loggia, il quale scrive che la lontananza degli intellettuali dalla politica è il segnale della crisi italiana, dell’incertezza circa il senso profondo del suo ruolo e del suo futuro (“Il silenzio degli intellettuali sulle sorti del Paese”). Anche Giuseppe De Rita ha parole amare e si augura in un soprassalto della società che invece che gridare ancora “andate a lavorare” esca dall’accecamento e gridi a gran voce “ridateci la casta” (“La mediocrità politica alimenta l’indifferenza”, Corriere della sera). Dal direttore de Il Mattino, Alessandro Barbano, un editoriale che dice “Appello ai delusi: votate per i figli”. Poi c’è il tema di come all’estero guardano all’Italia: Nadia Urbinati,L’estremismo che fa paura” (Repubblica), Federico Fubini, “Nel racconto dei reporter esteri la ‘debolezza percepita’ d’Italia” (Corriere).

Leggi tutto →

27 Settembre 2017
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

“LA REPUBBLICA” CRITICA RENZI SULLO IUS SOLI

27 Settembre 2017

Severo editoriale di Mario Calabresi sulla Repubblica a proposito dello ius soli, con critiche sia ad Alfano sia a Renzi: “Una resa senza nobiltà”. Ma con due interviste il Pd insiste: Graziano Delrio a La Stampa: “Votiamo la legge e non cediamo alla paura”; Matteo Orfini a Repubblica: “Scelta grave. Il governo deve porre la fiducia”. Buono, almeno sulla carta, il Piano nazionale per l’integrazione dei profughi varato dal governo: qui il testo completo, qui le sintesi di Fiorella Sarzanini sul Corriere della sera (“Lavoro e alloggio a 75.000 profughi, piano del governo”) e Nello Scavo su Avvenire (“Profughi integrati con diritti e doveri”). Intervista di Aldo Cazzullo a Massimo D’Alema: “Mai alleati col Pd, sarebbe un disastro” (Corriere della Sera). Una replica di Stefano Ceccanti sul suo blog. Sul Corriere una riflessione di Giuseppe De Rita, che cerca di individuare gli obiettivi essenziali per l’impegno politico: “Coalizioni in cerca di scopo”. Claudio Cerasa, sul Foglio, si spende per sostenere la validità di un’alleanza Pd-Forza Italia: “L’argine del populismo buono”.

Leggi tutto →

29 Agosto 2017
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

LO IUS SOLI E IL CORAGGIO DELLA POLITICA

29 Agosto 2017

Sul Sole 24 Ore Valerio Onida, qualche giorno fa, ha spiegato perché sono sbagliati i timori tanto diffusi per lo ius soli (e ha anche detto cose assennate sulla questione della cittadinanza toccata dal papa nel suo messaggio per la giornata delle migrazioni): “Migranti e ius soli: i rischi di una politica miope”. Lucio Caracciolo lo torna a spiegare su Repubblica, con ancor più vigore: “Nello ius soli il nostro futuro”. Intanto la discussione slitta, forse opportunamente a dopo la legge di bilancio come scrive Vladimiro Polchi su Repubblica (“Ius soli a novembre, dopo la manovra”). Lo stesso Polchi ha dato conto ieri dell’indagine dell’Istituto Moressa: “Identikit dei nuovi cittadini”; e il direttore di Repubblica Mario Calabresi ha accompagnato i dati dell’indagine con un severo editoriale: “Ius soli, nemici e mistificazioni. Ecco l’antidoto alla paura”. Sul tema manifesta consenso, ma con qualche distinguo Massimo Adinolfi: “Il brutto clima e le decisioni da prendere”. Marzio Barbagli spiega a Repubblica che la legge va bene ma non basta per integrare davvero (e non è prova di maturità parlare sempre bene dei migranti, dice): “La legge va fatta, ma non basta. Bisogna anche disinnescare le paure su crimini e welfare”.

Leggi tutto →

16 Agosto 2017
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

REGENI. L’AMBASCIATORE TORNA, MA LA VERITÀ È LONTANA

16 Agosto 2017

Sul rientro dell’ambasciatore italiano in Egitto, nonostante l’irrisolto caso Regeni, Mario Calabresi su Repubblica esprime dissenso: “Il coraggio della verità”. Stefano Stefanini su La Stampa parla di “Real politik in versione mediterranea” e scrive: “C’è una sola vera spiegazione alla decisione del governo italiano di inviare l’ambasciatore al Cairo. L’Italia fa sul serio sulla Libia”. Annalisa Cuzzocrea su Repubblica scrive: “La regia di Minniti e l’ok del Colle: ecco la tela del disgelo con Al Sisi”. Anche Marco Ventura sul Messaggero collega la scelta del ritorno dell’ambasciatore con la questione dei migranti e della Libia, ma la considera pienamente giustificata: “La Libia e il dialogo necessario per controllare i flussi migratori”. Maurizio Caprara sul Corriere della sera allarga lo scenario e ugualmente difende la scelta del governo: “La scelta di Roma e il ruolo dell’Egitto in una regione instabile ma strategica”. Luigi Manconi parla invece di “Regeni vittima di una politica incapace” (Manifesto). E Giovanni Bianconi sul Corriere della sera annota: “Verità lontana. Non si conosce ancora il movente”.

Leggi tutto →

30 Giugno 2017
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

MIGRANTI, LA FERMEZZA INEVITABILE. MA CON CHI?

30 Giugno 2017

Tonia Mastrobuoni, “Migranti, il vertice Ue delude l’Italia” (Repubblica). Federico Fubini, “Ma niente cambierà senza l’assenso di Francia e Spagna” (Corriere della Sera). Fiorella Sarzanini, “La trattativa italiana su ricollocamenti e fondi per la Libia”, e prima: “Fermezza inevitabile” (Corriere della Sera). Il ministro Marco Minniti a Repubblica: “Il limite è raggiunto. L’Europa faccia sul serio”. Il direttore di Repubblica Mario Calabresi: “Come si salva la solidarietà”. Su La Stampa Stefano Stefanini: “E’ scaduto il tempo delle parole”. Il direttore di Avvenire, Marco Tarquinio, è però critico verso la minaccia del governo di chiudere i porti alle navi che portano i migranti raccolti in mare: “Mai contro i deboli”; Luigi Manconi, “Sbarchi. L’Italia non ha un piano credibile per l’Europa” (Manifesto). Alessandro Dal Lago, “Chiudere i porti, una sparata post-elettorale, ma pericolosa” (Manifesto).  Mario Giro, “Non possiamo vietare gli approdi italiani” (intervista a Il fatto). Alessandro Campi,Perché vanno fermati in Libia” (Mattino). Gian Enrico Rusconi, su La Stampa, dice che è giusto chiamare in causa l’Europa ma l’Italia deve anche impegnarsi di più in una buona integrazione: “Accoglienza, un patto con i Comuni”. IN TEMA DI CITTADINANZA un articolo di Gianni Riotta su La Stampa (“Lo ius soli rafforzerà l’Italia”) uno di Maurizio Ambrosini su lavoce.info (“Italiani si diventa”) e uno di Daniele Archibugi sul Manifesto (“Chi ha paura della concessione di cittadinanza?”).

Leggi tutto →