MIGRANTI, LA FERMEZZA INEVITABILE. MA CON CHI?

| 0 comments

Tonia Mastrobuoni, “Migranti, il vertice Ue delude l’Italia” (Repubblica). Federico Fubini, “Ma niente cambierà senza l’assenso di Francia e Spagna” (Corriere della Sera). Fiorella Sarzanini, “La trattativa italiana su ricollocamenti e fondi per la Libia”, e prima: “Fermezza inevitabile” (Corriere della Sera). Il ministro Marco Minniti a Repubblica: “Il limite è raggiunto. L’Europa faccia sul serio”. Il direttore di Repubblica Mario Calabresi: “Come si salva la solidarietà”. Su La Stampa Stefano Stefanini: “E’ scaduto il tempo delle parole”. Il direttore di Avvenire, Marco Tarquinio, è però critico verso la minaccia del governo di chiudere i porti alle navi che portano i migranti raccolti in mare: “Mai contro i deboli”. Luigi Manconi, “Sbarchi. L’Italia non ha un piano credibile per l’Europa” (Manifesto). Alessandro Dal Lago, “Chiudere i porti, una sparata post-elettorale, ma pericolosa” (Manifesto).  Mario Giro, “Non possiamo vietare gli approdi italiani” (intervista a Il fatto). Alessandro Campi, “Perché vanno fermati in Libia” (Mattino). Gian Enrico Rusconi, su La Stampa, dice che è giusto chiamare in causa l’Europa ma l’Italia deve anche impegnarsi di più in una buona integrazione: “Accoglienza, un patto con i Comuni”. IN TEMA DI CITTADINANZA un articolo di Gianni Riotta su La Stampa (“Lo ius soli rafforzerà l’Italia”) uno di Maurizio Ambrosini su lavoce.info (“Italiani si diventa”) e uno di Daniele Archibugi sul Manifesto (“Chi ha paura della concessione di cittadinanza?”).

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un commento

Required fields are marked *.