8 Gennaio 2020
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

PIERSANTI MATTARELLA. BETTINO CRAXI

8 Gennaio 2020

Guido Bodrato, “Piersanti Mattarella, riformista vero” (intervista a La Stampa). Gian Carlo Caselli: “Voleva recidere ogni rapporto tra la mafia e pezzi della Dc” (Corriere della sera). E su Mattarella avevamo già segnalato l’articolo di Giuseppe Pignatone.  Su Craxi tre articoli di ex socialisti e uno di un Pd riformista: Fabrizio Cicchitto,Tornare a Craxi, solo così la sinistra diventerà riformista” (Il Riformista); Claudio Martelli, “Craxi l’antipatico, eliminato dal capitalismo” (Mattino); Rino Formica, “Craxi fu un capro espiatorio, e sbagliò a fidarsi di Amato” (intervista al Mattino); Umberto Ranieri, “Il paradosso di Craxi, che non seppe staccarsi da una politica vecchia” (Foglio). E avevamo già segnalato l’articolo di Franco Monaco.

Leggi tutto →

22 Agosto 2015
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

FUNERALI SURREALI

22 Agosto 2015

Sui funerali romani di Vittorio Casamonica, boss di origine sinti, hanno destato clamore. Per Roberto SavianoUna parrocchia da commissariare” (Repubblica); Paolo Pombeni ammonisce sul Sole 24 Ore: “Roma non chiuda gli occhi”; Gian Carlo Caselli sul Fatto scrive: “Quel funerale umilia lo Stato e la Chiesa”; Raffaele Cantone, intervistato dal Messaggero, dice: “Grave sottovalutazione, e anche il Vicariato ne esce male”; uno dei vescovi della diocesi di Roma, mons. Marciante, intervistato da Avvenire: “Mai più funerali da show”, e l’Avvenire ospita numerose lettere sull’argomento: “Quei funerali, il clamore e la coscienza”; mons. Gian Carlo Bregantini, vescovo di Campobasso, dice che l’episodio servirà: “La Chiesa deve capire che la capitale è mafiosa” (intervista a Repubblica). Di diverso parere Giuliano Ferrara: “Funerali zingari a cavallo? Embè?” (Il Foglio).

Leggi tutto →

30 Maggio 2015
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

BUFERA BINDI

30 Maggio 2015

Innumerevoli gli articoli (per lo più contro Rosy). Tra essi: Paolo Pombeni, “Processi sommari, candidati introversi” (Sole 24 ore);  Gianluigi Pellegrino, “I due giudici dei candidati” (Repubblica); Marco Olivetti, “Non buona la prima” (Avvenire); Luciano Violante, “Un errore dare l’elenco l’ultimo giorno” (intervista alla Stampa); Emanuele Macaluso, “Il Pci di Charomonte e Pio La Torre non usava l’Antimafia per regolare i conti” (Il Foglio); Francesco Verderami, “I dubbi di Cantone” (Corriere della Sera”); Massimo Franco, “Nelle urne i veleni di partito” (Corriere della Sera); Roberto Saviano, “Un rimedio grottesco a scelte sbagliate” (Repubblica); Mario Ajello, “Da Dossetti a Brunetta, l’estrema metamorfosi di Rosy la Pasionaria” (Messaggero); Giovanni Fiandaca, “Moralismo esasperato e superficiale” (intervista al Messaggero); Stefano Ceccanti, “Una lista fuorilegge” (Quotidiano nazionale). A difesa: Rosy Bindi, “Indignata sono io. Sapevano bene chi candidavano” (intervista a Repubblica); Gianni Cuperlo, “Non si può vincere a tutti i costi” (intervista a Il Fatto); Gian Carlo Caselli,Così seppelliscono la questione morale” (Il Fatto); Norma Rangeri, “Eticamente ineleggibili” (Manifesto). Inoltre: Stefano Folli, “La frattura che agita il Pd” (Repubblica); Giovanni Orsina, “Tre partite nel caos delle urne” (La Stampa); e Giuliano Ferrara, “Bacino pudico a De Luca, ‘nu ddio” (Foglio).

Leggi tutto →