26 Settembre 2021
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

EREDITA’ MERKEL E VOTO IN GERMANIA

26 Settembre 2021

Sergio Fabbrini,L’eredità di Angela per l’Europa e per Berlino” (Sole 24 ore). Valerio Valentini, “La sfida tedesca vista da Draghi” (Foglio). Paolo Valentino, “Il voto incerto a Berlino” (Corriere). Paola Peduzzi, “Il viaggio al centro di mister Scholz” (Foglio). Pascal Lamy, “Berlino non affronterà i nodi del futuro. Italia e Francia dovranno sistemare i conti” (intervista a Repubblica). INOLTRE: Marta Dassù,Gli europei senza parola” (La Stampa). Claudio Descalzi, “L’Europa si dia un piano per la sicurezza energetica” (intervista a Repubblica). Alberto Simoni, “Quell’inutile illusione dell’islamista moderato” (La Stampa). Arturo Parisi, “Fuga dall’Afghanistan: una catastrofe americana” (intervista a Gianfranco Brunelli – Il Regno).

Leggi tutto →

31 Maggio 2021
by Giampiero Forcesi
1 Commento

1 Commento

PRIME RIFLESSIONI SUL SINODO DELLA CHIESA ITALIANA, DOPO L’ASSEMBLEA DELLA CEI

31 Maggio 2021

A tre giorni dalla conclusione dell’Assemblea della Conferenza episcopale italiana, riunitasi sul tema “Annunciare il Vangelo in un tempo di rinascita – Per avviare un cammino sinodale”, raccogliamo alcuni primi commenti: Erio Castellucci, vescovo di Modena e neo-vicepresidente della Cei, “Essenzialità e cammino sinodale” (intervista ad Andrea Monda per l’Osservatore romano) e ancora mons. Castellucci intervistato da Settimana News: “Cei: un Sinodo per l’Italia”;  Alberto Bruno Simoni,Sinodo della chiesa italiana. Quale piega prenderà?” (editoriale dei Viandanti); Riccardo Cristiano, “Il Sinodo e lo scisma dei cattolici normali” (Formiche.net); Luigi Sandri, “Vescovi italiani, un Sinodo censurato” (L’Adige). INOLTRE: Armando Matteo, “Le chiese vuote, l’umanesimo integrale e l’opzione Francesco” (Osservatore romano 29 maggio). Michele Marzano, “Davvero in Italia non c’è più religione? I numeri raccontano una storia diversa” (Domani). Ada Serra, “Costruire un mondo nuovo: dall’Azione Cattolica un volume per vivere l’esperienza dell’essere davvero ‘Fratelli tutti’” (Agensir).

Leggi tutto →

9 Aprile 2021
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

DRAGHI ALLA PROVA DI LEADERSHIP. E ALLA PROVA MIGRANTI

9 Aprile 2021

Alcuni passi della conferenza stampa di Mario Draghi (La Stampa). Lina Palmerini, “Il premier alla prova di leadership politica” (Sole 24 ore). Marcello Sorgi,La strategia della fiducia” (La Stampa). Paolo Pombeni,Le due insidie per SuperMario” (Il Quotidiano). Roberto Napoletano, “Rapidità, efficienza, onestà: la sfida di Draghi per cambiare il paese” (Il Quotidiano). Walter Veltroni, “La necessità (e la data) di una via di uscita” (Corriere della sera). Carlo Galli,Se il cittadino si sente solo” (Repubblica). Daniela Ranieri, su Il Fatto, la vede così: “L’epica dei migliori ora sbatte con la realtà delle poche dosi”. DRAGHI, UE, LIBIA E TURCHIA: Nello Scavo, “Per le Ong il caso Draghi non è chiuso. ‘La Libia non salva, tortura’” (Avvenire). Nadia Urbinati, “Per fermare i migranti tutto diventa lecito per Italia e Ue” (Domani). Barbara Spinelli, “Che pena l’Europa che si inginocchia ai piedi del sultano” (Il Fatto). Alberto Simoni, “Due schiaffi al sultano di Ankara” (La Stampa). La risposta di Mario Draghi a una domanda su Libia e migranti alla conferenza stampa: “E stato criticato per aver appoggiato la Guardia costiera libica, come risponde? «L’Italia è l’unico Paese ad avere corridoi umanitari con la Libia. Durante l’incontro con il primo ministro libico ho detto che siamo preoccupati per i diritti umani e orientati al superamento dei centri di detenzione. Serve franchezza, ma anche capacità di cooperare e tra le tante aree di cooperazione è necessaria quella dell’immigrazione. Questo è un problema che esiste: serve un approccio umano, equilibrato ed efficace, sono le direttive che mi sono dato». Il punto di vista di Marco Minniti su Repubblica: “Così l’Africa aiuterà l’Europa”.

Leggi tutto →

22 Marzo 2021
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

FRANCESCO E I TEOCON. BOSE E L’OBBEDIENZA. LA BENEDIZIONE CONTESA. SU DOSSETTI

22 Marzo 2021

Massimo Borghesi,Il sentiero stretto di Francesco: una teologia della liberazione senza marxismo” (intervista a vita.it). BOSE: Lorenzo Prezzi, Bose, l’incompiuta” (Settimana news). Amedeo Cencini,Bose, lo stato delle cose” (Settimana news). La lettera di papa Francesco alla comunità. Riccardo Larini, “Solo un processo completo ed equo potrà rendere giustizia a Bose” (Riprendere altrimenti). Piero Stefani, “Bose e il virus” (blog). Don Mario Marchioni,In merito a Bose” (blog). Alberto Simoni op., “A proposito di Bose” (Koinonia). Il testo dello Statuto della Comunità di Bose. Enzo Bianchi, “L’obbedienza è una virtù a certe condizioni” (Jesus di marzo). BENEDIZIONI E COPPIE OMOSESSUALI: Andrea Grillo,  “Benedizione alle coppie omosessuali: ‘Il Responsum non è un documento definitivo’”(intervista di Pierluigi Mele per Rai News). Dichiarazione di 212 teologi tedeschi sul Responsum della Curia. Francesco Lepore, “Le proteste della Chiesa globale al non licet della Curia romana” (linkiesta); Johan Bonny, “Provo vergogna per la mia chiesa” (Settimana news). INOLTRE:: Giulia Cella, “Don Dossetti, la storia letta in prospettiva eterna” (Avvenire di Bologna); presentazione e indice di un libro di F. Mandreoli e Enrico Galavotti su Dossetti. Luca Kocci, “Preti pedofili. Nuovo scandalo della chiesa tedesca” (Manifesto). Carlo Tecce, “Opere e Parolin” (Espresso).

Leggi tutto →

18 Novembre 2020
by Giampiero Forcesi
1 Commento

1 Commento

DEDICATO AD ADRIANA ZARRI

18 Novembre 2020

Leonardo Boff, “I papaveri, la mistica e la gatta” (Manifesto). Luca Kocci, “Una donna ‘assoluta’ nel segno di persuasione e radicalità” (Manifesto). Alberto Simoni, “Ricordare Adriana Zarri a 10 anni dalla sua morte” (Koinonia-forum). Mariangela Maraviglia, “Adriana Zarri, semplicemente una che vive” (intervista a letture.org) e “Incontrare Adriana” (dalla introduzione del suo libro). Giannino Piana, “Adriana Zarri, monaco in dialogo” (Il Gallo). Giancarla Codrignani,Adriana Zarri” (enciclopediadelledonne.it).

Leggi tutto →

10 Settembre 2020
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

L’ADDIO A AMOS LUZZATTO. FRANCESCO E IL “DISCERNIMENTO APERTO”. TERRAFUTURA

10 Settembre 2020

Marco Roncalli,Addio a Amos Luzzatto, una voce ebraica contro il razzismo e i populismi” (Avvenira). Simonetta Della Seta, “Amos Luzzatto, una vita nel segno del dialogo” (Repubblica). Donatella Di Cesare, “Amos Luzzatto, un illuminista legato alla tradizione ebraica. Che per lui voleva dire giustizia” (Corriere della sera). VATICANO II E CHIESA OGGI: Francesco Strazzari e Ghislain Lafont, “Jean-Marie Tillard il polygonum” (Settimana news). Il domenicano padre Alberto Simoni, “Vaticano II: fine primo atto” (Koinonia). Fabrizio D’Esposito,Francesco né conservatore né progressista. Il discernimento aperto del papa gesuita” (Il Fatto – è il commento al bel testo di p. Antonio Spadaro uscito su La Civiltà Cattolica: “Il governo di Francesco. E’ ancora attiva la spinta propulsiva di Francesco?”, che qui risegnaliamo). La stroncatura che Giuliano Ferrara fa di papa Francesco “Questo papa è tutto moralismo, ideologismo e pauperismo” (Foglio). TERRAFUTURA: Francesco e Carlo Petrini in dialogo (in un libro): “Un’enciclica sociale non verde” (Avvenire), e “Io Francesco e i demoni del contagio” (La Stampa). Carlo Petrini,Il papa? Ambientalista anche a tavola” (intervista al Corriere). Benedetta Capelli, “Il libro Terrafutura. La ricerca di un nuovo umanesimo” (Avvenire).

Leggi tutto →

29 Maggio 2020
by Giampiero Forcesi
1 Commento

1 Commento

LA COMUNITÀ DI BOSE ALLA PROVA

29 Maggio 2020

Che cosa sia accaduto a Bose, e in Vaticano, non è facile da comprendere. Di certo c’è il comunicato della Comunità (“Visita apostolica e allontanamenti”). Un articolo di Paolo Griseri, su Repubblica di giovedì, riferisce pareri interni ed esterni: “La tempesta di Bose. Nella Comunità dove la pace è finita”. Sul Corriere della sera, sempre giovedì, Gian Guido Vecchi riporta quasi per esteso una nota di Enzo Bianchi che spiega la sua posizione e chiede un ripensamento: “Bianchi: Non ho mai contestato il priore di Bose”. Nello stesso giorno, su Repubblica, un duro commento di Alberto Melloni, che sembra dire che si tratti di una macchinazione della parte più conservatrice del Vaticano che ha colpito Bose, in qualche nodo aggirando papa Francesco: “Dietro il ‘mistero’ di Bose”. Ancora più duro, nel suo stile, il commento di don Paolo Farinella sul sito de Il Fatto: “Comunità di Bose: era già tutto scritto”. L’Avvenire sembra dare una interpretazione più piana, che individua nella volontà del nuovo priore e della Comunità l’origine della decisione vaticana, con due articoli di Luciano Moia: mercoledi, sul sito: “L’allontanamento di Enzo Bianchi: si tenta ancora il dialogo”, e venerdì: “Caso Bose, padre Sorge a Enzo Bianchi: «Accetta questa croce»”. Sul sito de Il Fatto c’è un’intervista a mons. Luigi Bettazzi: “Enzo Bianchi fa bene a chiedere al Vaticano le prove, deve potersi difendere”. Lorenzo Prezzi, direttore di Settimana News, scrive: “La coerenza fra magistero papale di Francesco e testimonianza monastica di Bose sconsiglia una lettura di contrapposizione istituzionale e orienta verso una tensione prevalentemente interna” (“Bose alla prova”). Problematico e ricco di riflessioni è l’ampio commento di padre Alberto Simoni op, di Koinonia, che formula varie ipotesi e conclude che sarebbe bene che il papa rendesse nota la Relazione conclusiva della visita apostolica e spiegasse il suo pensiero: “Interrogarsi, guardando Bose dal di fuori: ‘Normalizzazione’ di papa Francesco?”. Altri articoli si trovano in Il Riformista (Fabrizio Mastrofini, “Il retroscena della cacciata di Enzo Bianchi”) e sul portale di Aleteia (Giovanni Marcotullio, “Che cosa ci insegna il caso Enzo Bianchi”).

Leggi tutto →

7 Febbraio 2020
by Giampiero Forcesi
1 Commento

1 Commento

VIVERE DIVERSAMENTE LA CHIESA.  CELIBATO. SINODO TEDESCO. BENIGNI…

7 Febbraio 2020

Enzo Bianchi,Un cambio radicale nel vivere la chiesa” (Vita pastorale); Alberto Simoni op, “Leggendo il tuo articolo” (lettera aperta a Enzo Bianchi – Koinonia). CELIBATO: Fulvio De Giorgi su Avvenire: “Il senso cattolico e funzionale del celibato dei sacerdoti”; la replica di Andrea Grillo: “Un sacerdozio cattolico immunizzato dal sacerdozio comune? La reductio ad absurdum di un problema vero” (Come se non). Ne scrive anche Severino Dianich: “Nessuna infedeltà dottrinale” (Vita pastorale). Andrea Grillo, “Come Francesco ha superato il ‘dispositivo di blocco’” (Come se non). SINODO TEDESCO: Gianni Cardinali, “Al via il Sinodo della chiesa tedesca” e “Al Sinodo tedesco si decide sulle procedure: ‘E il voto delle donne abbia il giusto peso’” (Avvenire). Luigi Sandri, “Il vero obiettivo di Ratzinger è opporsi al Sinodo tedesco” (L’Adige). Ludwig Schick, arcivescovo di Bamberga, “Non siamo rivoluzionari. Vogliamo vincere la crisi” (intervista all’Avvenire). Fabrizio D’Esposito, “La sinistra tedesca e la destra radicale: le due scosse al ‘centro’ di Bergoglio” (Il Fatto). ALTRO: Raniero La Valle, “La canzone delle canzoni” (chiesa di tutti chiesa dei poveri). Antonio Spadaro e Paul Twomey, “Intelligenza artificiale e giustizia sociale. Una sfida per la chiesa” (La Civiltà Cattolica). Alberto Melloni, sul ‘congedo’ di padre George: “Ferri corti in Vaticano” (Repubblica). Lettera di Alex Zanotelli all’Avvenire: “Un giubileo ecumenico per salvare il pianeta”. Giovanni Bachelet,La lezione di mio padre non si spegne” (intervista a Famiglia cristiana). Paolo Rodari, “Così Mussolini tentò di fermare papa Pacelli” (Repubblica).

Leggi tutto →

12 Maggio 2015
by c3dem_admin
0 commenti

0 commenti

I gruppi ecclesiali critici nella stagione di papa Francesco

12 Maggio 2015
di Giampiero Forcesi

 

Lo scorso dicembre si è tenuto il XXXV Incontro nazionale delle Comunità di base. In quell’occasione, nella tavola rotonda conclusiva, Franco Ferrari, della Rete dei Viandanti, disse che nel contesto italiano i gruppi che si caratterizzavano per un comune approccio critico-propositivo nei confronti della comunità ecclesiale, a livello nazionale, erano cinque: l’area delle Comunità di base (una trentina i gruppi aderenti), il movimento Noi Siamo Chiesa (o meglio la piccola sezione italiana del movimento internazionale We Are Church per la riforma della Chiesa cattolica), le realtà riunitesi alcuni anni fa sotto il nome “Il vangelo che abbiamo ricevuto”, i gruppi e le riviste riunitisi più di recente sotto il nome “Chiesa di tutti, Chiesa dei poveri”, e la Rete dei Viandanti (associazione sorta nel 2010, che conta più di 25 gruppi, espressione di un laicato cristiano adulto che, come si legge nel sito, vuole operare in modo responsabile sui temi ecclesiali).

Leggi tutto →

18 Settembre 2012
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

“Chiesa di tutti, Chiesa dei poveri”. Una prima documentazione e un avvio di dibattito post-assemblea

18 Settembre 2012

L’assemblea nazionale promossa, a 50 anni dall’inizio del Concilio, da numerosi gruppi ecclesiali, riviste e associazioni (alla fine oltre cento gruppi e una trentina di riviste), che si è tenuta a Roma, al Collegio Massimo dei padri gesuiti, il 15 settembre 2012, ha visto la partecipazione di 700 persone. Moderata da Rosa Siciliano, direttrice di “Mosaico di pace”, si è imperniata su quattro relazioni – di Rosanna Virgili, sul discorso di Giovanni XXIII all’apertura dell’assise conciliare (“Gioisce la Madre Chiesa”), di Giovanni Turbanti su “La Chiesa e il mondo all’avvento del Concilio”, di Carlo Molari su “Le diverse letture  del Vaticano II”, e di Cettina Militello su “Speranze e prospettive future” –, su una serie

Leggi tutto →