26 Settembre 2017
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

BASSETTI: SOLO TESTIMONIARE IL VANGELO

26 Settembre 2017

Il testo della prolusione del card. Gualtiero Bassetti alla Cei. La sintesi fattane da Radio vaticana: “Bassetti ai cattolici: in politica per unire. Sì allo ius soli”. Il commento di Andrea Riccardi sul Corriere della Sera: “La chiesa ‘materna’ del Presidente della Cei”; per Riccardi il discorso di Bassetti ha mostrato una forza di sintesi capace di superare le querelle del cattolicesimo italiano. Un ennesimo spaccato dei conflitti nella chiesa nell’articolo di Matteo Matzuzzi sul Foglio: “La guerra civile nella chiesa di Francesco”.

Leggi tutto →

25 Settembre 2017
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

UNO SCANDALO EUROPEO IL BARCONE ALLA DERIVA PER 7 GIORNI

25 Settembre 2017

Carlotta Sami, portavoce dell’Onu per i rifugiati, intervistata da Repubblica: “Uno scandalo europeo il barcone di migranti alla deriva per 7 giorni”. Anche Nello Scavo, su Avvenire, dà conto del dramma: “Libia, atto d’accusa delle Ong in fuga da Sabratha”. Presa di posizione della Conferenza degli istituti missionari italiani: “I missionari contro l’accordo Italia-Libia”. Papa Francesco ai Direttori nazionali della pastorale per i migranti del CCEE: “Una costante apertura verso l’altro”. Su Il Fatto un’intervista al prof. Manlio Graziano: “I migranti non si fermano. Accoglierli è inevitabile” e un’utile scheda di Lorenzo Giarelli: “Le tante Afriche da cui fuggono i nostri migranti”. IUS SOLI: sul sito ytali.com Giovanni Innamorati racconta “La vera storia dello ius soli”; Ernesto Galli Della Loggia espone il suo punto di vista sul Corriere della Sera: “Lo ius soli e i dubbi legittimi”.

Leggi tutto →

18 Settembre 2017
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

CONSIP, BANCHE, 5 STELLE, PD E SINISTRA, IUS SOLI

18 Settembre 2017

Vladimiro Zagrebelsky, “L’etica della Repubblica nel caso Consip” (La Stampa). Claudio Cerasa, “La repubblica giudiziaria che nessuno vuol vedere” (Il Foglio). Massimo Adinolfi, “La politica debole e le procure forti. Dieci anni di governi tenuti in scacco” (Il Mattino). Marco Lillo, “Tutto quello che dice Renzi è falso” (Il Fatto). BANCHE – Romano Prodi, “Il caso banche. La Commissione che farà solo male al Paese” (Messaggero). 5 STELLE – Mauro Calise, “Da ‘grillini’ a ‘demaini’. La polveriere 5 Stelle” (Il Mattino). Ilvo Diamanti, “La Lega oltre Bossi e la Padania” (Repubblica). Maria Elena Boschi, “Le città sono nella trappola del populismo a 5 stelle” (intervista al Secolo XIX). PD E SINISTRA – Claudio Magris, “Quei malaccorti sfidanti a sinistra” (Corriere della sera). Maria Teresa Meli, “L’offerta dem a Pisapia per sganciarlo da Mdp” (Corriere). Piero Ignazi, “Il declino strategico della sinistra” (Repubblica). Monica Guerzoni, “Lo show di Prodi e Letta: ‘Matteo stai sereno’” (Corriere). IUS SOLI – Virginia Piccolillo, “Minniti e ravasi: sì allo ius soli” (Corriere). Marco Tarquinio, “Ius culturae, diamo una legge a presente e futuro” (Avvenire). L’Appello “Insegnanti per la cittadinanza”.

Leggi tutto →

15 Settembre 2017
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

IUS SOLI: LA PARTITA NON È ANCORA CHIUSA

15 Settembre 2017

Romano Prodi, intervistato ad Assisi da Paolo Rodari di Repubblica da ragione al ministro Delrio: “Lo stop allo ius soli è un calcolo sbagliato per seguire i sondaggi”. Francesca Schianchi, su La Stampa, dà conto di un rinnovato impegno del governo in tema di cittadinanza: “Ius soli, la sfida di Gentiloni: un impegno per l’autunno”. In ogni caso “Per i dem si profila uno spettro: non riuscire ad approvare neppure una legge-simbolo” (Maria Teresa Meli, Corriere della Sera). Su lavoce.info Maurizio Ambrosini spiega “Perché – comunque – cresce il numero dei nuovi italiani”. MIGRAZIONI – Ieri Paolo Rodari osservava che “L’asse tra Quirinale e Vaticano blinda la linea Gentiloni-Minniti” sui migranti; così pure Marzio Breda sul Corriere: “Mattarella promuove la linea Minniti: niente chiavi dell’Europa ai trafficanti”. Christopher Hein a Repubblica: “Bene i patti coi sindaci in Libia, ma non si sottovaluti la crisi umanitaria”.

Leggi tutto →

13 Settembre 2017
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

LO IUS SOLI SOFFOCATO DALLE PAURE (DEGLI ELETTORI E DEI POLITICI)

13 Settembre 2017

Alessandro Trocino: “Fermata la legge sullo ius soli: mancano i voti” (Corriere della sera). Stefano Folli spiega le reticenze del Pd sulla legge (e il suo uso strumentale): “Ius soli, il bivio per il voto utile” (Repubblica). Ancora su Repubblica Fabio Bordignon fa il punto sui consensi nel Paese: “Cittadinanza, crollano i sì dal 70% al 50 in pochi mesi”, e, del resto, Ilvo Diamanti dice: “Immigrati, cresce la paura. Il 46% si sente in pericolo”. Però qualcuno nel Pd ancora spera, e forse lo stesso Gentiloni: Goffredo De Marchis, “Gentiloni detta le priorità: Prima blindiamo la manovra”. Gianni Cuperlo, intervistato dal Corriere della Sera: “Questo impegno non può essere archiviato”. Marcello Sorgi, su La Stampa, elogia il Parlamento e il Governo per le molte riforme fatte e invita a proseguire nel cammino, ma ritiene troppo divisivo il tema dello ius soli: “Le occasioni da non sprecare”. Luigi Manconi sul Manifesto dice: “Senza ius soli una democrazia più povera”. Sempre sul Manifesto Guido Viale discute l’intervento del papa sui migranti: “’Quanti posti ho?’ Dipende dalla febbre della politica”.

Leggi tutto →

29 Agosto 2017
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

LO IUS SOLI E IL CORAGGIO DELLA POLITICA

29 Agosto 2017

Sul Sole 24 Ore Valerio Onida, qualche giorno fa, ha spiegato perché sono sbagliati i timori tanto diffusi per lo ius soli (e ha anche detto cose assennate sulla questione della cittadinanza toccata dal papa nel suo messaggio per la giornata delle migrazioni): “Migranti e ius soli: i rischi di una politica miope”. Lucio Caracciolo lo torna a spiegare su Repubblica, con ancor più vigore: “Nello ius soli il nostro futuro”. Intanto la discussione slitta, forse opportunamente a dopo la legge di bilancio come scrive Vladimiro Polchi su Repubblica (“Ius soli a novembre, dopo la manovra”). Lo stesso Polchi ha dato conto ieri dell’indagine dell’Istituto Moressa: “Identikit dei nuovi cittadini”; e il direttore di Repubblica Mario Calabresi ha accompagnato i dati dell’indagine con un severo editoriale: “Ius soli, nemici e mistificazioni. Ecco l’antidoto alla paura”. Sul tema manifesta consenso, ma con qualche distinguo Massimo Adinolfi: “Il brutto clima e le decisioni da prendere”. Marzio Barbagli spiega a Repubblica che la legge va bene ma non basta per integrare davvero (e non è prova di maturità parlare sempre bene dei migranti, dice): “La legge va fatta, ma non basta. Bisogna anche disinnescare le paure su crimini e welfare”.

Leggi tutto →

22 Agosto 2017
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

SUL DISCORSO DEL PAPA SULLE MIGRAZIONI. SUL MEETING DI CL

22 Agosto 2017

Andrea Tornielli, “Il papa si schiera: ‘Sì allo ius soli per i migranti” (La Stampa) e “Il papa e i migranti. Magistero secolare e reazioni piccine” (la Stampa – Vatican Insider). Andrea Riccardi, “Per il papa l’integrazione è il processo chiave” (Corriere della Sera). SUL MEETING DI CL: Dario Di Vico, “Carron vince su tutto: alle politiche il voto di Cl sarà in libera uscita” (Corriere della Sera); Gianni Barbacetto,Politica addio, rimane il business. Il Meeting cancella don Giussani” (Il Fatto). Luciano Violante, “Al Meeting si fa formazione, nei partiti non più” (intervista al Corriere).

Leggi tutto →

21 Luglio 2017
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

IUS SOLI, COALIZIONI, IL RITORNO DI BERLUSCONI

21 Luglio 2017

Andrea Riccardi, sul Corriere della Sera, riflette sul rinvio dello ius soli e sui rapporti tra i cattolici e la politica (“Il rinvio dello ius soli, una sconfitta per i cattolici”). Sul Manifesto Franco Monaco spiega perché è contrario a un listone di tutte le sinistre contro Renzi: “Il centrosinistra rompe con il dogma dell’unità politica” (delle sinistre) e Bia Sarasini sostiene che “Non c’è lista unita che tenga se non parte dalle persone”. L’ex Dc Angelo Sanza racconta al Corriere della sera il suo tragitto “Da De Mita a Pisapia”. Paolo Pombeni è pessimista sulla capacità del Pd e della sinistra di saper collaborare (“Le coalizioni impossibili?”, in mentepolitica.it). Francesco Verderami, sul Corriere, evidenzia invece “L’arte della coalizione nel prossimo Parlamento”. Giovanni Sabbatucci su La Stampa scrive: “Berlusconi, un ritorno da scoprire” (Messaggero); e sul ruolo di Berlusconi  nell’attuale equilibrio politico scrivono anche Stefano Folli (“Il Colle vigilerà sui rischi in arrivo”) e Gaetano Quagliariello (intervista a La Verità: “Il centrodestra c’è, manca solo Berlusconi”). Repubblica pubblica alcune lettere sul tema “Caro Renzi, perché ti amo perchè ti odio”, un’ intervista a Pippo Civati (“Talento e arroganza. Ha tradito il mandato delle primarie 2013”) e una a Teresa Bellanova (“Un vero riformista”). In un’intervista a Il Fatto Pierluigi Bersani dice: “Renzi, Lotti e Boschi fregati dalla loro questione morale”. Angelo Panebianco, sul Corriere, propone di cambiare la prima parte della Costituzione (“La Carta costituzionale e le difficili riforme italiane”).

Leggi tutto →

18 Luglio 2017
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

PER UN’ALTERNATIVA CREDIBILE A POPULISMO E XENOFOBIA

18 Luglio 2017

Lorenzo Dellai, presidente di Democrazia solidale, e Francesco Gagliardi, direttore di Eptaforum, scrivono al direttore di Avvenire un’ampia lettera in cui sostengono che chi si richiama al cattolicesimo democratico e alla cultura politica del popolarismo deve oggi sentire il dovere di una iniziativa politica che riporti alla partecipazione politica milioni di “elettori stanchi” per costruire un’alternativa credibile a populismo e xenofobia (“Ciò che il popolarismo può fare per il Paese”). Sullo stesso giornale Mauro Magatti scrive che, di fronte alla grande sfida delle migrazioni, non serve una risposta solo organizzativa e delegata alle istituzioni, ma serve una diffusa capacità di mobilitazione personale, una coscienza nuova della nostra umanità (“È ‘personale’ la sfida della convivenza”). Quanto allo ius soli, se è vero che “Nel Pd monta l’irritazione contro Gentiloni che non ha sfidato AP” (Carlo Bertini, La Stampa), che sul Manifesto Alessandro Portelli scrive “L’Italia peggio dell’Alabama”, e che nel mondo cattolico ci sono dure prese di posizione (Marco Tarquinio, “Questa legge s’ha da fare”, Avvenire), il presidente Mattarella mostra comprensione (Marzio Breda, “Sollievo del Colle sullo ius soli”) e Luigi Zanda, capogruppo Pd al Senato, è convinto che dopo l’estate la legge passerà (“Centristi vicini alla Chiesa, come possono dire no?”, intervista al Corriere della sera). Maurizio Ambrosini, su lavoce.info, spiega “Perché ‘Aiutiamoli a casa loro’ è uno slogan semplicistico”. Gustavo De Santis e Salvatore Strozza, di Neodemos, fanno il punto sui benefici della presenza di stranieri in Italia (“Stranieri in patria. D’altri”). Paolo Mieli sul Corriere sostiene “Le ragioni della Chiesa sull’Africa”. Federica Mogherini dice a Le Monde che “Il faut cre’er un état stable en Libye”. Filippo Grandi, dell’UNCHR, dice che loro sono “Pronti a creare campi in Africa per i rifugiati”. Piero Bevilacqua, sul Manifesto, avanza una proposta di accoglienza e integrazione (“Vivere e lavorare per un patrimonio naturale immenso”).

Leggi tutto →

17 Luglio 2017
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

IL RINVIO DELLO IUS SOLI E IL CHE FARE SUI MIGRANTI

17 Luglio 2017

Il rinvio da parte del governo ad affrontare la discussione sullo ius soli dopo l’estate ha ricevuto diverse letture: difende il governo ma anche il valore della nuova normativa Massimo Adinolfi sul Mattino (“Se l’identità finisce nelle urne”); realismo e senso della responsabilità secondo Massimo Franco sul Corriere della Sera (“La ragionevolezza che vince”)  e Federico Geremicca su La Stampa (“La mossa per evitare la crisi”; più severo Massimo Giannini su Repubblica (“Il rinvio che maschera la resa finale”), a cui segue un’intervista a Roberto Speranza (“I dem inseguono la destra, su altri temi i voti li trovano”). Duro anche il giudizio di mons. Giancarlo Perego, ancora responsabile di Migrantes e vescovo di Ferrara (“Così la classe politica si inchina ai prepotenti”). Sul Messaggero un commento a favore del governo ma anche contro la riforma: Marco Gervasoni, “Una vittoria del realismo che limita i danni al Paese”. Quanto ai migranti, Romano Prodi dice: “Senza un progetto per l’Africa tragedia inevitabile” (Messaggero). Gilles Kepel, intervistato dal Corriere, riconosce che “L’Italia non può accogliere tutti”; e Luciano Violante ancora sul Corriere scrive: “Servono politiche europee per ridurre le partenze”.

Leggi tutto →