14 Dicembre 2020
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

I VALORI DELL’EUROPA. PER GIULIO REGENI. ANCHE A NAPOLI UN VESCOVO DI STRADA

14 Dicembre 2020

Vladimiro Zagrebelsky, “Stato di diritto. I soldi contano più dei valori?” (La Stampa). Monica Perosino, “Polonia. La crociata morale dei sovranisti” (La Stampa). Pasquale Annichino,La nuova laicità di Macron impone i valori non negoziabili dello Stato” (Domani). Luigi Manconi,Lettera a Conte nel nome di Giulio” (Repubblica). Corrado Augias, “Per Regeni restituisco alla Francia la Legion d’onore” (Repubblica). Donatella Di Cesare, “Il corpo di Giulio e i nostri diritti” (La Stampa). Barbara Cottavoz, “Ultimi disperati appelli per salvare Djalali” (La Stampa). C. MANNINO: Calogero Mannino, “Così è finita la mia via crucis durata trent’anni” (intervista a Il Dubbio) e “Trent’anni di processo sono già una condanna” (intervista al Messaggero). Paolo Ciani,Roma deve trovare la sua anima per uscire da una crisi profonda” (Domani). CHIESA: Enzo Bianchi, “Il papa e il primato del Vangelo” (Repubblica). Vito Mancuso, “Ora la sinistra ha la sua guida: papa Francesco” (intervista a Il Fatto). Maria Chiara Autisio, “Domenico Battaglia, nuovo vescovo di Napoli. ‘Lotterò per il dramma del lavoro’” (Mattino). Luciano Squillaci, “Un prete accanto ai più fragili” (intervista ad Avvenire sulla figura di don Mimmo Battaglia).

Leggi tutto →

15 Maggio 2017
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

ITALIA, L’ANELLO DEBOLE

15 Maggio 2017

Mauro Magatti, sul Corriere, prova a dire quali sono “I valori su cui scommettere nel disordine delle ideologie”. Sempre sul Corriere Dario Di Vico si guarda intorno e constata: “La classe operaia va a destra”. Guardando alla crisi del lavoro e alla robotizzazione Maurizio Molinari su La Stampa sostiene però che “C’è un nuovo laboratorio in Occidente”. Sul Manifesto Gianandrea Piccioli propone “Più che un partito esperienze sociali alternative”.  Invece, ancora sul Manifesto, Antonio Floridia dice: “Contro il richiamo al voto utile una lista unitaria di sinistra”. Silvio Berlusconi, a colloquio con Claudio Ceresa sul Foglio: “Il mio manifesto anti-populista”. E Claudio Cerasa ritorna ancora “Sull’incapacità della nostra classe dirigente di reagire alla minaccia populista”. In Germania la Merkel vince ancora e Andrea Bonanni, su Repubblica, chiarisce qual è “Il messaggio di Berlino”. Eppure Angelo Panebianco, sul Corriere, invita a vedere “L’occasione europea dell’Italia”, e in fondo lo stesso dicono Galli Della Loggia e Roberto Esposito (“Due Europa per salvare l’Europa”). Ma a condizione che l’Italia migliori se stessa, come prova a fare la Francia secondo Sylvie Goulart, intervistata dal Corriere: “Oggi con Macron cambieremo la Francia”. Cioè che non continui ad essere, come scrive Marco Damilano sull’Espresso, “L’anello debole”.

Leggi tutto →

30 Gennaio 2013
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

PRINCIPI NON NEGOZIABILI E COSTITUZIONE. Rosati discute la prolusione di Bagnasco

30 Gennaio 2013

Riflessione non scontata quella di Domenico Rosati su l’Unità del 30 gennaio 2013 (“Se i principi «non negoziabili» sono quelli della Costituzione”). Rosati, partendo dalla prolusione alla Cei del card. Bagnasco, propone una ricerca comune e senza pregiudizi sui valori da promuovere e sulle misure da adottare perché la persona umana, nella sua dignità e nella sua integrità, sia sempre e dovunque rispettata e promossa”. E la Costituzione della Repubblica offre un catalogo di valori su cui impiantare questa ricerca.

Leggi tutto →

11 Gennaio 2013
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

Elezioni. I cattolici, i valori (La Valle, Riccardi, D’Agostino)

11 Gennaio 2013

Elezioni: che faranno i cattolici?” è il titolo di un articolo di Raniero La Valle apparso su  “MicroMega” e datato 8 gennaio. La Valle, rifatta un po’ di storia, osserva che dopo la fine della Dc i cattolic “sono caduti nell’insignificanza” e che ora, con Monti, “è difficile vedere in questo approdo alla politica di dirigenti delle ACLI senza le ACLI, di dirigenti della CISL senza la CISL, e di laici autorevoli senza alcuna rappresentanza laicale, quell’ingresso in politica di una nuova generazione di cattolici” che la Chiesa ha più volte auspicato. Di fatto,

Leggi tutto →