16 Aprile 2019
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

NOTRE DAME. LIBIA. L’EUROPA E GLI SPIRITI ANIMALI

16 Aprile 2019

NOTRE DAME. Il vaticanista di Le Figaro, Jean-Marie Guenois:Il momento per riflettere sull’identità, e per i cattolici l’ora del risveglio” (Avvenire). LIBIA E MIGRANTI. Luigi Di Maio, “Chiudere i porti misura occasionale” (intervista al Corriere). Carlotta Sami, “C’è una crisi umanitaria che riguarda libici e migranti” (intervista al Manifesto). Paolo Lambruschi, “Morcone (Cir): l’Italia cambi atteggiamento. I diritti degli invisibili vengono prima” (Avvenire). Laura Cattaneo, “Scopro i segreti dei morti perché sono utili ai vivi” (insolita e bella intervista al Corriere). Mauro Calise, “La scossa migranti sul governo” (Mattino). EUROPA-DEMOCRAZIA. Sergio Romano, “L’Occidente tramonta” (Corriere). Moises Naim, “Sei tossine che indeboliscono la democrazia” (Repubblica). Beda Romano, “Stati Uniti-Europa, un negoziato pieno di ostacoli” (Sole 24 ore). Luigi Offeddu, “Finlandia, i sovranisti sfiorano la vittoria. La sinistra prima” (Corriere). Giorgio Ferrari, “Il paese più felice tentato dal sovranismo. Perché?” (Avvenire). Sabino Cassese,Con la loro rete sovranazionale i sovranisti negano il sovranismo” (Foglio). Ilvo Diamanti, “I giovani credono ancora nella Ue” (Repubblica). Giovanni Sabbatucci, “Noi il paese che odia lo straniero” (La Stampa). Guido Rampoldi, “Come uscire dagli spiriti animali e restare umani” (Manifesto).

Leggi tutto →

14 Agosto 2017
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

“CIÒ CHE VEDIAMO MENO IN MARE…”

14 Agosto 2017

Ieri l’Avvenire ha pubblicato un servizio di Nello Scavo intitolato “Così Guardia costiera e milizie lucrano sul traffico d’uomini”, e una bella lettera di Lorenzo Dellai al direttore di Avvenire (“Ciò che vediamo meno in mare e che già accade e ci ferisce tutti”), a commento dell’editoriale di sabato di Marco Tarquinio (“L’incontro possibile”). Oggi Repubblica ha un servizio di Vincenzo Nigro, intitolato “I capi della Marina di Tripoli: ‘I soccorritori aiutano i trafficanti’”, in cui si mostra invece un volto pulito della Guardia costiera libica; ma poi Repubblica ha un duro editoriale di Massimo Giannini: “La resa della civiltà” (sebbene Eugenio Scalfari inserisca il ministro Minniti tra le risorse per il futuro del paese: “Ma Renzi si sente un uomo di sinistra?”). Su La Stampa Francesca Paci racconta: “Le Ong in fuga dal Mediterraneo”, e Francesca Schianchi aggiunge: “Il governo non arretra: così meno sbarchi in Italia”. Ieri Angelino Alfano, ministro degli esteri, aveva rilasciato un’intervista a La Stampa intitolata: “Ora Tripoli controlla le acque, e c’è più equilibrio nel Mediterraneo”; e il viceministro Filippo Bubbico aveva detto al Corriere: “Non ci risultano minacce. Sul Codice nessuna retromarcia”. Testimonianze sulla situazione in Libia vengono da Umberto De Giovannangeli (“I libici impongono il pizzo sui salvataggi”, Huffington post), da Fabrizio Gatti (“Chi e perchè vuol fermare i volontari“, Espresso) e da Domenico Quirico in un servizio su La Stampa (“Nelle celle dove finiscono  i migranti respinti”). Guido Rampoldi, su Il Fatto, annota: “E ora l’Italia non vede i 150.000 migranti intrappolati in Libia”. Le ragioni di Minniti le ha sostenute, a suo modo con lucidità, Luciano Violante ieri sul Corriere della Sera: “Il nostro nemico comune è il traffico di esseri umani”. Ma Alberto Bisin su Repubblica, sempre ieri, ha portato la riflessione su un altro piano: “I migranti e la sfida dell’integrazione”. Un punto forse positivo lo evidenzia Sara Menafra sul Messaggero: “Progetto Onu per due campi in Libia”. Sulla posizione della Cei Luigi Accattoli sul Corsera racconta “L’incontro segreto tra Gentiloni e papa Francesco” e Stefano Ceccanti scrive un suo commento sul Quotidiano nazionale (“La chiesa responsabile”). Ma si legga sopra anche Dellai…

Leggi tutto →