29 Ottobre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

L’APPELLO DI BECCHETTI, BENTIVOGLI, MAGATTI E ROSINA. E IL DIBATTITO NEL PD

29 Ottobre 2018

La Repubblica ospita un breve appello politico (invero un po’ vago) firmato da quattro personaggi cattolici di rilievo (L. Becchetti, M. Bentivogli, M. Magatti e A. Rosina): “Un’alleanza per guidare l’Italia”. Ernesto Preziosi intervistato dall’Avvenire dice: “Nei dem i cattolici sono una risorsa trascurata”. Michele Salvati (autore giorni fa di una lunga e interessante analisi sul Pd pubblicata da Il Foglio: “Premesse politiche al Congresso Pd”) interviene sul sito di Libertàeguale (l’area liberal-democratica del Pd), commentando un  articolo di Umberto Minopoli (“E’ il Pd che rischia se si libera di Renzi”), e chiama all’unità e al dialogo tra le diverse anime del Pd (“Ma Renzi e il Pd hanno bisogno uno dell’altro”). Minopoli aveva scritto il giorno prima un commento sull’incontro alla Leopolda: “Dalla Leopolda riparte il riformismo”, a cui ha fatto seguire un altro tagliente intervento: “Caro Pd, a che serve la rimozione di Renzi?”. Il dibattito nel Pd resta aspro: alle interviste di Nicola Zingaretti (“Il Pd capisca gli sbagli fatti”) e di Dario Franceschini (“Un listone europeista più largo del Pd. E Zingaretti può unire” ), Stefano Ceccanti replica icasticamente sul suo blog (“L’intervista di Zingaretti” e “Tre noterelle”). Goffredo De Marchis, su Repubblica, racconta il Forum milanese di Maurizio Martina e fa il punto: “Pd, primi sì al listone per le europee”.

Leggi tutto →

11 Ottobre 2018
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

MI CANDIDO A GUIDARE IL PD…

11 Ottobre 2018

Stefano Folli,Quale Pd se manca il congresso?” (Repubblica). David Allegranti, “Nannicini ci spiega cosa manca al Pd per superare il suo Novecento” (Foglio). Maurizio Martina, “Il Pd va aperto non superato” (intervista ad Avvenire). Carlo Calenda,Un fronte dalla sinistra ai liberali con Gentiloni leader” (intervista al Corriere della sera) e “Capire la paura e ripartire” (Foglio). Matteo Richetti, “Mi candido a guidare il Pd. Riparto dai giovani, oggi non ci filano” (intervista al Corriere della sera). Francesco Boccia, “Corro da segretario. Sì al dialogo con i 5stelle” (intervista al Corriere), “Un Pd aperto e alleato ai 5 stelle” (intervista al Manifesto). Ernesto Galli della Loggia, “La sinistra e il popolo tradito” (Corriere della sera). Umberto Minopoli, “Se Galli della Loggia non comprende la vittoria populista” (libertà eguale).

Leggi tutto →

9 Luglio 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

“A populista, populista e mezzo”

9 Luglio 2017

Quasi tutti i giornali pubblicano stralci del libro di Matteo Renzi in uscita per Feltrinelli. L’Avvenire quelle in cui esalta le radici cristiane dell’Europa (“Identità e radici”). Il Sole 24 ore pubblica alcune pagine sui problemi economici e i rapporti con l’Europa: “La sfida di Renzi alla Ue: deficit al 2,9% per 5 anni”; con un commento un po’ perplesso di Guido Gentili (“Italia-Europa, il grande strappo di Renzi”), e un’ampia riflessione di Sergio Fabbrini (“Governance globale e il ruolo dell’Italia”) non sfavorevole ma preoccupata per gli accenti populisti. Ancora sul Sole Paolo Pombeni  critica la voce grossa di Renzi con l’Europa (“L’arma spuntata sui migranti”) e Lina Palmerini punta l’indice sulle affermazioni sul fiscal compact (“Il rilancio di Renzi al tavolo Ue: veto sul fiscal compact”). Su Repubblica Stefano Folli sottolinea l’indole plebiscitaria di Renzi (“Il treno del plebiscito”), Ezio Mauro bacchetta la volontà di Renzi di tornare alla guida del governo a tutti i costi (“Il nodo invisibile al collo del Pd”), Massimo Giannini commenta il troppo ambiguo “aiutiamoli a casa loro” a cui è pervenuto anche Renzi in tema di migranti (“La fatica della politica”). Marcello Sorgi dice che Renzi, col suo libro, indica con chiarezza la strada del suo Pd alternativo a ciò che è stato fin qui (“La tentazione di virare a destra”); Repubblica pubblica le pagine di Renzi in cui si dice che “D’Alema e Pisapia erano contro l’Ulivo”. Sul Foglio Umberto Minopoli dice chiaro: “Perché per vincere Renzi può fare solo una cosa: tornare al renzismo”. Marco Galluzzo, sul Corriere: “Da Calenda a Sala fino a Delrio: chi si allontana dal segretario”. Luigi Covatta, invece, sul Mattino, a chi dice che senza unità sinistra non si vince, replica che non è bene voler vincere a tutti i costi(“Se al Pd non basta vincere per mantenere l’identità”). E Michele Salvati si sofferma su “Il dilemma di Matteo Renzi sulla candidatura a premier” (Corriere della Sera).

Leggi tutto →

6 Novembre 2016
by Forcesi
1 Commento

1 Commento

I DOVERI DEL FRONTE DEL NO

6 Novembre 2016

Lo storico Giovanni De Luna sostiene, su La Stampa, che i sostenitori del No dovrebbero dire che governo potrebbe nascere dalla caduta del governo Renzi (“Referendum, i doveri del fronte del No”). Per Massimo Franco, sul Corriere della Sera, la vittoria del Sì potrebbe essere pericolosa per Renzi quanto la vittoria del No, perché manterrebbe l’Italicum com’è e aprirebbe la strada ai Cinquestelle (“Gli analisti non esagerano le ricadute del referendum”). Intanto la sinistra dem si divide: Emilia Patta sul Sole 24 ore scrive. “Cuperlo verso il Sì, ma i bersaniani attaccano”. Sul Foglio il già bersaniano Umberto Minopoli scrive: “Il grande errore del mio amico Bersani”. Ernesto Galli Della Loggia critica, sul Corriere della sera, la sinistra antiriformista e gli ex democristiani del fronte del No (“Referendum, la doppia battaglia”). Sulla Leopolda renziana scrivono Claudio Cerasa sul Foglio (“Renzi, la Leopolda e il modello scala mobile”), Massimo Adinolfi sul Mattino (“Leopolda, l’ultima sfida di chi ha cambiato la sinistra: rifare la politica”), Stefano Folli su Repubblica (“Una convention con tante crepe. Il premier stretto nella sua tenaglia”). Un’intervista di Raffaele Marra, pietra dello scandalo nel governo cinque stelle di Roma, al Fatto quotidiano (“Perché non sono io l’uomo nero di M5S”).

Leggi tutto →