“DI MAIO PUÒ ESSERE L’ALTERNATIVA A DI MAIO?”

| 0 comments

Ezio Mauro spiega perché, secondo lui, il Pd non dovrebbe, anzitempo, guardare all’incontro con i 5stelle: “La sinistra tentata dal balcone” (Repubblica). Franco Monaco, invece, valorizza l’opzione dichiarata dal sindaco di Milano, Sala: “La lezione di Sala sul dialogo con il M5s” (Il Fatto). Opposto, su Sala, il parere di Claudio Cerasa: “Sala e l’opposizione sottomessa al populismo” (Foglio). Gianni Cuperlo, intervistato da Il Fatto: “Sto con Zingaretti perché il nuovo Pd affronti il nodo M5s”. L’intervista di qualche giorno fa di Pierluigi Bersani a Il Fatto: “Serve una sinistra nuova per dialogare con i 5stelle”. La Relazione di Roberto Speranza all’assemblea romana di Articolo 1-Mdp lo scorso 16 dicembre. Mario Giro, ex sottosegretario e membro di Sant’Egidio ragiona sull’impasse della sinistra sulle pagine de Il Mulino: “La sinistra ingolfata”. Nei giorni scorsi: Andrea Carugati, “Triangolo D’Alema, Zingaretti, M5stelle. Rivolta di Calenda e Martina” (La Stampa); Piero Ignazi, “L’ossessione di Renzi” (Repubblica); Maurizio Martina, “Apriamo il Pd al popolo delle piazze” (intervista a La Stampa); Nando Pagnoncelli, “Un patto tra Movimento e Pd? Tra i loro elettori prevale il no” (Corriere della sera); Fabrizio D’Esposito: “Di Maio, il Pd e i due poli della terza repubblica” (Il Fatto). Emanuele Macaluso, “Basta con le primarie che scardinano il Pd!” (Il Dubbio). Marcello Sorgi, “Il convitato di pietra che agita il Congresso Pd” (La Stampa).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Lascia un commento

Required fields are marked *.