ITALIA-EUROPA

| 0 comments

Fabio Martini racconta: “Renzi ha deciso: una nuova via contro l’asfissia dei burocrati” (La Stampa). L’analisi amara di Adriana Cerretelli: “Le mille crisi di un’Unione sempre più liquida” (Sole 24 Ore). Il suggerimento (saggio) di Maurizio Ferrera sul Corriere della Sera: “Alziamo il livello del dibattito sulla flessibilità”. Su Repubblica Lucio Caracciolo sostiene in sostanza una tesi simile (al di là del titolo…:“Tutte le colpe di Bruxelles”), mentre Andrea Bonanni mette il dito sulle incoerenze di Renzi (“Tutte le colpe di Roma”). Una prudente valutazione di Pietro Reichlin sull’Unità: “La rigidità Ue non è sacra”. Giulio Sapelli sul Messaggero sostiene le ragioni di Renzi e dice: “Un summit per rifondare l’Europa”. Così pure Federico Geremicca su la Stampa (“Il premier all’assalto della vecchia Europa”) e Fabrizio Forquet sul Sole 24 Ore (“Le buone ragioni della flessibilità”). Per l’economista Daniel GrosRenzi sbaglia la strategia finanziando la spesa. Alla UE non potrà chiedere flessibilità eterna” (intervista a La Stampa). Ma Gianni Pittella dice: “La flessibilità serve a tutti” (intervista all’Unità). Un’interessante articolo di Isaia Sales sul Mattino per dire che se l’Italia non investe sul Sud… (“Mezzogiorno, la lezione della Germania”).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Lascia un commento

Required fields are marked *.