ADISTA-COMMENTI: nuova traduzione dell’Imitazione di Cristo – KOINONIA: “la povertà salverà il mondo!” – NOTIZIARIO DELL’IST. PAOLO VI: testimonianze – SERVIR: assistenza, amicizia, incontro e dialogo con gli immigrati

| 0 comments

Il primo fascicolo di Adista-documenti del gennaio 2019 si apre con la segnalazione di una singolare “novità editoriale”: il teologo Leonardo Boff offre una nuova traduzione dell’Imitazione di Cristo, il libro che Tommaso da Kempis scrisse nel 1441. Si tratta del testo che i credenti hanno letto più attentamente, secondo soltanto alla Bibbia. E la nuova edizione (Gabrielli ed.) cerca di essere una preziosa guida per l’uomo di oggi con uno stile consono alle sensibilità di oggi. Il libro, che costa 19 euro, può essere richiesto ad Adista o nelle librerie. Altre notizie e riflessioni del fascicolo di Adista riguardano i temi della crisi ecologica indotta dal modello di sviluppo (e di speculazione) oggi dominante. Il fascicolo di Adista-Notizie recensisce anche, tra l’altro, un recente libro di Nino Fasullo che ricostruisce la morte di don Pino Puglisi, ucciso perché animava la resistenza al potere dei mafiosi.

“La povertà salverà il mondo”: così l’articolo di apertura di Koinonia (dicembre 2018) in cui padre Alberto Bruno Simoni invita, certo, a “ritrovare la solidarietà di fondo che ci impegni a lottare contro la povertà che umilia l’uomo e quindi l’umanità … ma che ci mobiliti soprattutto a proclamare la povertà come la vera salvezza del mondo, perché così è stato da parte del Salvatore Gesù, e così è stato dimostrato da tanti suoi imitatori, San Francesco in primis…”. Sugli italiani “spaventati e incattiviti, in un Paese che non cresce più”. Sullo stesso fascicolo di Koinonia molte altre cose interessanti, tra le quali una riflessione a partire dal Rapporto Censis 2018 e una riflessione sulla storia del “gruppo ecclesiale Piccapietra”, formatosi all’inizio degli anni ’90 (anche per iniziativa di mons. Poggi e di padre Di Rovasenda), e attivo tuttora a Genova.

E’ dedicato alla canonizzazione di Paolo VI e alle testimonianze su di lui (del card  Poupard, mons Semeraro vescovo di Albano, Frère Alois priore di Taizé…) il fascicolo n 76 del “Notiziario” dell’Istituto Paolo VI. Molto bello anche il saggio di p. Aldino Cazzago che illustra e documenta come nel pensiero e nella vita e nell’esempio di Paolo VI la santità si presenti e fiorisca e si svolga come “dramma di amore”. Molti altri interessanti articoli e interventi arricchiscono il fascicolo.

Il bollettino semestrale I piccoli fratelli di Gesù (curato dalla fraternità di Via Giaime, 9, Brossasco – CN) racconta sobriamente (ma con pagine e parole toccanti!) la vita e lo spirito della comunità e di quanti, con loro e tra loro, si scambiano idee e messaggi, testimoniando quanto sia feconda la fede vissuta nella fraternità e nello spirito di p. Charles de Foucauld. Chi desidera può chiedere di ricevere il piccolo, ma prezioso, periodico.

Servir è l’agile mensile d’informazione del Centro Astalli di Roma. Il Centro sviluppa da molti anni un’opera di assistenza (e amicizia, incontro, dialogo…) con gli immigrati. Non è certo una carità fatta obtorto collo, ma piuttosto un clima di amicizia, aiuto, sorriso reciproco. Così leggendo le righe di quello che potrebbe essere un notiziario ed è, invece, una sorgente zampillante di carità e di gioia si comprende che cosa significa accogliere: non è un obbligo, una fatica magari necessaria, ma è un incontro, una gioia. Si può chiedere di ricevere gratis : Servir- Via degli Astalli 14 – 00186 Roma. E poi, se si vuole, si può dare una mano…

(a.  bert.)

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Lascia un commento

Required fields are marked *.