30 Gennaio 2017
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

DALL’INTOLLERANZA AL DISCERNIMENTO. SUL DISSIDIO CAFARRA-BERGOGLIO

30 Gennaio 2017

Solo un cieco può negare che nella chiesa ci sia grande confusione”, così aveva detto, due settimane fa, al Foglio il card. Carlo Caffarra , uno dei quattro cardinali autori di una lettera in cui si poneva in questione la dottrina espressa da papa Francesco nella Amoris laetitia. Giorni fa Andrea Grillo, sul suo blog, scrive: “I dubbi espressi da Mons. Caffarra contro AL sono in realtà la fine di un mondo. Forse la fine di un incubo. Sicuramente la fine di un delirio” (“Una teologia intollerante e sorprendentemente semplificatrice. La radice della insofferenza verso Amoris laetitia”). Su Il Foglio interviene poi Luca Diotallevi osservando che è il discernimento e non la deduzione il metodo del pensiero teologico, ma mostrando un certo fastidio verso i fan di papa Francesco e anche la delusione verso alcuni suoi testi (“E’ vero, la dottrina non basta, ma anche il bergoglismo serve a poco”). Ancora Andrea Grillo, il 29 gennaio, interviene sul suo blog con una riflessione che, pur concordando con Diotallevi, evidenzia la stretta continuità dello stile di pensiero di papa Francesco con il Vaticano II: “Un magistero capace di autocritica: dallo ‘stand by’ al ‘play’”. Sul Sole 24 Ore Bruno Forte spiega perché il pensiero teologico di papa Francesco non sia per nulla ‘relativista’: “Quando la speranza è alimentata dal vangelo”.

Leggi tutto →

19 Settembre 2016
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

PAPA FRANCESCO AI NUNZI: NON PESCATE I VESCOVI TRA GLI ‘AMICI DEGLI AMICI’

19 Settembre 2016

Il forte discorso di papa Francesco ai nunzi pontifici, con accenni polemici sul come individuare i nuovi vescovi: “Non ci si può accontentare di pescare negli acquari, nella riserva o nell’allevamento degli ‘amici degli amici”’. Iacopo Scaramuzzi, di un discorso del papa ai vescovi di nuova nomina, ne cita un passaggio: “Il mondo è stanco di bugiardi, preti alla moda, banditori di crociate” (La Stampa – Vatican insider). Andrea Tornielli,Il papa: l’ospitalità è la più grande sicurezza contro il terrorismo” (La Stampa – Vatican Insider).  Il papa martedì sarà ad Assisi: Luigi Sandri, “Ad Assisi l’Onu delle religioni” (Trentino); Andrea Riccardi, “Assisi 2016” (Avvenire); Lucia Capuzzi, “Dio, l’altro, il creato. I leader delle fedi in dialogo con il mondo” (Avvenire); Bartolomeo, patriarca di Costantinopoli, “Unità e vita innanzitutto” (Avvenire); Marco Impagliazzo, “Ad Assisi 500 leader religiosi contro l’inganno del terrorismo” (intervista al Corriere della sera); e il consueto dito puntato di Sandro Magister: “Se papa Francesco sembra relativista” (Espresso). Su Repubblica Vito Mancuso parla di “Quel patto segreto tra fede e dubbio che ci rende umani”.

Leggi tutto →

13 Aprile 2013
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

Dio nella città. La sorprendente “teoria dello sguardo” di Jorge Mario Bergoglio

13 Aprile 2013

Andrea Grillo nel suo blog propone la lettura di ampi passi di un testo pronunciato il 25 agosto 2011 dall’allora arcivescovo di Buenos Aires, Jorge Bergoglio, come saluto iniziale al Primo Congresso di Pastorale Urbana della regione di Buenos Aires. Il testo uscirà nella rivista “Munera” e poi come primo capitolo del libro Dios en la ciudad. Come scrive Grillo (che è Ordinario di Teologia Sacramentaria presso la Facoltà Teologica del Pontificio Ateneo S. Anselmo di Roma), si tratta di una riflessione molto interessante. Le sottolineature in grassetto sono di Grillo (sono – dice – “le frasi più sorprendenti”). In queste pagine – scrive Andrea Grillo, “vi è una ‘teoria dello sguardo nella città’ che merita di essere considerata come il fondamento teologico di quella prassi che tanto ci ha colpito in questi ultimi giorni”. Per visistare il blog di Andrea Grillo clicca qui.

Leggi tutto →

25 Marzo 2013
by Giampiero Forcesi
0 commenti

0 commenti

Parole del papa e sul papa. Continuità con Ratzinger, dicono alcuni…

25 Marzo 2013

“Si è già potuto vedere come il linguaggio emozionante e teologicamente fondato delle prime parole non è più del tutto lo stesso quando il papa legge, come è inevitabile, discorsi scritti (un genere letterario, non a caso, mai praticato da Gesù)”. Così scrive nel suo pensiero della settimana, n. 425, Piero Stefani (“Papa Francesco”). “E’ papa ma non lo vuol dire”: questo il titolo del servizio di Sandro Magister sul sito che gestisce, in cui commenta un articolo de La Civiltà Cattolica a firma del canonista gesuita Gianfranco Ghirlanda, già rettore della Pontificia Università Gregoriana, dal titolo “Il ministero petrino”, che apparirebbe come un velato rimprovero a papa Francesco( e del quale viene riportata la parte finale). “Vi immaginate se fosse stato eletto Scola?”: così inizia un articolo di Vittorio Bellavite, portavoce

Leggi tutto →