RU486, ALTRE QUESTIONI ETICHE. E I CATTODEM TIRATI IN BALLO

| 0 comments

Caterina Pasolini, “Aborto, con la pillola anche senza ricovero cade un altro tabù” (Repubblica). I commenti di Michela Marzano, “Il bene delle donne” (Repubblica) e Chiara Saraceno, “Aborto senza ricovero: una conquista di libertà” (La Stampa). Le opposte reazioni nella chiesa: Ignazio Sanna, vescovo, “E’ una sconfitta e un grave peccato. La vita è un dono” (intervista  a La Stampa); Assuntina Morresi, “Il fantasma della libertà” (Avvenire); Gianfranco Girotti, vescovo, “Macchè libertà, il governo dovrebbe aiutare a dare la vita” (intervista a Repubblica).  Un commento fuori le righe:Alberto Leiss, “L’aborto e la parte dei maschi” (Manifesto). Silvana Agatone, ginecologa, “Una buona notizia, ma la vera piaga sono gli obiettori” (intervista a Repubblica). Annalisa Cuzzocrea, “Aborto, la rivolta dei cattolici. Speranza: le nostre ragioni sono solide” (Repubblica). Annalisa Teggi,”Ru486, aborto farmacologico, ultimo no alla vita nascente” (Aleteia). INOLTRE: Luigi Manconi, “Sul finevita l’ultima resa della politica” (La Stampa). Francesco D’Agostino, “Gli equivoci assimilazionisti” (Avvenire). Chiara Saraceno, “Chi ha paura dei diversi” (La Stampa). CATTODEM: Pietro Di Leo, “Da decisivi a ininfluenti. Dove sono finiti i cattolici dem?” (Il Tempo). Carmelo Caruso, “Famiglia, omofobia e chiesa. Le parole (e i silenzi) dei cattolici progressisti” e “Orgoglio cattodem” (Foglio). Luca Lotti, “La destra usa la famiglia come una clava” (Foglio).

 

 

 

 

 

 

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un commento

Required fields are marked *.