Centro Mounier

Centro Emmanuel Mounier – Genova

Il Centro Mounier nasce a Genova nel 1996 e si presenta al pubblico con un convegno, svoltosi il 26 ottobre dello stesso anno, a Palazzo Tursi, durante il periodo di Adriano Sansa, sindaco della città. Il titolo del convegno era Emmanuel Mounier: idee e suggestioni per il tempo presente. Il gruppo genovese dei mounieriani, fondato da Salvatore Vento e don Antonio Balletto, svolgeva molte delle sue riunioni nello studio di Balletto di via San Matteo. In precedenza le stesse persone avevano animato un gruppo chiamato Genova Agorà, luogo d’incontro di persone provenienti da diverse esperienze politico culturali di area cristiana, animate dall’insopprimibile esigenza di una buona politica da attuarsi attraverso una seria e laica riflessione, sul crollo delle ideologie simbolicamente espresso dalla caduta del Muro di Berlino. Eravamo collegati idealmente alla casa editrice Marietti diretta da Balletto fino al 1993. Il primo incontro, agli inizi dei turbolenti anni ’90, aveva il significativo titolo di Per una nuova etica della politica. Pietro Scoppola, che in quegli anni invitammo diverse volte a Genova, aveva scritto il libro Dalla repubblica dei partiti alla repubblica dei cittadini. Col passare del tempo riflettemmo sulla necessità di una più precisa collocazione ideale del nostro gruppo e il punto di riferimento lo trovammo nel personalismo comunitario di Emmanuel Mounier. Nel 2000 il lavoro di analisi e i dibattiti che avevamo promosso sfociarono nel libro su “Mounier e l’attualità del personalismo comunitario”, frutto dell’organizzazione a Genova di un incontro nazionale al quale parteciparono diversi studiosi del pensatore francese. Esso venne pubblicato dalle Edizioni Diabasis di Reggio Emilia dirette da Alessandro Scansani, prematuramente scomparso. Tra le varie iniziative ricordiamo quella sul principio di laicità con Edoardo Benvenuto (preside della facoltà di architettura e studioso di teologia), gli incontri sui libri di Carlo Maria Martini, l’incontro per ricordare la figura di Nazareno Fabbretti.

Il Centro Mounier, pur sempre in una posizione culturale e non partitica, affianca il percorso del Movimento dei cristiano sociali (fondato nel 1993, tra gli altri, da Pierre Carniti e da Ermanno Gorrieri). Nel 1998, in occasione degli Stati generali della sinistra a Firenze, i Cristiano sociali contribuirono alla fondazione (insieme al Pds e altre componenti) dei Democratici di sinistra, successivamente dell’Ulivo e  infine del Partito democratico.

Negli ultimi anni il Centro Mounier ha collaborato con altri gruppi affini (Circolo Moro, Agire politicamente, Il Gallo, gruppo Piccapietra) e ha promosso varie iniziative tese alla diffusione del personalismo comunitario: dai temi di etica e di laicità della politica al Concilio e all’impegno per un nuovo umanesimo cristiano. Abbiamo sempre creduto, e crediamo, nella necessità di “fare rete” e di mettersi, ognuno col proprio bagaglio culturale, al servizio di un progetto comune. E’ per questo che il Centro Mounier, mantenendo le sue caratteristiche di gruppo informale (gettare semi e costruire ponti) ha aderito con entusiasmo alla rete nazionale di cattolici e democratici denominata “Costituzione, Concilio, Cittadinanza” (vedi www.c3dem.it).

Per i prossimi mesi e per il periodo 2012-2013 i filoni di maggiore impegno saranno:

a) Ridefinizione dell’attualità del personalismo comunitario in una prospettiva europea

b) A 50 anni dall’apertura del Concilio (1962-2012): quali insegnamenti per i tempi presenti?

c) I beni comuni e il Bene Comune

d) Genova: per un approccio socio antropologico all’analisi dei mutamenti della città

Giovanni Margarino, Andrea Montanari, Salvatore Vento

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

3 Comments

  1. Vorrei segnalarvi l’iniziativa di Sabato 1 Giugno 2013 a Mottola (TA) promossa dal gruppo locale di Agire Politicamente e dai Giovani Democratici su: Le culture del ‘900: il Personalismo Comunitario e il Cattolicesimo Democratico. Relatore Prof. Lino Prenna (coordinatore nazionale dell’Associazione Agire Politicamente) Presiede e modera il Dott. Leopoldo Rogante (Pres. di Azione Cattolica e responsabile locale di Agire Politicamente)

  2. Nell’augurare buon 2015, mi permetto di chieder il Vostro e-mail pe poter scambiare qualche riflessione soprattutto sui problemi della cura dei territori storici
    Pietro Segala

Lascia un commento

Required fields are marked *.