Chi siamo

Costituzione Concilio e Cittadinanza. Per una rete tra cattolici e democratici

Scarica qui Lo Statuto


La Costituzione repubblicana, il Concilio Vaticano II, la “nuova cittadinanza” democratica costituiscono orizzonti di riferimento ideale in grado di alimentare modalità di presenza originale nell’odierna realtà civile e nei percorsi di approfondimento intra-ecclesiale.
Alla luce di questi riferimenti si dischiude un vasto campo di ricerca, di sperimentazione e di proposta per rilanciare e attualizzare le idee-forza della tradizione cattolico-democratica, sempre nella valorizzazione delle pluralità e nella ricerca di nuovi linguaggi, di nuovi percorsi che ci consentono di allargare orizzonti ed aprire prospettive di incontro e di dialogo. Tali idee-forza possono essere sintetizzate:

  • in un modello di società aperta, inclusiva, solidale e partecipata;

  • nella visione conciliare della Chiesa come popolo di Dio, pellegrinante nella storia;

  • in una difesa tenace della democrazia, non solo come procedura dell’organizzazione socio-istituzionale, ma anche come forma e ideale, per quanto sempre perfettibile, del vivere civile;

  • nella rinnovata opzione per i valori della laicità, dell’autonomia laicale nelle scelte politiche, della mediazione storico-culturale e politica, dell’impegno appassionato per la pace e la giustizia.

In questa prospettiva, per aprire nuovi percorsi di incontro e di dialogo, sempre nel rispetto e nella valorizzazione delle pluralità, è stata costituita una Rete di collegamento tra esponenti di un ampio numero di associazioni dell’area cattolica democratica (Per conoscere le associazioni clicca sul Link LA RETE: http://www.c3dem.it/la-rete-delle-associazioni ). Riteniamo che vi sia un gran bisogno, oggi, di mettere in circolo idee e valori di una ricca tradizione culturale, politica ed ecclesiale, quale è quella cattolico-democratica.

L’attivazione di questo Portale, denominato “Costituzione Concilio e Cittadinanza. Per una rete tra “cattolici e democratici”, costituisce lo strumento operativo con cui la Rete intende rendersi presente nel pubblico dibattito con segnalazione di iniziative, proposte di riflessione, confronti e approfondimenti.

La decisione di attivare il Portale è stata presa in alcuni incontri, tra l’estate del 2011 e il gennaio del 2012.

Il 25 marzo è stato approvato lo statuto della Rete e nominato un coordinamento redazionale composto da Angelo Bertani, Fabio Caneri, Giampiero Forcesi, Gigi Massini e Vittorio Sammarco