8 settembre 2017
by Forcesi
1 Commento

1 Commento

URAGANI. SOCIAL. GOVERNO. 5 STELLE. SONDAGGI. SINISTRA

8 settembre 2017

URAGANI- Franco Prodi, “I mostri nati dai cambi climatici” (Messaggero). SOCIAL NETWORK – Evgeny Morozov, “Google e Facebook ci trivellano l’anima” (La Stampa). Claudio Cerasa, “Contro la cultura della condivisione” (Foglio). GOVERNO – Giorgio Tonini, “Un voto bipartisan sul via libera al deficit” (Sole 24 ore). Giampaolo Galli, “Finanza pubblica: la via maestra di tagli e riforme” (Sole 24 ore). Pierluigi Ciocca, “Crescita? Meglio parlare di ‘ripresina’” (Sole 24 ore). Giuseppe de Tommaso, “Emiliano promuove Gentiloni” (Gazzetta del Mezzogiorno). Laura Pennacchi, “Gentiloni più sincero di Renzi, ma sul lavoro continua a sbagliare” (Manifesto). 5 STELLE – Davide Casaleggio, “M5S pronto a governare” (intervista al Corriere della Sera). Gianfranco Pasquino, “M5S non ha cambiato il sistema, deve darsi una classe dirigente” (Il Fatto). Antonio Padellaro, “Hanno migliorato la politica ma il vaffa non funziona più” (Il Fatto). SONDAGGI – Ilvo Diamanti,Crescono M5S e Gentiloni. Rabbia e voglia di stabilità” (Repubblica). SINISTRA – Emanuele Macaluso, “La sinistra è al suo momento più basso. La Sicilia lo dimostra” (intervista al Manifesto). Paolo Mieli, “Farsi male a sinistra” (Corriere della Sera). Giuliano Pisapia,Basta con il fuoco amico o farò un passo indietro” (intervista al Corriere della sera). Stefano Folli, “Pisapia il mediatore e e la lezione di Machiavelli” (Repubblica). Giuseppe Lo Bianco, “Pisapia in Sicilia risuscita la Democrazia cristiana” (Il Fatto). Tommaso Montanari, “Giuliano vuole solo il potere. Ora dica con chi sta” (intervista a Il Fatto).

Leggi tutto →

21 aprile 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

IL FINE-VITA E LA LIBERTÀ DELLE PERSONE

21 aprile 2017

Dopo il voto favorevole della Camera alla Dichiarazione anticipata di trattamento (DAT) – vedi qui le nuove norme -, in un’intervista a Repubblica il card. Angelo Bagnasco esprime la sua contrarietà: “Questa legge non ci piace. Ci saranno derive pericolose”. Il deputato centrista Mario Marazziti, presidente della Commissione Affari sociali e esponente della Comunità di Sant’Egidio, in un’intervista all’Unità dice che questa legge mette al centro dignità e libertà della persona (“Prima di tutto la dignità della persona”). Per Paola Binetti si tratta invece di “Norme generiche e sbilanciate” (intervista al Messaggero). Sempre sul Messaggero un’intervista a Donata Lenzi, che ha guidato al Senato l’approvazione della legge: “Rinunciare a curarsi non è come chiedere di essere soppressi”. Delusa per alcuni emendamenti che hanno indebolito alcuni punti Michela Marzano, su Repubblica: “I malati traditi”. La rivista Il Gallo ripubblica due articoli sul testamento biologico del 2015 di Luisella Battaglia e di Giannino Piana.

Leggi tutto →

18 aprile 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

Fine vita ovvero la zona grigia

18 aprile 2017
di Franco Monaco

 

La Camera sta discutendo di fine vita. Già nel titolo della legge figurano espressioni che, alle mie orecchie, suonano troppo assertive e cui io, d’istinto, assocerei piuttosto un punto interrogativo. (…) Carlo Maria Martini, con umana sensibilità e onestà intellettuale, parlava di una “zona grigia” per definizione, con riguardo ai problemi connessi al fine vita. Problemi situati in quel territorio incerto e scivoloso che separa il no all’accanimento terapeutico (da tutti sottoscritto) al sì al suicidio assistito o all’eutanasia (dai più negato). Una distinzione chiarissima sul piano concettuale, assai meno sul piano empirico.

Leggi tutto →

1 aprile 2017
by Forcesi
1 Commento

1 Commento

Per una gestione costruttiva dei conflitti. Intervista a Marianella Sclavi

1 aprile 2017
di Giandiego Carastro

 

E’ stato da poco ristampato da IPOC il saggio “Confronto creativo” di Marianella Sclavi e Lawrence Susskind. Marianella Sclavi ha insegnato etnografia urbana al Politecnico di Milano ed è un’esperta di “ascolto attivo” e “gestione creativa dei conflitti”. Si è interessata sia di buona comunicazione interculturale che degli ingredienti delle ‘scuole felici’, mostrando come l’ascolto attivo sia un elemento virtuoso fondamentale in entrambi i campi.

L’abbiamo intervistata perché con “Confronto creativo” esplora le dinamiche della vita pubblica e riesce a descrivere in modo originale ed efficace non solo gli aspetti negativi, ma, cosa rara, anche e soprattutto quelli positivi del confronto. E, in un’epoca in cui sembra che la conflittualità sia il registro dominante di tanti rapporti, può esser una strategia a cui fare riferimento.

Leggi tutto →

30 marzo 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

ANCORA SU BERSANI, I 5 STELLE E LE PRIMARIE DEL PD

30 marzo 2017

Per Franco De Benedetti, sul Sole 24 Ore, impedire l’andata al governo dei 5 Stelle è la prima urgenza politica (“Il populismo di Grillo e il ruolo del Pd”). Stesso giudizio di Emanuele Macaluso, in replica alle aperture di Bersani: “Caro Pierluigi, i 5 Stelle sono una forza eversiva” (Il Dubbio). E Marcello Sorgi su La Stampa riferisce: “Grillo di nuovo bastona gli scissionisti”. Goffredo Buccini, “La rivoluzione dei 5 Stelle contro la conoscenza” (Corriere della Sera). Sulle PRIMARIE DEL PD: Alessandro Di Matteo su la Stampa scrive: “Pd, Renzi meglio che nel 2013. E sfonda nelle regioni rosse”. E Paolo Pombeni sul Sole 24 ore annota “Militanti Pd più renziani dei quadri. Ora il test gazebo”. Intervistato dal Manifesto Enrico Rossi dice: “Non saremo una ridotta”.

Leggi tutto →

1 marzo 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

IL SUICIDIO ASSISTITO DI DJ FABO

1 marzo 2017

Sul Sole 24 ore gli interventi di Francesco D’Agostino, presidente emerito del Comitato nazionale di bioetica, “La morte non può essere un diritto ma è necessario trovare mediazioni”, e di Gilberto Corbellini, docente di bioetica a Roma, “Senza una legge sul fine vita abusi e pratiche non trasparenti”. Luigi Manconi, sull’Unità: “Due idee di sovranità sul proprio corpo”, e l’Appello di Matteo, giovane disabile gravissimo, cui Manconi  si riferisce (“Dj Fabo, non andare a morire”, Avvenire del 25/2). Sul Corriere della Sera Mauro Covacich scrive: “Quel dilemma per i cattolici: perché una morte dignitosa nega la sacralità della vita?”. Paolo Rodari su Repubblica: “Dalle crociate di Ruini ai toni soft di Bagnasco: così il papa ha ispirato la svolta sul fine vita”. La presidente della Commissione Affari sociali della Camera, Donata Lenzi: “Ora subito la legge. Ma anche con quella sarebbe dovuto andare all’estero” (intervista a Repubblica). Altri contributi: Cesare Mirabelli, “Non c’è un diritto a morire, la Costituzione tutela la vita” (Avvenire); Stefano Rodotà, “Autodeterminazione e responsabilità” (Repubblica); Aldo Masullo, “A chi spetta la scelta di morire?” (Mattino); Gaetano Quagliariello, “Una sconfitta. Lo Stato non può dare la morte” (Il Dubbio); Emma Fattorini, “Temi difficili. La legge non può risolvere tutto” (Unità); Piergiorgio Cattani, “Consideriamo la sofferenza interiore” (Trentino); Giuseppe Savagnone, “Il rispetto dovuto” (Avvenire); Marco Politi,Testamento biologico. Inutile e indecente per la politica nascondersi dietro alla chiesa” (Il Fatto); Ferdinando Camon, “La libertà dell’individuo e il rispetto della scelta” (Trentino). La testimonianza  di Giovanna Da Ponti, “Voglio vivere. La libertà non è fare ciò che vuoi” (intervista a La Stampa).

Leggi tutto →