10 ottobre 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

LA MORTE DI LUIGI BOBBIO, STUDIOSO DI COME SI COSTRUISCE LA DEMOCRAZIA

10 ottobre 2017

È morto improvvisamente a Torino uno dei tre figli di Norberto Bobbio, Luigi. Docente all’Università di Torino, aveva 73 anni ed era un politologo esperto di politiche pubbliche. Luigi Bobbio fu uno dei leader del movimento studentesco a Torino nel Sessantotto, poi fondatore ed esponente di Lotta Continua. Tra i sui lavori, anche il «Terzo rapporto sulle priorità nazionali: quale federalismo per l’Italia?», «I governi locali nelle democrazie contemporanee», «Le crisi urbane: che cosa succede dopo? Le politiche per la gestione della conflittualità legata ai problemi dell’immigrazione». L’Associazione italiana per la partecipazione pubblica Aip2 lo ricorda qui con grande stima e affetto.

Leggi tutto →

7 ottobre 2017
by c3dem_admin
0 commenti

0 commenti

Democrazia deliberativa: non c’è un modello unico, ma bisognerebbe crederci di più

7 ottobre 2017

a cura di Giandiego Carastro

Il tema della rappresentanza è centrale nella ricerca sulla democrazia deliberativa italiana (e prima ancora straniera). Studiosi come G. Allegretti, L. Bobbio, A. Floridia, R. Lewanski, L. Raffini ed altri ancora, seppure con posizioni diverse, partono da questa centralità e pongono l’interrogativo se sia possibile introdurre nella rappresentanza elementi di democrazia diretta.

Leggi tutto →

1 ottobre 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

PAPA, LIBIA, IUS SOLI. LA NEWSLETTER DEL “DE GASPERI” DI BOLOGNA

1 ottobre 2017

L’Istituto De Gasperi di Bologna nella sua ricca newsletter del 1° ottobre si interroga sulla  visita del papa alla città. Nell’offrire il link all’articolo pubblicato sul Corriere di Bologna dal prof. Andrea Zanotti (“Chiesa e politica, la battaglia dei due poteri”), l’Istituto dà una sua puntuale lettura del rapporto tra la Chiesa e la politica. Nella News si trovano anche materiali interessanti sui migranti in Libia, sullo ius soli, e sulla Festa internazionale della storia che si terrà a Bologna dal 21 al 29 ottobre.

Leggi tutto →

8 settembre 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

FERMARE GLI SBARCHI NON BASTA

8 settembre 2017

Carlotta Sami (Unhcr), “La situazione è drammatica. Fermare gli sbarchi non basta” (intervista al Manifesto). Su Repubblica: “Emma Bonino: ‘Così l’Italia s’è messa in un pasticcio’”. La denuncia di Medecin Sans Frontieres: Daniela Fassini, “Msf: atrocità in Libia” (Avvenire); Alessandra Ziniti, “Dossier Msf a Bruxelles: orrore nei campi libici” (Repubblica). Tommaso Di Francesco sul Manifesto: “Un urlo contro la complicità”. Francesca Schianchi su La Stampa riporta una proposta del viceministro degli Esteri Mario Giro: “L’Italia: i campi in Libia sotto il controllo delle Ong”. Un reportage di Francesca Mannocchi su Pagina 99: “A Tripoli dove regna un governo fantasma”. Il reportage di Fabrizio Gatti sull’Espresso: “’Volete che fermiamo i traffici? Pagateci. La partita dei migranti si gioca sui soldi”. Una testimonianza di Marta Bellingreri sulla società civili libica che reagisce: “Libia, Zuwara, la città che ha detto basta alle morti in mare” (Openmigration). L’intervista del Corriere della Sera a Antonio Tajani: “Migranti, la scelta della Corte UE porterà alla riforma di Dublino”. L’editoriale di Leonardo Becchetti su sovranisti e razzisti: “La cattiva strada” (Avvenire). Una riflessione di Nadia Urbinati: “La sfida delle società multietniche: conciliare inclusione sicurezza” (Repubblica). Un editoriale di suor STUPRI. Eugenia Bonetti su Avvenire dopo lo stupro a Rimini: “Gli ignorati stupri”.

Leggi tutto →

29 agosto 2017
by Forcesi
0 commenti

0 commenti

“DIO FECE TRE ANELLI. LE RELIGIONI A SCUOLA”

29 agosto 2017

Dio fece tre anelli. Le religioni a scuola (ed. Aliseicoop Perugia 2016) è un libro di Lino Prenna, filosofo, educatore, coordinatore nazionale dell’associazione “Agire Politicamente” (tra i fondatori della rete c3dem). Nel suo blog “La parola cresceva”, il domenicano p. Alessandro Cortesi  ne offre un’ampia presentazione (“Tre anelli di un padre buono. Note su di un libro sulle religioni a scuola”). Dice che il libro è frutto di “una lunga maturazione negli ambiti della filosofia, dell’approccio scientifico alle religioni e dell’educazione scolastica” e pone l’istanza  “di un posto delle scienze religiose nell’ambito della scuola”. E’ lo stesso Prenna che chiarisce fin dall’inizio che la sua proposta “non intende esautorare l’insegnamento di religione cattolica, che anzi andrebbe pienamente scolarizzato, ma dilatare lo spazio scolastico del discorso religioso, oggi marginalizzato nell’era concordataria. Non si tratta infatti di togliere ciò che c’è, ma di aggiungere ciò che manca”.

Leggi tutto →